Vai al contenuto

Pubblicità

angel92

Membri
  • Numero contenuti

    9
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su angel92

  • Rank
    Nuovo utente

Visite recenti

376 visite nel profilo
  1. La costante attesa di qualcosa che non cambierà mai che cos'è?!? Speranza o illusione?!?! E sopratutto come capirlo?!?
  2. È brutto quando i tuoi occhi decidono di parlare senza il tuo permesso....... Quando ti accorgi di quelle lacrime agli angoli degli occhi pronte a scorrere lungo le guance...... speri che nessuno incrocia il tuo sguardo...... passi in fretta e furia una mano e sfoggi il tuo più bel sorriso!!!!!
  3. Sono una ragazza madre e ho 26 anni è un'infanzia un po' travagliata(sono epilettica e quindi ho passato molti anni tra essere felice e spensierata quando stavo bene ad essere triste incompresa e sentirmi inutile e sola quando arrivava una crisi nonostante ci fosse il mondo attorno a me!!!! Spaventati ma c'erano sempre!!!) è possibile che x questo ho paura di vivere appieno la felicità?!?! Quando mi accorgo che sono felice scappo xke ho paura che se finisca ci soffro!!!! Cerco in tutti i modi di non essere davvero felice x tale motivo non ho hobby o x meglio dire il mio hobby è il lavoro (x di più lavori tipo aggiustare recinti o roba del genere) evito di avere relazioni affettive al di fuori della mia famiglia (xke so che loro nonostante tutto ci saranno sempre) fare le cose x gli altri mi rende felice tipo se mi dicono cosa vuoi fare x te oggi?! io cerco di pensare a cosa vorrebbero loro e chiedo quello..... Non mi piace fare qualcosa x me direttamente.... Come posso fare a superare tale paura?!?! E soprattutto xke non riesco a pensare un po' a me e vivere la felicità normalmente?!
  4. lo so.... ma vedere la mia bimba piangere e venirmi a dire che loro sono fortunati ad avere un papà mi fa sofrire........ la mia domanda è: potro mai innamorarmi di lui oppure rischio soltanto di essere opressa da una relazione che inizia senza un futuro e quindi porterebbe ancora più sofferenza a mia figlia??????????? che tra l'altro qualche giorno fa mi ha detto che " lui non è il suo papà e lo so ma posso chiamarlo lo stesso papà??????"a lui glielo aveva gia chiesto, ed era corsa da me chiedendo il permesso di chiamarlo così....... ed è questo il motivo principale per cui me venuta questa domanda che non si toglie dalla testa!!!!!
  5. lo so ho provato a farlo smettere ma non ci sono mai riuscita(quando e a casa mia fuma fuori e se ci siamo noi in macchina non lo faccio fumare!!!!!!), ha un buon lavoro con un contratto a tempo indeterminato e si stava con una ragazza che se ne andata pxke la mamma di lui era malata e lei voleva avere una casa solo per loro due senza la mamma di lui, al suo rifiuto lei se ne andata portando via il figlio che portava in grembo(non l'ha più rivista ne lei ne il bimbo ha provato a cercarli ma con esito negativo!!!!!)
  6. ho 23 anni, non riuscendo a trovare lavoro per il fatto che sono ragazza madre mi sono inventata un lavoro mio(tre anni fa ho aperto un negozio online di articoli per cani inizia ad andare bene)cosi riuscivo a stare più vicino anche alla mia principessa. i miei famigliari??? beh i miei genitori sono la cosa a cui tengo di più, mi sono stati sempre vicino da quando lui se ne andato, con i miei fratelli è una cosa diversa. ma penso che sia normale..... non si puo andare daccordo con otto persone che la pensano in maniera differente. lo so che dovrei prenderla in seria considerazione lui è un ragazzo fantastico, lavora, ha la testa sul collo, l'unico piccolo difetto è che fuma e si fa sentire quando vuole(il più delle volte lo vediamo quando ha bisogno) ma con mia figlia è un angelo........ i miei sono daccordo in quanto lo conoscono da anni, ma i miei amici dicono che è un errore xke lui e di ventinove anni più grande di me, dicono che sarebbe il nonno di mia figlia, (io non ha mai guardato l'eta in quanto il mio ex aveva dodici anni in più di me)
  7. sono ragazza madre da cinque anni e sono felicissima..... quando naque la mia principessa gli promisi che per quanto era nelle mie possibilità non gli sarebbe mancato niente, il suo papà se ne ando dicendomi di abbordire e dall'ora non lo vidi più (per fortuna). premetto che la mia famiglia e i miei amici mi sono sempre stati vicini e mi hanno sempre aiutata. un mio amico voleva anche riconoscere mia figlia(si era innamorato di me molto prima che rimanessi in cinta) ma a me non sembrava giusto quindi gli ho detto di no e siamo rimasti amici.la mia principessa a sempre sentito la mancanza di suo papà (delle volte al parco quando c'erano i papà degl'altri bambini diceva che loro erano fortunati e poi mi chiedeva perchè il suo non ci fosse e altre volte mi chiedeva vedendo per strada i ragazzi se quello mi piacesse e se potesse essere il