Vai al contenuto

Pubblicità

Accedi per seguirlo  
valery

MAESTRA INCOMPRENSIBILE HELP ME!!!!!!!!!

Messaggi consigliati

:Talk to the Hand: Salve a tutti,

sono un'insegnante elementare nuova del forum e spero tanto in qualche vostra opinione!

Il problema non e' mio diretto quanto in riferimento al metodo "ASSURDO" che starebbe attuando la maestra di mia figlia (prima elementare), premetto che mia figlia (come il resto della classe) e' approdata al primo giorno di scuola sapendo scrivere solo il suo nome e cognome e che per mia volonta' non ha mai fatto grandi lavori di pregrafia, bene, si trova davanti un'isegnante che propone DAL "PRIMO GIORNO" I QUATTRO CARATTERI CONTEMPORANEAMENTE USANDO IL QUADRETTO PICCOLO!!!!!!!!!!!!! ed assegnando una mole di compiti inaudita!

Dico io se questi poveri bambini scrivono a stento il loro nome in stampatello come possono scrivere pagine e pagine nei quattro caratteri e come se non bastasse sui quadretti piccoli???? bambini che non hanno la piu' pallida idea dello spazio e del movimento?????????????? (per non parlare di ritmi etc...)

Ho affrontato l'isegnante (scuola privata) per cercare di capire in che direzione stesse dirigendosi sul fronte didattico, mi sento dire che questo e' un metodo tutto suo personale, che ha due lauree (peccato che sconosca il termine quaderno operativo) e che i bambini lo spazio ed il movimento se lo devono cercare e guadagnare da soli (????????), il che potrebbe essere condivisibile, ma almeno il primo mese fai un po' di pregrafia NNNNNO??????

Morale della favola le mamme sono imbufalite (quanto e piu' di me), i bambini hanno crisi di pianto e la maestra non si muove di un centrimetro dalla sua filosofia!

IN QUESTI CASI CHE SI FA???.

valery

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


cambi classe!

E' davvero assurdo forzare in bambini in questo modo... ma la maestra è anche lei al suo primo anno? O il suo meotdo è collaudato? boh a me pare davvero troppo! Non sono una maestra ma ho un figlio in seconda e l'anno scorso c'è voluto un pò per immettersi nella logica che non era più all'asilo, non oso immaginare come avrebbe preso un insegnamento a questo ritmi!!! Mi sa che io avrei cambiato classe...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Lei dice di aver gia' fatto 4 prime, ma sarebbe tutto da verificare....

Mi sono pentita di averla inscritta ad una scuola privata perche' mi rendo conto che adesso a chi mi rivolgo???? non c'e' un responsabile didattico!

E' davvero assurdo forzare in bambini in questo modo... ma la maestra è anche lei al suo primo anno? O il suo meotdo è collaudato? boh a me pare davvero troppo! Non sono una maestra ma ho un figlio in seconda e l'anno scorso c'è voluto un pò per immettersi nella logica che non era più all'asilo, non oso immaginare come avrebbe preso un insegnamento a questo ritmi!!! Mi sa che io avrei cambiato classe...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
:Talk to the Hand: Salve a tutti,

sono un'insegnante elementare nuova del forum e spero tanto in qualche vostra opinione!

Il problema non e' mio diretto quanto in riferimento al metodo "ASSURDO" che starebbe attuando la maestra di mia figlia (prima elementare), premetto che mia figlia (come il resto della classe) e' approdata al primo giorno di scuola sapendo scrivere solo il suo nome e cognome e che per mia volonta' non ha mai fatto grandi lavori di pregrafia, bene, si trova davanti un'isegnante che propone DAL "PRIMO GIORNO" I QUATTRO CARATTERI CONTEMPORANEAMENTE USANDO IL QUADRETTO PICCOLO!!!!!!!!!!!!! ed assegnando una mole di compiti inaudita!

Dico io se questi poveri bambini scrivono a stento il loro nome in stampatello come possono scrivere pagine e pagine nei quattro caratteri e come se non bastasse sui quadretti piccoli???? bambini che non hanno la piu' pallida idea dello spazio e del movimento?????????????? (per non parlare di ritmi etc...)

