Vai al contenuto

ho perso una figlia


Messaggi consigliati

Buongiorno a tutti, sono nuova di questo forum. Mi presento, sono una nonna di 57 anni, Mi chiamo Lara e come potete dedurre dal mio nick sono amareggiata e disperat per la mia situazione con l'unica figlia- RaccontarVi tutta la mia travagliata storia sarebbe lunghissimo per cui tentero' con dei punti essenziali di farVi capire il mio problema se qualcuno di Voi ha avuto un'esperienza simile.
Comincio con il dirVi che mi sono separata quando mia figlia aveva 7 anni...apparentemente senza troppa sofferenza da parte sua...se non poi con il tempo riversare un affetto morboso nei miei confronti. Dopo due anni conosco un uomo che lega moltissimo con lei, all'inizio conviviamo e nel 2000 ci sposiamo..Mia figlia va d'accordo con quest'uomo, non ci sono segnali apparenti di disagio se non dettati dall'età adolescenziale..Passano gli anni, mia figlia si sposa e nasce un bimbo...Unione famigliare perfetta, anche se lei è assillata dalla dieta e dal controllo del cibo rivolto anche al bimbo e al consorte...Nel frattempo il mio secondo matrimonio si sgretola, per incomprensioni e mia figlia chiaramente è dispiaciuta . Ma le cose si complicano quando ho un nuovo compagno che lei non accetta nel modo piu' assoluto pur non avendolo mai frequentato e negandomi la possibilità di frequentarlo al suo cospetto e a quello del bambino. Ci sono lettere amare, insulti da parte sua, viene fuori un risentimento assopito dove lei mi accusa di non essere stata mai una brava madre, cosa non vera perche' ho sempre cercato di dare il massimo per Lei, ho fatto sacrifici per farla studiare, per darle il meglio..ma probabilmente le mie frustrazioni con persone sbagliate venivano inconsciamente subite da lei.. puo' darsi che l'abbia trascurata affettivamente senza rendermene conto, mi metto in discussione e mi prendo le mia colpe ma non tali da essere arrivate al punto che sono oggi. Nel frattempo, mia figlia ha altre due bimbe che sono la gioia di tutti, Io provo ad essergli utile ma la distanza e il mio lavoro, non mi permettono di offrirle quell'aiuto che vorrei..vedo di tanto in tanto questi tesori di bimbi a cui voglio un mondo di bene, ma sempre da sola, e sempre tacendo la mia vita privata. Questo per gli ultimi due anni, ho sopportato questa situazione vedendo tante cose che non andavano bene e restando al mio posto per non urtarla e potermi concedere almeno la libertà di frequentare i suoi figli, Arriviamo al natale odierno, e scoppia la bomba. Mi accusa di preferire di passare il Natale con quest'uomo anziche' con lei ma quest'uomo oggi è anche la mia famiglia, non fa male a nessuno, è un brav'uomo, ma in lei c'è un rifiuto categorico e alla mia scelta di condividere il natale anche con lui, lei va fuori di testa accusandomi nuovamente di essere una pessima madre, dicendomi che non mi farà vedere mai piu' i suoi figli e annullando qualsiasi rapporto con me, "sei Morta per me" mi ha detto..e cosi' ha fatto...cancellandomi da tutto e negando anche i miei regali per i suoi bimbi. Ma perche' far pagare tutto questo a questi bimbi? Un nonno credo sia una figura importante e per quanto possa aver sbagliato, merita un po di rispetto..Lei , per me, non ne ha mai avuto, mi sono solo e sempre sentita accusata, rifiutata, non amata. Mi prendo le colpe dei miei fallimenti sentimentali, mi prendo le colpe di averlA ferita a suo tempo ma perche' arrivare ad una conclusione cosi' tremenda?. Non l'ho mai abbandonata, non ho mai fatto del male volontario a nessuno tanto meno a lei, ma una madre si cancella cosi', con un colpo di spugna...
Devo premettere che lei soffre di disturbi dell'alimentazione, bulimia e mangia pochissimo. Molte volte ho cercato di aiutarla ma lei rifiuta qualsiasi tipo di aiuto esterno, anche il marito ha poco ruolo in questo. Lei riversa tutto sul suo lavoro e poco tempo dedica alla casa e ai suoi figli. é molto egoista e rabbiosa. Sicuramente questa rabbia arriva dal passato e so che avrebbe bisogno di un aiuto psicologico per tentare di liberare cio' che la opprime cosi' tanto ma lei si sente superiore alle parti...
Sono piena di dolore e non so cosa fare...Dovrei rinunciare a invecchiare con questa persona a cui voglio bene? Il rapporto con mia figlia è irrecuperabile...non accetta nessun compromesso....
Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


