Vai al contenuto

Pubblicità

Accedi per seguirlo  
Sophie

Siamo tutti bisessuali?

Messaggi consigliati

Io non studio psicologia, quindi ammetto di essere molto ignorante in materia... ma in questo periodo nella mia vita ci sono grandi novità e sto iniziando a farmi molte domande. Tra cui questa, siamo tutti tendenzialmente bisessuali? Ovviamente ognuno di noi tende ad avere una preferenza verso un sesso piuttosto che un altro, io sono una ragazza e istintivamente mi viene da pensare agli uomini e immaginare la mia vita accanto ad un uomo, però questi pensieri li faccio da cosciente o comunque in una fase di sonno in cui sono in parte cosciente, quindi solo perchè non mi ricordo di avere fantasie sulle donne questo non significa che una donna non mi possa piacere un giorno, anzi... penso che la nostra parte omosessuale si manifesti in tanti modi e non solo immaginando di fare sesso con tizia o caio! Guardo le mie amiche, che si coccolano e si spalmano la crema l'un l'altra e a volte per gioco si toccano il seno e penso che tutto ciò non è qualcosa di disinteressano, lo fanno perchè GLI PIACE. Eppure si definiscono totalmente etero e solo l'idea di baciare una donna gli fa schifo, anche questo a mio avviso indica interesse o comunque pulsioni verso lo stesso sesso, ma che inconsciamente non riesci ad accettare e quindi gli vai contro, penso agli omofobi e credo che quasi tutti siano persone che hanno pulsioni per il proprio sesso... forse sto delirando ma io ho 20anni e di persone totalmente etero o omosessuali non le ho mai viste! Vorrei solo parlare con voi circa questo argomento, magari imparando qualcosa!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Da quello che ho potuto ossevare siamo tutti tendenzialmente "eterosessuali" (è anche condizione necessaria per la conservazione della nostra specie)... Ma questo è un mondo difficile e la pulsione sessuale ogni tanto deve fare delle piccole "deviazioni" per evitare gli ostacoli che la vita gli pone sulla sua strada e raggiungere così la tanto agognata soddisfazione... E a lei solo questo importa! Diciamo che la vedo (la pulsione) un po' come un fiume: se la natura ha "predisposto" il suo percorso verso un certo lato non è detto che dighe smottamenti o altri impedimenti non lo costringano a deviare verso il lato opposto... Ma a lui poco importa visto che l'unico suo desiderio è arrivare al mare!

In sintesi: penso che nessuno nasca tendenzialmente omosessuale o bisessuale ma che tutti possano diventarlo e che nessuno possa scegliere più di tanto quello che diventerà visto che è di solito la vita che "sceglie" per noi certi ostacoli :ola (2):

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Io invece credo sia esattamente l'opposto, ovvero che noi non nasciamo con un orientamento sessuale predefinito, quindi siamo tutti bisessuali da piccolini e solo crescendo la società e l'ambiente in cui cresciamo ci fa prendere una strada preferenziale, che poi non è quasi mai definitiva. Da quello che so la sessualità è qualcosa di molto dinamico e mai statico, c'è una componente omosessuale in ognuno di noi è naturale.. poi magari soffochiamo tutto questo e ci convinciamo di essere etero al 101% ma io credo che non sia affatto così. Basta pensare fra amiche appunto, le coccole che ci facciamo... non sono disinteressate ma semplicemente mostriamo la nostra componente omosessuale in questo modo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