Ho affrontato l'isegnante (scuola privata) per cercare di capire in che direzione stesse dirigendosi sul fronte didattico, mi sento dire che questo e' un metodo tutto suo personale, che ha due lauree (peccato che sconosca il termine quaderno operativo) e che i bambini lo spazio ed il movimento se lo devono cercare e guadagnare da soli (????????), il che potrebbe essere condivisibile, ma almeno il primo mese fai un po' di pregrafia NNNNNO??????

Morale della favola le mamme sono imbufalite (quanto e piu' di me), i bambini hanno crisi di pianto e la maestra non si muove di un centrimetro dalla sua filosofia!

IN QUESTI CASI CHE SI FA???.

valery

Mah, senti, di solito si inizia dallo stampato maiuscolo, molto più semplice.

E nei quadretti da un centimetro.

C'è chi invece sostiene i tre caratteri da subito, ma vi sono molte ragioni per posticiparli, non sto a dilungarmi.

Però ai miei tempi, io hoiniziato col lapis e sui quadretti da mezzo centimetro in corsivo e basta, la data in stampato maiuscolo e minuscolo,e sono sopravvissuta.

Per cui, boh?, non mi farei troppe ansie, da trasmettere ai bambini.

Tutt'al più vanno fuori del quadretto come pare a loro, ma non è mica un problema!!

Guarda un po' come si evolve.

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Okkk, grazie...ma qui la situazione e' piu' pesantuccia..., non vuoi i "4" caratteri sin dal primo giorno (quando ste povere creature sapevano scrivere a malapena il loro nome in stampatello) ma una mole di compiti per casa veramente esagerata pagine e pagine di lettere nei 4 caratteri per un totale di 4 ore mediamente di lavoro!!!!!! ed io mia figlia quando me la spupazzo un po? che alle 19.00 mi crolla???

Poi con quale criterio si comincia sin dal primo giorno a far un lavoro del genere senza la minima conoscenza delle abilita' individuali di ciascno? niente verifiche, niente test, prove d'ingresso...,niente di niente....MA SIAMO PAZZI??? insegno da 20 anni e non ho mai visto una cosa del genere e non mi reputo di certo l'ultima arrivata o una rimasta all'anteguerra!

Mortalmente pentita della scelta visto anche il caratteraccio e la presunzione di questa maestra la quale pochi giorni prima si era lasciata scappare che prima d'insegnare in questa scuola privata faceva la psicologa in una casa di riposo...

BAH?!?!?!

Mah, senti, di solito si inizia dallo stampato maiuscolo, molto più semplice.

E nei quadretti da un centimetro.

C'è chi invece sostiene i tre caratteri da subito, ma vi sono molte ragioni per posticiparli, non sto a dilungarmi.

Però ai miei tempi, io hoiniziato col lapis e sui quadretti da mezzo centimetro in corsivo e basta, la data in stampato maiuscolo e minuscolo,e sono sopravvissuta.

Per cui, boh?, non mi farei troppe ansie, da trasmettere ai bambini.

Tutt'al più vanno fuori del quadretto come pare a loro, ma non è mica un problema!!

Guarda un po' come si evolve.

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Okkk, grazie...ma qui la situazione e' piu' pesantuccia..., non vuoi i "4" caratteri sin dal primo giorno (quando ste povere creature sapevano scrivere a malapena il loro nome in stampatello) ma una mole di compiti per casa veramente esagerata pagine e pagine di lettere nei 4 caratteri per un totale di 4 ore mediamente di lavoro!!!!!! ed io mia figlia quando me la spupazzo un po? che alle 19.00 mi crolla???

Poi con quale criterio si comincia sin dal primo giorno a far un lavoro del genere senza la minima conoscenza delle abilita' individuali di ciascno? niente verifiche, niente test, prove d'ingresso...,niente di niente....MA SIAMO PAZZI??? insegno da 20 anni e non ho mai visto una cosa del genere e non mi reputo di certo l'ultima arrivata o una rimasta all'anteguerra!

Mortalmente pentita della scelta visto anche il caratteraccio e la presunzione di questa maestra la quale pochi giorni prima si era lasciata scappare che prima d'insegnare in questa scuola privata faceva la psicologa in una casa di riposo...

BAH?!?!?!

