Vai al contenuto

Pubblicità

DarksideCry

Membri
  • Numero di messaggi

    60
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

4 che ti seguono

Che riguarda DarksideCry

  • Rango
    Utente attivo

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    In un luogo sospeso tra realta' e fantasia.
  • Interests
    Persone, sentimenti, tutto cio' che cattura la mia attenzione in questo mondo, opere di fantasia, costruire cose, cinema, musica, videogiochi, ecc...Il resto lo scopriro' vivendo.
  1. Ciao Giulia. Da quello che ho letto stai vivendo una delle situazioni piu' comuni, in cui tu ti stai rapportando con una persona molto differente da te come carattere e in cui avete un divario di eta' abbastanza consistente ( anche se quello non e' mai un vero ostacolo in amore ). Il discorso qui e' basato appunto su vari fattori tra cui alcuni secondari come il posto dove vive lui, ma piu' che altro e' basato proprio sulla tua insicurezza che nei rapporti amorosi si tramuta spesso poi in gelosia, mania del controllo, ecc, ecc. Tu hai detto una cosa fondamentale che e' appunto " IO LO VOLEVO CAMBIARE ". Questo e un errore che tantissime persone sottovalutano e commettono spesso, ignorando il fatto basilare che cambiare le persone con le nostre azioni e' IMPOSSIBILE. La gente non cambia perche' glielo imponi tu ( in quel caso indossano solo una maschera in piu' ), la gente cambia solo a seconda di quanto crede sia positivo quel cambiamento e in base a quanto noi siamo importanti per loro, smussando gli angoli del proprio carattere per creare una sorta di compromesso reciproco. Non ti devi mai illudere che tu possa essere in grado di cambiare veramente qualcuno, perche' quel qualcuno cambiera' solo quando sara' convinto che il cambiamento sia quello che davvero vuole per se', e questo deve essere molto chiaro, perche' tutto quello che otterrai facendo cosi' e' una persona che cela alla tua vista la sua vera essenza per compiacerti, dandoti un'illusione per il semplice QUIETO VIVERE. Tu devi comprendere che ognuno di noi e' quello che e', con i suoi pregi e i suoi difetti, e che anche quando c'e' un amore di mezzo nessuno sara' mai come l'altro vuole, se non e' gia' cosi' di natura, ma al massimo smusserà piccole parti di se' stesso per avere un rapporto meno problematico. Purtroppo l'affinita' reciproca e' rara da trovare ( anche se esiste sicuramente ), quindi le soluzioni sono sempre e solo 2 nel caso non la si possieda gia'. 1) Si accetta e si ama l'altro per quello che e' come l'altro fara' con noi visto che siamo tutti imperfetti per natura umana 2) Si tenta di lavorare assieme sul proprio carattere per andare incontro alle esigenze della persona amata, parlando assieme seriamente dei vari problemi che si hanno e cercando assieme la soluzione che sia ottimale o migliore per ambo le parti...Punto e basta. Tutto il resto e' solo apparenza, che col tempo genera bugie su bugie verso se' stessi e verso gli altri ( e nella maggior parte dei casi e' cosi' in amore ) portando le persone a stare assieme per motivi di vario tipo, e molto differenti dall'amore inteso proprio come fulcro vitale di una storia. Tu devi accettare il fatto che non ruota tutto attorno alla tua persona, e che indifferentemente dal fatto che tu esista o meno, le persone vivranno sempre come meglio credono. E' inutile controllare le persone, perche' se vogliono possono tradirti anche se le controlli 24 ore su 24, come e' inutile essere gelosi oltre certi limiti che non siano solamente una manifestazione di quanto tu tenga a quel rapporto. Ogni squilibrio genera una reazione che ti porta a cadere da un lato o dall'altro e quello che tu devi trovare per te stessa e' UN TUO EQUILIBRIO PERSONALE, prima di intraprendere una relazione seria ( come immagino che tu voglia dato che ti fai tutti questi problemi ). Se non ce la fai da sola ad attuare questo cambiamento per te stessa, fatti giustamente aiutare da una persona del settore ( visto che gia' sai a chi rivolgerti ) ma tieni sempre a mente che SE TU NON SEI CONVINTA DI VOLER CAMBIARE questi tuoi difetti caratteriali, non ci sara' persona al mondo che potra' aiutarti a farlo. Quindi giovane donna, inizia a rilassarti un po', smetti di cercare di controllare gli avvenimenti della vita e le persone ( perche' nessuno ne e' in grado al mondo ) viviti la vita ogni momento NEL PRESENTE ( perche' il passato e' passato e il futuro e' un mistero e noi viviamo solo e sempre nel presente ) e valuta le persone che vuoi nella tua vita solo in base alle loro azioni ( le parole lasciale perdere )...Non fare mai processi alle intenzioni ma valuta solo cosa e' meglio per te in base a come le persone si comportano, e vedrai che se troverai qualcuno affine al tuo modo di essere, non avrai bisogno di pensare a nulla, perche' la vostra storia filera' liscia come l'olio senza mai un problema e senza mai una richiesta, o almeno vivrete il piu' del tempo in armonia senza troppi casini di mezzo...Questo io ti dico. Cmq sia tu al momento dici di essere innamorata e credo che questo sia plausibile visto che sei venuta qui a raccontare la tua storia e visto quanta ansia e paura ti crea la situazione che stai vivendo. Quindi direi che visto che tieni molto a questo uomo, dovrai trovare la forza di volonta' di cambiare alcuni lati del tuo carattere facendoti aiutare da lui a farlo. E se lui ti vuole bene nella stessa maniera e' molto probabile che assieme troverete la soluzione...Ma se cosi' non e', renditi conto che per quanto dura sia, lui non e' la persona che fa per te, e quindi non dovresti in nessun modo forzare le cose o cercare di far funzionare un rapporto che per incompatibilita' non funzionera' mai...Facendoti perdere anni preziosi della tua vita, che potresti spendere benissimo in altro modo con magari una persona molto piu' affine al tuo modo di essere. Detto questo, te saluto bella mia e spero che sta storia se risolva dato che ce tieni molto
  2. Si, diciamo che il problema principale e' che tu in qualche modo sei cresciuta o maturata in una persona che prima non eri, e spesso accade cosi' con uno schiocco di dita dal nulla, perche' lo spunto per fare le cose puo' essere sia frutto di uno studio attento e di scelte ponderate, che semplicemente un'ispirazione che poi fa mutare te e la tua vita, ma che cmq portano sempre a un cambiamento personale...Lui diciamo che ha la sua mentalita' e forse questo lo ha portato ad avere paura, come se tu in qualche modo andassi avanti nella tua vita e lui invece rimanesse statico, vedendoti allontanare. Pero' il concetto e' che questa e' solo al sua visione della cosa e non la tua realta', che a mio parere e' solo la crescita personale di un individuo, che in questo caso sei tu, e tutte queste cose portano sempre dei cambiamenti nella nostra vita, perche' nessuno rimane immutabile nel tempo, ma muta a seconda dei desideri e le esperienze di vita...Tutto qui. Tu hai scelto le persone, lui evidentemente no, e penso che sia questa la differenza sostanziale