Vai al contenuto

Pubblicità

Accedi per seguirlo  
antonello

parolaccia e sospensione!

Messaggi consigliati

già lo stanno facendo...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Ospite pruillio

eh, ma aluraa..

dunque, rispiego:

o si attua la sanzione lettera di richiamo,per fatto lieve, che non comporta addebiti in denaro, o si dà la sospensione, cioè l'allontanamento dal lavoro con mancata paga fino a un massimo di dieci giorni, per negligenza grave.

Tutte e due insieme non si possono dare, la lettera di richiamo è la prima sanzione, la più lieve nella scala, la sospensione viene molto dopo.

Fin qui ci sei?

Dare la lettera di richiamo e poi chiedere al lavoratore dove VUOLE che gli si levino i soldi( sospensione), sembra prima un ricatto, e poi una truffa.

Sono stata chiara ora? Messa così sembra un inghippo, poi non lo so.

questo è l'iter delle sanzioni e gli step con cui vanno applicate:

non si può sgarrare:Mio collegamento

guarda che stiamo dicendo la stessa cosa con qualche parere personale di mezzo (tuo dry.gif ),bon acsi'

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite pruillio

già lo stanno facendo...

esattamente ste,quindi,passare da vittima "compiaciuta",non so' fino a quanto gli stia bene.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

può anche darsi che il collaboratore esterno, sentendosi sbeffeggiato e non sapendo tener testa da solo, sia andato a frignare dal titolare... e quest' ultimo per non avercelo sulle palle abbia prodotto un richiamo per paracularselo...( perdonate i neologismi :D: ) ordinaria amministrazione, per far scena... ora, bisogna capire quanto è permaloso il bimbo e tu in che rapporti sei con l' amministratore. Può darsi si risolva in una bolla di sapone... io suggerirei comunque di rispondere ma menando il can per l' aia (piano eh!) per far scoppiare la bolla. E' un' ipotesi naturalmente... leggendo i vari post mi sembra verosimile...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite pruillio

chissa' coma e' andata a finire

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite pruillio

allora ti hanno licenziato!? e ti sei venduto il pc per campare?...mah'

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

allora ragazzi, dopo la ricezione della lettera sono andato da un avvocato e ho fatto scrivere a lui la lettera di risposta che ho firmato a mio nome, la lettera di richiamo fantomatica a suo dire è pessima non ha nessuna validità perchè:

Non contesta l'esatta frase perchè la giudica "irripetibile"

Nella lettera indicano il giorno di avvertimento, in realtà è avvenuta il giorno prima

La lettera è firmata e inviata DALL'AMMINISTRATORE della società senza menzionare la stessa IN NESSUN PUNTO DELLA LETTERA

infatti ho risposto all'amministratore e gliel'ho inviato all'indirizzo che lui ha indicato nel campo mittente infatti gli è arrivata a casa e non in azienda..

sono andato in ferie per 10 giorni e da miei colleghi vengo a sapere che inizialmente era arrabbiato perchè io non avevo risposto.. successivamente infastidito perchè è dovuto andare lui alle poste a prendere la lettera (xke al ricevimento non era in casa) e quindi io sono automaticamente ARROGANTE, perchè nella lettera chiedo scusa ma sottolineo che tali termini sono giustificati tra una conversazione tra coetanei e con confidenza. E che questa lettera non gli è piaciuta e che se avevo dei dubbi a rispondere POTEVO ANDARE DA LUI PER SCRIVERLA INSIEME A LUI.. ma stiamo scherzando??

tu mi mandi la lettera di richiamo e vuoi spiegazioni e poi io devo venire da te per farmi aiutare A RISPONDERTI???? assurdo, tutto questo ovviamente l'ha detto ai miei colleghi e non a me.. quindi lo prendo con le pinze.. domani torno al lavoro dopo 10 giorni di ferie e mi hanno già detto che mi aspetta per parlare.. non vi nascondo a dire che in questi 10 giorni avevo dimenticato TUTTI I PROBLEMI ed ero sereno e rinvigorito.. oggi mi hanno detto queste cose e sono stato male tutto il giorno... il magone mi ha fatto venire...

che schifo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

dimenticavo.. l'avvocato mi ha suggerito di tenere un basso profilo e non contestare tutte le irregolarità del caso perchè purtroppo in mancanza di prove è tutto da dimostrare.. perchè i miei colleghi non testimonieranno mai che sono stato sospeso bensì che ho preso 2 giorni di ferie.. e non c'è un documento che attesti tutto questo.. quindi mi ha consigliato di chiedere scusa deligittimando l'uso del termine come offensivo e di evitare di puntualizzare il loro malsano comportamento, piuttosto da ora in poi dovrò essere ineccepibile, parlare il meno possibile lavorare il meglio possibile visto che adesso a metà settembre arriverà il fatidico momento dove si saprà se mi licenzieranno o meno, e li ci sarà da divertirsi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

a metà settembre arriverà il fatidico momento dove si saprà se mi licenzieranno o meno, e li ci sarà da divertirsi.

scusa, ho cercato di rileggere tutto, spero di non essermi persa qualche passaggio... mi chiedevo, come sai dell' eventualità di poter essere licenziato a metà settembre ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

c'è un mio precedente topic dove spiego tutto..

adesso mi hanno detto i miei colleghi che non mi parla perchè in realtà ha già inviato una raccomandata dove non accettano le mie giustificazioni e mi sospendono per 2 giorni.. ma possono farlo? mi hanno mandato l'ammonimento ho chiesto scusa seppur facendo valere la mia posizione e mi sospendono? il bello è che già mi avevano sospeso e poi mi hanno chiesto se le volevo scalate dalle ferie.. ma sono proprio assurdi!!

