Vai al contenuto

lorella

Membri
  • Numero di messaggi

    1238
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Contenuti inseriti da lorella

  1. lorella

    a quarant'anni...

    sai bene che non è così left, magari fosse l'età a "maturarci". vedo donne e uomini con capelli bianchi ma che ostentano la loro finta giovinezza in un dedalo di contorti ragionamenti, vedo ragazzi di 20 anni che hanno chiaro in mente il senso della vita. l'età....ma poi alla fine che cos'è? una domanda: con l'avanzare degli anni, il cervello si invecchia? subisce un deterioramento, subisce un declino?
  2. lorella

    Il giudizio!

    non si sa come, ma la maggior parte degli uomini adora questo tipo di donne. non mi stupisco.
  3. lorella

    a quarant'anni...

    cara primula, concordo con le risposte degli altri amici del forum. io, a quarantadue anni, mi sento più donna di una ventenne, mi metto jeans stretti con tacchi altri e camicie bianche senza sentirmi una teen ager o una provocatrice, ci tengo a portare i miei capelli lunghi, anche io spesso sbircio nell'armadio di mia figlia e sto attenta alle mia biancheria intima. mi sento bene con me stessa, a 20 anni invece ero infagottata, mi vergognavo e non mettevo mai in risalto nulla di me, tendevo a coprirmi. e poi, piccola confidenza, a mio marito piace molto tutto questo!!! (a buon intenditor...)il segreto è non oltrepassare dei limiti che, ahimè, in giro vedo che spesso succede. continua a metterti la minigonna! ti abbraccio.
  4. lorella

    Il giudizio!

    mia cara, devo dire che il tuo quadro è molto simile al mio. la rabbia mi perforava lo stomaco, cominciavo ad urlare e a tirare tutto ciò che avevo a portata di mano...ho imparato a trattenermi con molta fatica. tengo a precisare che c'era un motivo valido per il quale succedeva questo e qui entra il gioco il giudizio sulle persone. la rabbia andava a braccetto proprio con il giudizio. mi succedeva di "credere" che quella persona troppo vicino a me avesse fatto cose non proprio belle nei miei confronti, mi incacchiavo come una iena mentre dicevo di tutto e di più. il mio lavoro diciamo così, di ricucitura, è stato e ancora lo è molto doloroso. a fatica mi impongo di non fare o di non dire perchè so' che tutto potrebbe cadermi contro. allora canto, rido, scrivo, cammino, ballo, recito (quando posso). poi passa anche questa "euforia, dopo comincia il totale disfacimento dei miei nervi e a quel punto mi sento svuotata e leggera. dopo un po' si ricomincia...
  5. oggi caronte mi porta di qua e di la' di questo fiume nero. brutta sensazioni.
  6. lorella

    Tenersi un uomo

    se ama un'altra, di sicuro tutte le teorie (comnpreso eastwood) vanno a farsi f o t t e r e.
  7. lorella

    Paura di telefonare

    ma perchè la definisci una paura? non potrebbe essere solo una cosa logica: cioè guardare negli occhi la persona con la quale si sta interloquendo. soprattutto quando si parla di lavoro.
  8. lorella

    papà rifiutati

    ecco giusy, hai risposto tu con queste parole. ami una persona, ci condividi le intimità più "intime", i suoi profumi, la sua pelle, le sue mani, scaldarsi insieme nel letto quando è freddo, far l'amore dopo tanti anni con la stetta passione, accarezzargli la fronte quando un pensiero la riga...e poi? lo ripeto: ho amato prima mio marito dei miei figli, non potrei mai fargli del male, anche se un giorno se ne andasse con una "segretaria". non potrei. e allora dico: perchè usare i figli come scudo ai nostri dolori? i mei figli (spero come tutti) hanno un bisogno fisico del padre, ache se tutto il giorno sono con me, loro ne parlano sempre, io gli dico: mi diceva papà....oppure: avete chiamato papà per un saluto? e questo l'ho fatto anche in momenti dove il raziocinio avevo dimenticato cosa fosse. sentire le telefonate fiume di mia figlia con il papà senza mai chiederle di cosa parlano, mi rende felice. vedere il piccolo rannicchiato e addormentato sul papà, mi intenerisce. come potrei togliere a loro tutto questo? ti abbraccio giusy.
  9. lorella

    papà rifiutati

    giusta osservazione juditta. infatti non è un caso che si è sposata poco prima dei 18 anni del figlio e ti assicuro, che questi pochi messi che ci "dividono" dal traguardo, ne fa' di tutti i colori. qui mi domando dov'è la dignità di una donna. un abbraccio.
  10. è una scelta. è un'accettazione del diverso per amore.
  11. lorella