tra voi due...Il resto sono solo conseguenze. Tu non e' che avendo rapporti con gli altri TOGLI qualcosa a lui, ma semplicemente dai piu' opportunita' umane alla tua vita, e se posso dirti una cosa, a mio parere e' sempre la cosa migliore, perche' come dicevi tu stessa, non si puo' mettere la propria felicita' nelle mani di una sola persona nella vita, perche' e' pericoloso e da a quella persona una responsabilita' troppo grande da gestire...Senza contare che siamo umani e potremmo lasciare questo mondo in qualsiasi momento per qualsiasi motivo, lasciando l'altro con un vuoto immenso perche' ha SOLO NOI. Non e' un caso che noi esseri umani siamo cosi' tanti, perche' altrimenti ci avrebbero creato a coppie fisse e messi ognuno nel suo piccolo angolino di mondo, poi vabbe' c'e' chi la pensa cosi' riguardo alle persone, perche' e' rimasta delusa da tutti e via dicendo, ma sono cose che capitano a seconda dei casi e degli eventi della vita di ognuno di noi. C'e' chi ha conosciuto solo brutte persone, chi ha visto cambiare brave persone in emeriti bastardi, e chi semplicemente ha avuto la fortuna di conoscere solo persone che hanno portato del buono nella loro vita, ma siamo tutti sulla stessa barca, solo che dipende da quello che succede e quello che vogliamo nella vita. Tante volte la sfortuna e' solo perche' siamo noi che facciamo scelte sbagliate nella vita, negando l'evidenza di cose che sarebbe stato meglio evitare. Ma e' cosi' che si impara...PROVANDO. Cmq secondo me lui si immagina che se tu hai altri rapporti con le persone oltre lui, lui viene messo da parte in qualcosa, quando invece dovrebbe essere il centro del tuo mondo. Pero' io vorrei dirgli questo...A me sembra che tu rispetto a tante altre persone hai scelto lui come compagno, quando con 7 miliardi di persone ne avresti di scelta, quindi lui sicuramente ha un posto in prima fila nella tua vita, visto che appunto tu sei una donna che non cerca avventure o robetta da 4 soldi, come uno che le scalda il letto o che le tiene compagnia quando e' annoiata e poi arrivederci e grazie, ma cerchi semplicemente un uomo che capisca chi sei e che ti renda felice come tu vuoi rendere felice lui...Ecco quello che vedo. Il problema non e' mai la diversita' tra due persone, ma solo che non si puo' essere rigidi in un rapporto di coppia alla pari, ma ognuno deve fare la sua parte per l'altro, altrimenti ci troviamo di fronte alla classica storia tra padrone e schiavo sempre. Effettivamente la comunicazione tra voi e' carente, perche' lui non ha molta voglia di capire le cose o di provare ad essere diverso da quello che e' per te, quindi comprendo benissimo il tuo disagio e i tuoi pensieri, perche' se questa storia deve funzionare...Come dici tu stessa, qualcosa deve cambiare e bisogna lavorarci su.
  3. Eh si direi che dopo queste cose che hai aggiunto il quadro sia abbastanza chiaro su chi e' lui e come ovviamente opera nella sua vita e in quella altrui...Come ti dicevo ieri, ogni volta che aggiungi un pezzo mi dai solo una conferma in piu' sulle ipotesi plausibili che avevo immaginato, ma non perche' io sia bravo nelle previsioni o in qualcosa, ma semplicemente perche' sono le espressioni caratteriali piu' comuni delle persone, e salvo casi veramente rari, ognuno ha un po' la tendenza a comportarsi da MANUALE diciamo. Come avrai notato, io porto esempi molto comuni quando parlo, proprio perche' bisogna partire dalla semplicita' per poi andare a capire meglio man mano che le persone raccontano. Pero' come sicuramente avrai capito qui e ovviamente dalle tue esperienze di vita, la gente pur essendo tutta diversa, rientra cmq in alcuni schemi di base, che aiutano a capire dove portera' il passo successivo riguardo la loro personalita'. Sembra una contraddizione essere tutti diversi ma cmq parecchio simili nell'operato agli altri vero? Pero' tirando le somme ( senza generalizzare ovvio ) e' cosi' che alla fine sono le persone. Cmq si, ancora una volta mi trovo d'accordo sul tuo modo di pensarla, perche' a me pare solo che TU sia quella che nella coppia cerca di far quadrare veramente bene le cose ma nella maniera piu' naturale, ossia semplicemente vivendo la vita, mentre LUI per i suoi motivi personali, in parte sviscerati qui, tende a mostrare troppo la sua personalita' sovrastante, come se lui sapesse come funziona la vita e tu no. Il problema come dicevamo ieri e' che purtroppo e' lui che si deve rendere conto che la diversita' tra persone implica una diversa ottica del mondo e un diverso metro di misura emozionale sulle stesse cose, e che questa diversita' non potra' mai essere eliminata, ma solo compresa e aiutata se e' necessario. Una coppia che funziona e' costituita da 2 persone che vivono in maniera diversa, ma che allo stesso tempo non si opprimono a vicenda, ma bensi' colmano ognuno le lacune dell'altro, come due meta' complementari. Purtroppo mi rendo conto che trovare tutto cio' in amore e' raro, specie oggi con la mentalita' che c'e' e con la scarsa pazienza nel voler almeno CAPIRE gli altri, ma e' possibile...Questo sicuramente si. La tua mentalita' e' la piu' equilibrata a mio parere, perche' nonostante tu sia timida di natura, sei cresciuta e dai alle cose e alle persone il giusto peso. Se sono importanti li coltivi, se sono ostili li contrasti, ecc, ecc, ma tutto questo senza fasciarti la testa prima del tempo, valutando semplicemente cosa succede nella vita AMMESSO CHE DEBBA SUCCEDERE. Lui non e' cosi', lui e' insicuro, e si e' costruito quella sua meravigliosa corazza scintillante per proteggersi da tutto e da tutti, ma la verita' e' che come tutti quanti, e' una corazza che fa acqua da tutte le parti, e per di piu' e' un peso costante ( ed inutile ) da portare nella vita di tutti i giorni. Come vedi piu' che utile, per lui e' solo un peso, perche' il suo continuo difendersi da tutto lo porta a difendersi anche da TE, con i suoi consigli visti come perle di saggezza, la sua smania di controllo, e il suo attaccamento morboso nei tuoi confronti...Senza contare che alla lunga lo porta a chiudersi in se' stesso e che alla fine quello che mostra nella vita con il suo esibizionismo non e' altro che una facciata o una maschera che nasconde la solitudine interiore. Poi parliamoci chiaro...Tu hai il dono di poter vivere la tua vita come meglio credi, e non mi sembra che tu stia sprecando il tempo o sbagliando il modo di vivere, visto che di persone fidate ne hai ( cosa importantissima nella vita ), sei obiettiva sui tuoi difetti e hai saputo capire dove sei cambiata in meglio e perche', non hai paura di metterti in gioco, ed infine cerchi solo un rapporto che funzioni bene...Quindi non vedo proprio dove sia il problema se tu sei fatta cosi', e questo lui deve capirlo, perche' alla lunga il suo carattere potrebbe stancare, e questo sarebbe un peccato e un'ulteriore sconfitta per lui. Lui deve trovare il modo di mettere l'orgoglio da parte e iniziare davvero ad ascoltare, perche' cosi' non fa altro che danneggiare se' stesso purtroppo.
