Vai al contenuto
  • Pubblicità

Hurricane

Sono stanco di essere me...

Messaggi consigliati

Sono veramente stanco, stanco di me stesso.

Non mi riconosco in questo corpo, certe volte ho il desiderio di buttarmi giù dal balcone perchè penso che questa vita non valga la pena di essere vissuta. Finora sono andato avanti con la speranza di incontrare qualcuno che mi avrebbe salvato, qualcuno che non mi facesse affogare ed invece nulla...

Le giornate scorrono, gli anni passano ma io rimango sempre nel mio stato di inerzia, totalmente incapace di prendere una decisione, impaurito anche dall'idea di andare in giro perchè penso che gli altri potrebbero deridermi od ancor peggio essere oggetto di scherno di frotte di ragazzini sul tram che si permettono di vilipenderti pur non conoscendoti. Ed io lì, incapace di reagire.

Ho vaghi momenti di slancio, in cui faccio dei propositi per cercare di migliorarmi ma poi il tutto ha la consistenza di nuvole di fumo. Ad esempio sono 2 anni che mi iscrivo in palestra ma ci vado 2-3 volte e poi basta, perchè mi vergogno di me stesso e penso a come gli altri figaccioni potrebbero giudicarmi vedendo me in mezzo a loro.

Adesso che sono in ferie, è ancora peggio, mi sento totalmente allo sbando, solo con i miei pensieri. Non ho nessun amico, nessuno che mi capisca e sono totalmente incapace di relazionarmi agli altri.

Ho solo tanta stanchezza, stanchezza di essere in un mondo di cui non mi sento parte.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Sono veramente stanco, stanco di me stesso.

Non mi riconosco in questo corpo, certe volte ho il desiderio di buttarmi giù dal balcone perchè penso che questa vita non valga la pena di essere vissuta. Finora sono andato avanti con la speranza di incontrare qualcuno che mi avrebbe salvato, qualcuno che non mi facesse affogare ed invece nulla...

Le giornate scorrono, gli anni passano ma io rimango sempre nel mio stato di inerzia, totalmente incapace di prendere una decisione, impaurito anche dall'idea di andare in giro perchè penso che gli altri potrebbero deridermi od ancor peggio essere oggetto di scherno di frotte di ragazzini sul tram che si permettono di vilipenderti pur non conoscendoti. Ed io lì, incapace di reagire.

Ho vaghi momenti di slancio, in cui faccio dei propositi per cercare di migliorarmi ma poi il tutto ha la consistenza di nuvole di fumo. Ad esempio sono 2 anni che mi iscrivo in palestra ma ci vado 2-3 volte e poi basta, perchè mi vergogno di me stesso e penso a come gli altri figaccioni potrebbero giudicarmi vedendo me in mezzo a loro.

Adesso che sono in ferie, è ancora peggio, mi sento totalmente allo sbando, solo con i miei pensieri. Non ho nessun amico, nessuno che mi capisca e sono totalmente incapace di relazionarmi agli altri.

Ho solo tanta stanchezza, stanchezza di essere in un mondo di cui non mi sento parte.

sai,chi più chi meno,nel corso della vita passa momenti analoghi,anche quelli che non diresti mai...esattamente cosa ti fa sentire "peggio" o non "all'altezza" degli altri?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Sin da piccolo ho avuto un grosso complesso d'inferiorità nei confronti degli altri, perchè sono nato in Italia ma da genitori extracomunitari. E il mio sempre sentirmi "diverso" rispetto agli altri mi fa stare molto male, perchè gli altri prima ancora di vedere me, vedono sempre l'etnia di cui faccio parte.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Sin da piccolo ho avuto un grosso complesso d'inferiorità nei confronti degli altri, perchè sono nato in Italia ma da genitori extracomunitari. E il mio sempre sentirmi "diverso" rispetto agli altri mi fa stare molto male, perchè gli altri prima ancora di vedere me, vedono sempre l'etnia di cui faccio parte.

