Vai al contenuto

Pubblicità

Addict

Membri
  • Numero contenuti

    6
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su Addict

  • Rank
    Nuovo utente
  1. Sono molto d'accordo su ciò che hai scritto........ Però la realtà in cui vivo, smentisce, in parte, anche alcuni di questi aspetti, e mi spiego: non mi sembra ci possa essere selettività in una donna che si mette con extracomunitario (con tutto il rispetto per loro) disoccupato, sporco, sfatto, e manesco pure pure....... E sai quante attorno a me di questi esempio....... Lo stesso se guardo ad una ragazza che si mette con un uomo basso, pelato, panzone, triviale, bestemmiatore, ubriacone, con un lavoro normalissimo, ed anche in questo caso molti esempi attorno....... Poi come dappertutto ci sono i casi anche qua dove l'interesse fa la differenza........ Ma partendo dal presupposto che ognuno è libero di scegliersi e frequaentare chi meglio crede, mi rifocalizzo sul fatto che non è tanto il non trovare una ragazza, quello magari è la punta dell'iceberg, ma è proprio partire dal modo negativo come le donne attorno a me si rapportano (o non si vogliono rapportare) con me....... Io avrò dalla mia sicuramente difetti, e chi mi sta vicino me ne ha elencati diversi possibili, tra cui: -Ho l'atteggiamento di chi c'è lo ha solo lui, ma in questo caso c'è anche chi mi ha detto che in fondo me lo posso pure permettere........ -Sono abbastanza schivo........ -Mi dicono che delle volte do l'impressione di essere completamente distaccato da ciò che mi circonda, da chi mi circonda....... - Ho sempre l'espressione seria e sorrido poco......... Non lo so, ragionandoci potrei pure riconoscermi queste cose, ma il fatto che anche quando mi apro, sorrido un po', scherzo, ecc, ecc, non è che l'atteggiamento femminile cambi poi di molto. Poi avrò anche questi "difetti" sopra elencati, però sostanzialmente sono sempre molto rispettoso, garbato, educato, paziente, con chi ho di fronte, a meno che non "mi ci tirino proprio per i capelli" come si suol dire, allora magari posso anche io alterarmi nei toni e nei modi, ma come tutti credo.
  2. Ritorno a scrivere e leggere sul forum, dopo alcuni mesi che mi hanno visto lontano per impegni e problematiche varie, che non mi hanno più permesso di dedicarvi del tempo...... Un po' riprendo questo Topic "spento", in contrapposizione a quello che ho letto, e che mi ha interessato, aperto da mimmo_1975....... Due discussioni leggermente agli opposti, ma che a mio avviso si incrociano. Non lo so, dal canto mio ho sempre cercato, assieme alle persone che mi stanno vicino, di cercare dell'altro come causa della mia situazione, di trovare delle alternative....... Di alternative in realtà ne sono state ipotizzate, ma in un certo qualsenso mi hanno sempre lasciato perplesso. In fondo in questa discussione non mettevo nemmeno sul piatto il fatto di non avere, e di non avere avuto mai una relazione, come problema principale, perchè capisco bene che sono tante le variabili su cui si poggia questa cosa, bensì il fatto che io respingo invece di attrarre. Il fatto che io susciti molta negatività, ma soprattutto tanta indifferenza, la dove il mio aspetto fisico dovrebbe invece catalizzare almeno curiosità, interesse anche solo marginale, attirare lo sguardo. Capisco che viviamo in un epoca dove regna l'indifferenza, ma anche dove la superficialità la fa da padrona, ed ecco che per questo motivo, io dovrei semmai attirare se sono come io mi vedo (e come altri mi hanno confermato), e non invece respingere....... Può sembrare un discorso controverso, in realtà non lo è.
  3. Sto pensando un po' a questo discorso, il fatto che non metto in atto comportamenti in relazione alle mie convinzioni, come ho scritto semmai il modo di interpretare le cose è collegato alle mie convinzioni, ma che sono convinzioni che nascono dalla confusione di vedermi in una maniera, e di ricevere l'opposto. Infatti io non mi vedo assolutamente brutto come ho scritto anche in apertura, tutto il contrario, soprattuto se mi paragono alla media maschile perlomeno della realtà in cui vivo, dove non è che stiamo a parlare di vere e proprie icone di bellezza..... Attorno a me la maggior parte degli uomini e dei ragazzi è in abbondante sovrappeso, gli uomini sono all'80% calvi, o semi-calvi, tarchiati, poco curati, c'è molta ignoranza, rozzezza, sboccataggine..... Ci sarà un 10% che se po' guardà e sentì (mi si perdoni la licenza dialettale), per descrivere uomi e ragazzi veramente interessanti, gradevoli, a modo.... Oddio, non è che a livello femminile dalle mie parti stiamo messi meglio eh, però qualcuna si salva. Come allora dicevo, sostanzialmente non mi vedo ne reputo assolutamente brutto, però dato che da parte femminile nei miei riguardi c'e principalmente tanta indifferenza (manco mi vedono), e quelle poche attenzioni finisce che siano negative, e a volte anche in maniera pesante, e poi però vedo che ci si fa piacere il peggio del peggio, è chiaro che sono decisamente entrato in confusione, o in conflitto, con la mia immagine. Alla fine mi dico: o sono io evidentemente che ho problemi, che mi vedo come non sono (carino), di conseguenza sono un mostro e non me ne rendo conto (ecco il titolo del topic), oppure sono circondato da una popolazione femminile bacata a questo punto.