Ognuno di noi ha tante belle storie da raccontare ,e la tua è una bella storia! Penso che hai diritto ad essere felice,tua figlia è ormai adulta ...e tu non devi sentirti in colpa...hai fatto quello che potevi e lei avendo dei figli un giorno capirà. Vivi l amore del tuo compagno perché ne hai diritto :) e chissà un giorno anche l amore con tua figlia rifiorirà...perché quello non muore mai

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Ho letto la tua storia, e mi ha molto colpito, non riesco proprio a capire come una figlia possa avere un comportamento di questo genere con la propria mamma...io x fortuna non ho questi problemi con mia figlia, e sinceramente non saprei cosa consigliarti....forse una semplice cosa, parlare con lei e farle capire la tua situazione..un'abbraccio... :10:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Ho letto la tua storia, e mi ha molto colpito, non riesco proprio a capire come una figlia possa avere un comportamento di questo genere con la propria mamma...io x fortuna non ho questi problemi con mia figlia, e sinceramente non saprei cosa consigliarti....forse una semplice cosa, parlare con lei e farle capire la tua situazione..un'abbraccio... :10:

Grazie di avermi risposto...Credimi, è impossibile parlare con lei...è aggressiva e intransigente, non ascolta e non vuole sentire ragioni...Quest'uomo lo chiama "soggetto", "intruso", "estraneo" e riversa l'odio per me verso la figura. di questa persona. Pensa che è arrivata al punto di cancellarmi dalle amicizie su facebook perche' cosi' non vedo nenache piu le foto dei miei nipotini..Sto vivendo in un incubo..mi sembra cosi' impossibile che una figlia arrivi a tanto...Se anche tu sei mamma, credo che comprendi il mio dolore...qe quando penso ai miei nipotini, che non riesco piu a vedere, mi sento lacerare dentro.Mi è stato detto che devo dimenticare questa mia famiglia, che ormai non c'è piu nessuna speranza di riavvicinamento in lei e che devo considerarmi un'estranea....Terribile! Grazie tanto per avermi letta...

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Ma figurati...sono anche io mamma, x il momento non ho nipoti, anche se lo desidero tanto....io non posso neanche immaginare di non vedere più mia figlia, è la cosa più bella che ho nella mia vita. Per questo posso capire quanto stai soffrendo, ma non ti arrendere in fondo non hai fatto niente di male, e lei che dovrebbe vergognarsi del comportamento che ha, e poi io sono dell'idea che x i genitori bisogna avere rispetto sempre...si forte, e vedrai che le cose cambieranno..., quando hai voglia di parlare, io sono qua... :ola (3):

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Spina nel cuore, di solito solo il tempo e una maggiore esperienza di vita che si acquisisce, anche tramite il dolore, possono dare una visione più obiettiva della realtà vera al di là delle ricostruzioni arbitrarie che ne facciamo. Tua figlia ha bisogno di cure, da quanto dici deve stare parecchio male psicologicamente per cui vive una realtà profondamente distorta. Se involontariamente tu sei stata in parte causa dei suoi problemi, non devi assolutamente crearti adesso dei sensi di colpa. Hai fatto tutto quanto era nelle tue possibilità, poi tutti commettiamo degli errori. Vivi la tua vita per quanto puoi con tranquillità. E mantieni sempre una porta aperta. Prima o poi lei tornerà a bussare...