ma stai parlando di colore della pelle o cos'altro?scusa la franchezza...chi si vede alto o basso,chi vede solo i propri inestetismi,le proprie incapacità,la propria inadeguatezza,i limiti....siamo tutti maledettamente diversi credimi,anche se c'è chi come te sicuramente si sente + diverso ancora.Credo tu sia da come scrivi,giovane,allora senti,io soffro di una malattia per la quale da ormai più di una decina d'anni ci devo convivere e combattere nonostante sia genetica,cronica,recidivante.E' stata motivo per me di una grande frustrazione per lungo tempo,anche ora quando mi aggredisce provo scioccamente,vergogna e di fatto non è colpa mia.Quindi come mi ha detto tempo fa una donna molto in gamba,inutile chinare la testa sulle proprie sconfitte o debolezze o paure.Non serve a rimuoverle o ad assorbirne l'effetto.Esci sempre a testa alta e fiero di te stesso da ogni situazione,ammetti i tuoi sbagli,accetta le sconfitte e le perdite,sono parte della vita come le vittorie,le gioie,i nostri pregi.Se devi andare in palestra per "sembrare" quello che non sei è tempo sprecato,non siamo uguali,nel bene e nel male e spesso ma molto più di quello che ti sembra di vedere,chi paventa grande sicurezza o ti appare migliore e più bello,forte,fortunato ha un appuntamento con una sconfitta che lo attende,perchè la vita è così,per tutti.Che ne pensi?Forse ti ho solo annoiato,ma pensaci.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Sin da piccolo ho avuto un grosso complesso d'inferiorità nei confronti degli altri, perchè sono nato in Italia ma da genitori extracomunitari. E il mio sempre sentirmi "diverso" rispetto agli altri mi fa stare molto male, perchè gli altri prima ancora di vedere me, vedono sempre l'etnia di cui faccio parte.

Ma sei stato vittima di razzismo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
ma stai parlando di colore della pelle o cos'altro?scusa la franchezza...chi si vede alto o basso,chi vede solo i propri inestetismi,le proprie incapacità,la propria inadeguatezza,i limiti....siamo tutti maledettamente diversi credimi,anche se c'è chi come te sicuramente si sente + diverso ancora.Credo tu sia da come scrivi,giovane,allora senti,io soffro di una malattia per la quale da ormai più di una decina d'anni ci devo convivere e combattere nonostante sia genetica,cronica,recidivante.E' stata motivo per me di una grande frustrazione per lungo tempo,anche ora quando mi aggredisce provo scioccamente,vergogna e di fatto non è colpa mia.Quindi come mi ha detto tempo fa una donna molto in gamba,inutile chinare la testa sulle proprie sconfitte o debolezze o paure.Non serve a rimuoverle o ad assorbirne l'effetto.Esci sempre a testa alta e fiero di te stesso da ogni situazione,ammetti i tuoi sbagli,accetta le sconfitte e le perdite,sono parte della vita come le vittorie,le gioie,i nostri pregi.Se devi andare in palestra per "sembrare" quello che non sei è tempo sprecato,non siamo uguali,nel bene e nel male e spesso ma molto più di quello che ti sembra di vedere,chi paventa grande sicurezza o ti appare migliore e più bello,forte,fortunato ha un appuntamento con una sconfitta che lo attende,perchè la vita è così,per tutti.Che ne pensi?Forse ti ho solo annoiato,ma pensaci.

Lo so che quello che scrivi è giusto. Ho anche fatto qualche seduta di autostima presso un professionista e mi ripeteva sempre: "credi in te stesso" , "ognuno ha le proprie debolezze e paure", "anche quelli che sembrano sicuri in realtà hanno fobie, insicurezze" e via dicendo, ma la cosa non cambia: in 23 anni di vita non sono riuscito a creare legami con nessuno, ed anche quando ho avuto oportunità di socializzare (vedi a scuola), mi comportavo con freddezza con chi mi allungava la mano, perchè avevo paura di rimanere ferito. Mi è stato detto che l'autostima è da ricercarsi dentro di noi e non dagli altri, ma se io per primo non mi accetto, come posso migliorarmi? Il fatto di essere di etnia diversa è stato sicuramente il punto d'inizio verso questo graduale baratro... la palestra è un obiettivo che mi ero prefissato, perchè magari mi avrebbe aiutato ad avere un rapporto migliore con il mio corpo, infatti quelle 2-3 volte che ci sono andato dopo mi sentivo fiero di me stesso, ma mi causava enormi disagi farmi vedere dagli altri.

