Vai al contenuto

Conformista o anticonformista?


Messaggi consigliati

 

Pubblicità


La tua percentuale di conformismo è del 40%

Originalmente conforme. Sei a metà via tra il conformismo e l'anticonformismo... Se è vero che la virtù sta nel mezzo, allora puoi considerarti una persona equilibrata, abbastanza consapevole e capace di decidere in modo autonomo quando serve, ma anche disposta, allorché necessario, a seguire la massa. Dalle tue risposte si direbbe che tu non abbia bisogno di dimostrarti diverso da quello che sei; non senti dunque la necessità di essere diverso a tutti i costi, ma non provi nemmeno quella insicurezza di fondo che spinge le persone ad uniformarsi sempre e comunque. Augurandoci che il nostro breve e riduttivo resoconto della tua personalità corrisponda al vero, ti invitiamo a proseguire su questa strada!

:8P:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

24%

Fuori dal coro. Se hai risposto sinceramente alle domande del test, allora possiamo concludere che sei una persona che ama distinguersi dagli altri, arrivando anche a cercare l'originalità e la diversità. Sarà un bene o un male? Questo non possiamo saperlo, tuttavia possiamo dirti che uniformarsi agli altri può fare comodo, ma difficilmente appaga; essere diversi a tutti i costi aiuta probabilmente a sentirsi speciali, forse anche migliori degli altri, ma con tutta probabilità nasconde sotto sotto un notevole bisogno di affetto insoddisfatto. L'importante non è tanto essere conformi alla massa o alternativi, quanto sentirsi in pace con se stessi. Scrivici se hai apprezzato questo test!

adesso gli scrivo... :=@:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

Mauri',

nn ho bisogno di fare il test perche' sono stato anticomformista

prima di nascere.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

La tua percentuale di conformismo è del 14%

Anticonformista. Le tue risposte mettono in luce un atteggiamento del tutto anticonformista, molto vicino all'eccesso. Vuoi a tutti i costi essere diverso dagli altri, distinguerti, avere qualcosa di speciale, pensare in modo originale e differente. Attento a non esagerare, dopo tutto uniformarsi alle altre persone diviene a volte una necessità, e tentare a tutti i costi di evitarlo può addirittura provocare effetti negativi. Insomma, l'eccesso non è mai la strada migliore e la virtù sta generalmente nel mezzo. In ogni caso l'importante non è tanto essere conformi alla massa o alternativi, quanto sentirsi in pace con se stessi. Scrivici se hai apprezzato questo test!

Probabilmente avrei ottenuto la piena anticonformità se non avessi detto che volevo fare l'avvocato...ma come scienziata non mi ci vedo proprio :icon_mrgreen:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Ospite pruillio

la mia percentuale di conformismo e' del 43 %...una via di mezzo

Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • 3 months later...
 
  • 1 month later...
 

a parte i tatuaggi, che ora letto st'articolo mi faccio subito un tatuaggio sul kulo, alle volte sai... :icon_mrgreen::LOL: , c'è anche il conformismo indotto dalla tv..

stamani ho assistito a scene dell'ultimo giorno di scuola, tratte pari pari da "Amici" di Maria De Filippi, non so, o dal Grande Fratello, bimbe che piangono perchè è finita la scuola e ti buttano le braccia al collo urlando, le manchereeemo, prof?!1 sigh e sob, io sconvolta:))))

Dunque, quello che avrei voluto dire è raga, lo faccio per lavoro, non mi mancherete per nulla, anzi domani non ricorderò più i vostri nomi, in vent'anni mi ricorderò sì e no tre nomi in tutto, delle mille facce che ho visto, ma mi sembrava di essere troppo spietata, così ho finto il contraccambio, educatamente, pensando a maria De Filippi e maledicendola:))))))

Link al commento
Condividi su altri siti

 

con queste scene isteriche a cui noi assistiamo, come insegnanti, abbastanza impotenti, non c'è da meravigliarsi che poi si legga che gli studenti vengono armati di fucile.

E' il risvolto della stessa medaglia.

Loro pensano che la scuola non sia un normale ambiente pubblico e di lavoro, ma che a scuola ci siano dei sostituti di mamma e babbo, e quando qualcosa non torna, vengono da noi a chiedere affetto, considerazione, conforto..

Questo è quello che gli danno a intendere a casa, noi non ci siamo, abbiamo delegato come baby sitter i vostri insegnanti e come "amici e famiglia" i vostri compagni, per rimostranze sul servizio inefficiente sparate a loro.

guardate, è seria sta faccenda.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

non so perché, ma quando parli dei ragazzini a scuola mi vengono sempre in mente i miei ex-colleghi

(potresti parlare d'altro, per favore? :Praying: )

Link al commento
Condividi su altri siti

 

non so perché, ma quando parli dei ragazzini a scuola mi vengono sempre in mente i miei ex-colleghi

(potresti parlare d'altro, per favore? :Praying: )

no, è importante parlarne e condividere:))))

Link al commento
Condividi su altri siti

 

non mi dire che anche l'azienda è la "grande famiglia" in cui ci si difende dalle minacce esterne e tutti si devono volere tanto bene, in obbedienza al "grande padre" amministratore delegato, che fa tanto prete o direttamente "Dio Padre"?