  4. Non posso che essere d'accordo con tutto il tuo discorso, perche' ogni volta che aggiungi una parte approfondendo di piu' la personalita' di lui, mi rendo conto che sono cose che gia' mi aspettavo di sentire. E' molto probabile che lui come molti, abbia la tendenza a non parlare delle proprie cose personali, perche' ha la sua visione di come devono essere fatte le cose e molto probabilmente si fida poco delle persone in generale, che da una parte puo' essere un bene ma dall'altra un vero male a seconda dei casi. Molte persone sono totalmente introverse, altre solo per le cose importanti e personali, ecc, ma il punto e' che molto probabilmente lui e' diventato cosi' o perche' e' stato ferito da qualcuno o perche' si e' messo in testa che tenersi le cose per se' aiuta a vivere meglio, perche' meno la gente ha spunti per parlare e meno problemi possono esserci ( questo secondo la sua visione ovviamente ). Riguardo al suo modo di essere e al modo in cui con te affronta i discorsi che gli fai, penso che sia dovuto solamente al suo carattere, pero' lui dovrebbe capire bene che tu non sei lui e che quindi i suoi metodi bruschi non rappresentano per nulla la tua personalita', quindi e' del tutto inutile affrontare un discorso cosi', perche' come vedi sembra piu' un giudizio sul tuo operato che un consiglio per aiutarti a risolvere i tuoi problemi personali riguardo a qualcosa che gli racconti. Purtroppo e' una cosa molto comune, perche' spesso la gente dimentica che noi non siamo loro e che quindi quello che a loro sembra ottima come soluzione, per noi e' molto difficile da mettere in pratica, e quindi quel metodo non puo' funzionare in quei casi. Cmq si e' abbastanza evidente che lui sia molto attaccato a te, forse morbosamente come dici infatti, e questo spiegherebbe perche' vuole sempre sapere ogni cosa che ti riguarda, in modo da poterti controllare in qualche maniera ( sempre secondo la sua visione ovviemente ). L'insicurezza e' una brutta bestia e spesso porta le persone ad avere i comportamenti piu' disparati. C'e' chi la manifesta con un semplice eccesso di timidezza, ma ci sono anche altre persone che non diresti mai che sono insicuri in apparenza, ma che guardandoli attentamente nei loro molteplici atteggiamenti o discorsi, lasciano intendere di avere una grande paura dentro di loro riguardo a qualcosa, e nei rapporti tra persone sono molto comuni. Cio' che dici e' la pura verita', nessuno di noi per quanto bravo nelle previsioni o calcolatore fino al midollo potra' mai avere tutto sotto controllo, perche' l'imprevisto arrivera' sempre prima o poi nella vita, quindi e' del tutto inutile cercare di tenere sotto controllo le cose, anzi e' anche deleterio a mio parere. In quei casi e' come vivere perennemente con un fucile puntato alla testa, tormentati continuamente dal pensiero che se non si ha tutto sotto controllo potrebbe accadere qualcosa di brutto...E quella roba fa vivere molto male, a seconda dell'intensita' con cui una persona vive con quella mentalita' ( Qualcuno ha parlato di ansia? XD )
  5. Si, credo di capire che di base siete parecchio diversi sulle idee relative a come dovrebbe essere un rapporto di coppia, e trovo che il tuo modo di vivere sia piu' equilibrato del suo in questo caso. Tu devi capire questo...Il concetto di base e' che tu nella vita sei libera di scegliere tutto cio' che e' meglio per te, di cosa parlare e con chi, quando lo vuoi, perche' e' un diritto che abbiamo tutti quanti, poi voglio dire, tu in questo caso specifico semplicemente parli con le altre persone di varie cose, proprio per avere un contatto con quelle persone, che a loro volta ti mostreranno il loro pensiero e forse addirittura potrebbero darti una visione della vita totalmente differente alla tua, che possa persino trovare la soluzione ad un tuo problema ( gli amici servono anche a questo nella vita ). Quindi tutto il discorso che il tuo compagno ti fa, a mio modesto parere non e' giustificato, ne' ha molto senso, ma al contrario mostra soltanto un suo lato molto insicuro, in cui lui ha un vero problema, che sembrerebbe derivare proprio dalla sua grande paura che la gente possa farsi una certa idea di lui, e questo lo porta al comportamento che hai appena raccontato qui. Non e' raro che molte persone siano influenzate largamente nella vita da cio' che le altre persone pensano di loro, anzi credo che la maggior parte della gente sia cosi', sempre col timore che il mondo in cui vivono possa pensare male di loro per qualcosa, come una passione diversa dal comune ( o dal banale ), un tipo di pensiero che si discosta dalla massa, un sogno irrealizzabile ma cmq molto importante, ecc, ecc. Non e' cosi' che funziona la vita, ma molti sono convinti che sia il modo piu' giusto per vivere e questo li portera' sempre ad essere schiavi di qualcosa, sempre e solo per un discorso di insicurezza personale, che tentano di colmare con questa smania di controllo e del sapere, in modo da poter almeno farsi un piano per limitare i danni. La verita' e' che pure se sei un santo, qualcuno avra' sempre qualcosa da dire su di te nella