Vai al contenuto

Pubblicità

Cerca nel Forum

Showing results for tags 'sindrome'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Calendari

  • Gli eventi della Comunità di Psiconline

Forums

  • Regolamento del Forum
  • Confrontiamoci con gli Esperti
    • La psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza
    • I disturbi dell'alimentazione
    • La coppia, l'amore e la dipendenza affettiva
  • Confrontiamoci fra di noi
    • Avvisi e richieste
    • Parliamo di Psicologia
    • Fatti e misfatti
    • Chi mi aiuta?
    • Argomenti
    • Single, Coppia, Famiglia
    • Mobbing & Bossing: prevenzione e non solo cura
    • L'ho appena letto ed ora ne parlo! (Il libro che mi ha colpito ... )
    • L'ho appena visto ed ora ne parlo! (Il film che mi ha colpito ... )
    • Accordi e disaccordi
    • Parliamo di attualità...
    • La vita scolastica
    • Totem e tabù
  • Spazio libero
    • Ciao, io sono ....
    • Coccole e carezze
    • Hobby e passioni
    • Chiacchiere in libertà (lo spazio per gli OFF TOPIC)
  • Corsi, Convegni, Congressi, Incontri di Formazione
    • Convegni ECM
    • Convegni, Congressi e Corsi
  • Professione Psicologo
    • Avvisi e richieste
    • Problemi della professione
    • Psicologia ed Internet
  • Studenti di psicologia
    • Studenti di psicologia
    • Esame di Stato per Psicologi
    • La tesi di laurea

Find results in...

Find results that contain...


Data di creazione

  • Start

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Start

    End


Filter by number of...

