Vai al contenuto

dolcenera

Membri
  • Numero di messaggi

    1
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda dolcenera

  • Rango
    Nuovo utente
  1. salve a tutti..a breve dovrei sostenere la terza prova dell'EDS, ovvero il caso clinico..mi servirebbe un chiarimento sulla diagnosi differenziale..quello che ho capito è che una volta individuata un'ipotesi diagnostica principale (che spiega una buona parte dei sintomi) sulla base degli elementi del caso bisogna proporre ipotesi alternative..ad esempio questo sintomo rimanderebbe a tale disturbo tuttavia in x c'è questo ma in y c'è quest'altro (come propone il DSM)..tuttavia potrebbe capitare che un'ipotesi diagnostica differenziale sia semplicemente un'ipotesi alternativa da approfondire? e in questo caso si potrebbe definire ipotesi differenziale quella che nel corso di approfondimenti potrebbe diventare una comorbidità? spero di essermi fatta capire..:-) e che soprattutto qualcuno mi potrà essere d'aiuto! buona serata!
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.