vita, e quindi e' inutile cercare con questa mentalita' di arginare un problema antico come il mondo, perche' in questo modo non si fa altro che limitare la propria personalita' e si rischia di diventare schiavi delle apparenze, visto che il resto viene solo celato agli occhi dei piu' per paure di vario tipo. Ogni cosa che hai raccontato di lui, mi lascia pensare questo, perche' le risposte che ti ha dato portano tutte nella stessa direzione, in cui e' abbastanza chiaro che lui teme molto il pensiero altrui che lo riguarda, motivo per il quale mantiene costantemente questo basso profilo e tenta in tutti i modi di mantenere ogni discorso all'interno del suo piccolo mondo, che in questo caso e' la vostra coppia. Ecco perche' ti chiede di raccontargli tutto, sia di quello che pensi tu, che di quello che pensano gli altri, in modo che lui possa farsi i suoi pensieri e piani relativi alla cosa, senza esporsi mai troppo in prima persona. A me dispiace che lui sia cosi', perche' non gli fa bene, ma soprattutto mi dispiace perche' non credo che tu faccia nulla di male nel fare quello che fai, perche' tu semplicemente vivi la tua vita e hai un contatto equlibrato con gli altri rapportandoti con loro, come e' giusto che sia. Cmq sia e' ovvio che cosi' come stanno le cose non va bene per voi, e dovete in qualche modo trovare il modo di far quadrare la cosa, altrimenti tutto questo non fara' altro che amplificarsi col tempo...Parlatene assieme a fondo e seriamente, perche' e' l'unico modo che avete per capirvi e per trovare una valida soluzione per il bene della vostra coppia Anche perche' lui non e' che sia nato in questa maniera, ma molto probabilmente questo suo modo di essere deriva da qualche esperienza negativa che in qualche modo lo ha portato col tempo a ragionare in quel modo, e a difendersi perennemente da qualcosa nella vita.
  6. Ciao. Dal tuo racconto si capisce abbastanza bene che la persona con cui stai assieme vuole conoscere ogni aspetto della tua vita nei minimi dettagli, perche' da quello che ho capito non e' la prima volta che se ne esce con cose come quella, quindi e' abbastanza ovvio che la cosa faccia parte della sua natura e che molto probabilmente succedera' ancora nel tempo. I rapporti di coppia sono costituiti appunto da 2 persone, che sono e saranno sempre diverse per natura ( per quanto simili possano sembrare ), quindi non si puo' specificare quale sia la linea di confine standard per la privacy, perche' varia da persona a persona in base alle proprie esigenze personali. Ci sono persone che non hanno proprio segreti nella vita e non gli importa nulla di raccontare tutto di se' o della propria quotidianita' anche al primo venuto, altre che preferiscono mantenere una forte riservatezza per motivi personali, ed altri ancora che dicono cio' che valutano giusto dire e il resto se lo tengono per se'. Tutto questo e' a discrezione personale e in un rapporto di coppia si deve trovare un giusto compromesso per non opprimere l'altro. Cmq sia, il discorso che fai tu e' piu' che giusto direi, perche' tu dici chiaramente che le cose che riguardano te e lui, le racconti senza alcun problema, perche' immagino che per te sia molto importante condividere assieme alla tua persona ogni aspetto che comprende la storia tra voi due, e allo stesso tempo dici che una confidenza che ti fa una terza persona a te personalmente ( riguardo a un suo fatto personale ), rimane tra te e la persona interessata, e chi vuole conoscere i dettagli di quella storia, deve andare a chiederli giustamente al diretto interessato senza intermediari. Tutto questo a mio parere non fa una piega, perche' sono dell'idea che quando una persona ti confida un fatto personale, sia tuo dovere tenere quel discorso al di fuori di ogni altro contesto, specialmente se la persona che ti ha confidato quella cosa ti chiede di farlo. Quindi se il tuo compagno ha una curiosita' morbosa o vuole conoscere ogni parola che le persone ti dicono per qualche suo problema personale, gelosia, smania di controllo, ecc, e' bene che si dia una leggera calmata, perche' in questo modo lascia intendere che la fiducia nei tuoi confronti non e' molto solida o che cmq ha una tendenza al controllo...Il che non e' mai positivo. E' abbastanza sbagliato il paragone che lui fa a te, perche' in questo caso non si tratta minimamente di AVERE SEGRETI TRA DI VOI, perche' da quello che tu dici non ce ne sono, ma qui si parla semplicemente di UNA PERSONA CHE TI HA FATTO UNA CONFESSIONE PERSONALE, che e' ben diverso, quindi lui non puo' rigirare il discorso sfruttando questa cosa, perche' va semplicemente fuori tema, cercando una giustificazione, solo perche' non riesce a sapere cosa le persone ti raccontano, e credo che spinga un po' sul tuo senso di colpa. A mio parere dovresti indagare un po' sui motivi per cui si comporta in questa maniera, perche' potresti capire molte cose che oggi ignori di lui. Quindi parlatene assieme, perche' essendo una coppia se c'e' un problema dovete parlarne, e il dialogo e' sicuramente una delle cose che di piu' aiutano una coppia a superare i loro problemi.