:blink: poveri vecchietti....

ma davvero non c'è nessuna figura di coordinamento, un "preside", un supervisore (scusa ma non me ne intendo di scuole elementari, ne di scuole private) insomma qualcuno a cui lei debba rendere conto e con cui parlare voi genitori di comune accordo?

perchè altrimenti ha ragione digi, cambia scuola o classe!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Okkk, grazie...ma qui la situazione e' piu' pesantuccia..., non vuoi i "4" caratteri sin dal primo giorno (quando ste povere creature sapevano scrivere a malapena il loro nome in stampatello) ma una mole di compiti per casa veramente esagerata pagine e pagine di lettere nei 4 caratteri per un totale di 4 ore mediamente di lavoro!!!!!! ed io mia figlia quando me la spupazzo un po? che alle 19.00 mi crolla???

Poi con quale criterio si comincia sin dal primo giorno a far un lavoro del genere senza la minima conoscenza delle abilita' individuali di ciascno? niente verifiche, niente test, prove d'ingresso...,niente di niente....MA SIAMO PAZZI??? insegno da 20 anni e non ho mai visto una cosa del genere e non mi reputo di certo l'ultima arrivata o una rimasta all'anteguerra!

Mortalmente pentita della scelta visto anche il caratteraccio e la presunzione di questa maestra la quale pochi giorni prima si era lasciata scappare che prima d'insegnare in questa scuola privata faceva la psicologa in una casa di riposo...

BAH?!?!?!

Ma perchè non la mandi in una scuola pubblica, Valery?

Anch'io insegno da vent'anni e ho due figli, sinceramente quattr'ore ore di lavoro manco la più grande al Liceo :icon_surprised:

Ma questa scuola privata è la Bocconi? :icon_confused:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Lei dice di aver gia' fatto 4 prime, ma sarebbe tutto da verificare....

Mi sono pentita di averla inscritta ad una scuola privata perche' mi rendo conto che adesso a chi mi rivolgo???? non c'e' un responsabile didattico!

Ma scusa, come non c'è un responsabile didattico? Lì le maestre fanno quello che vogliono?

Perchè non provi a fare un fronte comune con le altre mamme per vedere se riuscite almeno a farle ridurre (di molto!) i compiti a casa? Forse, di fronte a tante mamme si deciderà a fare qualche passo indietro. Se non dovesse funzionare, anch'io opterei per il cambio di scuola. Quando scelsi la scuola per mio figlio (terza elementare) andai anche a girare le 3 scuole del mio comprensorio e parlai con quelle che sarebbero potute essere le sue maestre, in modo da orientarmi verso la scuola che ritenevo più idonea. Ti consiglio di farlo, ci perdi un po' di tempo, ma per me ne vale la pena. Io sono contentissima!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ma scusa, come non c'è un responsabile didattico? Lì le maestre fanno quello che vogliono?

Perchè non provi a fare un fronte comune con le altre mamme per vedere se riuscite almeno a farle ridurre (di molto!) i compiti a casa? Forse, di fronte a tante mamme si deciderà a fare qualche passo indietro. Se non dovesse funzionare, anch'io opterei per il cambio di scuola. Quando scelsi la scuola per mio figlio (terza elementare) andai anche a girare le 3 scuole del mio comprensorio e parlai con quelle che sarebbero potute essere le sue maestre, in modo da orientarmi verso la scuola che ritenevo più idonea. Ti consiglio di farlo, ci perdi un po' di tempo, ma per me ne vale la pena. Io sono contentissima!

Grazie per l'attenzione e la risposta,

Mi sono informata oggi telefonicamente circa un responsabile didattico, chi mi ha risposto (istituto di religiose) e' stata piuttosto vaga, mi ha fatto un nome senza fornirmi altre info..., intanto lunedi andro' personalmente a vederci chiaro! il guaio e' che questa STRONZA di maestra (laica) gode della stima di tutto l'istituto e quartiere! (in base a cosa non si sa...)

AH! dimenticavo! oggi ha lasciato mia figlia (che ha 5 anni e mezzo) a digiuno perche' non aveva finito di ricopiare alla lavagna!!!!!!!!!!

mia figlia fa colazione alle 06.30 del mattino, l'ho ripresa alle 13.30 da scuola e non aveva ne mangiato la merenda , ne bevuto il succo di frutta!

chieste spiegazioni alla bambina mi risponde che la maestra ha fissato la regola che chi non finisce il compito non fa merenda! MA DICO QUESTA PAZZA SI RENDE CONTO CHE SONO BAMBINI APPENA USCITI DA UNA SCUOLA MATERNA????????????

