Vai al contenuto
  • Pubblicità

trilly

orientamento psicodinamico

Messaggi consigliati

Ciao a tutti sto facendo una terapia psicodinamica qualcuno sa dirmi fino a che punto in questo tipo

di orientamento ci si spinge con il contatto? cioè non vorrei essere fraintesa non intendo avere rapporti

con lo psicoterpaeuta ma mi riferisco al fatto che lui per il momento mi dà solo la stretta di mano,

è probabile che possa anche abbracciarmi? sento di paziente i cui psicoterapeuti danno

anche il bacio sulla guancia, questo lo prevede l'orientamento psicodinamico o il massimo che devo aspettarmi

è la stretta di mano? Sarà che sono in fase di transfert ma delle volte vorrei che lui mi abbracciasse è frustante

dovermi contenere soprattutto dal momento che abbiamo raggiunto una forte intimità verbale vorrei che a questa

si unisse anche quella fisica senza scavalcare il rapporto professionale ovviamente.

Grazie se qualcuno può illuminarmi su questo aspetto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Ospite pruillio

se cerchi in internet troverai cos'e' la terapia ad orientamento psicodinamico,ma mi sa che non sia l'abbraccio,anzi,se sei sotto transfert,baci e abbracci meglio lasciarli agli amici. ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Grazie pruillio per i tuoi consigli lo so che baci e abbracci dovrei lasciarli ai miei amici e

so che nn devo fantasticare troppo su di lui solo che poi quando lo rivedo in seduta

tutta la mia parte razionale scompare e mi viene tanta voglia di avere un contatto con lui ma

non al punto da mettere a repentaglio la nostra relazione terapeutica, vorrei solo abbracciarlo.

Cmq secondo me i psicoterapeuti anche se seguono un dato orientamento si comportano in maniera divera a seconda dei pazienti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
lui per il momento mi dà solo la stretta di mano,

anche a me la mia terapista psicodinamica mi ha dato la stretta di mano la prima volta, ma io non continuo, la saluto qundo la vedo e quando vado via.

nessun contatto.

ma perchè sono fattop io così, non abbraccio nemmeno mia sorella o amici.

tutti sono sotto transfert, dipende che ci vedono.

dicono che l'uomo nella terapista ci vede la madre.

ecco forse spiegato perchè non mi ma proprio di darle la mano (figurarsi abbracciarla) e non voglio continuare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao Salamandra quindi anche tu stai facendo la psicodinamica.

In fondo ti invidio io sono il tuo opposto a me piace molto dare e ricevere affetto, invece

vorrei essere come te, anch'io vorrei avere la tua stessa freddezza sn convinta che soffrirei di meno.

Per quanto riguarda il transfert io nei confronti del mio terapeuta nn vedo un padre ma semplicemente

un ragazzo che mi attrae è questo il problema.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

E' un problema di transfert. L'amore che nutrivi per i tuoi familiari, per i tuoi genitori, per i tuoi uomini si trasforma in un affetto-amore-passione pe il tuo terapeuta. Non devi andare moltre alla stretta di mano e cerca di parlarne con lui.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao a tutti sto facendo una terapia psicodinamica qualcuno sa dirmi fino a che punto in questo tipo

di orientamento ci si spinge con il contatto? cioè non vorrei essere fraintesa non intendo avere rapporti

con lo psicoterpaeuta ma mi riferisco al fatto che lui per il momento mi dà solo la stretta di mano,

è probabile che possa anche abbracciarmi? sento di paziente i cui psicoterapeuti danno

anche il bacio sulla guancia, questo lo prevede l'orientamento psicodinamico o il massimo che devo aspettarmi

è la stretta di mano? Sarà che sono in fase di transfert ma delle volte vorrei che lui mi abbracciasse è frustante

dovermi contenere soprattutto dal momento che abbiamo raggiunto una forte intimità verbale vorrei che a questa

si unisse anche quella fisica senza scavalcare il rapporto professionale ovviamente.

Grazie se qualcuno può illuminarmi su questo aspetto.

Ciao! Dici bene quando accenni al meccanismo di transfert rispetto al tuo psicoterapeuta. Il problema, se vogliamo, è che non esiste solo in positivo (per es., voglia di abbracciarlo, avere contatti meno formali, ...) ma anche in negativo! Solitamente, con il procedere della terapia, vengono proiettati anche rabbia, frustrazione, scoraggiamento e l'"infatuazione transferale" si trasforma in aggressività e svogliatezza manifesta. Questo accade soprattutto con gli psicoanalisti, che sembrano avere quest'aura un po' magica ad accompagnarli. Un consiglio; asseconda la distanza che lo specialista costruisce nei tuoi confronti, perché lui sa fino a che punto sia possibile spingersi. E questo è un beneficio per il paziente, sempre e comunque.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.