Vai al contenuto

Pubblicità

Viandante

Non essere mai piaciuto a nessuna ragazza a 30 anni suonati.

Recommended Posts

la malattia della depressione è un altra cosa. anzitutto perchè quasi mai è conseguente a cause esterne scatenanti: essa priva gradualmente l'individuo di riosorse mentali e fisiche. il malato di depressione non riesce a svolgere alcuna attività proprio perchè mancano le energie e le risorse base. se non ha la forza di mangiare, figurarsi per trombare, soprattutto se non è in più in grado di ricavarne piacere, da nulla tra l'altro. poi un malato di depressione neanche sa o dice di esserlo: lui si sente cosi e è cosi. senza definizioni o alternative. figurati

Però a mio marito è stata diagnosticata la depressione da due psicologi, si è anche curato e ora sembra superata, ma il desiderio sessuale non gli è mai passato, nemmeno nei periodi più bui... anzi, forse delle due lo stava facendo passare a me anche se non ero depressa, perchè in certi momenti mi era diventato veramente insopportabile. <_<

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Però a mio marito è stata diagnosticata la depressione da due psicologi, si è anche curato e ora sembra superata, ma il desiderio sessuale non gli è mai passato, nemmeno nei periodi più bui... anzi, forse delle due lo stava facendo passare a me anche se non ero depressa, perchè in certi momenti mi era diventato veramente insopportabile. <_<

io non metto in dubbio la diagnosi di nessuno; tantomeno quella di professionisti.

però mi posso permettere di osservare che anche in medicina, dove la diagnosi è praticamente scientifica, ci possono essere degli errori (e mi voglio riferire solo a quelli in buona fede :Whistle:).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
io non metto in dubbio la diagnosi di nessuno; tantomeno quella di professionisti.

però mi posso permettere di osservare che anche in medicina, dove la diagnosi è praticamente scientifica, ci possono essere degli errori (e mi voglio riferire solo a quelli in buona fede :Whistle:).

Ma questo vuol dire che secondo te poteva essere sbagliata la diagnosi o che ci possono essere eccezioni, per cui non tutti i depressi perdono il desiderio? :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Ma questo vuol dire che secondo te poteva essere sbagliata la diagnosi o che ci possono essere eccezioni, per cui non tutti i depressi perdono il desiderio? :huh:

secondo me alcune diagnosi possono essere sbagliate (non quella li, 1 perchè non conosco il caso e 2 non ho l'abilitazione per giudicare). questo cmq non lo dico io, ma succede continuamente in una scienza che ha 4000 anni, figurarsi in una che ne ha a malapena 100.

poi, cosi come è possibile che non tutti quelli che hanno il tumore al polmone crepano in 6 mesi, ma magari campano pure 10 anni, è possibile che un depresso abbia la voglia e la forza di trombare; al momento non si può affermare altrimenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
secondo me alcune diagnosi possono essere sbagliate (non quella li, 1 perchè non conosco il caso e 2 non ho l'abilitazione per giudicare). questo cmq non lo dico io, ma succede continuamente in una scienza che ha 4000 anni, figurarsi in una che ne ha a malapena 100.

poi, cosi come è possibile che non tutti quelli che hanno il tumore al polmone crepano in 6 mesi, ma magari campano pure 10 anni, è possibile che un depresso abbia la voglia e la forza di trombare; al momento non si può affermare altrimenti.

Ah, ok! Ma dai discorsi che facevi con Erin sembrava la pensassi diversamente, per quello mi erano sorti i dubbi.

Ora è più chiaro! :ola (4):

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Ah, ok! Ma dai discorsi che facevi con Erin sembrava la pensassi diversamente, per quello mi erano sorti i dubbi.

Ora è più chiaro! :ola (4):

siccome tu sei una furbetta :acute:, per come hai posto la domanda io non ti potevo rispondere altrimenti, e penso nessun'altro avrebbe potuto (l'eccezione credo si possa negare solo in fisica o chimica, ma non ne sarei neanche tanto convinto).

i discorsi che ho fatto con Erin vanno riferiti ai suoi interventi.

il discorso sulla depressione in generale era volto a far notare la differenza tra uno che non può camminare perchè si è rotto la gamba ("depressione" post trauma), e un altro che non può più camminare perchè piano piano ha perso sensibilità alle gambe ed è diventato paralitico (depressione clinica). :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
i discorsi che ho fatto con Erin vanno riferiti ai suoi interventi.