Vi aggiorno lunedi, un bacio e grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ma perchè non la mandi in una scuola pubblica, Valery?

Anch'io insegno da vent'anni e ho due figli, sinceramente quattr'ore ore di lavoro manco la più grande al Liceo :icon_surprised:

Ma questa scuola privata è la Bocconi? :icon_confused:

..SI, MI STO MUOVENDO IN TAL SENZO..., OGGI HO CHIAMATO DUE SCOLE CHE ANDRO' A VISITARE PROX SETT.

AH! SAI L'ULTIMA?? OGGI MI HA LASCIATO LA BAMBINA DIGIUNA PERCHE' NON AVEVA FINITO DI RICOPIARE ALLA LAVAGNA!

SI LASCIA SENZA MERENDA UNA BIMBA DI 5 ANNI E MEZZO...

COMINCIO VERAMENTE A NON AVERE BUONI SENSAZIONI...

A PRESTO MIE NEWS..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
..SI, MI STO MUOVENDO IN TAL SENZO..., OGGI HO CHIAMATO DUE SCOLE CHE ANDRO' A VISITARE PROX SETT.

AH! SAI L'ULTIMA?? OGGI MI HA LASCIATO LA BAMBINA DIGIUNA PERCHE' NON AVEVA FINITO DI RICOPIARE ALLA LAVAGNA!

SI LASCIA SENZA MERENDA UNA BIMBA DI 5 ANNI E MEZZO...

COMINCIO VERAMENTE A NON AVERE BUONI SENSAZIONI...

A PRESTO MIE NEWS..

PS: SCUSATE GLI STRAFALCIONI MA STO SCRIVENDO DORMENDO....AVVILITA DI LAVORO E PREOCCUPAZIONE.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
:blink: poveri vecchietti....

ma davvero non c'è nessuna figura di coordinamento, un "preside", un supervisore (scusa ma non me ne intendo di scuole elementari, ne di scuole private) insomma qualcuno a cui lei debba rendere conto e con cui parlare voi genitori di comune accordo?

perchè altrimenti ha ragione digi, cambia scuola o classe!

Mi sono informata oggi telefonicamente circa un responsabile didattico, chi mi ha risposto (istituto di religiose) e' stata piuttosto vaga, mi ha fatto un nome senza fornirmi altre info..., intanto lunedi andro' personalmente a vederci chiaro! il guaio e' che questa STRONZA di maestra (laica) gode della stima di tutto l'istituto e quartiere! (in base a cosa non si sa...)

AH! dimenticavo! oggi ha lasciato mia figlia (che ha 5 anni e mezzo) a digiuno perche' non aveva finito di ricopiare alla lavagna!!!!!!!!!!

mia figlia fa colazione alle 06.30 del mattino, l'ho ripresa alle 13.30 da scuola e non aveva ne mangiato la merenda , ne bevuto il succo di frutta!

chieste spiegazioni alla bambina mi risponde che la maestra ha fissato la regola che chi non finisce il compito non fa merenda! MA DICO QUESTA PAZZA SI RENDE CONTO CHE SONO BAMBINI APPENA USCITI DA UNA SCUOLA MATERNA????????????

Vi aggiorno lunedi, un bacio e grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ma perchè non la mandi in una scuola pubblica, Valery?

Anch'io insegno da vent'anni e ho due figli, sinceramente quattr'ore ore di lavoro manco la più grande al Liceo :icon_surprised:

Ma questa scuola privata è la Bocconi? :icon_confused:

A parte la scelta sfortunata della scuola, penso di capire le motivazioni di Valery nel preferire un istituto privato (oltre al fatto, probabilmente, che la bambina non ha ancora compiuto 6 anni):

con i tagli alle scuole pubbliche le prospettive sono tutt'altro che rosee.

Mio figlio ha appena iniziato la prima elementare (pubblica). Nella sua scuola ci sono solo due bidelli per 250 bambini distribuiti su 4 piani, che non possono mai lasciare la portineria. Alcuni giorni fa sono salita in classe per parlare con l'insegnante che è arrivata con un ritardo di venti minuti. In quel lasso di tempo i bambini sono stati lasciati incustoditi "per carenza di personale" (eravamo presenti, per puro caso, solo io e altre due mamme). In più occasioni i bambini (tra cui il mio) sono tornati a casa con il grembiulino tagliuzzato (dice mio figlio "Ho dei compagni svitati").Una bambina è stata portata al pronto soccorso con un taglio all'orecchio che è stato suturato ( si giustifica l'insegnante: "Sono bambini piuttosto vivaci").