La società (100.000 anni circa) è troppo "giovane" per aver potuto influire in qualche modo sui milioni d'anni di evoluzione della specie umana e conseguente predisposizione per il sesso opposto, ma è diventata nel tempo sicuramente abbastanza "forte" da poter sviare questa predisposizione... Il perchè le tue amiche si comportano in un certo modo richiederebbe una conoscenza del loro ambiente familiare tale che solo svariate ore di seduta con un buon psicologo-psicanalista potrebbero stabilirne le ragioni... Comunque, mi risulta che non si racconta sempre TUTTO ai propri amici/amiche e spesso è proprio quello di cui non si parla MAI, per vergogna e per paura di essere respinti, all'origine delle deviazioni... Domanda: perchè secondo te la natura ci avrebbe dato una componente omosessuale? O meglio... Quale la funzione "assolutamente necessaria" dell'omosessualità nel garantire la conservazione della nostra specie onde per cui è stata risparmiata dalla "spietatissima" selezione naturale?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Perchè la verità per quanto possa essere sconcertante è che in natura il sesso non ha solo fine riproduttivo, ma molti animali lo usano anche a scopo di dominanza dell'altro o per piacere, soprattutto le scimmie. Ho due gatti maschi che a volte si montano tra loro, parlando della nostra specie per quando aberrante possa sembrare anche noi siamo animali, magari abbiamo regole sociali e portiamo i vestiti ma non siamo poi molto diversi. Primo di tutto riuscire a superare la selezione naturale è qualcosa di casuale, sopravvive chi è più adattato a quell'ambiente e non di certo il più evoluto, assolutamente. L'omosessualità quindi ce la siamo sempre portata dietro perchè ripeto l'essere umano non ha rapporti sessuali solo per fare figli, questa è un idea nata nel nostro tempo ed è tipica della morale cattolica. Noi ci adattiamo all'ambiente, basti pensare all'antica Grecia lì era normale avere "l'amichetto" ma anche "l'amichetta" erano tutti tendenzialmente bisessuali, adesso è esattamente il contrario perchè sempre la società ci spinge all'eterosessualità. Quindi noi non siamo nati eterosessuali ma abbiamo comportamenti eterosessuali per via di una certa mentalità che ci hanno inculcato fin da piccoli, quindi si forse tu ti definisci al 100% etero ma io ne dubito perchè una componente bisessuale è presente in ognuno di noi, per quanto piccola possa essere. Per esempio Alfred Kinsey ha fatto lunghi studi su l'orientamento sessuale, e se non sbaglio anche Freud parla di bisessualità latente. Tornando all'argomento amiche io sono convinta che noi donne essendo magari più in intimità tra di noi possiamo esprimere meglio la nostra omosessualità, la maggior parte delle ragazze si stuzzicano tra loro, guardandosi il seno e magari toccandolo all'altra, farsi la doccia insieme ect... perchè non c'è nulla di male nell'ammettere che è piacevole farsi coccolare anche da una donna. Questo non significa essere lesbica ma semplicemente che in ognuno di noi c'è una componente omosessuale ed è una cosa naturale, che non va contrastata ma accettata anche se staremo sempre con un uomo perchè abbiamo trovato la persona giusta in lui. E non il sesso giusto, ma la persona giusta che è molto diverso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Gli animali direi che SEGUONO il piacere perchè non possono farne a meno cercando di liberarsi di quella tensione che si accumula in loro nel tempo dovuta alla pulsione sessuale che "spinge" per la conservazione della specie... L'uomo è si un animale ma è anche e soprattuto un essere senziente e oltre a seguirlo il piacere spesso lo RICERCA per alleviare, tramite il raggiungimento dell'orgasmo (anche con la masturbazione), tensioni accumulate non SOLO per via della pulsione sessuale ma ANCHE per altri motivi (familiari, sociali, ecc)... Se metto in un ambiente ristretto animali dello stesso sesso sessualmente maturi dopo un po' cercherebbero di accoppiarsi perchè non potrebbero farne a meno pena patire il disagio causato dall'eccesso di tensione accumulata per la condizione anomala vissuta... Ma in condizioni "normali"? Freud direbbe che esistono nell'uomo anche "barriere inconsce" (non naturali) erette nell'infanzia che impediscono alla pulsione sessuale di seguire la via naturale (sesso opposto)... Ma per scoprirle bisognerebbe scendere "in cantina" e quando lo si fa di solito si SOFFRE e pure parecchio! Però si trovano anche molte risposte ai propri comportamenti che "sembrano" naturali ma tanto naturali non lo sono... Riguardo la Chiesa penso sia solo figlia della morale che è esclusiva di chi possiede una coscienza e gli animali non mi risultano l'abbiano o l'hanno ad un livello solo embrionale (le scimmie per esempio)... Nonostante quello che hai scritto rimango quindi ancora dell'idea che in natura il sesso ha SOLO fine riproduttivo ma che l'uomo lo utilizza ANCHE per altri scopi (per lo più egoistici e non a fini di conservazione della specie)... PER ORA! :;):

