Vai al contenuto

Pubblicità

tia96

Membri
  • Numero di messaggi

    1
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda tia96

  • Rango
    Nuovo utente
  1. Mi chiamo mattia ho 17 anni e vi scrivo per puro gesto di sfogo, nel tentativo di capire ciò che non va di me... sono un ragazzo molto timido e tale timidezza mi ha portato a diventare il tipo di persona che la società descrive come nerd, ho sempre avuto difficoltà a relazionarmi con gli altri sin dalle scuole elementari, cercai di colmare questo "vuoto" giocando al computer all' inizio ciò mi faceva sentire meglio ma non fece altro che peggiorare la situazione, iniziai a passarci sempre più tempo perdendo la cognizione del tempo fino a perderci le giornate intere trascurando la mia persona; passai così anche le scuole medie, soltanto al terzo anno iniziai a frequentare alcuni mie compagni al di fuori della scuola ma una volta finite le medie persi i contatti con tutti loro.Nel 2011 m' iscrissi alle superiori ma anche qui come nelle medie, in fatto di rapporti, sprecai due anni di scuola, solo ultimamente (quasi al termine del terzo anno) inizio a instaurare rapporti al di fuori della scuola andando a mangiare fuori nelle giornate dei rientri scolastici.. ciò è un' arma a doppio taglio poiché come mi sento "meglio", mi sento peggio ripensando alla "bella" giornata passata e agli anni che ho sprecato della mia vita e ciò mi deprime, ultimamente il mio umore subisce continui sbalzi alternando settimane "ok" a brevi periodi di depressione.Continuo a chiedermi cos' abbia di sbagliato, perchè sono così timido, perchè mi sento sempre giudicato... ma le mie domande non ricevono risposta anzi creano ancora più confusione, cercando una risposta trovo altre domande e mi sento perso tant'è vero che non so più cosa voglio, che cosa io veramente sia, e cosa veramente sono, è come se avessi perso il mio ego, sono il frutto della società. io HO voglia di cambiare, di frequentare i miei amici, ma non ci riesco, è come se ci fosse un sottile muro invisibile che mi separa dall' essere ciò che voglio, e più mi faccio domande e più il muro sembra estendersi all' orizzonte. Cosa posso fare per abbattere questo muro? si tratta solo di riuscire a battere la timidezza? come posso aiutarmi ad uscire da questa situazione?
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.