Vai al contenuto

Cerca nella Comunità

Visualizzazione dei risultati per tag 'distanza'.

  • Ricerca per tag

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Ricerca per autore

Tipo di contenuto


Calendari

  • Gli eventi della Comunità di Psiconline

Forum

  • Regolamento del Forum
  • Confrontiamoci con gli Esperti
    • La psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza
    • I disturbi dell'alimentazione
    • La coppia, l'amore e la dipendenza affettiva
  • Confrontiamoci fra di noi
    • Avvisi e richieste
    • Parliamo di Psicologia
    • Fatti e misfatti
    • Chi mi aiuta?
    • Argomenti
    • Single, Coppia, Famiglia
    • Mobbing & Bossing: prevenzione e non solo cura
    • L'ho appena letto ed ora ne parlo! (Il libro che mi ha colpito ... )
    • L'ho appena visto ed ora ne parlo! (Il film che mi ha colpito ... )
    • Accordi e disaccordi
    • Parliamo di attualità...
    • La vita scolastica
    • Totem e tabù
  • Spazio libero
    • Ciao, io sono ....
    • Coccole e carezze
    • Hobby e passioni
    • Chiacchiere in libertà (lo spazio per gli OFF TOPIC)
  • Corsi, Convegni, Congressi, Incontri di Formazione
    • Convegni ECM
    • Convegni, Congressi e Corsi
  • Professione Psicologo
    • Avvisi e richieste
    • Problemi della professione
    • Psicologia ed Internet
    • Usiamo i Test Psicologici
  • Studenti di psicologia
    • Studenti di psicologia
    • Esame di Stato per Psicologi
    • La tesi di laurea
    • Studenti di psicologia.it

Cerca risultati in...

Trova risultati che contengono...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Trovato 3 risultati