P.S. Nel dizionario della natura il termine "aberrazione" non esiste: è la morale che l'ha "partorito" a proprio uso e consumo! E guarda caso i peggiori ipocriti e discriminanti che conosco sono anche tutti "moralisti" :Big Grin:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Se nasciamo tutti bisessuali non lo so (l'orientamento sessuale, alla fine, come è stato anche già detto, può essere variabile ed influenzabile anche da ciò che l'ambiente mette a disposizione), ma quel che è certo, è che nasciamo tutti come donne. La base organica da cui si sviluppa l'essere umano, è la stessa per tutti, e comprende entrambi i genitali. Quello che fa la differenza, è un misero gene che si trova sul cromosoma Y. Questo gene (TDF si chiama), se presente e funzionante (perchè ci sono anomalie genetiche dove individui geneticamente maschi, fenotipicamente sono femmine :Straight Face: ), è responsabile del rilascio di testosterone nell'organismo, il quale fa si che gli organi sessuali (ma anche il cervello!) si sviluppino in modo maschile. Tale botta ormonale dura per tutta la gravidanza ed il primo periodo di vita, per poi riprendere in modo altrettanto intenso durante l'adolescenza, dove oltre ai genitali ed al cervello, anche il corpo viene "plasmato a sua immagine e somiglianza".

Chiaramente, i propri genitali e le forme del proprio corpo influenzano le reazioni dell'ambiente che ci circonda (le persone, vedendoci maschi, ci tratteranno da maschi), ma è altrettanto vero, che il nostro cervello, essendosi strutturato in un modo, tende ad organizzare gli stimoli per come è stato creato a fare, e spesso, quest'ultimo ha il sopravvento su tutto il resto (come nei casi di disforia di genere ad es.). Ma ripeto, queste sono considerazioni che riguardano più che altro la propria identità sessuale, che l'orientamento :ola (4):

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Domanda: perchè secondo te la natura ci avrebbe dato una componente omosessuale? O meglio... Quale la funzione "assolutamente necessaria" dell'omosessualità nel garantire la conservazione della nostra specie onde per cui è stata risparmiata dalla "spietatissima" selezione naturale?

per preparare un esame, tempo addietro, lessi su un articolo dove si cercava di rispondere anche a queste domande, partendo dalla "scoperta" di un gene che si trova sul cromosoma X e che risultava essere nettamente presente in soggetti omosessuali (mi sembra il genere era Xq24). In pratica, con uno studio incrociato, avevano avanzato l'ipotesi che, siccome quando sto gene si trova nelle femmine, ne aumenta enormemente la fertilità (nel senso che avevano molti più figli ste donne), il fatto che casualmente finisca anche in alcuni uomini, rendendoli (forse!) omosessuali, sia semplicemente un effetto collaterale che la specie umana paghi per aumentare le sue chance di sopravvivenza.

La cosa fica, è che si erano pure divertiti a correlare la presenza di questo gene con la cultura, e la tolleranza che questa aveva nei confronti omosessuali (ma ora non ricordo che Hp ne era risultata), ma sembrava affascinante (che non significa "vera", naturalmente) :Big Grin:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

quel che è certo, è che nasciamo tutti come donne....

Sicuramente agli albori del tempo nella primissima fase della distinzione degli organi sessuali ci dev'essere stata una gran bella confusione riguardo i propri gusti (orientamento sessuale)... Ma OGGI? Direi che milioni di anni hanno scavato un "letto" (direzione) per la pulsione sessuale pari a quello del Gran Canyon in America e che va tutto nella direzione del sesso opposto...

Ovvio anche che a tornare abbastanza indietro nel tempo "nasciamo" tutti addiritura come semplici cellule che sguazzano felici nel brodo primordiale e che si riproducono semplicemente per clonazione... Rimanendo però ai giorni nostri, una persona nasce da un mix di cromosomi (XX vs XY) che mi risulta non sono proprio quelli di una donna (XX semplice) e se il tempo ha favorito l'evoluzione di un cromosoma X in uno Y (più che in uno X "special") è perchè avere geni in MENO in uno dei due forse era di maggior vantaggio che averne uno in PIÙ (Xq24) per l'evoluzione stessa delle specie... L'evoluzione però non spiega tutto: c'è una spinta innata al differenziarsi PRIMA ancora della selezione che avviene ovviamente DOPO e da cui quel che noi definiamo evoluzione (anche l'adattamento avviene DOPO)...

