Vai al contenuto

Ema

Membri
  • Numero di messaggi

    18
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Ema

  • Rango
    Nuovo utente

Ospiti recenti del profilo

690 lo hanno visualizzato
  1. No no Io sto bene così Ma suppongo non sia facile trovare una persona come me... Anche perché, vivendo tappato in casa (come piace a me), non cadrà mica dal cielo... E se anche la trovassi, avrei comunque n paletti che mi impedirebbero di godermela...
  2. Anch'io ci ho provato, l'ho scritto. E sono sempre stato rifiutato. Ma il problema non è questo. Il problema è che io sento sì la mancanza di qualcuno, ma non mi applico per "ottenerlo". Per questo chiedevo come facesse la gente a vivere da single. Anch'io mi incavolo se mi dicono che non sono capace di fare una cosa... E mi incavolo ancora di più se me ne accorgo da solo. Ma questo che c'entra? Sono acquario.
  3. Scusate per il post chilometrico...
  4. Care Lis, Gazza e Hope82, a questo punto devo forse spiegare un po' dei motivi per i quali vorrei capire se è possibile vivere da soli e come. Allora, io ho quasi 25 anni, e non solo sono single, ma non ho mai avuto una ragazza in vita mia. Non ho mai dato il mio primo bacio e non ho mai fatto l'amore/sesso. Non sono un bel ragazzo e non faccio nulla per valorizzarmi. Nella mia vita ho dichiarato i miei sentimenti a molte ragazze, e sono stato sempre rifiutato. SI è trattato sempre di amiche, compagne di classe o di corso all'università, colleghe di lavoro. Quindi sempre di persone che, per un qualche motivo, facevano già parte della mia vita. Capirete tra poco perché. I motivi che mi spingono a sopravvivere invece di Vivere per davvero sono molteplici: - sono molto pigro, e non amo uscire. Se fosse per me vivrei la vita a letto, dormendo, o comunque tappato in casa in pigiama. - non ho mai sentito il bisogno di conoscere nuove persone e socializzare e, anzi, ho sempre cercato di evitare la gente sconosciuta il più possibile - ho sempre avuto pochissima autostima e fiducia in me stesso - pecco di vittimismo - ho sempre avuto "paura dei miei genitori": paura di esser giudicato, di essere preso in giro per eventuali rapporti (cosa successa alle medie per via di una compagna di classe che mi piaceva), di essere ripreso ("questa casa non è un albergo")... - ho molte paranoie/fisime: detesto l'alcool, mai toccato, e faccio fatica a vederlo utilizzare da chi mi sta a cuore e non solo; non concepisco il sesso senza amore; detesto le discoteche senza esserci nemmeno mai entrato; non me la sento di invitare a casa nessuno perché la casa stessa è conciata ed in disordine, e perché a casa c'erano sempre i miei genitori (ora solo mio padre) Potrei andare avanti ancora... ma il succo è questo. Ora, per potermi permettere una ragazza, dovrei stravolgere la mia vita. Dovrei vestirmi meglio, curare di più il mio look, andare in palestra (mi è stato fatto notare da una mia cara amica (nonché una delle donne a cui voglio più bene in assoluto e mio sogno proibito da circa 11 anni - friendzonato anche da lei per tre volte), che mi trascuro e che dovrei innanzitutto volere più bene a me stesso, prima di cercare qualcuno). Dovrei passare sopra alle mie innumerevoli paranoie. Dovrei evitare di pensare alle conseguenze con mio padre (mia madre non c'è più, prima sentivo queste cose anche nei suoi confronti). Dovrei sforzarmi di uscire anche se sono stanco e/o non ho voglia, e dovrei sforzarmi di socializzare con la gente. MA SONO DAVVERO TROPPO PIGRO PER FARE TUTTO CIO'. E POI IO CON LE MIE PARANOIE STO BENE. Non sento il bisogno di cambiare e, soprattutto, non ho voglia di applicarmi per farlo. Tuttavia, anche se troppo spesso vorrei essere un robot, sono un essere umano... e, in quanto tale, sento la mancanza di qualcuno affianco (e, inutile nasconderlo, anche del contatto fisico). Per questo chiedevo a chi ha deciso di vivere da solo... come fa :-) !!!!
