Vai al contenuto

quando un disordine dell'alimentazione può definirsi patologia???


Messaggi consigliati

 

Pubblicità


  • Risposte 115
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

se per questo ho una parente fissata con i cibi naturali, la macrobiotica e chi più ne ha più ne metta.

ho sempre pensato fosse ossessiva, e recentemente ho scoperto che la psicologia ha riconosciuto come patologiche anche le ossessioni per il "cibo sano", ortoressia si chiama. ma anche in questo caso, il dato patologico è proprio nel pensiero ossessivo. sono tutte forme di controllo... cercare di controllare l'incontrollabile (la propria ansia, l'angoscia, la vita stessa) attraverso il controllo ossessivo del peso, o del tipo di cibo che si assume. li pensiero si focalizza su questo, e così non cade sugli aspetti angoscianti e incontrollabili della vita.

o invece nella bulimia di fronte all'ansia, alle angoscie, ci si butta sul cibo, in un rito che permette di "non pensare"...

Controllo, controllo, controllo... sino allo sfinimento. Giusto: cercare, illusoriamente, di controllare ciò che non è controllabile. Ecco il senso della ripetitività compulsivo-ossessiva. Ecco il senso del disagio, del malessere, della malattia. In effetti, tutta questa ridondante ritualità blocca il pensiero, lo fa andare su un "binario morto". Non pensi, per cui pensi di stare bene!

Luciano Peirone

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Io quoto luigi, spesso l'anoressia intesa come una severa perdita dell'appetito può essere sintomo di un'altra ''cosa''

e non anoressia nervosa o altro disturno alimentare, oppure come diceva light

si tratta anche di un'eccessiva conversione sul corpo dove non è possibile pensare l'angoscia (moi).

In effetti, siamo di fronte ad una somatizzazione: esagerata ed esasperata. La "psicosomatica" ce lo ha insegnato ormai da tempo: la psiche stressata o addirittura angosciata agisce "negando e rimuovendo" la verità, per lasciare spazio (sic!) ad un corpo che subisce l'impatto del Male.

Luciano Peirone & Elena Gerardi

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Sono mesi che non parlo dei miei disturbi sul forum e mi sembra strano tornare a farlo, ma ci tengo perchè credo sia importante dare il proprio contributo diretto.

Arrivo appena da un'abbuffata, una molto sostanziosa. Giusto per far capire a chi sostiene che mangiare tre cioccolatini sostituendoli al sesso, corrisponda ad avere disturbi alimentari. Vuoi che ti faccia l'elenco di quello che ho ingurgitato?

Ovviamente c'è un confine tra patologia e semplice fissazione, ma questo limite la nostra società cerca in tutti i modi di ignorarlo. Dovremmo essere tutti malati di DCA allora. Trovatemi una persona che mangia solo per nutrirsi. Bah! La patologia è ben altro. La patologia non è passerelle, non è moda, non è target (ovvio che c'entra sempre, una correlazione c'è). Non si diventa anoressica perchè si vede la modellasupergnocca, dietro statene certi ci son sempre delle problematiche legate alla singola persona che si trova davanti questi modelli.

Io ho attraversato periodi di anoressia (2 anni e mezzo) a periodi di bulimia (tutt'ora) e penso di conoscere abbastanza bene le cause, le conseguenze e i danni (morali più che fisici) di queste patologie. E' un rovescio della medaglia che addirittura ti da l'opportunità di preferire una patologia ad un'altra!

Sei anoressia quando il cervello ti funziona a calorie e acqua; quando passi le sei ore a scuola a pensare a quale scusa inventare per non pranzare, alle corse che farai sulla bici, alle bracciate in piscina; sei anoressica quando per pura casualità sfiori un tuo osso e ti entusiasma quella sensazione "spigolosa"; lo sei quando riesci a calcolare il peso delle persone con la sola vista, se sono dimagriti o aumentati anche di un solo chilo (è vero fidatevi); sei anoressica quando tutti ti dicono che sei davvero troppo magra e tu dici che vorresti metterti a dieta e loro rimangono basiti. Sei anoressica quando non hai più interesse a discutere con i tuoi genitori, possono strapparsi anche i capelli ma tu quel boccone non lo manderai giù.

E sei bulimica esattamente allo stesso modo di come sei anoressica; le varianti son molte ovvio, quasi tutte al rovescio.. posso sintetizzare la bulimia con una sola parola: schifo.. ti senti uno schifo, un qualcosa che non merita di esistere, un ammasso di lardo che dovrebbe rotolare in un dirupo piuttosto che camminare per strada. Tragica? Drammatica? Esagerata? Per voi può darsi, per me è solo una piccolissima e minima parte della mia esistenza, ripeto, scritta qui per dare il mio contributo per permettere a chi non soffre di questo disturbo di farsi un'idea a riguardo.