    papà rifiutati

    care primula e digi, anche io concordo pienamente con voi. nei casi di separazione è giusto che tutto si svolga con la massima dignità e rispetto per entrambi. è giusto che sia l'uomo che la donna non debbano perdere e che per la tutela dei figli tutto vada per il verso giusto. ma non è così. se la coppia in questione si separa senza traumi, le cose fileranno lisce. ma se è uno dei due che se ne vuole andare, i figli vengono usati come ricatti morali. le donne quasi sempre hanno la meglio, quasi sempre hanno i figli, quasi sempre hanno il mantenimento anche se lavorano. parlo per esperienze dirette. la ex di mio fratello ha portato mio padre in tribunale. il giudice l'ha trattata malissimo, dicendo che donne separate come lei ce ne sono molte, donne separate che crescono i loro figli tutelandoli, che crescono i loro figli senza farli cadere in trappole patetiche, per fortuna ce ne sono molte. e lei non fa' parte di esse. la ex di mio fratello ha una casa di proprietà, un negozio di proprietà, si è risposata con un tizio che sta bene economicamente, abita in un attico. ma il figlio a 18 anni se ne andra'. mio fratello abita con i miei perchè non ce la fa' più a pagare (fortunatamente ha quasi finito), ha comprato una vecchia macchina usata a mezzi con un amico, sono anni che non fa vacanze e lavoro anche ad agosto....ma aspetta i 18 anni del figlio e andranno a vivere insieme.
  12. vero. ma per amarsi succede sempre che uno dei due abbandona la propri maschera, che sia quella di autodifesa o di protezione. ovviamente parlo di noi umani. non siamo sempre noi stessi, spesso ci capita di mettere o di togliere la maschera, come un avatar=metamorfosi.
  13. a me invece è piaciuto molto. al di là della "scheda tecnica" del film, mi ha emozionato il fatto che l'amore tra di loro ha scavalcato paralleli, spazi infiniti, pianeti inimmaginabili. mi ha fatto riflettere sul fatto che l'amore val di la' di ogni confine. qualunque esso sia. tu che ne pensi? togli gli effetti, colori e il grosso cartone animato.
  14. ego, ma che fai? ti stai facendo dare "lezioni cinematografiche" da (ciao)? ma dove sei finito?
  15. lorella

    papà rifiutati

    già, lo penso anche io. non credo che tutte le madri (me compresa) siano madri meravigliose. ti assicuro che conosco done che non sanno assolutamente gestire i propri figli. a 13 anni fumano, sono vestiti senza ordine, vanno male a scuola, sono maleducato e frequentano solo ragazdi di 6 7 anni più grandi di loro, stanno fuori tutto il giorno. indovina di chie è la colpa? degli altri.
  16. lorella

    papà rifiutati

    hai ragione turbo. sono d'accordo con te. mio marito passa tutti il tempo con i nostri, ti assicuro che se anche il suo tempo non è "pieno" come il mio, riesce a dargli più di me. è meraviglioso. per quanto riguarda gli alimenti che i papà sono costretti a dare anche se il loro stipendio non glielo consente, mi fanno rabbia quelle donne che si definiscono con le "balle" e poi chiamano i loro ex per farsi dare anche la metà di una penna. a casa ne ho avute due e il risultato è che quei figli (i miei nipoti), adorano di più i loro padri (miei fratelli) e rimproverano costantemente alle loro madri il comportamento assurdo avuto verso i loro padri riversato anche su di loro: discussioni a voce alta, denunce, ufficiali giudiziari, comunicazioni legali....le trovo squallide. ti sorprende che a dirlo sia una donna? fortunatamente come me ce ne sono molte, te lo assicuro. prima di amare i miei figli, ho amato mio marito. e il io amore non può consentirmi di fargli del male. ti abbraccio.
  17. lorella

    rapportarsi

    ci sono andata, l'ho cercato su, l'ho cercato giù, mica l'ho visto!
  18. lorella

    rapportarsi

    e fai Ste, mio te lo ha chiesto gentilmente. non fare l'uomo con cenni di andropausa. ti abbraccio.
  19. ci sono andata una volta, sono scappata. non so' se è stata colpa mia, ma avere davanti a me questa persona un po' annoiata, brutta, più interessata a guardare i miei stivali che il mio cervello, 'sta assertività...diceva solo questo. è stato traumatico. l'ho trovata un'esperienza bruttissima. e credetemi, ne avrei bisogno. qualche giorno dopo la seduta mi chiama chiedendomi se volevo partecipare ad una "seduta collettiva", ne rimasi sconvolta da questa richiesta. un abbraccio.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.