Magari in realtà ci si ammazzerebbe volentieri tra "fratelli", però "vogliamoci bene, diamoci la mano e camminiamo insieme sul sentiero del Paradiso":))))))))

Link al commento
Condividi su altri siti

 

non mi dire che anche l'azienda è la "grande famiglia" in cui ci si difende dalle minacce esterne e tutti si devono volere tanto bene, in obbedienza al "grande padre" amministratore delegato, che fa tanto prete o direttamente "Dio Padre"?

Magari in realtà ci si ammazzerebbe volentieri tra "fratelli", però "vogliamoci bene, diamoci la mano e camminiamo insieme sul sentiero del Paradiso":))))))))

e' la scuola di oggi, dove per boccià un bimbo, che pare che invece di bocciarlo lo stiamo ammazzando, i professori passano notti insonni alla Fantozzi, con psicodrammi collettivi nel CDC, ove si schierano le due fatidiche fazioni: I difensori del pupo in culla, e i kattivi punitivi, che puniscono genitori, ASl, situazioni tragiche, guerre mondiali ecc ecc

Link al commento
Condividi su altri siti

 

non mi dire che anche l'azienda è la "grande famiglia" in cui ci si difende dalle minacce esterne e tutti si devono volere tanto bene, in obbedienza al "grande padre" amministratore delegato, che fa tanto prete o direttamente "Dio Padre"?

Magari in realtà ci si ammazzerebbe volentieri tra "fratelli", però "vogliamoci bene, diamoci la mano e camminiamo insieme sul sentiero del Paradiso":))))))))

e' la scuola di oggi, dove per boccià un bimbo, che pare che invece di bocciarlo lo stiamo ammazzando, i professori passano notti insonni alla Fantozzi, con psicodrammi collettivi nel CDC, ove si schierano le due fatidiche fazioni: I difensori del pupo in culla, e i kattivi punitivi, che puniscono genitori, ASl, situazioni tragiche, guerre mondiali ecc ecc

aggiungo che tra i kattivi si annoverano il Prof di mat e quella di inglese, mentre tra i buoni quello di ginnastica, il più santo di tutti, candidato a passare, unico tra tutti, le porte dell' Empireo, mentre tra gli insonni, abbiamo Arte e Musica, che tra sè sè pensano, ma a che serve il piffero e il pennello? E non c'è versi di dormire, ahahahah:))

Link al commento
Condividi su altri siti

 

non mi dire che anche l'azienda è la "grande famiglia" in cui ci si difende dalle minacce esterne e tutti si devono volere tanto bene, in obbedienza al "grande padre" amministratore delegato, che fa tanto prete o direttamente "Dio Padre"?

Magari in realtà ci si ammazzerebbe volentieri tra "fratelli", però "vogliamoci bene, diamoci la mano e camminiamo insieme sul sentiero del Paradiso":))))))))

togli l'erebbe...

in effetti l'obbedienza al 'grande padre' in azienda fa pensare a quella per il santo padre nei conventi (non c'è niente di meglio

che essere vincolati dall'obbedienza ad un'entità latitante...) però l'associazione con i ragazzini mi era venuta per altri motivi

ma parliamo d'altro! ieri Tourminator ha fatto un numero dei suoi!

Link al commento
Condividi su altri siti

 

non mi dire che anche l'azienda è la "grande famiglia" in cui ci si difende dalle minacce esterne e tutti si devono volere tanto bene, in obbedienza al "grande padre" amministratore delegato, che fa tanto prete o direttamente "Dio Padre"?

Magari in realtà ci si ammazzerebbe volentieri tra "fratelli", però "vogliamoci bene, diamoci la mano e camminiamo insieme sul sentiero del Paradiso":))))))))

In base alla mia esperienza l'azienda-famiglia è gestita sul modello dei tre films del Padrino, francamente non so chi ha preso spunto dall'altro...forse Coppola aveva lavorato in una a-f prima di fare il regista :huh: fatto sta che le reali minacce in realtà stanno tutte all'interno...

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Eh, beh.. interna all'azienda è la faglia tra il conformismo di cui è impregnata la sua natura e l'anticonformismo di cui è impregnata la sua immagine.

:Nerd:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Eh, beh.. interna all'azienda è la faglia tra il conformismo di cui è impregnata la sua natura e l'anticonformismo di cui è impregnata la sua immagine.

:Nerd:

Complimenti, non saprei definire meglio il concetto :Applause:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.