Vai al contenuto

Pubblicità

edaimuoviti

Tavor Oro

Recommended Posts

Di nuovo buon giorno a tutti,

sono un uomo di Venezia e ormai da anni soffro di attacchi di panico che mi vengono nei mezzi pubblici (battelli (vivo a Venezia), pulman, treni ecc...).

Tutto questo comunque ormai non mi crea alcun problema in quanto ho totalmente eliminato qualsiasi trasporto pubblico dalla mia vita. Certo, non vi nascondo che mi piacerebbe tornare a vivere come una persona normale e potermi muovere liberamente senza sempre dover prendere la mia barca, o la mia auto o, in alternativa, il taxi. Tuttavia ormai mi sono organizzato e quindi da molto tempo vivo serenamente la mia vita.

Volevo specificare che io non prendo assolutamente nessun farmaco per questi miei problemi (non prendo farmaci in generale) e ripeto che comunque vivo serenamente la mia vita senza prendere mezzi pubblici e senza trovarmi nelle situazioni che mi portano attacchi di panico.

Il problema però è adesso arrivato, devo andare in India e quindi dovrò prendere (senza via di scampo) un mezzo pubblico (l'aereo)!

Non vi nascondo che tante volte ho pensato di cancellare il viaggio e di starmene a casa mia, però in quel momento mi sento un fallito e vi giuro che assolutamente non voglio perdermi la possibilità di viaggiare solo perchè ho il terrore che mi venga un attacco di panico mentre sono chiuso in aereo.

Allora ne ho parlato con un mio amico che è medico e mi ha consigliato di prendere un Tavor Oro da 2.5 mg prima di prendere l'aereo (lui mi ha detto di metterlo sotto la lingua nel tunnel che porta all'aereo) ma io sono sicuro che la mia ansia inizierà almeno dal giorno prima.

Qualcuno di voi l'ha già provato? Siamo sicuri che mi faccia effetto o rischio che mi venga un attacco di panico lo stesso? Adesso che ho parlato con il mio medico mi sento un po' più tranquillo quando penso al viaggio, tuttavia però ho ancora paura che possa non funzionare e di sentirmi male durante il viaggio!

Ringrazio sin d'ora tutti quelli che mi risponderanno e vi mando a tutti un caloroso saluto!

Edaimuoviti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicità


ma i tuoi attacchi di panico sono "categoriali"?

cioè si presentano solo sui mezzi definiti o considerati come "mezzi pubblici"?

se l'aereo con cui andare in india fosse un mini jet privato come pensi sarebbe la tua ansia?

cmq riguardo l'ansiolitico, quello agisce "anestetizzando" principalmente le risposte dell'organismo. magari sentirai ancora la sensazione di ansia o di turbamento, ma le risposte fisiologiche e comportamentali dell'attacco di panico potrebbero non presentarsi.

l'efficacia di un farmaco dipende da tanti fattori, che cmq il tuo medico saprà tenere in considerazione :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nn sono un dottore e nn vorrei spaventarti pero' ho avuto

esperienza con attacchi di panico e medicine.(ansiolitici)

l'attacco di panico nn e' come l'ansia quasi sempre presente ma avviene

all'improvviso e senza avvisi. certo ,prendendo degli ansiolitici il problema

potrebbe dimezzarsi di molto ma nn e' detto che un'attacco sia da escludere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intanto grazie delle risposte, comunque, per quanto riguarda il jet privato... (?) non penso avrei problemi perchè lo sentirei come una cosa mia e quindi non mi crea disturbi.... vedi i taxi.... anche li sono chiuso come in battello però ho comunque a disposizione una persona (il tassista) che io sto pagando e che in sostanza fa quello che voglio io e quindi (nel caso mi sentissi male) posso benissimo dirgli di accostare e farmi scendere....ciò mi da tranquillità e quindi non mi crea ansia e relativo attacco di panico....inoltre, una cosa che mi fa bene, è sentirmi amico di chi mi sta portando in giro... infatti, se sento che l'ansia sta salendo... allora mi metto vicino al tassista e comincio a chiacchierare con lui e quindi tutto passa.....in questo senso infatti tante volte ho pensato di prendere il battello e chiedere di andare in cabina di pilotaggio.......sicuramente se lo facessi non mi sentirei male perchè potrei parlare e sentire che all'interno ho un amico che in caso mi potrebbe aiutare...però non avrei coraggio di farlo....