Quello che volevo sottolineare nei miei post precedenti era che la maggior parte delle persone omosessuali o bisessuali che fossero che ho conosciuto personalmente riscontravo avevano vissuto situazioni familiari tali che li avevano portati (in buona maggioranza) ad odiare il sesso opposto o ad avere grandi difficoltà (barriere inconscie) a relazionarsi con esso e ad optare quindi per una soluzione "di comodo" ossia indirizzarsi vero lo stesso sesso (quindi minor sofferenza più che maggior piacere!) e che prima di andare a cercare una risposta "lontano" nello spazio e nel tempo (o nel dna) si può provare a cercarla più "vicino"... Letteralmente in CASA!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Argomento molto interessante, mi sono informata tantissimo a riguardo. A mio parere si nasce con determinate pulsioni, che siano esse eterosessuali, bisessuali o omosessuali. Ho letto che hai dato un'occhiata agli studi di Kinsey, per cominciare vanno benissimo! L'ambiente, come tu dici, ci influenza tantissimo (la famiglia, il gruppo di pari con cui ci confrontiamo, la società in generale) e può essere che qualcuno di noi sia "portato" al sesso opposto piuttosto che magari seguire la propria omosessualità latente della quale non ne siamo neanche consapevoli. Comunque una cosa importante da sottolineare è che ad un certo punto la vera natura si rivela, e si rivela in primis sotto forma di fantasie sessuali e sogni erotici. Avrei tantissimo da dirti a riguardo! Inoltre se ti interessa soprattutto la bisessualità femminile, sono stati fatti degli studi interessanti in cui si tentava di dimostrare la possibilità da parte delle donne di potersi eccitare anche dinanzi ad un nudo femminile e via dicendo. Possiamo parlarne in privato, io studio psicologia e vorrei diventare una sessuologa un giorno! Ti lascio il mio indrizzo in posta privata ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

strano pero'.

il dottor ego sfoggia la sua cultura parlando di cromosoni e di genetica.

dimmi dottore ma e' vero che il cervello (organo) sia priva di malattie

genetiche?Just%20Kidding.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

sono molto d' accordo con Sophie

in effetti chi si dichiara eterosessuale lo fa solo per ragioni di insicurezza interna

è molto difficile essere eterosessuale " biologicamente " in quanto questa idea è solo una conseguenza di alcuni dettami religiosi che alcuni scelgono di seguire.

di base una lingua è una lingua, una mano un amano e un organo sessuale un organo sessuale.

le bandiere ideologico-religiose forse meglio tenerle nei forum di catechismo ( se ne esistono : ) )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

sono molto d' accordo con Sophie

in effetti chi si dichiara eterosessuale lo fa solo per ragioni di insicurezza interna

tex

io sono eterosessuale e nn ho insicurezza interna.

le bandiere ideologico-religiose forse meglio tenerle nei forum di catechismo ( se ne esistono : ) )

tex

in chiesa ci son andato si o no una ventina di volte nel corso di mezzo secolo.

inclusi, battesimi, comunioni e consacrazione dei morti.

io credo che chi nn la pensa come voi per indole nn benefica

ed autostima smarrita ci ci passa ad etichettare altra gente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Buonasera a tutti.

Rispondo brevemente: in amore potremmo essere tendenzialmente tutti bisessuali.

L'amore è tra persone non tra sessi.

Già il fatto che tu ti poni la domanda vuol dire che lo vedi come un problema

Ma io penso che in amore cercare di usare la razionalità serve a poco.

Saluti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

Non credo all'affermazione che (da piccoli) siamo tutti bisex e che poi la società ci "indirizza" verso l'eteronormatività. Questa "legge non scritta" esiste, è vero. Ma dubito che siamo tutti bisex. Se fosse vero, chiunque amerebbe entrambi i sessi. Per quel che mi riguarda, gli uomini non mi suscitano alcun interesse che vada oltre l'amicizia. 

Io sono dell'idea che la nostra sessualità, secondo me, è una sorta di predisposizione e che, per noi omo/bisex, è solo questione di assecondare o meno le nostre pulsioni. C'è chi riesce ad assecondarle senza problemi e c'è chi, invece, non ce la fa.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.