Mi sono dilungata tantissimo e non volevo. Mi farebbe piacere comunque portare avanti il dibattito, spero sia una cosa fattibile. Pace.

Joker!

E' una descrizione assai centrata, con dettagli significativi messi nella giusta evidenza (cosa che spesso non viene fatta). Una precisazione, di ordine generale: se alla bulimia si accompagna il vomito, il peso di solito non sale, per cui il senso "palla di lardo" può non esserci. Se invece esiste questa sensazione soggettiva, ed è oggettivamente confermata dalla bilancia, siamo nell'area del sovrappeso (senza vomito) più che nell'area della bulimia.

Luciano Peirone

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

E' una descrizione assai centrata, con dettagli significativi messi nella giusta evidenza (cosa che spesso non viene fatta). Una precisazione, di ordine generale: se alla bulimia si accompagna il vomito, il peso di solito non sale, per cui il senso "palla di lardo" può non esserci. Se invece esiste questa sensazione soggettiva, ed è oggettivamente confermata dalla bilancia, siamo nell'area del sovrappeso (senza vomito) più che nell'area della bulimia.

Luciano Peirone

Descrizione centrata semplicemente perchè io quelle cose le ho vissute e non le ho studiate. Piuttosto una precisazione: esiste anche la tipologia di bulimia senza condotte eliminatorie. Comunque io non mi provocavo il vomito, non riuscivo. Ho fatto uso di lassativi per 3 o 5 anni, nemmeno ricordo più. E può coesistere, a mio avviso, il sovrappeso e la bulimia!!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Descrizione centrata semplicemente perchè io quelle cose le ho vissute e non le ho studiate. Piuttosto una precisazione: esiste anche la tipologia di bulimia senza condotte eliminatorie. Comunque io non mi provocavo il vomito, non riuscivo. Ho fatto uso di lassativi per 3 o 5 anni, nemmeno ricordo più. E può coesistere, a mio avviso, il sovrappeso e la bulimia!!

se non sbaglio gli attacchi compulsivi di fame senza episodi compensativi si chiamavo Binge (sindrome da alimentazione incontrollata) e sono comunque dei disordini alimentari! A volte noto una certa "discriminazione" fra una persona che si abbuffa e basta e una perosna che lo fa per poi vomitare come se ci fossero meno coinvolgimenti psicologici! Si parla molto meno di Binge che non di bulimia o anoressia, proprio perchè sembra uan cosa più normale, nonostante io credo siano molto più le perosne che ptorebbero soffrire di questo disturbo senza nemmeno esserne pienamente coscienti!

Ovviamente gli organi di informazione premono lì dove c'è da fare scalpore, in tv si vedono spesso ragazze bulimiche o anoressiche e mai si fa accenno agl ialtri tipi didisturbi alimentari, la ragazza che vomita il cibo appena ingurgitato voracemente anche in grandi quantità o quella che si lascia morire di fame, certamente fanno più ascolti!!!

anche i medici stessi, se vedono una perosna in sovrappeso, tendono a sgridarla, a farla sentire più inadeguata di quanto non sia, senza mai chiedersi e chiedere se dietro a quel grasso non ci sia una perosna che soffre in solitudine e per cui il cibo rappresenta solo un modo come un altro per riempire un vuoto!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

http://www.overeatersanonymous.it/go/sei-un-mangiatore-compulsivo-questa-serie-di-domande-puo-aiutarti-a-determinare-se-sei-un-mangiatore-compulsivo'>http://www.overeatersanonymous.it/go/sei-un-mangiatore-compulsivo-questa-serie-di-domande-puo-aiutarti-a-determinare-se-sei-un-mangiatore-compulsivo

http://www.overeatersanonymous.it/go/domande-frequenti-obesita-e-disturbi-alimentari'>http://www.overeatersanonymous.it/go/domande-frequenti-obesita-e-disturbi-alimentari

http://www.overeatersanonymous.it/go/

Magari questi link possono essere utili!