  7. DarksideCry

    pensiero strano

    Di nulla Solitamente non sono abituato a minimizzare cio' che le persone hanno da dire, perche' cio' che per me puo' essere una cosa di poca importanza potrebbe essere vitale per chi mi sta parlando e troppo spesso la gente tende a dare molta importanza solo a quello che interessa loro, e questo e' un male a mio modesto parere, perche' non c'e' sensibilita' e diventa ancora piu' complesso capire lo stato d'animo di un altro individuo, specie perche' siamo tutti diversi e sentiamo ogni cosa in maniera diversa dentro di noi. Quello che mi fa pensare e' che hai menzionato il fatto di essere vanitoso di natura, quindi trovo assai plausibile che questo discorso che fai oggi ( in teoria dovrebbe essere un problema che hai da sempre ma si deve essere sviluppato col cambiare della tua mentalita' crescendo...Ecco perche' te ne sei accorto solo oggi ) potrebbe essere un effettivo problema per te. Lo hai detto tu stesso che dai molta importanza al tuo aspetto curato e che ti piace specchiarti, quindi l'impossibilita' di farlo senza un ausilio esterno implica una sorta di impedimento per te, anche se come abbiamo gia' detto, il limitato angolo di visuale fa parte della nostra natura umana. Effettivamente pensare che gli altri possono vederci nella nostra interezza e noi invece solo parzialmente ha un che di frustrante ( anche se noi abbiamo la stessa opportunita' verso di loro ) pero' e' una cosa a cui non possiamo porre rimedio, altrimenti saremmo nati con piu' occhi e in punti differenti, cosi' da coprire ogni angolo di visuale contemporaneamente. Mi trovo pienamente d'accordo sul tuo discorso relativo al pensare. Anche io come te mi sono sempre fatto domande proprio perche' volevo CAPIRE, e l'ho sempre fatto fin da piccolo, da quando smontavo i miei giocattoli per capire come funzionavano. Purtroppo pero' il pensare troppo o il voler capire tutto e' un'arma a doppio taglio, specie per le persone sensibili. Per esperienza personale so che capire o avere la consapevolezza della natura di alcune cose o persone, ecc, puo' generare dei problemi nell'accettare la verita'. Quindi quando dici che alcune cose andrebbero prese con piu' leggerezza e' vero, e se vogliamo dirla tutta e' il motivo per cui chi si fa poche domande vive meglio, anche se per me sarebbe impossibile farlo, perche' e' nella mia natura pormi dei quesiti o voler capire determinate cose che stimolano la mia attenzione. Una parola chiave per risolvere il quesito? Non e' affatto male come idea, anzi la trovo molto interessante. Sembra una sorta di auto consapevolezza a comando. Sai, la mente alla fine e' complessa ma ha le sue regole e una volta capito il suo funzionamento si puo' fare anche quello. Delle volte il tempo che passa e le esperienze che prendono il posto di altre, aiutano a scordarsi dei problemi che un tempo ci tormentavano, perche' spostiamo la nostra attenzione altrove, fino a dimenticare il passato. In amore si dice che " Il tempo guarisce ogni cosa " ad esempio, ma io sono convinto che la consapevolezza della verita' sia la chiave per buttarsi alle spalle tutto, sia le questioni d'amore che il resto di cui parliamo oggi. Alla fine solo accettando cio' che ci tormenta possiamo trovare il modo per affrontarlo...E di sicuro funziona.
  8. DarksideCry

    pensiero strano

    Comprendo bene il problema, anche se sono differente come mentalita' in questo caso. Effettivamente per nostra natura umana abbiamo tanti limiti, come appunto la possibilita' di vedere alcune parti di noi stessi ma solo fin dove arriva l'angolo della nostra visuale, e tutto il resto senza l'ausilio di superfici riflettenti rimarrebbe senza dubbio un mistero per noi. Ogni persona prende questo discorso in maniera differente come hai potuto notare in giro. Ci sono alcuni che non si pongono proprio il problema perche' non gli interessa, altri che soffrono terribilmente nel non potersi ammirare ogni secondo della vita, e altri ancora che si pongono almeno il quesito per motivi puramente personali di curiosita', ecc. Non so dirti il motivo per cui un argomento del genere, che in passato non ti aveva mai sfiorato la mente, oggi sia diventato addirittura un problema per te, perche' dovrei conoscere come funziona la tua mente, pero' mi rendo perfettamente conto che puo' capitare che anche argomenti del genere diventino una preoccupazione quotidiana per molte persone, visto che siamo tutti diversi e diamo importanza diversa ad ogni cosa, compresa questa. Sicuramente ci sono cose che una volta scoperte diventano un pensiero ricorrente per noi, e spesso puo' capitare che diventino un problema o un'ossessione, ma sai la mente e' strana e spesso si fissa su cose di qualsiasi genere, come le canzoni che odiamo, la frase detta da qualcuno che ci ferisce e che non avremmo mai voluto sentire, e via dicendo. Secondo me una delle cose piu' importanti della vita e' la consapevolezza, perche' una volta che sai come stanno realmente le cose, puoi iniziare ad accettarle, e questa che provi oggi e' sicuramente una cosa che va accettata se vuoi liberarti del problema. Sai meglio di me che non e' una cosa che puoi cambiare, perche' la nostra natura umana e' fatta cosi', e non potrai mai vederti senza l'ausilio di superfici riflettenti, ecc, ecc. Quindi devi trovare il modo di accettare questa cosa, come ne hai accettate altre della tua vita in passato...Il vero problema e' solo l'importanza che tu dai alle cose, e questa sinceramente non puo' diventare un problema a lungo termine, credo ne converrai con me Accetta quello che sei con tutti i tuoi limiti di essere umano, compreso il fatto di non poterti vedere nella tua interezza quando e come vuoi senza alcun aiuto esterno, e tieni anche presente che magari un motivo c'e' per cui possiamo vederci frontalmente o a 360° l'un l'altro, e da soli invece no
  9. DarksideCry

    pensiero strano

    Beh ci sarebbe pur sempre l'acqua volendo, che rifletterebbe la tua immagine come nei tempi passati, e a l'acqua non si puo' rinunciare come si potrebbe fare per gli specchi ( o altre superfici che riflettono l'immagine ) perche' senza acqua non c'e' vita, quindi nemmeno pensieri che riguardano tali argomenti.
  10. Di nulla, per me e' sempre un piacere se posso aiutare qualcuno, anche solo in questa maniera. Ti auguro di riuscire in quello che sceglierai per te stesso
  11. Concordo pienamente...Noi esseri umani siamo e saremo sempre imperfetti per natura, quindi e' del tutto inutile voler essere perfetti ( anche se molti si illudono di esserlo, ma e' cmq un problema loro ), perche' tanto non accadra' mai. La domanda piu' importante e' proprio quella posta da Tissan, ossia " Chi stabilisce cosa e' perfetto e cosa non lo e' ? ". Siamo tutti diversi, con mentalita' diverse e metri di misura diversi per ogni cosa della vita, quindi il punto e' proprio questo...Chi ha il diritto di stabilire cosa nella vita va bene e cosa no? A mio parere semplicemente nessuno, perche' al massimo si puo' dire cosa ci piace e cosa non ci piace a livello PERSONALE. La societa' indubbiamente traccia delle linee guida molto marcate in queste cose, imponendo dei modelli di vita di vario tipo o standard a seconda dei casi e delle idee, ma sono cmq sempre e solo idee personali di persone fallibili per natura, che possono essere condivise o meno da alcuni, da tanti o da nessuno, sempre a seconda dei casi. Questa e' la realta', ma spesso si confonde o si e' costretti ad essere qualcosa che in cuor nostro non si vuole, per molti motivi diversi, adattandosi a quello che pochi hanno deciso per tutti. A volte succede, a volte no a seconda della forza della personalita' che ognuno di noi ha. Ci sono persone che si adatteranno facilmente a queste cose e persone che non lo faranno mai. Si potra' essere felici nel farlo o soffrire per questa condizione , ma in fin dei conti e' tutta una questione di scelta personale...E sempre lo sara'.