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Spina nel cuore, di solito solo il tempo e una maggiore esperienza di vita che si acquisisce, anche tramite il dolore, possono dare una visione più obiettiva della realtà vera al di là delle ricostruzioni arbitrarie che ne facciamo. Tua figlia ha bisogno di cure, da quanto dici deve stare parecchio male psicologicamente per cui vive una realtà profondamente distorta. Se involontariamente tu sei stata in parte causa dei suoi problemi, non devi assolutamente crearti adesso dei sensi di colpa. Hai fatto tutto quanto era nelle tue possibilità, poi tutti commettiamo degli errori. Vivi la tua vita per quanto puoi con tranquillità. E mantieni sempre una porta aperta. Prima o poi lei tornerà a bussare...

Ti ringrazio per queste parole, mi hanno un po' confortato...soprattutto l'ultima frase, è una speranza che voglio conservare nel cuore anche se oggi puo' apparire impossibile che accada...Mia figlia ha sicuramente gravi problemi psicologici a cui non da importanza e pensare che si è laureata in psicologia!!!!!!!!!!!! con il massimo dei voti. E' sempre stata assilata dal peso...fin dall'adolescenza...mangia pochissimo e in modo disordinato, il marito l'ha sorpresa piu' volte chiudersi in bagno e vomitare volontariamente, non ama il cibo e lo trasmette anche ai bambini ai quali praticamente cucina poco e niente e malvolentieri. Assila anche il marito con le diete, inoltre è paranoica nello sport, appena ha un attimo si butta nella corsa, prima era la palestra, ma sempre in modo ossessivo. Nel lavoro, tende a primeggiare, sempre, a costo di passare sul cadavere dei colleghi di turno...ha un carattere aggressivo ma è fragile pero' tende ad indossare una maschera quando è all'esterno tanto da crearsi stuole di pseudo amicizie che usa finchè viene adulata per quello che finge di essere....Ho tentato, anche parlando al marito, di convincerla ad affrontare una psicoanalisi ma penso sia andata un paio di volte e poi ha smesso. Sono preoccupata oltre che amareggiata perche' prima o poi, comprometterà anche cio' che ora ha di piu' caro....

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Hai letto mai questa bellissima poesia di Gibran? Può far capire molte cose...

di Kahlil Gibran
I vostri figli non sono figli vostri.
Sono figli e figlie della sete che la vita ha di se stessa.
Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi,
E, benché vivano con voi, non vi appartengono.
Potete donare loro il vostro amore, ma non i vostri pensieri,
Essi hanno i loro pensieri.
Potete offrire rifugio ai loro corpi, ma non alle loro anime,
Esse abitano la casa del domani,
che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno.
Potete tentare di essere simili a loro, ma non cercate di farli simili a voi.
La vita procede e non s’attarda sul passato.
Voi siete gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti.
L’Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito,
e vi tende con forza, affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.
Affidatevi con gioia alla mano dell’Arciere,

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Hai letto mai questa bellissima poesia di Gibran? Può far capire molte cose...

di Kahlil Gibran

I vostri figli non sono figli vostri.

Sono figli e figlie della sete che la vita ha di se stessa.

Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi,

E, benché vivano con voi, non vi appartengono.

Potete donare loro il vostro amore, ma non i vostri pensieri,

Essi hanno i loro pensieri.

Potete offrire rifugio ai loro corpi, ma non alle loro anime,

Esse abitano la casa del domani,

che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno.

Potete tentare di essere simili a loro, ma non cercate di farli simili a voi.

La vita procede e non s’attarda sul passato.

Voi siete gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti.

L’Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito,

e vi tende con forza, affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.