Iscritto

  • Start

    End


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Trovato 4 risultati

  1. Mi sento strana a volte, come galleggiante in una dimensione che non mi appartiene, senza punti di appiglio, senza muri nè pavimento nè tetto…a spasso nel mio universo. Confondo facilmente una normale felicità con sintomi di euforia pre-maniacale, mi viene difficile talvolta, credere che sia una naturale risposta del mio stato emozionale, anche perchè quando provo questo sentimento lo provo in grande. Inizio a viaggiare con la mente e sento le endorfine invadermi corpo e anima in una maniera cosi’ estrema da mettermi il dubbio che non sia normale, invece lo è, ognuno ha il suo modo di percepirlo e, al mio mi devo solo ancora abituare forse. Faccio fatica a dividere la mia empatia caratteriale con segnali di distorsioni della realtà, credo anche perchè mi sono calata cosi’ tante volte ed in modo profondo in pensieri metaforici e filosofici che quando il mio cervello prova piacere non conosce un limite, cosi’ come non lo conosce nella tristezza. Mi sento una farfalla migratrice che si diletta a giocare a ping-pong… Mi sono divisa in cosi’ tanti pezzetini per elaborare i miei dolori che quando mi ritrovo intera di fronte al benessere esistenziale, non mi sento io. Mi sembra un’altra me, un’altra me che si è costruita una vita parallela alla mia in cui c’è solo positività, ma non è cosi’ il mondo, non è cosi la realtà, lo sono pero’ certo i sogni, i desideri, lo puo’ essere un fondamento su cui costruire, resta il fatto che il negativo non si puo’ eliminare solo ridurre è ad ogni modo anch’esso fondamentale nella vita, va tenuto in considerazione sempre. Come faremmo a sapere cos’è il bene se non avessimo il paragone contrario? Questo è anche base di alcune religioni o filosofie, in cui si ha la certezza che nel male esiste sempre un po’ di bene e viceversa..lo trovo giusto e completo questo concetto al centro del quale credo ci debba essere sempre un forte equilibrio capace di non sbilanciare le dosi che compongono la nostra pace interiore. Forse è questo che mi capita allora, perdo l’equilibrio finendo con un piede sospeso nell’aria, aria che entra in troppo finestre alcune delle quali non sono spettacoli necessari per proseguire, cosi’ mi perdo, cosi’ mi ritrovo, cosi’ vivo…cosi’ continuo. Perchè la mente mi chiede cosi tanto, come mi buttasse fra le stelle e ci chiedesse di trovare la nostro da ogni angolazione possibile?!?
  2. Mi sento strana a volte, come galleggiante in una dimensione che non mi appartiene, senza punti di appiglio, senza muri nè pavimento nè tetto…a spasso nel mio universo. Confondo facilmente una normale felicità con sintomi di euforia pre-maniacale, mi viene difficile talvolta, credere che sia una naturale risposta del mio stato emozionale, anche perchè quando provo questo sentimento lo provo in grande. Inizio a viaggiare con la mente e sento le endorfine invadermi corpo e anima in una maniera cosi’ estrema da mettermi il dubbio che non sia normale, invece lo è, ognuno ha il suo modo di percepirlo e, al mio mi devo solo ancora abituare forse. Faccio fatica a dividere la mia empatia caratteriale con segnali di distorsioni della realtà, credo anche perchè mi sono calata cosi’ tante volte ed in modo profondo in pensieri metaforici e filosofici che quando il mio cervello prova piacere non conosce un limite, cosi’ come non lo conosce nella tristezza. Mi sento una farfalla migratrice che si diletta a giocare a ping-pong… Mi sono divisa in cosi’ tanti pezzetini per elaborare i miei dolori che quando mi ritrovo intera di fronte al benessere esistenziale, non mi sento io. Mi sembra un’altra me, un’altra me che si è costruita una vita parallela alla mia in cui c’è solo positività, ma non è cosi’ il mondo, non è cosi la realtà, lo sono pero’ certo i sogni, i desideri, lo puo’ essere un fondamento su cui costruire, resta il fatto che il negativo non si puo’ eliminare solo ridurre è ad ogni modo anch’esso fondamentale nella vita, va tenuto in considerazione sempre. Come faremmo a sapere cos’è il bene se non avessimo il paragone contrario? Questo è anche base di alcune religioni o filosofie, in cui si ha la certezza che nel male esiste sempre un po’ di bene e viceversa..lo trovo giusto e completo questo concetto al centro del quale credo ci debba essere sempre un forte equilibrio capace di non sbilanciare le dosi che compongono la nostra pace interiore. Forse è questo che mi capita allora, perdo l’equilibrio finendo con un piede sospeso nell’aria, aria che entra in troppo finestre alcune delle quali non sono spettacoli necessari per proseguire, cosi’ mi perdo, cosi’ mi ritrovo, cosi’ vivo…cosi’ continuo. Perchè la mente mi chiede cosi tanto, come mi buttasse fra le stelle e ci chiedesse di trovare la nostro da ogni angolazione possibile?!?
  3. Salve a tutti. Ho sentito nominare in tv la "sindrome del primogenito". Era in un telefilm che parlava proprio del sentimento di rivalità e rabbia nei confronti dei fratelli, da parte dei primogeniti, ex figli unici. Vorrei sapere se esiste questa sindrome (anche se con nome diverso) e se si, di che si tratta e se esistono libri o testi che ne parlano. Ovvio non parlo di manuali scientifici di psicologia ma testi accessibili da chiunque, perchè potrebbe servire a comprendere alcune dinamiche e farle comprendere ai miei genitori. Ringrazio in anticipo a chi mi risponderà.
  4. Ciao a tutti! Avrei bisogno di un aiuto. Tempo fa lessi di una sindrome particolare caratterizzata dalla perenne insoddisfazione del soggetto. Dal fatto che sia sempre infelice qualsiasi cosa succeda. Dal vedere anche nel partner una persona meravigliosa ma che al primo sgarbo diventa il peggior nemico, fino ad incontrare qualcun altro che sembra essere il prescelto. Non ci si rende conto pienamente di quello che succede e di quello che si fa (soprattutto nel male) e delle sue conseguenze. Non si sa cosa si vuole, ma si vuol essere al centro di tutto. Si è caratterizzati da una grande volubilità. Questo è quello che ricordo, poi magari ci saranno state anche altre caratteristiche peculiari... C'è qualcuno che mi può aiutare? Grazie mille fin da ora!!
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.