  12. Si, avevo immaginato che si fossero verificate situazioni del genere, e sono tutte cose che purtroppo alimentano le insicurezze che abbiamo gia' dentro. Spesso si verificano situazioni in cui rinunciamo a piu' cose di quelle che dovremmo, proprio perche' il giudizio degli altri su di noi ci ferisce e per chi ha un animo sensibile questo non aiuta affatto. Poi sai che c'e'? Noi viviamo in tempi in cui i modelli di vita che la societa' ci propina continuamente in tv, le riviste di moda, ecc, sembrano artificiali, e rappresentano sempre il successo in ogni campo, e il messaggio negativo che queste cose danno ( motivo per cui detesto quelle cose ) e' che chi non e' cosi' e' fuori. Questo crea molti problemi a chi non possiede una forte personalita', perche' in quel caso si desidera ardentemente essere come quei modelli di vita, e se non si e' cosi' o non si ha la possibilita' di diventarlo, inevitabilmente si soffre, per propria mano e per quella di coloro che giudicano dalle apparenze e che hanno quelle idee...E sono tanti a questo mondo purtroppo. Sai, il discorso e' che l'unica vera bellezza e' puramente soggettiva, perche' per ognuno di noi e' bello solamente quello che piace a noi, quindi comprendo bene come questa cosa ti abbia fatto sentire nel corso degli anni, ma devi capire che il punto fondamentale e' che devi piacere a te stesso...Quindi se tu ti senti che la persona che guardi nello specchio oggi, e' una persona che non accetti, allora va benissimo cambiare, perche' ti aiutera' a stare bene con te stesso e ad amarti di piu' ( cosa importantissima nella vita ), ma mi raccomando, non lo fare mai per gli altri, perche' gli altri non ti daranno mai alcuna sicurezza, e malgrado tu possa anche diventare il loro modello, sara' sempre e solo una questione di persone giuste al momento giusto, se le cose andranno bene o male nella vita. Questo deve essere molto chiaro. Le persone sono tantissime e sono varie ( e ringraziamo dio per questo XD ) se si ha la fortuna di incontrarle, e nella vita contano ben altre cose ( il carattere in primis ) a differenza dell'aspetto fisico che lo puoi trovare in giro a pacchi, anche solo per caratteristiche della natura umana, ma il punto e' sempre che in un rapporto serio e duraturo lasciano un po' il tempo che trovano queste cose , rispetto al carattere di una persona e a quanto vale con i fatti. Tante persone sono piacevoli da guardare esternamente, ma spesso sono vuote dentro o con un atteggiamento del tutto irritante che, il piu' delle volte, ti fa rimpiangere quello che vedi. Ricordati sempre che l'aspetto fisico lo si puo' sempre cambiare nel tempo, un carattere di M***A, purtroppo NO. Cmq sia tu prova a migliorare il tuo corpo per te stesso, cosi' almeno potrai vedere subito se la cosa fa stare bene te...Poi il resto verra' da se'. Dipende sempre cosa si cerca nella vita. Se tu cerchi storie da letto, o senza troppi pensieri di mezzo e impegni, l'aspetto fisico sicuramente aiuta, ma se invece come penso la tua idea sull'amore e' molto diversa da questa cosa...Beh allora la musica cambia, perche' indubbiamente trovare una persona degna per noi e' solo una questione di fortuna...Persona giusta, al momento giusto
  13. Ciao Salvinho...Io ho piu' o meno il tuo fisico, perche' sono sempre stato magro fin dall'infanzia e oggi che ho 33 anni, peso sui 55 kg e sono alto 1,74 ( quindi siamo li' ). Anche io non ho nessun problema alimentare, ma e' solo una questione di metabolismo che brucia tutto. Cmq se tu pensi che sia quello il tuo vero problema, sicuramente degli esercizi fisici ti aiuteranno, se fatti correttamente e con costanza, su quello non ci sono dubbi. In teoria il tuo problema dovrebbe risolversi facilmente con un po' di pazienza e impegno. Cio' che mi fa pensare pero' e' la tua eta' associata al discorso che non hai mai avuto una ragazza, visto che molte donne non hanno il minimo problema con gli uomini magri, anzi diverse volte li preferiscono. A questo proposito vorrei soffermarmi un attimo quando tu dici " Ho paura di non piacere alle ragazze ". Secondo questa frase sembrerebbe che tu abbia una paura personale dovuta al tuo fisico, ma quello che vorrei capire meglio da te se hai voglia di farlo, e' se nei tuoi 29 anni di vita hai ricevuto dei rifiuti da parte delle donne, e in special maniera dei loro commenti negativi riguardo al tuo fisico, o se invece la tua frase deriva da una tua paura personale, che non ti ha permesso di provare mai a conquistare una donna in vita tua, proprio per paura di essere rifiutato per il discorso del tuo aspetto. Quindi se ti va, parlarcene in maniera un po' piu' approfondita, che sicuramente ci permettera' di capire meglio il tuo vero problema
  14. Teniamo presente che e' stata cmq la tua prima vera ragazza, quindi e' ovvio che tu abbia vissuto la storia in quella maniera, cio' non toglie che i difetti di una persona si notano cmq e che molte volte e' proprio il sentimento che ci permette di tenere duro nonostante le cose vadano davvero male, altrimenti sarebbe veramente facile tagliare ogni rapporto quando non ci interessa piu' nulla di una persona. C'e' chi si arrende alla prima difficolta' proprio perche' non ha voglia di combattere con i problemi altrui, e chi invece resta il piu' possibile contro le avversita' proprio perche' vuole che le cose si aggiustino e perche' considera l'altra persona veramente importante, al punto da resistere. Personalmente apprezzo chi ci prova seriamente a risolvere i problemi, perche' sono persone che nonostante i dolori o le delusioni almeno provano a contrastarle per il bene di tutti, mentre invece non apprezzo per nulla quelli che alla prima avversita' troncano e fuggono, perche' ti fanno capire che per loro basta veramente poco per cambiare idea su cose importanti come i rapporti, e che in realta' non danno molto peso a certe cose, nonostante paroloni altisonanti e dichiarazioni d'amore eterne e bla bla bla...Sono altamente inaffidabili e sono le persone che deludono di piu' nella vita, quindi meglio perderli che trovarli Opti. Una persona che rimane