Vai al contenuto

Ennesimo topic uguale


Messaggi consigliati

Ma non ho molte persone con qui parlarne, per cui mi fa piacere anche sentire qualche parere anonimo.

Sono stato lasciato dalla ragazza, non si capisce se momentaneamente o per sempre, che oltretutto ha affermato di aver capito che le piace un altro (anche se credo sia un amore impossibile visto che lui è felicemente fidanzato). Io vista l'enorme delusione che mi ha procurato (mi ha negato qualsiasi confronto dal vivo, sono stato liquidato malamente tramite chat) le ho detto che avrei chiuso lì il rapporto e che non l'avrei aspettata, o mi ami e stai con me o altrimenti esci dalla mia vita, le mezze misure in amore non le concepisco. Le ho fatto notare il comportamento bestiale che ha avuto nei miei confronti e per lo meno è si è scusata dicendomi che mi merito tutto il bene del mondo, che è troppo immatura per me bla bla. Io avendo apprezzato il gesto ho in parte ritrattato dicendole che avrei cominciato a frequentare chi volevo ma che comunque non le avrei chiuso a priori le porte in faccia. Ormai sono quasi due mesi che non ci vediamo, il rapporto durava da due anni e due mesi.

Ho 26 anni e questa è stata la mia prima storia seria, il resto al massimo è durato qualche mese. Ho amato questa persona (e la amo ancora) come mai nessuno ho amato nella mia vita e ovviamente vedevo il mio futuro con lei. Una persona che è capitata in un momento positivo della mia vita, che oserei definire un grafico impazzito con picchi continui verso l'alto e il basso, e se ne è andata in un momento negativo (uno dei motivi per cui credo si sia disinnamorata di me). Io al suo posto sarei stato vicino alla persona che amo in un momento di difficoltà, ma io sono io. Lei ha preferito abbandonarmi perchè stava assorbendo nel modo sbagliato la mia situazione e non era più felice, non la condanno ma non la giustifico minimamente.

Come tutti ben sanno l'unico modo per uscire da queste situazioni è guardarsi intorno, e qui nasce il problema. Io e lei ci siamo conosciuti su internet, perchè fondamentalmente non siamo dei campioni di socialità (io molto peggio di lei), e così sto facendo di nuovo io, ma con scarsi risultati. Il mio è quasi un accanimento nel voler trovare a tutti i costi un rimpiazzo nell'immediato, agendo nel modo più facile, lo schermo del pc. Sono timido, introverso, non attacco bottone con qualcuno neanche se mi punti una pistola alla testa, e per me approcciarmi dal vivo a una ragazza è impossibile. Ma non lo vedo come un handicap perchè sono consapevole di avere talmente tanti lati positivi che qualche lato "negativo" me lo concedo con piacere. Allo stesso tempo però sono preoccupato perchè in fondo a me una vocina mi dice che ci metterò molto per ritrovare l'amore, e questo mi crea angoscia. Non è finita qui, qualora dovessi conoscere una ragazza in questo periodo e uscirci mi sentirei comunque combattutto e afflitto dai sensi di colpa perchè nel mio cervello aleggia in continuazione il fantasma della mia ex. L'ho amata troppo per cancellarla da un giorno all'altro.

Ho poche fonti di distrazione perchè non lavoro e a causa di un infortunio che ho avuto mesi fa ancora non posso fare determinate cose. Uscire mi fa star meglio ma non lavorando non posso permettermi il tenore di vita che avevo tempo fa, a tante cose devo rinunciare. Ci sono un paio di progetti che sto tentando di avviare ma in ogni caso non se ne parlerà prima del 2014, e comunque mi riesce difficile trovare il giusto entusiasmo. Ho paura di non riuscire a gestirli. Fino a un anno fa facevo il lavoro della mia vita e avevo un rapporto meraviglioso, ora ho perso entrambe le cose e non mi sento minimamente attraente, come vuoto, inutile. Sto comunque tentando di reagire in tutti i modi perchè con la depressione ci ho combattuto parecchio dai 10 ai 20 anni. E' il triste destino di una persona profonda, riflessiva, matura (troppo), sensibile, onesta, rispettosa, buona, educata e comprensiva, nata e cresciuta nel posto sbagliato. Quel posto dove va avanti solo il furbo sgomitando tra i fessi (io).

Oltre al consiglio di trovarmi un'altra donna (cosa molto complicata per me) esistono altre soluzioni ugualmente efficaci per superare questi momenti?

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


Aggiungo che più che introverso sono timido, o per lo meno sono un introverso selettivo. Con lei riuscivo ad aprirmi al 100%, anche troppo (da questo rapporto ho imparato che alcune cose vanno tenute nascoste e che in ogni caso ogni tanto bisogna saper mentire, per il bene di entrambi), e ci riesco similmente anche con mia madre e con un ragazzo siciliano con cui ho avuto un rapporto di amicizia per un paio di mesi (purtroppo da allora ci sentiamo solo per telefono). Stop, con tutti gli altri semplicemente non riesco ad essere me stesso.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    • Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.