per quanto riguarda i miei attacchi di panico....io ancora non li conosco bene.....e forse non sono proprio attacchi veri e propri ma si tratta solo di una fortissima ansia. In sostanza mi succede così:

inizia qualche minuto prima di salire sul mezzo pubblico con mancanza di respiro, battito accellerato, difficoltà di deglutizione, gola secchissima e tremolio alle gambe............ dopodichè, salgo sul mezzo e in coincidenza con la chiusura delle porte tutti questi sintomi si amplificano all'ennesima potenza e per una decina di secondi mi sembra di impazzire, mi sembra di soffocarmi, mi sento il cuore a 1000 e la testa che mi scoppia come un pallone e poi, come d'incanto, dopo appunto una decina di secondi, mi tranquillizzo e basta..... sto tranquillo per il resto del viaggio a meno che, durante il viaggio mi senta leggermente agitato (ma questo non capita sempre o capita solo quando so che dopo la fermata successiva magari c'è un lungo tratto senza fermate) e allora nella mia testa scatta un meccanismo per cui ritengo che sarebbe meglio scendere ma io non voglio realmente scendere (non sono arrivato a destinazione e mi troverei in un posto dal quale poi non potrei muovermi a piedi o chiamare un taxi) e quindi mentre sto arrivando alla fermata riparte tutto come prima... ansia all'avvicinamento della fermata e attacco non appena vengono richiuse le porte.....

che sarà mai?

Grazie ancora a tutti coloro che sapranno darmi qualche consiglio.... vedi volo in India (4 ore fino a Dubai e 5 ore fino a Bangalore) e l'eventuale Tavor Oro da 2.5 mg.

Edaimuoviti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
inoltre, una cosa che mi fa bene, è sentirmi amico di chi mi sta portando in giro... infatti, se sento che l'ansia sta salendo... allora mi metto vicino al tassista e comincio a chiacchierare con lui e quindi tutto passa.....in questo senso infatti tante volte ho pensato di prendere il battello e chiedere di andare in cabina di pilotaggio.......sicuramente se lo facessi non mi sentirei male perchè potrei parlare e sentire che all'interno ho un amico che in caso mi potrebbe aiutare...però non avrei coraggio di farlo....

Ma in India ci vai da solo? Perchè se vai con qualcuno, forse ti basta chiacchierare tutto il tempo con questa persona.

Mio marito, comunque, soffre di attacchi tipo i tuoi e per lui è impensabile prendere un aereo. Una volta è stato costretto a fare un lungo viaggio da solo ed è riuscito a superare l'attacco sedendosi in mezzo ad una coppia per tutta la durata del viaggio (12 ore! :o: ) e loro gli hanno fatto compagnia per tutto il tempo. Mi ha detto che l'agitazione gli è rimasta, però in quel modo è riuscito a gestirla. Loro si saranno sparati, ma lui è tornato sano e salvo a casa! ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

andare in India da solo? ma scherzate........... ma volete che muoia........... ci vado con mia moglie, i miei due figli e i miei genitori. poi mia moglie si ferma per un pezzo e io invece torno prima con i miei genitori. una volta però riuscivo a prendere i mezzi pubblici se ero in compagnia di qualcuno, ora invece mi sento agitato lo stesso e ho comunque sempre paura che mi possa venire un attacco...ormai è così tanto tempo che non prendo mezzi pubblici e quindi non ci riesco più neanche in compagnia... però forse, magari con il tavor e con la compagnia della mia famiglia dovrei farcela... che ne dite.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
per quanto riguarda i miei attacchi di panico....io ancora non li conosco bene.....e forse non sono proprio attacchi veri e propri ma si tratta solo di una fortissima ansia. In sostanza mi succede così:

inizia qualche minuto prima di salire sul mezzo pubblico con mancanza di respiro, battito accellerato, difficoltà di deglutizione, gola secchissima e tremolio alle gambe............ dopodichè, salgo sul mezzo e in coincidenza con la chiusura delle porte tutti questi sintomi si amplificano all'ennesima potenza e per una decina di secondi mi sembra di impazzire, mi sembra di soffocarmi, mi sento il cuore a 1000 e la testa che mi scoppia come un pallone e poi, come d'incanto, dopo appunto una decina di secondi, mi tranquillizzo e basta..... sto tranquillo per il resto del viaggio a meno che, durante il viaggio mi senta leggermente agitato (ma questo non capita sempre o capita solo quando so che dopo la fermata successiva magari c'è un lungo tratto senza fermate) e allora nella mia testa scatta un meccanismo per cui ritengo che sarebbe meglio scendere ma io non voglio realmente scendere (non sono arrivato a destinazione e mi troverei in un posto dal quale poi non potrei muovermi a piedi o chiamare un taxi) e quindi mentre sto arrivando alla fermata riparte tutto come prima... ansia all'avvicinamento della fermata e attacco non appena vengono richiuse le porte.....

che sarà mai?

ti sei dimenticato l'aumento di sudorazione :Raised Eyebrow:

crisi d'ansia e attacchi di panico sono dei sintomi.

l'attacco di panico altro non è che la risposta del tuo orgasmo per metterti in condinzione di rispondere alla sensazione di ansia e paura che provi.

una risposta evolutivamente utile tra l'altro (vedi un pò se quando ti trovi davanti a un orso e non hai di quelle risposte fisiologiche col cavolo che riesci a scappare).

il fatto che, nel tuo caso, esse siano "patologiche" dipende dalla tua lettura cognitiva.

se ad esempio quelle stesse identiche manifestazioni (tremore, giramento di testa, tachicardia a mille ecc) ti si presentano mentre stai avendo un rapporto sessuale con la tua partner, non credo che ne avresti paura, o no?

