Vai al contenuto

Pubblicità

Cerca nella Comunità

Visualizzazione dei risultati per tag 'madre'.

  • Ricerca per tag

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Ricerca per autore

Tipo di contenuto


Calendari

  • Gli eventi della Comunità di Psiconline

Forum

  • Regolamento del Forum
  • Confrontiamoci con gli Esperti
    • La psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza
    • I disturbi dell'alimentazione
    • La coppia, l'amore e la dipendenza affettiva
  • Confrontiamoci fra di noi
    • Avvisi e richieste
    • Parliamo di Psicologia
    • Fatti e misfatti
    • Chi mi aiuta?
    • Argomenti
    • Single, Coppia, Famiglia
    • Mobbing & Bossing: prevenzione e non solo cura
    • L'ho appena letto ed ora ne parlo! (Il libro che mi ha colpito ... )
    • L'ho appena visto ed ora ne parlo! (Il film che mi ha colpito ... )
    • Accordi e disaccordi
    • Parliamo di attualità...
    • La vita scolastica
    • Totem e tabù
  • Spazio libero
    • Ciao, io sono ....
    • Coccole e carezze
    • Hobby e passioni
    • Chiacchiere in libertà (lo spazio per gli OFF TOPIC)
  • Corsi, Convegni, Congressi, Incontri di Formazione
    • Convegni ECM
    • Convegni, Congressi e Corsi
  • Professione Psicologo
    • Avvisi e richieste
    • Problemi della professione
    • Psicologia ed Internet
    • Usiamo i Test Psicologici
  • Studenti di psicologia
    • Studenti di psicologia
    • Esame di Stato per Psicologi
    • La tesi di laurea
    • Studenti di psicologia.it

Cerca risultati in...

Trova risultati che contengono...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Trovato 3 risultati

  1. Salve, volevo raccontare ciò che mi preoccupa è vorrei qualche consiglio, perché ho paura e non so come reagire a tutto questo, soprattutto non voglio passare per egoista o pessima donna. Sto con il mio compagno da 6 anni, conviviamo da 3. Nella storia ci sono stati sempre alti e bassi, soprattutto perché spesso non mi dava attenzioni che desideravo. Ultimamente sta migliorando il rapporto. Lui ha una figlia di quasi 11 anni ed è adorabile, io e lei siamo molto amiche e ci vogliamo un bene dell'anima. Ora lei sta vivendo la classica pre-adolescenza, vissuta ancora peggio in quanto la madre ha un figlio di un anno. Lei vorrebbe i suoi genitori insieme, anche se sa che non sarà mai possibile. Ultimamente ha espresso il desiderio di uscire sola con i suoi genitori. Io mi sono sentita un'intrusa, un'antagonista e ammetto un pizzico di gelosia in quanto il mio compagno dovrà uscire con la sua ex e comportarsi come una famiglia. Inoltre io mi sento la seconda incomoda, perché non sarò mai la più importante per lui e nemmeno i miei figli con lui lo saranno, perché la sua prima sarà sempre più importante di me, della mia vita. Io sarò sempre la meno considerata. Io ho 29 anni e ho il desiderio di creare una famiglia con lui.. Ma forse non sono pronta a condividere la sua considerazione con altre.. avete mai vissuto situazioni simili? Cosa mi consigliate? Grazie per l'ascolto.
  2. Salve, mi chiamo Alessia ho 19 anni. Vi racconto in breve la mia storia...mia madre è polacca si è trasferita in Italia giovanissima, ha incontrato mio padre e si sono sposati.Ricordo che avevo 9 anni quando mia madre mi obbligava ad uscire di casa per comprarle il vino...se non lo facevo mi urlava, minacciandomi che non mi avrebbe comprato giochi, caramelle...e se continuavo a rifiutare non mi parlava e ci andava lei.La cosa è continuata per anni ..e non potete immaginare il clima che vivevo, tornavo a casa dopo aver giocato con le mie amiche e la trovavo stesa su un divano con lo sguardo perso nel vuoto...e mia sorella più piccolina a giocare per terra, casa sotto sopra, spesso non cucinava nemmeno, dovevo aspettare mio padre che appena la vedeva in queste condizioni minacciava di lasciarla perché non ne poteva più.Successivamente abbiamo iniziato a credere in Dio, adesso forse per voi atei sarà una sciocchezza ma riuscì a smettere...davvero per anni lasció l'alcool finalmente AVEVO UNA MADRE.Due anni fa è morta mia nonna alla quale mia madre era davvero molto legata...e BOOM...è crollato tutto, tutte le certezze...la pace in casa. Mia madre inizia a bere...prima una volta a settimana poi tutti i giorni! Ora attualmente lo fa...e sto rivivendo tutto ciò che vivevo da bambina, tutto ciò che avevo cercato di rimuovere.Ora sono fidanzata, condivido tutto con lui...ma questa cosa proprio non riesco a dirla, quando viene a casa sembra tutto così perfetto, mamma non lo fa notare...spesso prima che venisse lui beveva ma diciamo CONTENENDOSI.Non ho il coraggio...mi vergogno troppo.Ma le cose stanno peggiorando...più volte le ho parlato con amore, sia io che mio padre...ha fatto tanti tentativi per smettere, ci riusciva per un po'...poi ci ricadeva.Papà oggi si è davvero stancato ha preso la bottiglia l'ha messa davanti a me e mia sorella dicendo "questa è vostra madre"...lei nasconde l'alcol(vino) per casa e mio padre non ha più retto questa cosa, sono 20 anni! E ha ragione...a me fa tanta tenerezza perché ho notato che non ha amiche, che è sola...ma ha un carattere particolare quindi non riesce ad approcciare realmente, io sto male perché non so davvero cosa fare...aiutatemi, sto perdendo le speranze. ps: avevo detto che sarei stata breve...scusatemi ma non ne ho mai parlato con nessuno e finalmente mi sto sfogando.
  3. gracemc