Cmq io con la depressione tento di essere anoressica ma non ho un disturbo patologico con il cibo o alimentazione. Però a distanza di tanto tempo ho potuto capire e chi mio modo di mangiare mi c. omunica il mio stato emotivo. Se mi abbuffo e il segno che non devo piu trattenere nulla, se smetto di mangiare perche ho paura di affrontare cose nuove e cerco di trattenere o una situazione o persone. Cmq il cibo per me sempre in relazione con ll'amore, affetto, mamma. Però questo è la mia esperienza.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

se non sbaglio gli attacchi compulsivi di fame senza episodi compensativi si chiamavo Binge (sindrome da alimentazione incontrollata) e sono comunque dei disordini alimentari! A volte noto una certa "discriminazione" fra una persona che si abbuffa e basta e una perosna che lo fa per poi vomitare come se ci fossero meno coinvolgimenti psicologici! Si parla molto meno di Binge che non di bulimia o anoressia, proprio perchè sembra uan cosa più normale, nonostante io credo siano molto più le perosne che ptorebbero soffrire di questo disturbo senza nemmeno esserne pienamente coscienti!

Ovviamente gli organi di informazione premono lì dove c'è da fare scalpore, in tv si vedono spesso ragazze bulimiche o anoressiche e mai si fa accenno agl ialtri tipi didisturbi alimentari, la ragazza che vomita il cibo appena ingurgitato voracemente anche in grandi quantità o quella che si lascia morire di fame, certamente fanno più ascolti!!!

anche i medici stessi, se vedono una perosna in sovrappeso, tendono a sgridarla, a farla sentire più inadeguata di quanto non sia, senza mai chiedersi e chiedere se dietro a quel grasso non ci sia una perosna che soffre in solitudine e per cui il cibo rappresenta solo un modo come un altro per riempire un vuoto!

E' proprio riguardo a questo tuo ultimo passaggio che mi è salito il nervoso. "siamo nell'area del sovrappeso (senza vomito) più che nell'area della bulimia" scrive Luciano. A me è sembrata una non-curanza, un dire, fine bulimia-inizio sovrappeso, quando secondo me le cose possono coesistere tranquillamente. "Purtroppo" esistono casi a sè, non tutto quello che si legge sui libri è verità. Ad esempio: abbuffarsi due volte a settimana è bulimia. Va bè, discutibile secondo me come cosa. Certo esistono degli standard che fanno sì che si possa iniziare a parlare di patologia. Ma screditare un disturbo solo perchè si supera un certo peso mi sembra esagerato, nonchè riduttivo e psicologicamente pericoloso: Ecco perchè siamo in tante a non dar retta più ai medici.

Racconterò quindi la mia esperienza: mi rivolsi ad una clinica specializzata in DCA, presso un'ospedale di roma. Ero entusiasta all'idea; c'era un equipe di medici vari: psicologo, nutrizionista ecc. Feci la visita.. e ne rimasi profondamente delusa. L'esito fu: hai poco tono muscolare, vedi di fare sport, e compra questa crema modellante e queste gocce per la circolazione! Ora voi come avreste reagito? A me veniva da piangere. Già l'andare lì mette ansia, farsi pesare e tutte le prassi ne mette ulteriormente; sentirsi dire quelle cose mi ha fatto capire quanto poco vengano prese seriamente alcune patologie, che vi assicuro cambiano la vita e rovinano l'organismo e la psiche. Eppure ti dicono di comprare una crema modellante, e secondo loro guarisci dai tuoi disordini. Ecco a volte la medicina e i medici non è che ci azzeccano più di tanto.

Un ulteriore cosa volevo dire: credo che i disturbi alimentari si curino solo con una buona e costante psicoterapia, i farmaci possono servire magari per la depressione che accompagna il tutto, ma i farmaci non curano i disturbi alimentari in sè... anche se non ho prove scientifiche a riguardo.. farò una ricerca

E digi tornando al tuo post, sono d'accordissimo con te, anche se sinceramente in tv ho sentito pochissimo parlare di bulimia, piuttosto si parla e riparla di anoressia ma per di più collegato alla moda, alle veline, a miss italia e bla bla. Insomma marketing anche quello. Non parliamo poi di Binge, mai sentito nominare! (E comunque si è l'alimentazione incontrollata)

Curiosa di sapere il parere di Luciano

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

E' proprio riguardo a questo tuo ultimo passaggio che mi è salito il nervoso. "siamo nell'area del sovrappeso (senza vomito) più che nell'area della bulimia" scrive Luciano. A me è sembrata una non-curanza, un dire, fine bulimia-inizio sovrappeso, quando secondo me le cose possono coesistere tranquillamente. "Purtroppo" esistono casi a sè, non tutto quello che si legge sui libri è verità. Ad esempio: abbuffarsi due volte a settimana è bulimia. Va bè, discutibile secondo me come cosa. Certo esistono degli standard che fanno sì che si possa iniziare a parlare di patologia. Ma screditare un disturbo solo perchè si supera un certo peso mi sembra esagerato, nonchè riduttivo e psicologicamente pericoloso: Ecco perchè siamo in tante a non dar retta più ai medici.

