Vai al contenuto

sarasa482

Membri
  • Numero di messaggi

    6
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda sarasa482

  • Rango
    Nuovo utente

Ospiti recenti del profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. E come ci si può rendere conto di meritare quello che si ha? Come si può superare questo problema? Io credo di trovarmi davanti a un muro e di non avere i mezzi per scavalcarlo. E intanto tutto il mio mondo si sta sgretolando intorno a me. Sarò anche fortunata ma il mio modo di essere sta allontanando ogni cosa che ho di bello.
  2. Grazie L.E.D., ho una paura grandissima di perdere tutto e puntualmente lo perdo.
  3. Gazza grazie della risposta. Mio marito è una persona un po' particolare. A me ha sempre dato l'impressione di stare con me per abitudine. Stiamo insieme da quando avevo 15 anni io e 20 lui ed ormai sembra che dovrà essere così per sempre. Non mi ama, ne sono convinta, ed è sopratutto colpa mia. Con lui sono intransigente, cattiva e tanto arrabbiata. L'ho sempre amato e continuerò sempre a farlo ma non lo sento un marito dato che manca tutto il rapporto di base che dovrebbe esserci tra due coniugi. Ho provato a proporgli la terapia di coppia ma non vuole sentirne parlare. Probabilmente devo andare solo io, magari si risolverebbero anche i problemi con lui, ma sinceramente non so a chi rivolgermi.
  4. Angelo grazie per la risposta. Da quello che ricordo sono sempre stata così e non ricordo neanche particolari distacchi. Vivo ogni rapporto in maniera morbosa e, dopo un po', rimango sola. Ho veramente tanta paura di rimanere sola e puntualmente lo sono. Come posso bastare a me stessa? Come posso non rendermi conto che ho una figlia splendida e una famiglia che mia ama? Perchè, anche se sono così fortunata, non riesco ad essere serena?
  5. Buongiorno a tutti. La frase del titolo spesso me la sento ripetere da chi mi sta intorno quando per l'ennesima volta rovino tutti i rapporti che con fatica ho costruito. Sono una persona che ha estremo bisogno di compagnia, non riesco a stare sola, e per questo commetto errori madornali cercando di attirare l'attenzione degli altri su di me. Parlo troppo, non so capire quando è il momento di tacere, tradisco la fiducia degli altri e faccio il doppio gioco. Vorrei avere tante persone intorno a me e sono sempre sola. Il problema è che questa cosa ora si ripercuote anche su mia figlia che perde le sue amicizie a causa mia, dato che allontanandomi dalle mie amiche lei non vede più i loro figli. Anche con mio marito fa tutto schifo e credo che dipenda sempre da me. Non so veramente cosa fare e non ho il coraggio di andare in terapia. Vi prego, aiutatemi
  6. sarasa482

    Ciao a tutti

    Buongiorno a tutti! Mi presento: sono Sara, ho 33 anni e vivo a Roma. Sono sposata ed ho una bimba di sei anni. Sono sincera, stavo navigando cercando un po di conforto e di aiuto e sono capitata qui. Non so cosa altro dire se non grazie a chiunque abbia voglia di leggere ciò che scrivo.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.