    io e mia madre

    Ciao a tutti, sono Grazia, mi sono appena iscritta dopo aver girovagato per un bel po' su questo forum. Ho 22 anni e frequento l'università. Sono fidanzata da due anni con un ragazzo con cui sto progettando un futuro. Lasciatemi scrivere altre poche parole di premessa a ciò che sto per dirvi.... Vivo da sola con mia madre, ho perso mio padre a 12 anni...con lui avevo un bel rapporto, tuttavia non era mai molto presente a causa del suo lavoro che lo portava spesso a viaggiare...lui e mia madre erano spesso in disaccordo, più che altro per questioni economiche (non abbiamo mai avuto problemi veri e propri, in verità...). Sin da piccola il rapporto con mia madre non è mai stato sempre rose e fiori, anzi, ora che ci penso sono più i momenti di litigio che ricordo, che quelli di pace...quando ero piccola e mia madre mi minacciava con la pezza con cui lavava a terra, o con altro con cui punirmi, mio padre (se ero fortunata che c'era) si metteva sempre tra noi facendomi scudo (e spesso le cose addosso le prendeva lui). Io credo di avere qualche problema, perchè sin da piccola è come se avessi vissuto in una campana di vetro, che piano piano sta crollando sopra di me, lasciandomi sanguinante. Sono sempre stata sotto l'"ala protettiva" di mia madre, sempre controllata e sempre seguita. Al punto tale che al giorno d'oggi mi viene voglia di andarmene di casa ma sento come se fossi legata con le catene qui, perchè non ho idea da dove cominciare e dove finire. Il rapporto con mia madre è cominciato a degenerare quattro anni fa, circa, a causa del mio rapporto col mio (ormai ex) ragazzo. E' arrivata a chiamarlo e a chiedergli di lasciarmi perchè ero cattiva, non mi si poteva sopportare ecc...in effetti ha sempre detto agli altri che non ero un pezzo di pane e che a volte come figlia facevo solo disperare (a volte anche in tono scherzoso, il che è peggio...). Altre invece loda le mie capacità, il mio studio...io davvero non capisco. Quando mi sono lasciata con questo ragazzo il rapporto si è disteso un poco, ma è da un'annetto e passa che il rapporto sta cadendo in una spira infernale di esasperazione, e comincia sempre allo stesso modo: succede qualcosa, lei si innervosisce, mi insulta, io mi innervosisco e si litiga. Ancora mi picchia, per tutta la vita, sin da quando ero piccola, mi ha picchiata con ogni oggetto a portata di mano: cuffie per la musica, mazze, mani, mi ha lanciato un telecomando in testa recentemente. A volte ho provato a reagire allo stesso modo, ma mi sono resa conto che era profondamente sbagliato, e sto evitando. tuttavia provo una rabbia pazzesca, che a volte sfogo piangendo, altre prendendomela con gli oggetti attorno a me e con il resto del mondo.... Stamattina ha diluviato e il micino piccolo che abbiamo (e che lei ha messo fuori -abbiamo una bella campagna- con la mamma perchè "faceva puzza in casa") si era nascosto nello spazio interno della ruota della macchina. io