Bhè, dall'intervento qui sotto, non sembra ti riferissi solo agli interventi di Erin e, avendo un marito che ha sofferto di depressione, volevo chiarirmi le idee.

una caratteristica molto importante (per non dire fondamentale) della depressione è l'anedonia, ovvero la non capacità di provare piacere.

un depresso al sesso neanche ci pensa, proprio non ha modo di contemplarlo neanche;

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
cosa ti avrei riconfermato io? :huh:

ego, perchè fai domande retoriche condite da faccine inutili? :huh:

mi hai confermato quello che nel seguito della risposta hai ribadito (a riprova che avevi capito il senso del mio messaggio): che uno dei sintomi della depressione clinica sia il calo di desiderio!

tutti noi in un momento particolarmente buio o triste, ci siamo ritrovati a dire o pensare "so depresso".

non a caso ho riportato la situazione estrema di quello che perde moglie e figlio in una settimana.

sfido chiunque, in una situazione del genere (che nessuno augura a nessun'altro), a non ritrovarsi poi abbattuto, profondamente triste, a non mangiare piu, a "guidare a fari spenti nella notte per vedere se poi è tanto difficile morire" e simili.

questa non è necessariamente una malattia però. anzi direi che è una reazione normale, se non auspicabile, per superare quel trauma terribile. con il necessario "periodo fisilogico" e magari con il dovuto supporto emotivo, questa persona tornerà a svolgere le sue funzioni normali, seppure, per forza di cose, sarà una persona diversa.

la malattia della depressione è un altra cosa. anzitutto perchè quasi mai è conseguente a cause esterne scatenanti: essa priva gradualmente l'individuo di riosorse mentali e fisiche. il malato di depressione non riesce a svolgere alcuna attività proprio perchè mancano le energie e le risorse base. se non ha la forza di mangiare, figurarsi per trombare, soprattutto se non è in più in grado di ricavarne piacere, da nulla tra l'altro. poi un malato di depressione neanche sa o dice di esserlo: lui si sente cosi e è cosi. senza definizioni o alternative. figurati queindi se viene anche a scriverlo su un forum.

questo cmq non vuol dire assolutamente che anche se una persona non è malata di depressione, questa non soffra veramente e profondamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Bhè, dall'intervento qui sotto, non sembra ti riferissi solo agli interventi di Erin e, avendo un marito che ha sofferto di depressione, volevo chiarirmi le idee.

si è come ho detto. ad Erin ho fatto solo delle domande fornendogli degli elemnti con cui potersi confrontare.

un depresso che è in grado di provare piacere è un paradosso per definizione.

se consideriamo l'attivita sessuale come un attività piacevole (e non come un attività dovuta o forzata per dire), chiaro che un depresso con tale caratteristica (necessaria alla diagnosi), al sesso non ha neanche modo di pensarci.

ci potranno esse pure quelli che trombano, per carità, ma non è accettando acriticamente ad occhi chiusi una diagnosi potenzialmente fallibile o facendosi confermare l'esistenza di "un eccezzione" che si chiariscono le idee cmq :Raised Eyebrow:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
ego, perchè fai domande retoriche condite da faccine inutili? :huh:

mi hai confermato quello che nel seguito della risposta hai ribadito (a riprova che avevi capito il senso del mio messaggio): che uno dei sintomi della depressione clinica sia il calo di desiderio!

lo sapevo (poi dici perchè faccio domande retoriche :Batting Eyelashes: ).

io non ho parlato di calo di desiderio ma di incapacità di provare piacere. e più in la di incapacità di fare qualunque cosa per mancanza di risorse fisiche anche.

quanti depressi ci sono che dicono "io voglio uscirne! io voglio guarire! io voglio qui io voglio li!".

non sono forse desideri questi?