Racconterò quindi la mia esperienza: mi rivolsi ad una clinica specializzata in DCA, presso un'ospedale di roma. Ero entusiasta all'idea; c'era un equipe di medici vari: psicologo, nutrizionista ecc. Feci la visita.. e ne rimasi profondamente delusa. L'esito fu: hai poco tono muscolare, vedi di fare sport, e compra questa crema modellante e queste gocce per la circolazione! Ora voi come avreste reagito? A me veniva da piangere. Già l'andare lì mette ansia, farsi pesare e tutte le prassi ne mette ulteriormente; sentirsi dire quelle cose mi ha fatto capire quanto poco vengano prese seriamente alcune patologie, che vi assicuro cambiano la vita e rovinano l'organismo e la psiche. Eppure ti dicono di comprare una crema modellante, e secondo loro guarisci dai tuoi disordini. Ecco a volte la medicina e i medici non è che ci azzeccano più di tanto.

Un ulteriore cosa volevo dire: credo che i disturbi alimentari si curino solo con una buona e costante psicoterapia, i farmaci possono servire magari per la depressione che accompagna il tutto, ma i farmaci non curano i disturbi alimentari in sè... anche se non ho prove scientifiche a riguardo.. farò una ricerca

E digi tornando al tuo post, sono d'accordissimo con te, anche se sinceramente in tv ho sentito pochissimo parlare di bulimia, piuttosto si parla e riparla di anoressia ma per di più collegato alla moda, alle veline, a miss italia e bla bla. Insomma marketing anche quello. Non parliamo poi di Binge, mai sentito nominare! (E comunque si è l'alimentazione incontrollata)

Curiosa di sapere il parere di Luciano

che dire di più! Concordo, anche io a parte la mia psi, ho trovato sempre persone che dispensavano consigli inutili o che mi liquidavano con un semplice "tutto parte dalla testa", grazie menomale che c'erano loro a dirmelo!

anche io ho sentito in quella risposta di Luciano, una certa "discriminazione" della cosa... come se l'obesità fosse solo un problema di grasso in più!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

esatto... anche io l'ho percepita così. Sinceramente quando ho iniziato a soffrire di bulimia ho preso 10 chili in un mese, ma avevo sempre condotte eliminatorie (lassativi) o compensazioni (digiuni) (rientro nella bulimia si???) eppure ciò la quantità di cibo che mangiavo era 6, 10 volte superiore a ciò che il mio corpo avrebbe potuto ingerire in un giorno.. e zac! 10 chili! ora... essendo io (all'epoca) lo stesso normopeso non posso fare il paragone. Ma qualora fossi stata in sovrappeso, si sarebbe parlato lo stesso di bulimia o di semplice sovrappeso?

Sono consapevole di non ragionare molto quando mi arrabbio (sono fortemente amareggiata!) ma voglio capire, e voglia che mi sia risposto in parole chiare: si o no! Grazie

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
 
 

in un mese ho perso quasi 5 kg , fisicamente mi vedo meglio , ma la testa è andata! :crazy:

hai fatto una dieta equilibrata o hai digiunato? :Waiting:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

hai fatto una dieta equilibrata o hai digiunato? :Waiting:

nessuna dieta :unknw:

mi si è chiuso lo stomaco, solo a vedere il mangiare mi viene nausea :sorry:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
 
 

nn so, credo sia un fatto nervoso!

anni fa mi era già successo e la mia psicologa mi aveva detto, che chiudere tutti i rubinetti era come volersi annullare!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

quando parlerai con lo psichiatra non gli puoi chiedere se c'è modo di riprendere la psicoterapia? forse sei stata frettolosa nel volerla chiudere...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

quando parlerai con lo psichiatra non gli puoi chiedere se c'è modo di riprendere la psicoterapia? forse sei stata frettolosa nel volerla chiudere...

giovedì cercherò di stare calma e di spiegargli tutto per bene!

ma so già che mi verrà il panico , e la paura che se gli dico la verità ,mi riempe di nuovo di farmaci! :Skull:

si , in questo momento mi ci vuole un sostegno :cry:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

io continuo a reagire al vuoto con il riempimento... ma tutto sommato va bene così... piccola deviazione...

comunque riflettevo sul fatto che qui sia proprio pieno di esperti!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
 

io continuo a reagire al vuoto con il riempimento... ma tutto sommato va bene così... piccola deviazione...

comunque riflettevo sul fatto che qui sia proprio pieno di esperti!

:Frustrated:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.


Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.