suo papà). a me e sempre dispiaciuto e ora quel ragazzo che voleva riconosce mia figlia ci ha riprovato ma io lo considero solo come un amico, io amo mia figlia e per lei farei qualunque cosa, ma sono confusa e non riesco a riflettere. e giusto mettersi con lui per dare un papà a lei??? potrei mai innamorarmi di lui o sarà sempre una cosa falsa in cui loro sono felici e io avro per sempre addosso la maschera della falsa felicita con lui?? come faccio a continuare a vedere mia figlia che al parchetto invece di giocare guarda gli altri bimbi e gli dice che loro hanno un papà e poi viene da me a piangere?? io a mia figlia gli ho detto che lei è speciale e che i padri degli altri bambini hanno preso una decisione diversa da quella di suo padre e che non è colpa sua se non ha un papà lei ora mi chiama "mammapapà" e un sopprannome che mi ha dato lei perchè dice che io la difendo come dovrebbe fare un papà non so cosa fare mi viene da piangere vi prego accetto qualunque consiglio
  8. grazie x il consiglio, che si sente trascurata sono d'accordo con te!!!!!! il problema è che mia sorella non riesce ad avere un dialogo con nessuno........ nemmeno con noi della famiglia, riesce a parlare dicendo bugie con quelli conosciuti su internet perchè non sono presenti fisicamente quando ha davanti delle persone reali con cui parlare si blocca, ho profato non obbligarla a parlare volevo creare un rapporto dove io e lei potessimo parlare apertamente ma mi ha bocciato in partenza dicendo che lei non aveva bisogno di parlare e nemmeno di essere ascoltata tanto meno di ascoltare! non so più che fare!!!!!
  9. allora devo premettere alcune cose: siamo in nove fretelli ci vogliamo bene e siamo quasi tutti grandi (tra i 26 e i 14), mia mamma ci ha insegnato molte cose magari non riusciva a dare le stesse attenzioni a tutti ma ci ha insegnato i valori. siamo molto uniti come fratelli e sempre presenti gli uni per gli altri sopprattutto quando ci sono problemi........ ora vi spiego la sorella che chiamero C ha 22 anni è timida non ha molti amici e non parla quasi mai con nessuno a volte fatica a parlare anche con me che ho un anno in più di lei e siamo praticamente cresciute insieme. C da qualche tempo continua a dire con persone su internet che non sta bene è successo gia tre volte in circa quattro mesi con questa -la prima volta si spacciava per mio fratello K e diceva che era stato operato alla parte finale dell'intestino che lui e C erano stati abbandonati all'ospedale da tutta la famiglia nessuno andava mai a trovarli. in quella volta mia mamma e mio papà ci parlarono ma lei nego tutto cosi un'altra mia sorella contatto direttemente quelle persone a cui aveva mentito che smisero di parlarci - la seconda volta disse che lei aveva un tumore ad un associazione e anche li disse che non stava bene ma che per non far preoccupare noi non diceva come si sentiva realmente in casa ma ne parlava solo con loro e noi in famiglia non sapevamo niente. anche questa volta si intromise un altra mia sorella dicendo la verità ai diretti interessati mentre i miei parlavano di nuovo con C i diretti interessati all'inizio volevano denunciarla ma poi hanno cambiato idea e sono venuti a conoscerla ora sono amici e gli hanno anche trovato un lavoretto. - questa volta invece ha detto con il suo datore di lavoro (che a sua volta conosce i due amici che gli anno trovato un lavoretto a C) e ai due suoi nuovi amici che lei è stata operata di calcoli e ora è ancora ricoverata in ospedale perchè si sono aperti i punti.(premetto che ha mia mamma non gli ho ancora detto della terza volta) in fin dei conti non è la prima volta che qualcuno cerca di attirare l'attenzione e gia successo con mio fratello maggiore cha faceva tanti di quei disastri, con mia sorella minore che preferisco sorvolare su cosa abbia fatto(è meglio così credetemi), con altri due dei miei fratelli che si misero a fumare solo perchè cosi mamma e papà li guardavano di più per vedere se fumassero davvero e per finire anchi cercai attenzioni ma da un altra persona che i miei non approvavano e che quando avevo bisogno di lui lui se ne ando e la mia famiglia torno, non giudico C ma noi lo abbiamo fatto quando eravamo adolescenti ora C non è più adolescente e non è neanche la prima volta che succede li voglio un mondo di bene ma non riesco a capire perchè si comporta così (o almeno lei mi ha detto che lo fa per attirare l'attenzione ma ora ha molto più attenzione da parte di tutti noi e di quei pochi amici cha ha ) ho capito che parlarci non serve più a molto questa volta volevo che lo capisse da sola che sta sbagliando solo che non sò come comportarmi per farglielo capire.......... qualcuno mi sa dare qualche consiglio sul comportamento che devo avere per farglielo capire?????
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.