e che cmq fallisce e' degna di stima a mio parere, perche' almeno non avra' rimpianti per quella faccenda, dato che ci ha messo anima e corpo nella storia, e se cmq tutto questo non e' bastato, vuol dire che il problema non e' piu' suo e che non e' responsabile per le scelte dell'altro, se poi la storia finisce del tutto. La tua ex mi sembra parecchio superficiale come persona, e non credo che i rapporti seri facciano per lei in questo momento della vita, forse col tempo cambiera' mentalita', ma per ora non fa proprio per lei, dai tuoi racconti. Poi con una persona cosi' che con una minima battuta se la prende a male fino a piangere, come puoi pretendere di andarci d'accordo, dovresti stare attento a tutto quel che dici o fai anche solo per scherzo, ed e' come vivere con un fucile puntato alla testa ogni secondo che passi assieme a lei, e che piccole cose come queste possono cmq essere un prestesto per fargli prendere decisioni estreme come quella di troncare...Nella vita c'e' bisogno di equilibrio personale per vivere bene e per avere un buon rapporto con gli altri, perche' re e regine prima o poi fanno sempre una brutta fine, perche' nella vita arriva sempre qualcuno che e' piu' bastardo e volubile di te...Quindi e' bene stare attenti a come ci si comporta, perche' dopo piangere non serve a nulla, se le cose sono meritate. Un detto dice " Chi e' causa del suo mal, pianga se' stesso ", e direi che e' una grande verita' di vita. Cmq tu hai la mentalita' giusta secondo me. Il tuo ottimismo verso il futuro e i concetti che usi per esprimere come vorresti che fosse la tua vita con gli altri, secondo me sono i migliori che potresti avere per te stesso. Dici chiaramente che chiunque incontrerai potrebbe essere per te una persona importante e che proprio per questo motivo non vuoi chiudere la porta in faccia a nessuno. Saggia decisione direi, perche' ti permettera' di continuare a provare senza troppi problemi con le persone, e magari ti portera' anche coloro che saranno i tuoi punti saldi per quanto riguarda le persone della tua vita, prima o poi. Quindi approvo pienamente la mentalita' che hai scelto e ti auguro di avere successo in questa scelta Riguardo alla ragazza dei sogni, penso proprio che sia una persona a cui inconsciamente sei legato, o che vorresti provare a vedere se e' davvero cosi'. I sogni sono i nostri pensieri piu' intimi e veritieri che si manifestano in tante forme differenti e vanno cmq interpretati, visto che il piu' delle volte vogliono dire cose molto differenti rispetto al FILM INTERATTIVO che ci facciamo durante il sonno. In questo caso pero' credo che sia proprio il desiderio di lei, quindi si credo che voglia dire qualcosa di tipo affettivo o sessuale nei confronti di questa ragazza che conosci da tempo. Nella vita non finirai mai di porti domande e cercare risposte, perche' non c'e' un solo individuo che arriva alla fine della sua esistenza avendo colmato tutti gli interrogativi di un'intero mondo e di un'intera umanita'...Insomma, non finiremo mai di imparare qualcosa dalla vita. Quindi non ti preoccupare che tutte le risposte non le troverai mai, perche' ci sara' sempre un nuovo interrogativo che la vita ti mettera' in testa Opti. Cmq sia, tu vivi la vita giorno per giorno, scopri cosa e' meglio per te e cosa desideri realmente da te stesso e dagli altri, e poi cerca un modo degno per ottenerlo, cosi' da poterti sentire realizzato e soddisfatto di quello che avrai. Ci sono troppe persone al mondo che sono sempre confuse e che continuano a cercare qualcosa che nemmeno loro sanno cosa e' e se e' veramente quello che desiderano...Quindi risparmiati tali problemi, e vedrai che vivrai molto meglio...Curiosita' sempre, confusione mai.
  15. Si comprendo bene che non vuoi passare per uno che ci sta provando, visto che e' cosi' facile specie di questi tempi che si crei un equivoco anche solo parlando con una persona di qualcosa o del piu' o del meno, ma ricordati sempre che c'e' una bella differenza tra il mandare segnali, dire cose velate tra le righe,ecc e una semplice conversazione per conoscere un po' meglio gli altri, anche se in questo caso e' una donna, che cmq per me non fa la minima differenza e non ci si deve porre il problema se il tuo intento e' un altro al momento...La conoscenza appunto. Quando avevo la tua eta' ero molto timido e avevo spesso paura che si creassero situazioni strane o equivoci di questo tipo, ma una donna per quanto inesperta sia non e' stupida, e lo capisce se le stai semplicemente parlando o se ci stai provando con lei...Poi ok esistono anche i cerebrolesi che confondono tutto con tutto, ma non credo proprio che sia il caso della tua amica no? Lascia che le cose facciano il loro corso, parlaci e basta senza farti il minimo pensiero, cosi' non sarai nemmeno teso mentre lo fai e potrai sicuramente goderti la conversazione che avrete assieme su i vari argomenti che affronterete. Leggendo della tua ex e del vostro rapporto io ti dico questo. Comprendo benissimo che per te sia una ferita aperta, visto che cmq e' stata la tua prima ragazza e che da come parli possiedi sicuramente una certa sensibilita' ( cosa che apprezzo molto nelle persone ), quindi e' normalissimo che tu ti senta un po' spaesato dopo quello che e' successo, ed e' ancora piu' normale che tu abbia almeno un po' di timore di soffrire ancora, magari per gli stessi motivi ma con una persona differente, visto che potrebbe capitare come no nella vita. Cmq sia il discorso e' sempre uno soltanto per l'amore. E veramente raro che una persona incontri il suo primo amore e che faccia centro al primo colpo per la vita senza avere mai troppi problemi durante il rapporto, puo' succedere eh, e credo che sia veramente bellissimo trovare una cosa cosi' in mezzo a tante, ma l'amore e' da sempre argomento scottante, a cui vengono dedicate poesie struggenti da secoli, innumerevoli canzoni, film di ogni sorta e chi piu' ne ha piu' ne metta. Questo accade proprio perche' l'amore e' un sentimento veramente forte, per quel che mi riguarda e' il piu' forte che c'e' secondo il mio modesto