Affidatevi con gioia alla mano dell’Arciere,

Si grazie..la conoscevo...amo molto i pensieri di Gibran, è molto bella e vera. Credo pero' in minima parte, perlomeno nel passato, di avermi comportata nel modo che descrive il poeta, credo e lo dico con molta convinzione, di aver fatto a mia figlia il regalo della libertà soprat. di scelta, senza mai interferire nel suo percorso pensando che l'avrebbe aiutata a diventare una persona piu' responsabile dovendo scontrarsi anche con gli errori che inevitabilmente avrebbe compiuto. Cosi' non è stato, oggi mi pento di non essere stata in grado di imporre regole piu' severe, forse lei aveva bisogno proprio di queste...

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Hai letto mai questa bellissima poesia di Gibran? Può far capire molte cose...

di Kahlil Gibran

I vostri figli non sono figli vostri.

Sono figli e figlie della sete che la vita ha di se stessa.

Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi,

E, benché vivano con voi, non vi appartengono.

Potete donare loro il vostro amore, ma non i vostri pensieri,

Essi hanno i loro pensieri.

Potete offrire rifugio ai loro corpi, ma non alle loro anime,

Esse abitano la casa del domani,

che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno.

Potete tentare di essere simili a loro, ma non cercate di farli simili a voi.

La vita procede e non s’attarda sul passato.

Voi siete gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti.

L’Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito,

e vi tende con forza, affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.

Affidatevi con gioia alla mano dell’Arciere,

Bellissima...e verissima.... :10:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • 4 weeks later...

....io non posso neanche immaginare di non vedere più mia figlia, è la cosa più bella che ho nella mia vita. Per questo posso capire quanto stai soffrendo, ma non ti arrendere in fondo non hai fatto niente di male, e lei che dovrebbe vergognarsi del comportamento che ha, e poi io sono dell'idea che x i genitori bisogna avere rispetto sempre...si forte, e vedrai che le cose cambieranno..., quando hai voglia di parlare, io sono qua... :ola (3):

Beh mio padre a a quanto pare da quando ha trovato la compagna e la sua nuova famiglia preferisce loro a me e a mia sorella

notizia di giugno

mia sorella si è appena sposata a settembre (la notizia gliela ho spifferata io ad agosto e ci e' rimasta male ma le ho detto di portare pazienza)

il tempo passa.

lui ttutte le sere va dopo mangiato da loro e si fa il weekend con loro.. cioe' sta compagna (70 anni come il mio papa) e la figlia col compagno (avran 40anni) che vivono assieme.... vanno al super..al centro commerciale.. etc... sabato e domenica sera sempre a mangiare da loro.. a volte anche il venerdi sera con la cena...

sono venuti sabato poermiggio (lei e mio padre) a casa nostra per passare il pomeriggio a guardare la tv.. quando l ho vista lho salutata ..lei mi ha baciato... alch' sono rimasta cosi..e ho riso..poi li ho salutati dicendo che preferivo lasciarli soli e che andavo in camera.....(io sono ancora single con trenta anni e passa e sto ristruttrando un appartamento dove per marzo ci andro)

insomma questa continua a dire a mio padre che noi non la vogliamo perche non andiamo a mangiare da lei..

ma che caspita vuoi??? non ti sto vietando di vedere mio padre.. non dico nulla di male.. ma che vuoi???

ma adesso sto bacio mi ha dato proprio fastidio... ieri ho confessato la mia ansia a mio padre che mi puzza sta cosa sul perche dice che non vogliamo vederla... mio padre mi fa: ma se ti ha pure baciato??... IL BACIO DI GIUDA

sono andata su tutte le furie.. gli ho detto che se io avessi un compagno con figli.. non mi metterei MAI a giudicare il volere dei miei figli.. e non mi farei films o paranoie negative su di loro per metterli in cattiva luce.. QUESTO MI DA FASTIDIO... QUESTO!!

