Vai al contenuto

Pubblicità

Accedi per seguirlo  
filipposcar

Malinconia... Crisi Adolescenziale?

Messaggi consigliati

Ho 16 anni e da circa sempre quando quando vengo interrogato a scuola, quando parlo con un estraneo, o anche a volte con gli amici, con i miei e con i miei fratelli mi blocco nel parlare, mi manca l'aria nel dire le parole interessate, allora cerco sinonimi, mi impappino, bordello...

Non riesco a dire certe parole tipo con la P o la R o altre cose ed a volte dico cose strane e li faccio spaventare.

Quando parlo con gli amici invece mi capita mooolto meno spesso, riesco a dire quasi tutto. Amici? Ma chi voglio prendere in giro? Compagni di classe con cui ho confidenza.

Questa situazione è molto sconveniente mi sento sempre sotto torchio, sono una persona in carne e diciamo che non voglio proprio apparire...

Non riesco ad uscire la sera con gli amici perchè mi sento a disagio difronte a tutta quella gente griffata che non conosco...

Ho paura di entrare in un negozio e chiedere due etti di prosciutto e qualsiasi altra cosa perchè so che mi intartaglierò nel bel mezzo mentre parlo...

Tabù assoluto, mangiare in pubblico... mai sia!

A scuola i miei compagni si sono abutuati e bene o male i professori non ci fanno caso.

Chiuso in casa 24h su 24, magari mi annoio, vorrei uscire e svagarmi ma poi penso al fatto che si schiferanno a vedere la mia trippa e mi impappinerò o starò teso teso... Mi sento ridicolo, penoso...

A volte suono per sfogarmi ma poi risale l'amarezza...

Come risolvo questa situazione? Mi sento male, mi sento una schifezza... mi sento una persona anormale, ma e' il mio inconscio che mi condiziona, fosse per me, parlerei e parlerei...

Ogni volta che mi succede mi sento uno schifo perchè mi rode parecchio.

Non riesco più ad essere felice e per far star contento chi mi sta intorno ogni tanto sparo una battuta... e divento ancora più triste nel vedere tutti felici

C'e' chi dice che e' una normale crisi adolescenziale...che devo superare e superare, pensare che sono uguale agli altri e bla bla bla... ma dico io, na parola! Come convinco il mio IO?

C'e' chi dice che ho una scarsa autostima, e quindi secondo me non sono degno dell'interesse altrui... e dicono, devi superare, superare... ma come!?

Mi sono ridotto a conoscere le ragazze sui giochi online abbordando 20enni, e questo mi fa una tristezza pazzesca...

Devo andare da uno psicologo? Da uno bravo, ma bravo bravo?

Ah Ah AH che divertente... -__-''

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Ho 16 anni e da circa sempre quando quando vengo interrogato a scuola, quando parlo con un estraneo, o anche a volte con gli amici, con i miei e con i miei fratelli mi blocco nel parlare, mi manca l'aria nel dire le parole interessate, allora cerco sinonimi, mi impappino, bordello...

Non riesco a dire certe parole tipo con la P o la R o altre cose ed a volte dico cose strane e li faccio spaventare.

Quando parlo con gli amici invece mi capita mooolto meno spesso, riesco a dire quasi tutto. Amici? Ma chi voglio prendere in giro? Compagni di classe con cui ho confidenza.

Questa situazione è molto sconveniente mi sento sempre sotto torchio, sono una persona in carne e diciamo che non voglio proprio apparire...

Non riesco ad uscire la sera con gli amici perchè mi sento a disagio difronte a tutta quella gente griffata che non conosco...

Ho paura di entrare in un negozio e chiedere due etti di prosciutto e qualsiasi altra cosa perchè so che mi intartaglierò nel bel mezzo mentre parlo...

Tabù assoluto, mangiare in pubblico... mai sia!

A scuola i miei compagni si sono abutuati e bene o male i professori non ci fanno caso.

Chiuso in casa 24h su 24, magari mi annoio, vorrei uscire e svagarmi ma poi penso al fatto che si schiferanno a vedere la mia trippa e mi impappinerò o starò teso teso... Mi sento ridicolo, penoso...

A volte suono per sfogarmi ma poi risale l'amarezza...

Come risolvo questa situazione? Mi sento male, mi sento una schifezza... mi sento una persona anormale, ma e' il mio inconscio che mi condiziona, fosse per me, parlerei e parlerei...

Ogni volta che mi succede mi sento uno schifo perchè mi rode parecchio.

Non riesco più ad essere felice e per far star contento chi mi sta intorno ogni tanto sparo una battuta... e divento ancora più triste nel vedere tutti felici

C'e' chi dice che e' una normale crisi adolescenziale...che devo superare e superare, pensare che sono uguale agli altri e bla bla bla... ma dico io, na parola! Come convinco il mio IO?

C'e' chi dice che ho una scarsa autostima, e quindi secondo me non sono degno dell'interesse altrui... e dicono, devi superare, superare... ma come!?

Mi sono ridotto a conoscere le ragazze sui giochi online abbordando 20enni, e questo mi fa una tristezza pazzesca...

Devo andare da uno psicologo? Da uno bravo, ma bravo bravo?

Ah Ah AH che divertente... -__-''

Ciao Filipposcar.

Sai che non ho capito. Ma il tuo problema è la'trippa' ( così la chiami tu) o il dire parole con la P o la R.