dunque il problema non è l'attacco di panico in se, ma tutta la ricostruzione cognitiva del contesto in cui si sviluppa (mezzi pubblici, impossibilità di controllo, impossibilita di poter chiedere aiuto e le altre cose che hai detto).

tornando alla tua domanda, il farmaco è senz'altro utile per "limitare i danni" in episodi specifici (come prendere l'aereo quella volta), ma un trattamento psicologico su più ampia scala (non necessariamente lungo) può risolvere il problema alla sorgente, e tu potresti trovarti a riprendere i mezzi pubblici senza la sensazione sgradevole e la paura che provi ora :ola (4):

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
..............

l'attacco di panico altro non è che la risposta del tuo orgasmo per metterti in condinzione di rispondere alla sensazione di ansia e paura che provi.

...................

chiedo scusa a edaimuoviti per l'OT, ma volevo chiedere a Ego: ma che è? ti sei preso il viagra!? :rofl::p::;):

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
chiedo scusa a edaimuoviti per l'OT, ma volevo chiedere a Ego: ma che è? ti sei preso il viagra!? :rofl::p::;):

Freud docet! :rofl:

(anche se credo sia stata la mia tastiera che si mangia le lettere :Whistle: )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Di nuovo buon giorno a tutti,

sono un uomo di Venezia e ormai da anni soffro di attacchi di panico che mi vengono nei mezzi pubblici (battelli (vivo a Venezia), pulman, treni ecc...).

Tutto questo comunque ormai non mi crea alcun problema in quanto ho totalmente eliminato qualsiasi trasporto pubblico dalla mia vita. Certo, non vi nascondo che mi piacerebbe tornare a vivere come una persona normale e potermi muovere liberamente senza sempre dover prendere la mia barca, o la mia auto o, in alternativa, il taxi. Tuttavia ormai mi sono organizzato e quindi da molto tempo vivo serenamente la mia vita.

Volevo specificare che io non prendo assolutamente nessun farmaco per questi miei problemi (non prendo farmaci in generale) e ripeto che comunque vivo serenamente la mia vita senza prendere mezzi pubblici e senza trovarmi nelle situazioni che mi portano attacchi di panico.

Il problema però è adesso arrivato, devo andare in India e quindi dovrò prendere (senza via di scampo) un mezzo pubblico (l'aereo)!

Non vi nascondo che tante volte ho pensato di cancellare il viaggio e di starmene a casa mia, però in quel momento mi sento un fallito e vi giuro che assolutamente non voglio perdermi la possibilità di viaggiare solo perchè ho il terrore che mi venga un attacco di panico mentre sono chiuso in aereo.

Allora ne ho parlato con un mio amico che è medico e mi ha consigliato di prendere un Tavor Oro da 2.5 mg prima di prendere l'aereo (lui mi ha detto di metterlo sotto la lingua nel tunnel che porta all'aereo) ma io sono sicuro che la mia ansia inizierà almeno dal giorno prima.

Qualcuno di voi l'ha già provato? Siamo sicuri che mi faccia effetto o rischio che mi venga un attacco di panico lo stesso? Adesso che ho parlato con il mio medico mi sento un po' più tranquillo quando penso al viaggio, tuttavia però ho ancora paura che possa non funzionare e di sentirmi male durante il viaggio!

Ringrazio sin d'ora tutti quelli che mi risponderanno e vi mando a tutti un caloroso saluto!

Edaimuoviti

si magari un tavor puo' aiutarti per l' occasione.

ma come pensi di affrontare il tuo problema per il resto della tua vita ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie Leftfield,

finalmente mi sono sentito dire ciò che volevo sentirmi dire.... poi per il resto ci penserò... intanto volevo trovare un modo per andare e tornare in aereo dall 'India....

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
grazie Leftfield,

finalmente mi sono sentito dire ciò che volevo sentirmi dire.... poi per il resto ci penserò... intanto volevo trovare un modo per andare e tornare in aereo dall 'India....

grazie

Ah, ma allora tu non cercavi consigli, ma solamente conferme a quanto avevi già deciso di fare! Potevi dirlo subito! :p:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ah, ma allora tu non cercavi consigli, ma solamente conferme a quanto avevi già deciso di fare! Potevi dirlo subito! :p:

il 99,9% degli utenti che si iscrivono in questo forum lo fanno per quello impa :Big Grin:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
grazie Leftfield,

finalmente mi sono sentito dire ciò che volevo sentirmi dire.... poi per il resto ci penserò... intanto volevo trovare un modo per andare e tornare in aereo dall 'India....

grazie

e va be' ma io mica sono il tuo medico di fiducia...

peraltro qui medici non ce ne sono.. quindi non vedo in che modo ti possa aiutare quello che ho scritto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie Leftfield,

finalmente mi sono sentito dire ciò che volevo sentirmi dire.... poi per il resto ci penserò... intanto volevo trovare un modo per andare e tornare in aereo dall 'India....

gra

fatti prescrivere extra tavor .....no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Per poter inserire un commento devi far parte della Comunità.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.