E' da ieri che non parlo con mio padre... oggi gli ho detto che se ci vuole abbondare lo faccia pure.. ma i fiori i cimitero a mia madrea ci vado io.. e che lui puo' fargli visita quando vuoel...ecosi controlla anche se metto i fiori.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • 1 year later...

spina nel cuore di storie come la tua con mia moglie ne abbiamo viste molte a "c'è posta x te" partecipando con gande patos emotivo,ma non è che con ciò ti voglia consolare!vorrei solo dirti una cosa:sei una grande persona con un gran cuore,hai un forte carattere;tua figlia ha bisogno di te!metti una pietra sopra al passato e fai tu il primo passo:magari a tuttoggi l'hai già fatto recuperando il rapporto con tua figlia.mi auguro che sia così:chi ha + buon senso,saggezza,compassione,amore deve essere protagonista delle relazioni non aspettare le mosse degli altri anche se ti hanno fatto del male!chi vive aspettando soffre senza risolvere:chi si ferma retrocede!fammi sapere,grazie x esserti confidata con noi!

rufuge

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Hai divorziato col primo, lei ha sofferto, ti sei messa con un secondo, lei lo ha accettato,ti se lasciato col secondo, lei ha sofferto di nuovo, ti sei messa con il terzo, tua figlia giustamente non lo accetta, una sola domanda se va male con il terzo, lo lasci dovrebbe accettare il quarto?? Non ha importanza se sia un bravo uomo o no, lei c'è l'ha con te, non con lui..perché in tutto questo è lei che non si è sentita voluta bene..i figli soffrono molto quando i genitori si lasciano, ma soprattutto quando si rilegano con una persona che non è il loro padre e vedono andar via anche quello è spuntargliene un terzo..non è giusto..penso tua figlia faccia bene a non far entrare una terza persona nella sua vita, inquanto potrebbe essere solo un altro di un ipotetico quarto uomo, lei ha accettato di legarsi al secondo per il tuo bene ed è da ammirare, il terzo visto che ci sono anche i suoi figli non vuole che si legano a qest ' uomo perché, lei sa cosa si prova a legarsi e poi non vederlo più e non vuole che lo passano anche i suoi figli, ed ammiro che nonostante tutto ciò ti abbia detto a tedi andare a vederli senza lui, qui non cc'è da capire lei, ma te..lei è stata vittima dei tuoi cambiamenti e li ha affrontati da persona matura e lo sta facendo tutt'ora, sei tu che non lo stai capendo..

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Ti vorrei far capire solo una cosa perché poi passo per insensibile, invece lo sono più degli altri, solo che la sto dimostrando non nei tuoi confronti ma di più nei figli, se tua figlia fa conoscere quest'uomo ai suoi figli, loro si legano vedendolo come un nonno, e poi tu non ti trovi di nuovo bene, lo lasci vero??, è i tuoi nipoti si troveranno con un uomo a cui si erano legati che non c'è più, ti metti con un quarto, sincera gli chiederesti a tua figlia di farglielo conoscere hai suoi figli di nuovo?? Ognuno ha il diritto di farsi una nuova vita ma ha anche il dovere di pagarne le conseguenze...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

mi auguro che spinanelcuore abbia risolto i suoi problemi almeno il rapporto con la figlia:oggi purtroppo con le famiglie allargate di casi come il suo ne esistono sempre di più e spesso diventano ingestibili per i conflitti incrociati che si creano!figli acquisiti,nuovi padri,madri,partner,fratellastri,sorelle:in questi casi credo che si dovrebbe principalmente salvaguardare i figli acquisiti e non , soprattutto se sono minori o adolescenti.mi piacerebbe sentire qualche testimonianza positiva,costruttiva,armoniosa di famiglie allargate!
rufuge

Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • 3 weeks later...

peccato, mi accorgo solo ora che il messaggio iniziale ha quasi 2 anni e probabilmente non sapremo mai come si è evoluta la situazione :icon_frown:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.