ma dalla mia lettera di risposta loro quanti giorni hanno per rispondermi a loro volta con la sospensione? perchè sono passati un bel po di giorni!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ti faccio le mie scuse, non sapevo dell' altro topic e ho letto solo ora...caspita! Se non ricordo male, anche il datore ha cinque giorni dal ricevimento delle tue giustificazioni, salvo diverse disposizioni contrattuali. Non credo possano sanzionarti prima e mandarti la comunicazione poi, fra le altre cose... Mi sembrano parecchio imbranati, approfittane col tuo avvoccato, saprà cosa fare. Ma se posso darti un consiglio spassionato, (che come tutti i consigli può essere cestinato immediatamente), cerca di raggranellare tutta la documentazione disponibile per riuscire ad avere il massimo ottenibile in termini di quattrini...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

mi stava venendo in mente un' altra cosa... in realtà questa è la tua prima lettera di richiamo ( se non mi son persa fra i post) e per la questione dei sei mesi, scommetterei non ci sia nessuna traccia scritta, nè condizione contrattuale. Se è giusto quanto ho scritto, non sarebbero nelle condizioni di licenziarti... non sarebbero, ma mettiamola così, decidessero di farlo ugualmente potresti usarlo a tuo vantaggio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
Ospite pruillio

dimenticavo.. l'avvocato mi ha suggerito di tenere un basso profilo e non contestare tutte le irregolarità del caso perchè purtroppo in mancanza di prove è tutto da dimostrare.. perchè i miei colleghi non testimonieranno mai che sono stato sospeso bensì che ho preso 2 giorni di ferie.. e non c'è un documento che attesti tutto questo.. quindi mi ha consigliato di chiedere scusa deligittimando l'uso del termine come offensivo e di evitare di puntualizzare il loro malsano comportamento, piuttosto da ora in poi dovrò essere ineccepibile, parlare il meno possibile lavorare il meglio possibile visto che adesso a metà settembre arriverà il fatidico momento dove si saprà se mi licenzieranno o meno, e li ci sarà da divertirsi.

come avevo gia' scritto in precedenza,bastava contattare il sindacato per questa vicenda,senza spendere soldi da avvocati,che per altro ti ha detto di stare calmo,accorto,ecc..,cose che te le avrebbe dette chiunque,anche perche' la contestazione nei tuoi confronti non era chissacche'.

non lasciarti "adescare" da chi ti dice che con un avvocato gli spremerai soldi all'azienda...sono favole.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

sono stato al sindacato, mi hanno fatto parlare con una psicologa che mi ha chiesto una memoria con tutti gli atti vessatori che io ricordi e mi ha detto che sarà dura farsi valere soprattutto se il datore di lavoro vorrà andare fino in fondo alla causa, se le cose si mettono bene e si raccolgono abbastanza prove possiamo fare in modo che loro ci facciamo una "proposta economica" adeguata..

intanto a lavoro hanno cominciato il piano di "licenziamento"... giorno dopo giorno mi tolgono mansioni e sono rimasto occupato solo su delle piccole modifiche al programma che presto finiranno e non ci sarà bisogno di farne altre perchè il programma nuovo fatto dall'ingegnere assunto da loro è quasi pronto, ho pure scoperto che quando io non ci sono fanno venire un ragazzo che metteranno a progetto per la migrazione dal mio al programma nuovo, non vogliono farmi fare neanche questo insomma, quindi prevedo un licenziamento a metà ottobre inizio novembre motivato dal fatto che non sono più produttivo xke il mio programma non c'è +... e in quello nuovo non so metterci mano..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

sono stato al sindacato, mi hanno fatto parlare con una psicologa che mi ha chiesto una memoria con tutti gli atti vessatori che io ricordi e mi ha detto che sarà dura farsi valere soprattutto se il datore di lavoro vorrà andare fino in fondo alla causa, se le cose si mettono bene e si raccolgono abbastanza prove possiamo fare in modo che loro ci facciamo una "proposta economica" adeguata..

intanto a lavoro hanno cominciato il piano di "licenziamento"... giorno dopo giorno mi tolgono mansioni e sono rimasto occupato solo su delle piccole modifiche al programma che presto finiranno e non ci sarà bisogno di farne altre perchè il programma nuovo fatto dall'ingegnere assunto da loro è quasi pronto, ho pure scoperto che quando io non ci sono fanno venire un ragazzo che metteranno a progetto per la migrazione dal mio al programma nuovo, non vogliono farmi fare neanche questo insomma, quindi prevedo un licenziamento a metà ottobre inizio novembre motivato dal fatto che non sono più produttivo xke il mio programma non c'è +... e in quello nuovo non so metterci mano..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Lo chiamano "svuotamento di mansioni", cerca di annotare e documentare meglio che puoi anche questo perché (almeno in teoria)

dovrebbe essere una giustificazione più che valida di fronte ad un'accusa di scarsa produttività.

Purtroppo gli operatori la fanno facile quando chiedono di elencare gli "atti vessatori"... il mobbing non è una sequenza di

atti vessatori ma una strategia fatta di tanti atti ad uno ad uno anche normali e legittimissimi che diventano vessatori solo

se inquadrati nel loro complesso (ad esempio togliere una mansione a tizio per assegnarla a caio, cosa in sè legittimissima).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.