Vai al contenuto

Pubblicità

Accedi per seguirlo  
angelo crucitti

Cos' è il bene o il male e che cos' è l'amore??

Messaggi consigliati

 

Pubblicità


1) Il bene è quello che crea il sorriso, il male è quello che porta dolore.

2) Un sentimento estremo. Secondo me capisci se e' amore, se hai paura di perderlo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

L' ultima la so... voler dare qualcosa che non si ha a qualcuno che non lo vuole.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

azzardo anche le altre due... il bene è ciò che si predica quando il male razzola.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite pruillio

il bene e' serenita',il male e' quello che te la toglie.

l'amore e' una cosa bellissima,ma con se porta anche dolore.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Avete dato delle risposte non banali...bravi anche perché questi argomenti sono più importanti di quanto sembra...fanno muovere il mondo...quindi secondo me, è importante capirne i significati e non lasciarsi andare a priori alle concezioni formali che oggi se ne danno.

Esprimero alcuni miei pensieri su ciò che oggi non va, toccando questi argomenti..cercando di analizzare la situazione senza preconcetti. (Naturalmente sono miei pensieri che mi piace condividere per sapere le vostre opinioni, però affrontando l'argomento in modo serio e con pensieri profondi).

-Penso che l'amore sia l'eccesso di un sentimento e che fa nascere l'odio.

-Penso non si dovrebbe provare ne odio ne amore, ma tutti i sentimenti che si trovano fra essi, andrebbe insegnato a non eccedere solo sul cibo, sullo sport, sul dormire ecc, ma anche nei sentimenti.

-Penso sia sbagliato predicare del bene visto che è la conseguenza del male, il bene è il male l'ha creato l'uomo accreditando stati sociali diversi.

-Penso che la frase, devi ascoltare il cuore, sia il consiglio più sbagliato che si possa dare.

-Penso che la natura dell'uomo non sia stata creata per stare insieme, ma per unificare le forse nel raggiungimento di scopi comuni, fra i quali anche la procreazione, l'amore spezza questo ciclo naturale a discapito di qualcuno, la famiglia andrebbe formata secondo basi più rigide di quella governata solo dalla fragilità dei sentimenti.

-Penso che la società di oggi, più che essere governata da giusto o sbagliato, in maniera equa, sia governata da tutti i tipi di eccessi di sentimenti.

-Penso che, l'unica cosa veramente giusta da poterla giudicare tale, sia l'uguaglianza.

-Penso che, bene e male, amore e odio, siano l'anello debole di questa società.

-Penso sia importante capire che forse si deve dare una nuova interpretazione hai sentimenti, basta giustificare l'amore a tutti i costi, basta interpretare il bene come un entità unica.

-Penso ormai ci siamo evoluti abbastanza per abbandonare le vecchie credenze, e dar spazio solo alla ragione.

-Penso che ormai abbiamo preso possesso di quasi tutto tranne che di noi stessi, infatti avvolte non sappiamo controllare i nostri sentimenti

-Penso che la cosa più meravigliosa della vita, sia la consapevolezza che esista la morte.

-Penso che la consapevolezza della morte, sia l'unica cosa che in realtà crei il tempo o meglio il vero tempo, quindi è il motore per indurre la coscienza a fare le cose.

(Per amore non intendo quello che si prova tra madre e figlio, per amore intendo quella cosa che fa sì che una donna dopo essere stata picchiata da un uomo la spinge a tornarci insieme, o meglio quella cosa che fa sì, che nonostante tante coppie prima di sposarsi, siano con la parte razionale consapevoli che forse non è l'uomo giusto, mentre il cuore gli suggerisce di si, per poi divorziare).).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Non credo esista una spiegazione per cosa siano il bene e il male in generale, in realtà non sono nulla in se stessi se non rapportati a qualcosa.

Ciò che è bene per me può essere male per te e viceversa...

L'amore in teoria dovrebbe essere volere il bene di un altra persona indipendentemente dal proprio, spesso invece è volere stare attaccati al disgraziato/a di turno come cozze su uno scoglio...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Tutto non esiste se non rapportato a qualcosa, quando parlo di bene e male, naturalmente non intendo, che sia venuto un terremoto e alcuni possono dire che è un bene e altri che è un male, il contesto, nella mia frase l'ho inserito quando dico, che l'ha creato l'uomo creando stati sociali diversi, quindi già escludo fattori naturali esterni, per capirci meglio su cosa intendo per bene o male, tutto ciò che viene classificato, tale statisticamente, rapportato solo all'uomo, in quanto com'è ho scritto sempre nella stessa frase, l'ha creato l'uomo quindi ci dobbiamo basare su questo.