I due problemi possono essere collegati, d' accordo.

Quando senti dire 'è una fase di passaggio, finirà', 'crisi adolescenziale', sembrano cavolate, ma di solito è così.

Comunque, da quel che scrivi provi un forte disagio nelle situazioni 'sociali'. Questo non è un piccolo problema. Io credo che se non lo affronterai in qualche modo, potrebbe peggiorare, la solitudine porta solitudine.

Può non far bene all' autostima, ma perchè non ne vai a parlare con uno psicologo. Forse neanche lui troverà la soluzione, ma almeno potrà valutare con competenza la tua situazione, e gestirla di conseguenza.

Anche perchè, se come dici, amici non ne hai, con chi parli veramente della tua condizione? Con te stesso? Non ne esci. Credi a me.

I tuoi genitori? Fatti, se puoi aiutare da loro, e affronta il problema. Non conviverci senza almeno conoscerlo. E secondo me, tu ora pensi di conoscerlo, ma ne sei solo vittima.

Tanti auguri Filipposcar, e non ti buttare giù. Le difficoltà si possono superare. Ma non soffrire inutilmente, parlane con qualcuno.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao Filippo, come crisi adolescenziale mi sembra un po' esagerata, io fossi in te mi farei aiutare da uno psicologo. Bravo bravo, chiedi? E come fai a sapere prima se lo è? Tu vacci, se poi non ti trovi bene lo cambi finché non trovi quello in sintonia con te. Mio marito ne ha cambiati tre!

Ti racconto di un ragazzo che conosco solo superficialmente, quindi non so quale sia stata la sua strategia, comunque gli è successo questo: lui è balbuziente forte, al punto che per finire una frase ci mette un bel po' e non ti dico come si sentiva. Ad un certo punto, non so perchè, ha iniziato a fregarsene: non gli importava più della reazione della gente, lui parlava, poi che gli altri pensassero quello che volevano. In questo modo ha accettato di andare a lavorare in un bar di un amico che glielo proponeva già da un po' per aiutarlo, ma lui rifiutava sempre per via del suo problema. Da quando lavora e quindi si confronta in continuazione con gente diversa e anche sconosciuta, ha detto che la sua vita è cambiata, perchè ha visto che in fondo è comunque accettato, continua a balbettare, ma non si fa più tanti problemi. Non so come ci sia riuscito, forse è andato da uno psicologo, ma non sono abbastanza in confidenza per chiederglielo, però dimostra come il nostro approccio sia determinante in queste situazione, per questo penso che uno psicologo sia fondamentale.

In bocca al lupo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

I miei dicono non c'è bisogno dello psicologo, tu sei solo pigro...

Mi dicono sempre, esci e cammina... non mi capiscono...

Ne parlo con qualcuno, qualche amico ma non vado mai fino in fondo... perchè se lo facessi scoppierei a piangere

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
I miei dicono non c'è bisogno dello psicologo, tu sei solo pigro...

Mi dicono sempre, esci e cammina... non mi capiscono...

Ne parlo con qualcuno, qualche amico ma non vado mai fino in fondo... perchè se lo facessi scoppierei a piangere

Io credo Filipposcar, ( Oscar per gli amici, facciamo, f...r è troppo complesso ), che il problema non sia parlarne o no con uno psicologo, ma ancora prima, sia parlarne o no con qualcuno. Già il fatto che tu scriva qui, può farti vedere il problema con altri punti di vista. E solo aiutarti.

Non è per drammatizzare, ma la tua situazione, non è buona. Se come dici hai difficoltà a comprare 2 etti di prosciutto, puoi morire di fame.

Senza scherzi. 16 anni sono pochi. C'è il rischio che se non affronti la situazione, almeno provando a risolverla, ti rovini buona parte della gioventù.

Il pensare al tuo malessere da solo, peggiorerà la tua condizione, perchè troverai sempre conferma di ciò che credi.

I genitori spesso banalizzano il dolore, soprattuto psichico. E' successo anche a me. Ma non è cattiveria ( di solito).

Riassumendo, non perdere tempo Oscar, se i tuoi non ti ci portano, vai da solo e prova a parlare con uno psicologo, non rischiare di non farcela. A volte le buone intenzioni non bastano. E non ti vergognare di te, se inizi i colloqui. :):

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
Vai da solo? Ahhh ....

Vabbè ho capito tutto, grazie per i consigli... Ciao

Beh, che ti ci devo portare io????

Se nessuno ti ci porta, tiri fuori un pò di grinta, e in motorino, o in bicicletta, o a piedi, ti vai a cercare uno psicologo.

Poi fai come vuoi? Se però non l' affronti, fai male. E ne paga la tua vita.

Hai fratelli, mi sembra. Hai uno zio? Un amico più grande? Un medico generico? Non è così difficile.

Fobia sociale, ansia, dismorfofobia, ..... mai sentito parlare. Non scherzare con la tua vita.

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Vai da solo? Ahhh ....

Vabbè ho capito tutto, grazie per i consigli... Ciao

Non vorrei dire una c..ta, ma credo che anche attraverso questo sito tu possa comunicare con personale qualificato. Verifica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
Ma come???

Tipo in alto a sinistra, sotto la scritta rossa con l' omino, c'è 'psiconline.it...', clicca lì, e dopo fatti un giro.

Ciao. :):

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.