In un'occasione mio figlio è rimasto senza merenda perché gliel'abbiamo portata dopo l'inizio delle lezioni, ma i bidelli si sono rifiutati di farmi salire e di lasciare la portineria.

Dobbiamo portare a turno: carta igienica, Scottex e sapone per le mani. Le condizioni igieniche dell'aula sono deprecabili.

Dall'inizio della scuola abbiamo già lasciato svariate decine di euro per l'acquisto di materiale per la classe.

Il tempo pieno è stato garantito solo per quattro giorni la settimana grazie ai salti mortali della direttrice che ha rinunciato alle ore di compresenza, e per gli anni prossimi è tutto da vedere.

I tagli, mi dicono, non sono ancora finiti (e non solo quelli sul grembiule).

Mah.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
A parte la scelta sfortunata della scuola, penso di capire le motivazioni di Valery nel preferire un istituto privato (oltre al fatto, probabilmente, che la bambina non ha ancora compiuto 6 anni):

con i tagli alle scuole pubbliche le prospettive sono tutt'altro che rosee.

Mio figlio ha appena iniziato la prima elementare (pubblica). Nella sua scuola ci sono solo due bidelli per 250 bambini distribuiti su 4 piani, che non possono mai lasciare la portineria. Alcuni giorni fa sono salita in classe per parlare con l'insegnante che è arrivata con un ritardo di venti minuti. In quel lasso di tempo i bambini sono stati lasciati incustoditi "per carenza di personale" (eravamo presenti, per puro caso, solo io e altre due mamme). In più occasioni i bambini (tra cui il mio) sono tornati a casa con il grembiulino tagliuzzato (dice mio figlio "Ho dei compagni svitati").Una bambina è stata portata al pronto soccorso con un taglio all'orecchio che è stato suturato ( si giustifica l'insegnante: "Sono bambini piuttosto vivaci").

In un'occasione mio figlio è rimasto senza merenda perché gliel'abbiamo portata dopo l'inizio delle lezioni, ma i bidelli si sono rifiutati di farmi salire e di lasciare la portineria.

Dobbiamo portare a turno: carta igienica, Scottex e sapone per le mani. Le condizioni igieniche dell'aula sono deprecabili.

Dall'inizio della scuola abbiamo già lasciato svariate decine di euro per l'acquisto di materiale per la classe.

Il tempo pieno è stato garantito solo per quattro giorni la settimana grazie ai salti mortali della direttrice che ha rinunciato alle ore di compresenza, e per gli anni prossimi è tutto da vedere.

I tagli, mi dicono, non sono ancora finiti (e non solo quelli sul grembiule).

Mah.

Senti, Che i bambini siano stati lasciati incustoditi è un fatto GRAVISSIMO, da imputare alla negligenza di qualcuno, e non ai tagli.

Per NESSUNA RAGIONE, una classe deve rimanere senza sorveglianza, tagli o non tagli.

Al limite si smistano nelle altre classi.

Se però alla PRESENZA dell'insegnante, un bambino taglia l'orecchio a un altro, egli non può impedirlo fisicamente da lontano, tutt'al più può mettere in atto tutto ciò che è necessario affinchè non avvenga.

Ma non tutto è impedibile, dovremmo avere la bacchetta magica.

Le forbici sono un'attrezzo discutibile, piuttosto, messe in mano a bambini piccoli.

Pertanto, se ne potrebbe fare a meno, se vi sono casi arischio.

Che abbiate lasciato dei soldi, anche questo è da discutere, sebbene sia una pratica assai diffusa, essa dipende da quanto voi concordate, a livello di Consigli di classe, con lascuola: non siete tenute ad acquistare NIENTe, se non penna, lapis matite e gomma, che sono oggetti personali, e che non fanno parte del corredo normalmente fornito, così come lo zaino e il grembiule.

Sulle condizioni igieniche, anche su quello c'è da ridire: i custodi spesso non effettuano tutte le pulizie, ma esse sono affidate a ditte appaltatrici, il responsabile del personale ATA, che è il Segretario, sotto la supervisionedel Dirigente, ha l'obbligo di vigilare che le pulizie vengano effettuate correttamente.