parere, capace di farti toccare il cielo con un dito e di farti sprofondare al centro della terra a seconda dei casi. Ecco perche' comprendo perfettamente il tuo timore, perche' se non sei una macchina senza anima e cuore e' inevitabile che provando un sentimento di quel tipo tu ne sia attratto da una parte e spaventato dall'altra, proprio perche' sai l'effetto che fa in ambo i casi ( come penso lo sappiano quasi tutti anche qui ). Per farti un esempio, io ho 33 anni oggi e ho avuto diverse relazioni serie nella mia vita, proprio perche' cerco una compagna e non un passatempo. Ho chiuso di comune accordo la mia ultima relazione circa un mese e mezzo fa, dopo quasi 5 anni assieme a questa ragazza, e con tanti progetti per il futuro, ecc. Ma sai, quando due persone hanno diversi problemi che prima non c'erano e ti accorgi che state andando in direzioni diverse proprio perche' i motivi per cui state assieme non sono piu' cosi' comuni come prima, se ne deve parlare, e se col dialogo non si arriva a un punto di contatto che funziona, e' sempre meglio troncare una relazione per non prendersi in giro. Con lei non ho nemmeno litigato figurati, ma ci siamo solo resi conto che i sentimenti e le idee che avevamo in comune fino a poco tempo fa non bastavano piu' e quindi e' stato meglio cosi' per tutti, prima di commettere errori che avrebbero sicuramente fatto piu' male. Indubbiamente ho sofferto nel separarmi da lei, e a cosi' poco tempo dal nostro distacco ( anche se siamo tuttora in contatto e stiamo cercando di essere almeno amici ) provo tristezza per questo cambiamento, perche' oltre a quello che ho perduto ora devo anche ricominciare da capo un'altra volta, ma nonostante tutto questo, innamorarmi di nuovo di un'altra persona e' quello che voglio, perche' la sofferenza fa parte di noi da sempre e cmq si attenua e svanisce col tempo e con una futura persona degna a cui dedicarsi nuovamente. Ecco perche' non devi aver paura di queste cose Opti, perche' fanno parte di noi esseri umani da sempre. Certo comprendo che non sia mai facile se si ama, e che la sofferenza di tali cose spesso non e' facile da gestire a seconda dei motivi e il modo in cui ci si lascia, ma la vita e' cmq cosi', ed esserne consapevoli aiuta moltissimo a non lasciarsi abbattere Nessuno ti dice di buttarti a testa bassa in qualcosa che non sai nemmeno tu cosa sia oggi, anzi penso che sarebbe controproducente per te. L'unica cosa che devi sempre fare pero' e' vivere...In modo da non chiuderti mai in te stesso e lasciare la porta sempre aperta a quello che la vita ti propone, poi sarai tu a giudicare se quello che ti offre ti piace oppure no, ma almeno avrai la possibilita' di farlo sempre in questo modo, a differenza di tanti che diventano dei bastardi per colpa di qualcuno e dopo fanno soffrire altre persone future che non c'entrano nulla con quelle cose. Oppure a differenza di persone che non ce la fanno a vivere di nuovo un amore per la troppa paura di soffrire ancora, precludendosi cosi' qualsiasi possibilita' di essere felici nella vita con un'altra persona. Queste sono le uniche cose da evitare, il resto si deve fare, se e' l'amore quello che si cerca. Riguardo alla tua ex, dal tuo racconto a me sembra che siate molto diversi come persone, e come dici tu, sono abbastanza sicuro che il distacco sarebbe successo lo stesso col tempo proprio per questi motivi. Non ti offendere ma non mi piacciono molto le persone come lei, perche' covare rancore per poi esplodere tutto assieme, essere molto permalosi, e tante altre cose che sicuramente lei ha come difetti viste le premesse, fa capire abbastanza bene che e' una persona che si gode la vita a modo suo forse un po' troppo per un rapporto serio. Potrei sbagliarmi tranquillamente, quindi sentiti libero di smentirmi se credi che sia il caso, ma credo di aver capito abbastanza bene il tipo, e proprio per questo motivo io credo che non sia proprio la persona che fa per te viste le vostre differenze abbastanza evidenti. Al contrario, trovo che l'altra ragazzi di cui parli abbia molte piu' cose in comune con te a livello caratteriale e credo di apprezzare a mia volta le stesse cose che apprezzi tu in lei. Mi sembra una ragazza sensibile e seria, simpatica e alla mano, con cui appunto si puo' parlare di tutto senza problemi, almeno dal tuo racconto. Quindi non vedo perche' tu non possa almeno provare a capire meglio chi sia conoscendola piu' a fondo, anche perche' si inizia sempre cosi' per capire se una persona e' per noi solo un tipo interessante o qualcosa di piu'...Non trovi? Prenditi il tuo tempo, e fai le cose con calma come meglio credi con lei, tanto stai sicuro che se sono rose fioriranno senza tanti giri di parole. Riguardo alla tua personalita', mi piace il tuo ottimismo, perche' ti aiutera' molto nella vita pensare cmq positivo sempre nonostante i casini. E' una buona virtu' a mio parere e ti sara' molto utile vedrai. Concordo anche sul resto, specie sulla parte in cui dici che se parli quando c'e' un problema e' perche' il problema esiste veramente e lo fai proprio per far capire ad una persona che qualcosa che non va esiste ( visto che molte persone nemmeno si accorgono di quello che fanno di sbagliato con qualcuno ). Un unico appunto che posso farti e' sull'usare troppo la testa in questioni di cuore. Io sono una persona molto razionale come immagino sarai tu, ma per esperienza ti dico che la testa quando si tratta di amore va usata con moderazione, perche' stiamo parlando di un sentimento del tutto irrazionale che trascende qualsiasi altra cosa o legge della fisica, quindi e' bene andarci con moderazione col cervello, perche' razionalizzare troppo ti porterebbe a cercare di analizzare qualcosa che e' tutto un enigma, e che spesso va vissuto solo per quello che e' ...Con questo non voglio dire di non stare attento alle persone quando sei innamorato o invaghito fortemente, ma solo di usare il cervello per valutare quando c'e' qualcosa che non va, e di usare totalmente il cuore per goderti tutto il resto...OK?
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.