Vai al contenuto
  • Pubblicità

Accedi per seguirlo  
Snowier

Sospensione antidepressivi!!

Messaggi consigliati

Salve a tutti..

Ho 29 anni e da circa 3 assumo antidepressivi e sto facendo una psicoterapia presso una psicologa per disturbi d'ansia ed attacchi di panico.

La mia situazione è molto migliorata tant'è che prima nemmeno uscivo di casa e non avevo un lavoro, adesso non ho piu paura ad uscire (se pur con qualche limite accettabile per le lunghe distanze) e ho un'attività lavorativa di cui sono titolare.

Gli effetti collaterali più comuni che mi sono capitati e come magari qualcuno saprà sono: aumento di peso (circa 10 kg) e calo DRASTICO del desiderio sessuale.

Per l'aumento di peso sto "risolvendo" mantenendomi costantemente a dieta visto che devo impegnarmi per mantenere il peso di prima ed evitare di ingrassare... mentre per l'altro problema, dato che sono (ahimè) a digiuno da quando ho iniziato il trattamento, mi sono detto, a malincuore.. pazienza :(

Recentemente però ho iniziato a frequentare una ragazza con la quale ho avuto un rapporto che ovviamente non è andato molto bene, infatti dopo poco tempo ho cominciato lentamente ed inesorabilmente a perdere l'eccitazione rendendo impossibile continuare, lei è rimasta cmq soddisfatta dato che ho continuato "manualmente" e in questo modo ha raggiunto l'orgasmo, ma io ??

Gli ho spiegato questa cosa, fortunatamente siamo amici da tantissimo tempo e lei ha capito perfettamente dato che anche lei ha gli stessi problemi e la sua migliore amica è nella stessa mia identica situazione, però che palle! (scusate il termine)

Mi chiedo se vale la pena sopportare tutto questo, il gioco vale la candela ? quasi quasi è meglio l'ansia! sono veramente scocciato!

Scusate lo sfogo, ciao a tutti e buon ferragosto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Recentemente però ho iniziato a frequentare una ragazza con la quale ho avuto un rapporto che ovviamente non è andato molto bene, infatti dopo poco tempo ho cominciato lentamente ed inesorabilmente a perdere l'eccitazione rendendo impossibile continuare, lei è rimasta cmq soddisfatta dato che ho continuato "manualmente" e in questo modo ha raggiunto l'orgasmo, ma io ??

hai incominciato a predere l'eccitazione o l'erezione?

no perchè sono due cose diverse e non necessariamente collegate tra loro...

un conto è se mentre facevi sesso non ti andava piu e ti si è smosciato,

un altro è se invece ti andava ma ti si è smosciato lo stesso.

in questo ultimo caso, magari in linea con la tua componente ansiosa (che alla fine è il disturbo che sei andato a curare), sarebbe perfettamente "normale", nel senso assolutamente fisiologico il manifestarsi di fenomeni del genere:

l'erezione avviene grazie alla dilatazione dei vasi sanguigni, e in situazioni che generano ansia (come potrebbe essere un rapporto sessuale) la noradrenalina prodotta dall'organismo, che è un vasocostrittore, va a chiudere sti vasi, e si genera un circolo vizioso per cui tanto piu l'ansia si fa sentire, tanto piu noradrenalina viene prodotta, tanto piu questi vasi si stringono, rendendo di fatto fisiologicamente impossibile avere o mantenere un erezione.

te lo dico perchè capire bene quale è il tipo di problema è fondamentale per la relativa terapia :ola (4):

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao e grazie mille per la risposta :)

In effetti non sono stato molto chiaro, diciamo che si è verificata la seconda situazione... io avevo voglia ma dopo un po ho cominciato lentamente a perdere l'erezione senza poterci fare nulla!

Sono sicuro al 99% che non centra la componente ansiosa che mi ha fatto questo scherzo e sono sicuro di questo per 2 motivi principalmente, primo perchè mi sentivo completamente a mio agio con lei e non avevo ansia di alcun tipo e anzi, sono stato io quella sera, che avevo il desiderio di andare avanti...

Il secondo motivo e forse molto più importante che lo conferma è che la stessa situazione mi succede anche a casa se "faccio da solo", in pratica ho un erezione per un periodo di tempo limitato e poi perdo tutto ovviamente senza riuscire a "concludere".

A volte faccio delle piccole pause di 5/10 min per poi riprendere ma nulla, stessa storia, tant'è che quando arrivo a quasi un ora di tentativi finisco per rinunciare perchè è impossibile.

Di conseguenza dato che essendo a casa da solo non poteva esserci una condizione ansiosa, la colpa ricade automaticamente sui medicinali. Mi è capitato durante l'arco della terapia di sospenderli per un periodo di 2/3 settimane e gli effetti collaterali erano praticamente spariti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao...