  5. Buonasera Gazza, innanzitutto, mi spiace apprendere della tua condizione fisica. Non conosco la gravità del problema e, quindi, non dovrei nemmeno parlarne. Tuttavia, penso e spero che, se due persone si vogliono veramente bene, si passi sopra a qualunque "ostacolo"... Mi duole sentire che "non ci si può abituare alla solitudine". E' proprio quello che speravo di ottenere da questa discussione: un modo per farvi fronte. Al punto "trovare una ragazza", ti rispondo tra poco con una risposta che vale per tutti.
  6. Non capisco se sei pro o contro il sesso senza amore... Ti posso capire per lo stiro :'-)... Mentre per la solitudine... Boh... A volte mi piace stare solo... Ma quando sono con i miei amici o con qualche ragazza che mi piace (n.b., che mi piace, non fidanzata), alla fine mi sento bene...
  7. Ciao, Io vivo con mio padre ed i nostri 3 gatti. Per quanto io possa volere un mondo di bene a tutti e 4, però, questo purtroppo non basta a non farmi sentire la mancanza di un'anima gemella. Quando conosco una ragazza che mi interessa, o quando vedo i miei amici felicemente fidanzati, non è facile poi fare i conti col fatto che io non riesco ad avere una relazione... E che, in parte, non ho voglia di fare i cambiamenti necessari per averla. Grazie, comunque, per aver condiviso la tua esperienza!
  8. Lis, ma io la voglia già ce l'ho... È proprio questo il problema! Però, poiché per averla dovrei cambiare troppe cose, e poiché tutte le ragazze a cui ho dichiarato i miei sentimenti mi hanno rifiutato, vorrei capire come si possa riuscire a vivere soli!
  9. Suvvia, togli le virgolette ;-) Sono sicuro che arriverà quanto prima ;-)
  10. Buonasera, Nessuna indisposizione, tranquilla. Semplicemente, non avendo mai avuto una ragazza e non sapendo se potrò averne in futuro, volevo capire da chi ha deciso di vivere da solo "come fa". Almeno potrei capire quanto è facile "mettersi il cuore in pace". Non starò ad elencare gli svariati motivi per cui faccio questa domanda perché il mio scopo non è risolvere i problemi per poter avere una ragazza ma proprio evitare di sentire il bisogno di averla.
  11. OVVIAMENTE non chiedevo "come riuscite a tirare avanti" ma "come riuscite a vivere in solitudine"... Ma apprezzo l'ironia.
  12. C'è nessuno che abbia DECISO di vivere da solo e che possa dirmi "come ci riesce"?
  13. Buongiorno Lis, Ti ringrazio della risposta (chiedo venia se sbaglio a darti del tu). Sono felice di sapere che c'è qualcuno che la pensa come me in merito al sesso senza amore (sono sicuro che non siamo gli unici due). Mi spiace sapere della tua condizione di single da 17 anni (io quasi 25), condizione a cui, mi sembra di capire, faresti volentieri a meno... Ti auguro di trovare il prima possibile qualcuno con cui condividere la tua vita!
  14. Buongiorno a tutti, volevo chiedere ai single per scelta, qualora ce ne fossero, come hanno fatto ad accettare questo modo di vivere senza più sentire il bisogno di un(a) compagno/a di vita. Mi riferisco sia al bisogno affettivo, sia al bisogno fisico di avere qualcuno con cui condividere la vita. Relativamente a quest'ultimo aspetto, Vi dico già che il "fare sesso con chi capita" non rientra nelle opzioni che considero, perché non concepisco il sesso senza amore, "tanto per sfogarsi". Grazie mille in anticipo a tutte le persone che vorranno condividere la loro esperienza. Cordiali Saluti, Ema
  15. Ema

    Ipnosi contro innamoramento

    Sarebbe un discorso molto lungo. E, soprattutto, sarebbero parole e tempo sprecato, perché molte persone negli anni hanno cercato di aiutarmi a cambiare e ad iniziare a godermi la vita, senza risultato. Sono testardo, svogliato, e pecco di vittimismo. Diciamo solo che per svariate ragioni, molte stupide, poche serie, ho fatto e faccio in modo di non conoscere gente, non uscire di casa, divertirmi poco... Purtroppo, però, certi sentimenti e certe sensazioni si fanno sentire. Ed io vorrei evitare che questo succeda.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.