l'ho pregata di farlo uscire prima che lei uscisse per andare a scuola (è un'insegnante), dove già si era presa 10 minuti di permesso...sostanzialmente ha ignorato la mia richiesta, urlando e dicendomi che con me è diventato impossibile convivere e che sono una str**za...sono rimasta shockata da quello che mi ha detto (la prima cosa non l'avevo mai sentita dire da lei), comunque lei è andata lo stesso a scuola, penso che lo abbia ucciso, dato che non se n'è curata e io non l'ho visto uscire da sotto la macchina. questo è solo l'ultimo degli epoisodi, ce ne sono una marea che persino coinvolgono il mio ragazzo (e anche lui si è preso i peggiori insulti da lei). Io mi sento profondamente sola, sebbene mi sia vicino il mio fidanzato, perchè penso che non è normale il rapporto che abbiamo, i suoi continui insulti, la rabbia che mi monta...lei stessa si è resa recentemente conto che come madre e figlia abbiamo dei problemi, ma asserisce che sia io la fonte di tutti questi. Io non lo so se sono o no la fonte di questi problemi, ora come ora mi ci sento perchè mi sento in colpa, sto cominciando a insultarmi stesso io a volte perchè magari sono stupida e non capisco delle cose, magari mi sfuggono, non lo so....io so solo che non ce la faccio più, che vorrei andare via ma non so da dove cominciare, sarò una stupida bambina viziata che non capisce un cavolo della vita, ma davvero mi trovo che non so che fare....una vita di insulti, di batoste e persino di lividi (quando ero piccola mi conficcò le unghie sulla mia mano, cominciai a sanguinare e lei infilandomi i guanti mi disse di dire che era stato il cane, non mi dimenticherò mai questa cosa...stavo guandando i puffi, era una mattina, e facevo i capricci perchè non volevo uscire di casa...) io non so che fare, perchè non ho un rapporto normale con mia madre? Vedo le mie amiche che sono felici con le proprie madri, si confidano e reputano le proprie mamme addiritttura delle amiche, a loro dire....io invece se provo a dirle qualcosa di più personale devo vedermela rinfacciare, addirittura usata per insultarmi...ed è per questo che non oso rivelarle i dettagli della mia vita (cose che le altre mie amiche dicono alle loro madri, che capiscono l'età delle figlie, mia madre mi tratta come se avessi 10 anni..). Non mi dilungo in lamentele sul coprifuoco alle 23:30 o sul fatto che devo arrivare vergine all'altare con lei, perchè so che non tutti i genitori hanno mentalità aperte e non tutti i genitori hanno le stesse opinioni sugli orari...però mi sento enormemente compressa, mi sento in una bottiglia di vetro da dove non posso uscire...ormai sento che il rapporto con lei si sta sgretolando.... Mi scuso per la lungaggine e anche per la grammatica un po' scorretta, ma ci sto piangendo ore su sta cosa, non so che fare, chiedo aiuto/consiglio a voi, è un bel forum e spero di avere un riscontro positivo.... Grazie a tutti...
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.