Per quanto riguarda l'amore ho scritto che non intendo ciò che si prova per esempio tra madre e figlio, ma quell'amore che ti fa, non ragionare più con la testa, l'esempio che hai fatto tu, volere bene a una persona indipendentemente dal proprio e una cosa che provano entrambe le categorie sia la madre sia il ragazzo/a innamorata follemente, qui non è una buona descrizione logica dell'amore, una descrizione logica deve avere come requisiti principali che non sia contestabile, sempre statisticamente.

Dovresti rileggere tutto però con più attenzione, anche perché quello che hai scritto era già tutto citato da me, tranne il fatto che tu hai dato un interpretazione di bene e male in maniera personale, quando hai scritto, ciò che è un bene per me può essere un male per te, se la maggior parte delle persone pensa che questa cosa sia un bene allora classifichiamola come un bene e viceversa se pensa che sia un male, sennò non potremmo neanche discuterne.

Mi piacerebbe riascoltare le tue opinioni dopo che hai riletto, però ricordati che il mio è un contesto mondiale dell'uomo in generale, inteso anche sia uomo che donna.

Non credo esista una spiegazione per cosa siano il bene e il male in generale, in realtà non sono nulla in se stessi se non rapportati a qualcosa.

Ciò che è bene per me può essere male per te e viceversa...

L'amore in teoria dovrebbe essere volere il bene di un altra persona indipendentemente dal proprio, spesso invece è volere stare attaccati al disgraziato/a di turno come cozze su uno scoglio...

Tutto non esiste se non rapportato a qualcosa, quando parlo di bene e male, naturalmente non intendo, che sia venuto un terremoto e alcuni possono dire che è un bene e altri che è un male, il contesto, nella mia frase l'ho inserito quando dico, che l'ha creato l'uomo creando stati sociali diversi, quindi già escludo fattori naturali esterni, per capirci meglio su cosa intendo per bene o male, tutto ciò che viene classificato, tale statisticamente, rapportato solo all'uomo, in quanto com'è ho scritto sempre nella stessa frase, l'ha creato l'uomo quindi ci dobbiamo basare su questo.

Per quanto riguarda l'amore ho scritto che non intendo ciò che si prova per esempio tra madre e figlio, ma quell'amore che ti fa, non ragionare più con la testa, l'esempio che hai fatto tu, volere bene a una persona indipendentemente dal proprio e una cosa che provano entrambe le categorie sia la madre sia il ragazzo/a innamorata follemente, qui non è una buona descrizione logica dell'amore, una descrizione logica deve avere come requisiti principali che non sia contestabile, sempre statisticamente.

Dovresti rileggere tutto però con più attenzione, anche perché quello che hai scritto era già tutto citato da me, tranne il fatto che tu hai dato un interpretazione di bene e male in maniera personale, quando hai scritto, ciò che è un bene per me può essere un male per te, se la maggior parte delle persone pensa che questa cosa sia un bene allora classifichiamola come un bene e viceversa se pensa che sia un male, sennò non potremmo neanche discuterne.

Mi piacerebbe riascoltare le tue opinioni dopo che hai riletto, però ricordati che il mio è un contesto mondiale dell'uomo in generale, inteso anche sia uomo che donna.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

qui non è una buona descrizione logica dell'amore, una descrizione logica deve avere come requisiti principali che non sia contestabile, sempre statisticamente.

L'amore non è altro che un sentimento, a mio avviso non ha nulla a che fare con la logica, un esempio lampante lo porti tu: la donna maltrattata che ama chi la maltratta, non ci vedo una logica nel suo comportamento ma solo una persona che agisce in preda ad un sentimento

se la maggior parte delle persone pensa che questa cosa sia un bene allora classifichiamola come un bene e viceversa se pensa che sia un male