  1. Ospite

    Amore a distanza

    Ciao a tutte,sono una ragazza che sabato scorso è stata lasciata dopo una storia di 2 anni.Lui è più grande di me,e inizialmente eravamo entrambi titubanti di conoscerci data l'etá ma alla fine ci abbiamo provato.Dopo dei mesi di conoscenza abbiamo deciso di fidanzarci,lui mi ha fatto conoscere la sua famiglia,stava andando tutto bene,quando poi dopo 5 mesi dal fidanzamento mi lascia perché dice di non provare nulla per me.Pochi giorno dopo torna dicendomi che voleva riprovarci,perché gli piacevo,e perché lui aveva difficoltà ad aprirsi a causa di una delusione d'amore passata che l'ha profondamente cambiato.Io lo accetto,andiamo avanti ma le cose si complicano quando lui verso ottobre decide di partire in Italia (abitiamo in Sardegna) per l'università.Mi aveva promesso che si sarebbe impegnato per tenere una relazione a distanza,rassicurandomi col fatto che sarebbe sceso 4 volte all'anno circa per stare 1 mese,mi ha dato una sua maglietta dicendomi che gliel'avrei dovuta restituire il giorno della laurea,insomma lui parlava già per il futuro.Pochi giorni dopo però mi fa presente il fatto che non riusciva a trovare il tempo per noi,perché lui aveva troppi impegni e la vita li era troppo frenetica e io di conseguenza ero troppo assillante è gelosa.Mi lascia dicendomi che ci starà male,che gli mancherò e che mi avrebbe bloccato dappertutto perché voleva dimenticarmi.Una settimana dopo torna dicendomi che voleva stare con me senza pressioni e stando tranquillo.Un mese dopo torna in Sardegna,passiamo natale e capodanno assieme e pochi giorni dopo sarebbe dovuto ripartire perché aveva gli esami.Lui è stressato e mi dice che voleva stare solo,passa un mese in cui io insisto e gli chiedo a che punto fosse ma lui mi dice che voleva stare solo perché stava bene.Cosi verso febbraio io mi arrendo,ci lasciamo,ma lui in quei giorni torna in Sardegna e mi chiede di vederci.Mi dice che tutto era risolto,che gli mancavo e che voleva stare con me,così torniamo assieme.Lui una settimana dopo torna in Italia,e dopo un paio di settimane che tutto stava andando bene io gli chiedo se avesse capito se mi amava e lui mi dice "non lo so". Mi chiede di lasciargli del tempo perché c'erano troppe cose che non andavano bene,che era confuso,e dopo due settimane che io ogni tanto lo cercavo per chiedergli a che punto fosse,lui mi rispondeva che era incerto perché voleva stare solo ma gli scocciava,alla fine sabato scorso gli chiedo di nuovo e lui mi dice che così a distanza non poteva funzionare,nonostante mi volesse,di non farmene una colpa,perché gli sembrava di darmi le cose a metà perché non aveva tempo per noi e tantomeno testa,conclude dicendomi che era il meglio per entrambi,che non se ne sarebbe pentito,e che quando sarebbe tornato sicuramente non ci saremo visti perché sapeva come sarebbe andata a finire,ovvero sarebbe riscattata la scintilla.Io sino ad avantieri gli ho mandato messaggi facendogli capire che stavamo perdendo una grande occasione e non poteva sprecarla così perché non era giusto se ci volevamo ancora.Lui,data la mia insistenza,mi blocca su WhatsApp e messanger,come aveva già fatto a febbraio dato che gli stavo dietro.Non mi ha ancora sbloccato,vedo che comuqnue lui si stia divertendo abbastanza e sembra non gli importi più nulla.Non so cosa fare o cosa pensare,mi manca tanto e vorrei scrivergli ma so che lo allontanerei ancora di più e la cosa che mi spaventa è che a differenza delle altre volte lui mi ha detto che non c'è più possibilità mente prima rimaneva sempre sul forse.Mi sembra molto deciso ma in realtà lui sta facendo una cosa sbagliata,perché è costretto dalla circostanza.Vorrei dei consigli. Scusate la lunghezza
  2. Ciao, Sono una ragazza di 20 anni, ormai più di un anno fa ho conosciuto quello che sembra l'amore della mia vita. Inizialmente vivevamo nello stesso palazzo, in due appartamenti diversi, poi 6 mesi fa lui si è trasferito in Turchia, e io a mia volta ho traslocato, cambiano città! Abbiamo provato ad avere una relazione a distanza, la cosa è andata avanti per 4 mesi, con scarsi risultati, non mi parlava più di come si sentiva, viveva una situazione difficile perché era disorientato avendo perso tutti i suoi punti di riferimento. Io mi ero distaccata, considerato che a volte, era troppo geloso, e non fli davo ascolto. Questa cosa l'ha ferito talmente tanto che ha deciso di lasciarmi. Nel mese successivo ci siamo sentiti poco, io mi sono allontanata. Naturalmente lo pensavo sempre, era principalmente orgoglio. Nel frattempo sono andata a letto con un'altro, però non smettevo mai di pensare a lui, soprattutto durante questo rapporto. Quindi ho deciso di smettere e non farlo più. Glielo confessato, ma sembra non accettarlo e prenderlo come un tradimento, tanto che nonostante sia innamorato, prende le distanze, e non vuole tornare con me .Poco fa è venuto in italia, ci siamo visti,abbiamo fatto l'amore per un giorno intero, appena si sposta,va a vedere i suoi amici, su comporta male con me, non si fa sentire, mi blocca, ecc.. fino al giorno della partenza che lo ragfiungo, per suo volere e anche mio per accompagnarlo all'aeroporto. È un rapporto che mi ditrugge, perché provo forti sentimenti per lui, ma lui nonostante vedo che mi ama ancora moltissimo, vuole a tutti i costi prendere le distanze da me, mi ignora, mi blocca e mi sblocca, ongi tanto mi scirve. Non riesce a perdonarmi, io vorrei fare di tutto per farmi perdonare, ma lui me lo impedisce. Nonostante tutto io credo moltissimo nella nostra storia e lo amo tanto, però il suo comportamento mi confonde, mi dice che mi ama e poi mi blocca, non si fa sentire, ecc. Io sto molto male, e non so come comportarmi.
  3. Vivo un rapporto a distanza da circa quattro anni, pur avendo due caratteri totalmente opposti finora le cose sono andate avanti in maniera accettabile, discrete frequentazioni reciproche presenze epistolare abbastanza continua e quotidiana. Arrivo al dunque: circa 10 giorni fa la mia partner ha avuto una delusione in famiglia di una gravità estrema, il fratello maggiore di 63 anni entrato in rovina dopo anni di brillante carriera. Batteva spesso cassa chiedendo somme consistenti sia alla vecchia mamma (convivente con la mia partner) sia con la mia partner stessa, tutto questo a suo dire per portare avanti l'andamento della sua famiglia. La mia partner si è trovata improvvisamente il fratello crollato in depressione totale, immaginando anche potesse compiere un atto estremo. La scoperta è stata che tutti questi soldi andavano alla moglie la quale sperperava in vestiti e spese varie fino e non pagare l'affitto di casa. Sfratto immediato, lui è andato via da casa distrutto, la mia partner si è fatto in quattro per trovargli un alloggio. Da quel momento, dopo aver ricevuto un messaggio da parte di lei di terribile stanchezza mentale e di richiesta di pace ho avuto solo una telefonata e un messaggio, chiedendo un momento di isolamento. Ormai sono passati 10 giorni, ho avuto solo un messaggio che ribadiva il suo grande dolore specificando la mia importanza nella sua vita. Mi chiedo… È normale tutto questo? Ieri mi ha scritto dicendomi "da lunedì avrò tempo per sentirti". A me sembra un comportamento surreale, ho paura di ricevere questa telefonata, ho paura di avere reazioni verbali violente. E vero che ognuno di noi inconsciamente vorrebbe che il comportamento altrui fosse lo stesso nostro. Io non avrei agito in questo modo, sono tentato di darle addosso pur avendo grande amore nei suoi confronti, direi immenso. Domanda: ci si può isolare con l'uomo amato fino a questi livelli? Per un fratello caduto in disgrazia come mezz'Italia e per la cognata e nipoti scoperti a fregare danaro per i propri comodi. Lo so, è dura, sono molto indeciso se andare in contro a un cordiale congedo oppure riuscire a capire ciò che non capisco e che non avrei mai fatto al posto suo. Io avrei chiesto conforto alla mia donna amata. Grazie

Pubblicità

© Psiconline® srl - (1999 - 2020) - P.IVA 01925060699 - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo forum può essere riprodotta senza il permesso scritto di Psiconline® srl Powered by Invision Community

×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.