Ma sei stato vittima di razzismo?

Beh alcuni compagni in classe che mi prendevano in giro c'erano, cosi come il gruppetto di ragazzini che sul tram viene lì e comincia a prenderti in giro, oppure il semplice vecchietto che incontri per strada e senza nessun motivo ti urla contro... ultimamente non mi succede più, ma in passato si.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Mi sembra di capire che qualcuno che ha mostrato cattiveria verso di te c'è stato, ma c'è stato anche chi ha provato a darti la sua amicizia. Insomma, non sei stato isolato dal mondo, ma solo dai soliti che se la fanno con i più deboli e non credo neanche c'entri il razzismo, probabilmente hanno solo percepito la tua fragilità e se ne sono approfittati, è capitato a tutti di incontrarli.

Il fatto che qualcuno abbia provato a tenderti la mano ti dovrebbe dimostrare che non sei poi tutto questo schifo, solo che tu non te ne accorgi. Il perchè lo sai solo tu, è da ricercare dentro di te, nel tuo passato, nelle relazioni all'interno della tua famiglia e forse uno psicologo ti potrebbe essere d'aiuto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Lo so che quello che scrivi è giusto. Ho anche fatto qualche seduta di autostima presso un professionista e mi ripeteva sempre: "credi in te stesso" , "ognuno ha le proprie debolezze e paure", "anche quelli che sembrano sicuri in realtà hanno fobie, insicurezze" e via dicendo, ma la cosa non cambia: in 23 anni di vita non sono riuscito a creare legami con nessuno, ed anche quando ho avuto oportunità di socializzare (vedi a scuola), mi comportavo con freddezza con chi mi allungava la mano, perchè avevo paura di rimanere ferito. Mi è stato detto che l'autostima è da ricercarsi dentro di noi e non dagli altri, ma se io per primo non mi accetto, come posso migliorarmi? Il fatto di essere di etnia diversa è stato sicuramente il punto d'inizio verso questo graduale baratro... la palestra è un obiettivo che mi ero prefissato, perchè magari mi avrebbe aiutato ad avere un rapporto migliore con il mio corpo, infatti quelle 2-3 volte che ci sono andato dopo mi sentivo fiero di me stesso, ma mi causava enormi disagi farmi vedere dagli altri.

Beh alcuni compagni in classe che mi prendevano in giro c'erano, cosi come il gruppetto di ragazzini che sul tram viene lì e comincia a prenderti in giro, oppure il semplice vecchietto che incontri per strada e senza nessun motivo ti urla contro... ultimamente non mi succede più, ma in passato si.

ok immaginavo,sei giovane.ma questo è un grande vantaggio,sei più portato,per il momento a recepire,cambiare idea e crescere,tra qualche sarà più dura ed alla fine potresti trovarti tu ad essere quel vecchietto in sclero col mondo e inacidito.Tutti quelli che si sono feriti o scottati una volta poi stanno bene attenti a dove mettono le mani ma non per questo le devono tenere in tasca sempre.la vita è rischio,investimento con fiducia ma senza avventatezza,raccogli ciò che semini e se a seminare non sei capace per traumi del passato allora non aspettare che la cosa peggiori,vai da uno psicologo invece che in palestra.Poi un consiglio spassionato,se vuoi un fisico bello e funzionante,lascia stare le palestre,che mediamente sono luoghi che tendono ad isolarti anche peggio.Trovati uno sport di squadra da giocare,lo sport insegna molto,da molto in termini umani e dell'autostima,credimi sulla parola.Non stare tanto a pensare a come sembri "fuori",pensa che in specialmodo le donne che mediamente hanno più cuore e cervello degli uomini,vogliono sapere di più come sei dentro e lì non ci sono palestre che ti possono aiutare.Sport di gruppo dammi retta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.