Non me la sento di abbracciare questa filosofia, mi ricorda troppo la cultura del branco e mi fa pensare che troppe guerre e troppi genocidi sono avvenuti seguendo questa teoria ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Quando dico non dovrebbe esistere ne bene ne male e proprio per evitare che ci siano guerre e genica e queste cose nella storia l'hanno portato la predicazione del bene e il male, ho citato che l'unica cosa giusta sia l'uguaglianza, ci può essere una guerra nel l'uguaglianza..se vuoi la vera uguaglianza si deve finire di fare queste distinzioni che fomentano disuguaglianze, basta di imporre psicologicamente che bisogna prendere ho una strada ho l'altra, implicano eccessi o da un lato o dall'altro, cmq mi sa non hai afferrato bene quello che ho scritto..cmq non il mio intento non è farti abbracciare la mia teoria anche perché vedo che la stai interpretando male, era affrontare seriamente questi argomenti dandone un contesto logico, per un beneficio nostro, uguaglianza, nessuna distinzione di stati sociali, per il beneficio di tutti, ma se ormai oggi tutti pensano che siamo nel giusto, e ciò che avveniva nel passato era tutto sbagliato o retrogrado e come ho scritto io pieno di preconcetti, intendo unificare le due filosofie quella moderna e quella antica, cioè prendere alcune cose del passato che funzionavano meglio di oggi è applicarle nel nostro sistema moderno, esempio quella della famiglia, è un dato di fatto che una volta le famiglie duravano di più, mentre oggi durano di meno, e i figli ne soffrono, mentre noi pensiamo se amiamo il nostro partner o no, ora non dico che dovrebbe funzionare come una volta ma cercare con alcune regole per lo meno di cultura di parlare molto di più di senso del dovere anziché di amore e basta nella scelta del parter, usare di più la logica come informazione per il bene comune nel migliorare le cose, e questo non avverrà mai finché si parlerà sempre di questi concetti come se ne parla oggi è con l'interpretazione che ne vogliono dare, un sistema creato per scegliere sempre o bianco o nero, o bene o male o credi in dio oh sei ateo, per me basta, poi accetto chi non è d'accordo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ti spiego anche perché la gente è piena di preconcetti senza saperlo, prendiamo una coppia sposata, dove uno dei due partner russa, disturbano un po il vicino, usando la logica,si dovrebbero mettere da parte i preconcetti, dormendo sempre in stanze separate e avendo cmq rapporti sessualità quando vogliono, usare di più la logica a in tutto anziché i preconcetti creati dall'espressione di amore esempio se vi amate e siete sposati dovete anche dormire insieme, l'uomo si deve prendere cura di te che oggi è diventato ti deve coccolare, più logico e di senso più utile si deve prendere cura di te.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

E poi non sono io che cerco di dare una logica hai sentimenti, ma di usare la logica nei sentimenti, era qui che volevo arrivare, sono le persone con preconcetti, che danno una logica per me sbagliata hai sentimenti se fa questo ti ama se non fa questo non ti ama..sincera tu oggi pensi ci sia più logica e razionalità nelle cose che si fanno e che si dicono in generale, o siamo più vittima di preconcetti e facciamo tante cose sensa usare la logica ma solo perché lo fanno tutti e si usa fare così..anche se poi alla fine tante di queste cose in realtà non funzionano bene.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ma nn sono daccordo con te . Vorresti vivere senza bene e senza male , senza odio e senza amore , insoma in una società fatta senza coori ma di puro grigio !?

io nn mi comporto in un modo per essere amata di più o di meno se mi ami mi predi così come sono, altrimenti ciaoooo

la logica nn esiste in certe siyuazioni anzi credo in veramente oche , siamo animali e viviamo di istinti :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Sì vorrei non ci fossero più persone che predicano del bene chiese preti ecc, ma si a comunità, vorrei che non ci fosse più del male cioè la violenza, vorrei che la scelta del partner venisse presa, più che per quello che è importante per il partner, per quello che è più importante, cioè i figli, e che dovrebbe essere anche lo scopo per cui si formano le coppie in natura, e non per il bene del parter, vorrei che le domande che le persone si porrebbere fossero, mio figlio crescerà in un buon ambiente, mio figlio avrà la sicurezza di avere tutt'e due i genitori per lungo tempo, invece sento frasi tipo, mi farà stare al centro del suo mondo, mi farà sentire sempre amata, mi sorprenderà continuamente, se secondo te questi devono essere i criteri, accetto il fatto che tu non sia d'accordo con me, cmq sto aspettando che qualcuno apposto di dirmi io faccio questo io faccio quest'altro , senza parlare cosa fanno in generale le persone, perché questo è l'argomento, mi dica secondo loro cos' è che non sta funzionando oggi nelle coppie e cosa si potrebbe fare di costruttivo, prima di dare sentenze e di interpretarla come una cosa assurda, sentiamo sono curioso, come si potrebbe risolvere questo problema??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

È secondo voi sarebbe o non sarebbe il caso di risolvere questo problema, visto che ci sono bambini che soffrono, ripeto per me bisognerebbe dare più importanza alle vere priorità che a tante cose inutili.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

"Penso ormai ci siamo evoluti abbastanza per abbandonare le vecchie credenze, e dar spazio solo alla ragione."