  4. Quale punto di partenza si può prendere per imparare a fare un lavoro del genere? Nel senso che comprendo che le mie chiavi di lettura degli avvenimenti potrebbero (anzi sono) essere magari "inquinate" dalle mie auto-convinzioni.....
  5. Grazie per le risposte intanto. Mah, io a livello comportamentale ad esempio non ho per niente un carattere aggressivo, anzi, spesso mi lascio mettere pure i piedi in testa, nel senso che tollero molto, cerco sempre di evitare i metodi forti, poi se proprio non ne posso più certo che sbotto anche io alla fine..... Per natura poi sono sempre tendente all'aiutare il prossimo se posso, magari anche a chi mi ha sbattuto una porta in faccia, io al contrario se lo incontro gliela tengo aperta e do la precedenza..... Il fatto che anche la mia forte educazione acquisita in famiglia non mi ha mai ripagato molto purtroppo, nemmeno agli occhi femminili. Il problema che se sono educato non va bene, se mi incazzo vengo accusato di essere un cafone e violento, delle volte nemmeno io so cosa vada bene. Questo per dire che solitamente sono una persona mite, che si comporta in maniera normale, anche semi rendo conto che il termine normale può avere un significato molto soggettivo. Che esempi posso portare? Partendo dagli aspetti più banali, mi capita che magari in un negozio il ragazzo prima di me riceve dalla commessa (che lo vede per la prima volta così come vede me) un tattamento con il sorriso, confidenziale, ruffiano, e magari il ragazzo in questione ha dei modi pure grezzi, oltre ad essere inguardabile, o comunque niente di che, arrivo io educato, serio, gentile, carino esteticamente (come del resto mi hanno definito pure gli psicologi che hanno provato ad aiutarmi), e vedo cambiare improvvisamente espressione alla commessa di cui sopra, ed assumere un tono decisamente distaccato, freddo, magari anche seccato.... Qualche altro esempio banale, mi è capitato in qualche mezzo pubblico di vedermi scansato dal sedersi accanto a me, da più di qualche ragazza o donna anche matura, manco fossi un lebbroso, però poi le stesse le ho viste andarsi a sedere tranquillamente vicino a barboni, o uomini che addirittura puzzavano. Sembrano scemeze, ma sono cose vere.
  6. Buon giorno a tutti, mi sono iscritto al forum sperando in qualche consiglio, opinione, insomma tutto quello che mi può essere d'aiuto. Espongo brevemente il mio problema: sono molto confuso su me stesso, e sul mio aspetto fisico, nel senso io non mi vedo brutto se mi guardo allo specchio o in foto (oddio in certe foto faccio schifo, soprattutto quelle in autoscatto con il cellulare), e stesso familiari o amici e conoscenti confermano la cosa, ossia il fatto di essere una persona esteticamente gradevole...... Però non riesco ad avere una relazione con una ragazza, non suscito interesse, non attraggo...... Sono un ragazzo abbastanza introverso, timido, però comunque parlo, non sono quello che si dice una mummia. Oltretutto ho numerossimi interessi di varia natura, una buona dialettica a detta degli altri. Eppure nei miei riguardi da parte femminile c'è soprattutto tanta indiffereza, oppure, se ci sono attenzioni, reazioni come il fastidio, la ritrosia, l'evitamento, il guardarmi delle volte come fossi un alieno, e spesso le reazioni negative nei miei confronti sono oltretutto a prima vista........ Non è nemmeno poi che io sia circondato da chissà quali bellezze maschili, anzi, però la morale della mia situazione è che alle ragazze, come alle donne, pare vada bene di tutto e di più, ad eccezzione del sottoscritto. Proprio per questo si sono formate in me delle convinzioni e paure, del tipo che evidentemente sono un mostro e non riesco a rendermene conto, vedendomi al contrario carino, e che tutte le persone che dicono che io sia gradevole siano solo ipocrite, o non abbiano il coraggio di dirmi le cose come stanno. Nel senso che mi dico che non è possibile che io realmente non abbia nulla di brutto o anormale, e mi veda trattato come una nullità od un rifiuto, mentre al contrario vedo delle autentiche brutture, dei buzzurri da paura, attarre, interessare, piacere..... Il problema che nemmeno degli aiuti psicologici a cui mi sono rivolto mi hanno portato a qualcosa, e soprattutto aiutato togliermi questa convinzione di essere un mostro che mi sta spaventando e ossessionando. Ringrazio chiunque voglia intervenire, magari con qualche sua esperienza diretta simile alla mia. Ciao Ciao a tutti
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.