...capisco che sia frustrante la tua condizione attuale ma non pensare che il gioco non valga la candela ...è inutile avere rapporti sessuali soddisfacenti se poi si ripiomba nuovamente nel baratro della depressione dopo un piacere che resta circoscritto solo a livello dello scambio sessuale ...vai avanti con la terapia che stai facendo, quando starai bene a 360 gradi, e acquisterai la tua autonomia psicologica, recupererai tutto sotto tutti i punti di vista. Non abbatterti... buona fortuna!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

io non sarei così drastico e non vedrei tutto in termini di aut aut...magari, ammesso che la ragione principale siano i farmaci, è possibile agire sui dosaggi e o sul principio attivo. In modo tale da trovare un equilibrio che ti consenta di avere una certa funzionalità sessuale. Dovrebbe essere un problema da porre al tuo medico. Immagino che avrai pure sollevato il problema con lui.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Sono sicuro al 99% che non centra la componente ansiosa che mi ha fatto questo scherzo e sono sicuro di questo per 2 motivi principalmente, primo perchè mi sentivo completamente a mio agio con lei e non avevo ansia di alcun tipo e anzi, sono stato io quella sera, che avevo il desiderio di andare avanti...

e invece sono proprio queste le situazioni che fanno maggiormente da terreno fertile per le classiche "cilecche": tanto più è importante una persona, tanto piu conta per noi avere un rapporto sessuale e compiacere quella persona, tanto più sale l'ansia (che si chaiama "da prestazione" non a caso, e innesca i meccanismi precedentemente accennati.

anche volendo considerare quanto affermi, che tale situazione si sia potuta verificare solo nell'1% dei casi, resta il fatto che tu all'inizio non hai avuto problemi ad ottenere l'erezione, che invece è andata scemando con il proseguire del rapporto, stando ad indicare una forte componente psicogena nel disturbo in questione. certo dipende anche dalla durata del rapporto (chiaramente se è durato un botto alla fine anche al piu "potente" degli uomini gli si smoscia, per dire).

anche i tuoi episodi nella masturbazione, chiaramente effettuarla con il solo scopo di finire (come può essere nei casi di donazione del seme), o di verificare qualcosa (come essere sotto esame), possono contribuire trtanquillamente alle difficoltà da te riportate.

per fare un esempio lampante, sarebbe come masturbarsi con una pistola alla tempia... vedi un pò te quanto riesci a fartelo rizzare :Straight Face:

Di conseguenza dato che essendo a casa da solo non poteva esserci una condizione ansiosa, la colpa ricade automaticamente sui medicinali. Mi è capitato durante l'arco della terapia di sospenderli per un periodo di 2/3 settimane e gli effetti collaterali erano praticamente spariti

anche volendo considerare questa deduzione, non è cosi lineare la cosa. per quanto ne sappiamo, se per questa assenza di effetti collaterali intendi erezioni normali, potrebbe pure essere stato per effetto placebo (e secondo me sarebbe l'ipotesi piu probabile, vista anche la tua voglia di incolpare a tutti i costi i farmaci).

poi certo, anche qui dipende da che tipo di farmaci prendi, perchè non lo hai detto ed è anche questo molto importante...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Rieccomi qua..

Grazie a tutti ed in modo particolare ad Egocentrum per la sua schiettezza nel dire le cose senza girarci troppo intorno ^^

Sto provando ad interrompere i medicinali per un po', (a proposito prendevo 1 cp 20mg Cipralex + 1 cp 225mg Zarelis ogni mattina) e giusto ieri ho rivisto questa ragazza dopo una settimana di astinenza, indubbiamente qualcosa cambiato visto che adesso ho il problema per cosi dire opposto, riesco a fare tutto ma vengo decisamente troppo presto!

Non credo di essere mai arrivato neanche lontanamente a 2 minuti, tranne una volta che ho avuto una durata per cosi dire normale riuscendo a raggiungere l'orgasmo DOPO di lei, ma c'è da dire che avevamo fatto gia una volta nel pomeriggio e una volta tipo 5 minuti prima, quindi boh!

Sicuramente cosi è meglio anche se a conti fatti è lo stesso identico problema (per lei) ma se non altro riesco a beneficiare anch'io di questi rapporti mentre prima non potevo.

Probabilmente centra come hai detto te il fattore psicologico, prima non riuscivo ad eccitarmi mentre adesso riesco anche troppo o magari essendo abituato a fare i salti mortali per riuscire a concludere (se pur in solo) adesso che ho tolto i fermi mi schianto contro un muro come una macchina a cui hanno tolto i freni!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ecco, se vogliamo restare sempre in ottica farmacologica, in questo caso è molto più probabile che sia in qualche modo "colpa loro".

non a caso gli antidepressivi come quelli che prend(evi) vegnono usati in sessuolgia per il trattamento dell'eiaculazione precoce, ed ora che ti sono venuti a mancare, vuoi anche per la mancanza di esperienza (che prima per forza di cose non potevi fare), vuoi per il fattore eccitazione incrementato dalla precedente astinenza, non riesci a controllarla.

anche qui però bisogna vedere se di questi episodi ti sono mai capitati, e dovresti anche fare una visita urologica, in quanto infezioni (soprattutto quelle della prostata, che sono anche le piu bastarde in quanto spesso asintomatiche) dell'apparato riproduttivo maschle possono ridurre la percezione delle proprie sensazioni "sessuali", impedendo quindi di intervenire (ove possible naturalmente).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

infezione alla prostata? O.o ma dovuta ai farmaci ? farò una visita appena posso comunque, ma è pericoloso per lei oppure posso andare "tranquillo" nel frattempo che aspetto ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

infezione alla prostata? O.o ma dovuta ai farmaci ? farò una visita appena posso comunque, ma è pericoloso per lei oppure posso andare "tranquillo" nel frattempo che aspetto ?

l'infezione alla prostata è solo un'esempio delle possibili cause (organiche) che possono intervenire nell'eiaculazione precoce.

per questo ti ho consigliato di fare una visita, ma mica significa che ce l'hai e io cmq non posso neanche saperlo, però se ce l'hai queste infezioni sono come le palline da ping pong, si rimbalzano in continuazione anche se in uno dei partner guariscono da sole (come spesso accade), quindi se pensi di avere qualcosa intanto che fai il controllo meglio usare il pre(servativo) :ola (4):

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.