Mi sembra che tu auspichi la venuta di un nuovo Illuminismo. Ma credo che non sarebbe molto diverso dal passato periodo in cui poi non si è resa l'umanità molto migliore di com'era prima usando la ragione non ti pare?

I bambini soffrono perchè spesso i genitori non si amano veramente e fanno figli solo per fini egoistici. Io per esempio ho un figlio ma non per scelta, ma perchè ho deciso di non abortire, e non potevo immaginare che vivere per lui sarebbe stato brutto, però io gli ho sempre insegnato che nella vita si può sbagliare, che siamo umani e che non siamo perfetti, nemmeno noi genitori.

Però mio figlio è cresciuto nell'amore, con abbracci, baci, affetto e cure. Mio figlio non beve, non si droga, non corre, non ha dipendenze.

Se i genitori esprimono amore verso un figlio e gli spiegano che nella vita si può anche scoprire di non andare più d'accordo, o che i sentimenti cambiano, o che le persone cambiano,...se gli insegniamo ad affrontare le cose in un modo positivo allora i figli non vedranno la fine di un matrimonio come una tragedia ma solo come uno dei tanti eventi che possono succedere nella vita.

Il matrimonio, o i legami che l'uomo ha creato per preservare la specie, forse questi sì che sono da cambiare. Perchè fortunatamente oggi si sa che oltre ai genitori ( specie quando questi non riescono a portare avanti la loro funzione di care giver) sono importanti altre figure di riferimento per un bambino. Il quale bambino può trovare l'affetto che gli manca sia a scuola che in altri parenti, riuscendo a colmare quel gap che suo malgrado ha avuto nell'infanzia.

L'odio che tu vedi nel mondo non è la conseguenza di un amore spropositato. Ma l'odio proviene dal desiderio di possesso, dal desiderio di successo e di supremazia sull'altro. L'aggressività e l'odio vado di pari passo. L'amore non presuppone nè violenza nè odio nè male.

E' il desiderio di possesso a fare danni. Quando i genitori lottano per il possesso dei figli, come se fossero degli oggetti. Quando i genitori fanno vedere ai figli che l'unica passione che hanno è quella di possedere auto, cellulari, vestiti e gioielli. quando i genitori si preoccupano di più di cosa "fa" il figlio piuttosto di cosa "sente".

Mi spiace ma non sono dell'idea che la ragione possa essere una salvezza per il mondo. Il tuo ragionamento è comprensibile e guardandosi in giro e vedendo persone aggressive e coppie disastrate si può pensare che i sentimenti creino danni. Ma è invece la mancanza di amore che crea danni. Tu vedi così tanto amore in giro? Io per niente, anzi vedo persone attaccate alla loro mente, ai loro pensieri così razionali da tenerli distaccati dalle emozioni e dai sentimenti e farmi finire in terapia perchè non riescono ad avvicinarsi agli altri, hanno problemi di intimità e di relazione cogli altri.

Un uomo troppo razionale non arriva quasi mai all'eiaculazione, perchè si controlla così tanto che anche quell'atto alla fine gli appare "troppo" e non si lascia andare mai. E' vero l'amore fa paura, perchè le emozioni trascinano con sè e coinvolgono non solo se stessi ma anche gli altri. Ma vivere solo per il bene comune è un pò come pensare che tutti possiamo mettere in comune le nostre cose. In uno stato ci hanno provato e hanno fallito, perchè la natura umana è fatta in un certo modo e in fondo, nonostante il raziocinio evoluto, come ben dici tu, rimaniamo sempre animali :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Penso solo che oggi ci sia molto poco senso di responsabilità e tanto senso di soddisfazione dei propri bisogni e per me è una cosa egoistica soprattutto quando si coinvolgono altre persone ad esempio figli, vorrei matrimoni impostati sul senso del dovere più che sul senso del piacere..vorrei che le persone quando prendono un impegno lo portino a termine dignitosamente sia nel bene che nel male..questo è il senso di responsabilità ed io scusami ma oggi questo non lo vedo..vedo persone che evadono dagli impegni presi in precedenza perché sono diventati scomodi..è in questo siamo tutti bravi..il difficile non è evadere ma starci responsabilmente dignitosamente solo allora una persona si può definire Uomo con la U maiuscola e Donna con la D maiuscola..e solo allora i figli avranno un buon insegnamento e anche un buon esempio.