La merendalapossono consegnare i bidelli, al bambino, tu non puoi entrare nelle classi come genitore, a meno che nel Regolamento interno non ci sia scritto che le merende non si possono portare in ritardo.

CArta igienica, Scottex e sapone devono essere forniti dalla Scuola, che reperiscano i fondi, non è obbligo dei Genitori sborsare alcunchè, a meno che non abbiate acconsentito tramite Consiglio D'Istituto.

Che altro, boh?

Se mi viene a mente altro, te lo dico.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

i genitori sborsano volontariamente perchè non ci stanno i soldi dopo i tagli del governo!

non succede mica solo nella scuola di muchacha... magari succedesse solo a lei, magari!

comunque muchacha stai serena che a ora che i tuoi figli arrivano all'università, avranno smantellato pure quella.

nel silenzio generale dei media, mentre in questi giorni tutte le università sono in agitazione...

ma forse questo andrebbe in "democrazia in pericolo"...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

I genitori sbagliano, a sborsare volontariamente, lo fanno per il bene dei figli, naturalmente, ma devono sapere che non sono tenuti a farlo.

Altrimenti si fa il gioco del governo.

Per quanto riguarda la carta delle fotocopie, ad esempio, molto richiesta, non è necessario fare tante fotocopie, sono gli insegnanti che hanno l'abitudine di farle, ma ci sono, a mio avviso, validi libri di testo più il quaderno e le manine dei bimbi, nei limiti delle loro possibilità, ovvio,dunque è cosa superflua.

Non è assolutamente necessario che storia si studi sulle fotocopie, come ho visto prassi diffusissima.

Alle medie e superiori, la cosa finisce, ad esempio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

caspita che situazioni, mi ritengo molto fortunata dopotutto!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
i genitori sborsano volontariamente perchè non ci stanno i soldi dopo i tagli del governo!

Le insegnanti lo hanno definito un "contributo volontario obbligatorio" :Batting Eyelashes:

Mi chiedo solo per quale motivo continuino a chiamarla "scuola pubblica": la scuola è PRIVATA in tutto e per tutto. O meglio, privata DI tutto...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
I genitori sbagliano, a sborsare volontariamente, lo fanno per il bene dei figli, naturalmente, ma devono sapere che non sono tenuti a farlo.

Altrimenti si fa il gioco del governo.

Vero, Light, qua però non si parla di carta per fotocopie ma di carta igienica, sapone per lavarsi le mani e Scottex per asciugarsele. Sempre che l'igiene non sia considerato un optional...

Ah, gli ultimi 5 euro servivano tra l'altro per l'acquisto dei gessetti.

Alla prossima occasione probabilmente ci chiederanno un contributo per comprare i banchi nuovi all'Ikea :-)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Vero, Light, qua però non si parla di carta per fotocopie ma di carta igienica, sapone per lavarsi le mani e Scottex per asciugarsele. Sempre che l'igiene non sia considerato un optional...

Ah, gli ultimi 5 euro servivano tra l'altro per l'acquisto dei gessetti.

Alla prossima occasione probabilmente ci chiederanno un contributo per comprare i banchi nuovi all'Ikea :-)

Naaa, anche i gessi v'hanno fatto comprare :icon_surprised::D:

Sì, però ascolta, il Fondo d'Istituto è diviso in vari Capitoli.

Ora, che il Dirigente abbia succhiato tutti i soldi del facile consumo, senza prevedere due euro di gessi in una scuola,guarda..

o dove li ha spesi i soldi, tutti in megafaraonici progetti, anche quelli della carta igienica?( che non ricordo se poi spetti al Comune, eh?)

Io mi domando e dico.

Forse bimbi c'hanno le Lim in classe?

Ah, e il Comune dov'è?

o i banchi li devon chiedere al Comune, eh? Gli arredi spettano al Comune!!! :D:

Ma per curiosità, vi hanno fatto pagare pure la tassa d'iscrizione?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
AH! dimenticavo! oggi ha lasciato mia figlia (che ha 5 anni e mezzo) a digiuno perche' non aveva finito di ricopiare alla lavagna!!!!!!!!!!

Secondo me qua ci sono gli estremi per una denuncia, credo che il digiuno sia assimilabile alle punizioni fisiche.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.