solo che se non hanno le risorse psichiche e fisiche neanche per alzarzi dal letto, possono desiderare quanto vogliono, ma cè poco da fare (anzi rischierebbero pure di aggravare la situazione a dirla tutta, e qui magari si smette anche di desiderare o pensare).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

ho capito Ego, diciamo che erroneamente io mettevo sotto la dicitura "calo del desiderio" , quell'insieme di fattori che hai elencato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Come da titolo non ho mai avuto una ragazza in 30 anni di vita. Sono brutto (non lo dico io,ma me lo dicono o fanno intendere gli altri sin dall'adolescenza),non so cosa significhi dare un bacio ad una ragazza,non so cosa significhi essere desiderato da una ragazza ed essere apprezzato. Ho un carattere molto forte, amici e una buona vita sociale.Sono laureato e ho un buon lavoro,ma con le donne sono sempre stato una frana a causa del mio aspetto esteriore e ho la certezza matematica che il mio problema sia quello perchè caratterialmente piaccio e dalle donne riesco a rimediare solo amicizia. Il problema è il viso, ho dei lineamenti sgradevoli, che solo la chirurgia plastica potrebbe correggere, ma non voglio sottopormi alla stessa. Vi dico che fino ad un anno fa non mi ponevo il problema,ma ora avverto come un vuoto che non riesco a colmare nonostante abbia hobby,lavoro ed interessi. So che i problemi reali sono altri e mi ritengo fortunato.

Prova a vedere la tua fisicità non come un ostacolo,ma come un trampolino di lancio.E ricorda che il bravo seduttore non corteggia,ma è corteggiato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Le sue priorità fisiche non credo che le cambierai perchè fanno parte di lui e non sarebbe neanche giusto cercare di cambiarle. Però, già il fatto che lui ti capisca e magari muova qualche passo per venirti incontro, secondo me è già un modo per abbattere il muro fra di voi.

Ciao,

mi scuso tanto per l'assenza dal forum, ma ho avuto un periodo incasinato con il lavoro :)

Quanto all'argomento della discussione, ti dico: ne sono certa, ormai.

In questo periodo faticoso per entrambi, ho avuto comunque modo di notare come Lui si sia non solo impegnato, ma abbia anche capito che fare un passo ( e più d'uno) verso di me in quel senso abbia portato benificio alla nostra armonia.

Per rispondere anche ad Ego,

...abbiamo passato dei momenti nei quali entrambi eravamo parecchio giù di corda ed entrambi chiedevamo all'altro di tirarci su, senza essere in grado di uscire dalla tristezza.

Lui aveva i genitori malati ed io non andavo d'accordo con i miei.

Eravamo preoccupati per il lavoro e non avevamo nessun appoggio per costruire un futuro. Lui era diventato apatico e io ho sclerato.

Io chiedevo (e chiedo tutt'ora, con meno insistenza e in modo differente) più intimità fisica. Lui invece non sapeva bene di che cosa avesse bisogno per stare meglio. Il sesso non lo interessava, ed io ero disperata.

Quindi, forse, la mia non era depressione, ma disperazione.

Non m'era passata la voglia di fare, ma m'era passata la voglia di pensare positivo. Quindi facevo per inerzia, chiedevo per inerzia, ma lo chiedevo in un modo che lui non capiva.

Ho imparato a farmi ascoltare, ho imparato a non pretendere.

Come il sesso non c'è nient'altro, per me.

Una felicità così, non la provo in altro modo.

Tuttavia, ho imparato a valorizzare anche il resto.

Tutto il resto che faccio, a partire dagli hobby, dal rapporto con gli amici, dal modo di rapportarmi con gli altri, dal modo di organizzare la mia vita ed i momenti di divetimento, di relax e di intimità.

A coltivare delle cose che mi fanno felice, ed alle quali il pensiero può andare volentieri se quel giorno in particolare "non si fa".

Pensando che queste altre cose sono ugualmente molto importanti per la mia serenità e non sono cose banali o futili.

Ho iniziato a coltivare la mia vita, ad arricchirla come un giardino, piuttosto che a pensare solamente a lavorare, agli obblighi, alle scadenze.

E in questo cerco di convincere un po' anche Lui, che è un po' più ansioso, ma so che mi vuole bene :)

Grazie a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.