naturalmente il mio è un discorso generalizzato non parlo di singoli casi..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Penso solo che oggi ci sia molto poco senso di responsabilità e tanto senso di soddisfazione dei propri bisogni e per me è una cosa egoistica soprattutto quando si coinvolgono altre persone ad esempio figli, vorrei matrimoni impostati sul senso del dovere più che sul senso del piacere..vorrei che le persone quando prendono un impegno lo portino a termine dignitosamente sia nel bene che nel male..questo è il senso di responsabilità ed io scusami ma oggi questo non lo vedo..vedo persone che evadono dagli impegni presi in precedenza perché sono diventati scomodi..è in questo siamo tutti bravi..il difficile non è evadere ma starci responsabilmente dignitosamente solo allora una persona si può definire Uomo con la U maiuscola e Donna con la D maiuscola..e solo allora i figli avranno un buon insegnamento e anche un buon esempio.

naturalmente il mio è un discorso generalizzato non parlo di singoli casi..

ad esempio figli, vorrei matrimoni impostati sul senso del dovere più che sul senso del piacere.

vorrei vederti in una stanza con due letti con tanta di segnaletica.

chi si vuol trmbare la ROSY BINDI A DESTRA , A SINISTRA LA BELLUCCI.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

TRASCURANDO IL DOVERE IO MEN NE ANDREI A SINISTRA.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

amore= comprensione e superamento dell'ego

bene e male non esistono, sono giudizi e in quanto tali sempre falsi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

bene e male non esistono, sono giudizi e in quanto tali sempre falsi

Ciao Mio, mi spieghi che intendi con falsi? Perchè I GIUDIZI sono SMEPRE Falsi?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ciao scusa il ritardo nella risposta. E che oramai vengo poco dopo 12000 messaggi ho esaurito gli argomenti....

Giudicare cosa vuol dire? Vuol dire prendere un fatto, un azione una cosa e , dopo averla paragonata e ispezionata con la nostra esperienza coscia ed incoscia ( che è il nostro passato , che è il contenuto della nostra mente, quello che tu intendi dicendo IO.....).

analizziamo invece la realtà....Ciò che è l'oggetto del giudizio è il fatto una volta avvenuto. questo fatto è l'unica realtà, la verità della cosa. Noi diciamo :"poteva fare così."..".era meglio se."..oppure " non lo sopporto"....qualsiasi cosa sia pensa a cosa si tratta.

e' il mio pensiero (tieni presente che è figlio del condizionamento del nostro passato) quindi non è una realtà oggettiva, e che dice : Cio che è (unica ed Indiscutibile verità) dovrebbe essere stato diverso. Ossia una cosa che non esiste (il nostro io) crea una realtà parallela paragonandola a quello che percepisce dell'unica verità e le confronta......cosa vedi di vero in tutto questo.

se guardi una cosa per ciò che è realmente , se la senti , se la vivi, allora non puoi giudicarla perchè per essere totalmente consapevole di un qualcosa devi viverlo nell'adesso....allora avrai la totale comprensione della cosa stessa, la vedrai per quello che è.

giudicare una cosa significa perdersi nel fantasticare cosa sarebbe potuto accadere, o cosa avremmo voluto accadesse o fosse.

Esistono i fatti, le azioni il resto è solo il rapporto che si ha tra il nostro passato ( che è la mente che noi chiamiamo ed identifichiamo con Noi stessi) e l'idea di una cosa o di una azione. Non c'è mai rapporto tra il Nostro IO , il nostro se, la nostra mente ed il reale. Il reale è ora, la mente vive nel passato, è passato.

solo quando elimini te stesso, comprendendo i meccanismi e gli inganni della mente, allora osservi, se osservi comprendi e la comprensione di cio che è impedisce il giudizio, sia perchè il giudicante è morto sia perchè vedi con chiarezza che qualsiasi alternativa a cio che è non è reale, non è importante come poteva andare....mai.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

1) Il bene è quello che crea il sorriso, il male è quello che porta dolore.

2) Un sentimento estremo. Secondo me capisci se e' amore, se hai paura di perderlo.

Io credo che il bene porti sempre sorriso. Ma il dolore non lo associo con il male. Attraverso il dolore si puo' anche ricevere e dare e quindi far star bene un'altra persona.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

x diamanda:mi piacerebbe contattarti direttamente.se mi mandi sms al 3486013313 ti kiamo io.grazie rufuge p.s. l'ultimo tuo messaggio/discussione mi è piaciuto tantissimo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.