Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Mi chiamo Fabio, ho 17 anni, ho sempre passato un'esistenza difficile tra vari problemi e purtroppo non so a chi rivolergmi. La mia ragazza, con cui sono fidanzato da 2 anni e qualche mese, numero piccolo ma relativamente grande, almeno per me, si è confessata con me dicendomi che non ami ama più, e questa cosa mi ha distrutto del tutto. Prima di conoscerla la mia voglia di vivere si era spenta, solo con lei si era riaccesa, e ora si è spenta di nuovo. Abbiamo sempre avuto una relazione sincera e seria, fiducia massima senza tradimenti o cose del genere, nessun eccesso, una vita sessuale sana e tantissimo amore reciproco. Andava tutto perfettamente, ovviamente essendo giovani avevamo in testa mille progetti e mille sogni, i quali stavano cominciando a prender forma piano piano, ma da un giorno all'altro è crollato tutto. Il motivo? Il mio amore per lei era ossessivo, lei era ed è tutt'oggi tutta la mia vita, girava tutto attorno a lei, ne ero totalmente dipendente, e mi rendo conto che sia sbagliato. Vorrei sfogarmi con qualcuno, ma non so con chi. Tutti mi dicono le solite quattro cose che la vita va avanti, ci sono molti amori e che bisogna passarci per diventare forti bla bla bla, ma nessuno sa come io mi senta, tutti credono che sia un ragazzino dato che ho solo 17 anni, quando invece quelli che mi conoscono sanno benissimo che ho la mentalità già da "adulto", e forse è qui che nasce il problema. Io so che lei è la mia donna, lo sa anche lei, ma è confusa, non si rende conto che dalle parole che usa e da come si comporta con me mi ama, non lo vuole vedere, non ci crede. Vorrei parlarne con qualcuno che mi capisca :80:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


Tutti ti capiscono anche se pensi di no, quasi tutti abbiamo passato queste cose, la cosa che cambia non è il dolore che si prova ma il modo in cui si affronta, che differisce da persona a persona, ci sono persone col carattere più forte ed altre col carattere più debole, ma si prova lo stesso dolore, io sono una persona che ho sempre affrontato tutte le difficoltà presentatomi,ed a occhi di tanti solo perché li affronto a testa alta pensano che soffro meno di loro, ma non è vero, i consigli banali di cui parli sono veri ma lo capirai solo con il tempo quando non proverai più questo sentimento morboso e che non sei in grado di gestirlo, ma ti elogio per una cos per aver capito, che è uno sbaglio la morbosità, ma ti sconsiglio vivamente di far dipendere la tua vita da qualcuno, nella vita le cose possono cambiare per tanti motivi, impara a contare su te stesso e le tue capacità. .il consiglio che vuoi pultroppo non esiste è una cosa che devi affrontare da solo..ci sono cose molto più brutte di perdere una ragazza a 17 anni..ci sono persone che hanno perso figli..e penso sia molto più doloroso..si la vita va avanti ed è vero, devi avere solo il coraggio di viverla e non sarà facile mai..prova a riconquistarla ma se non ci riesci stringi i denti e comportati da uomo..li abbiamo passati tutti queste cose, noi siamo sopravvissuti, abbiamo pianto, ci siamo depressi, ciiela siamo presi col mondo...Ma siamo ancora qua..magari qualcuno no, ma solo perché era debole, non sarebbe sopravvissuto neanche alle cose successive della vita cmq. .

Link al commento
Condividi su altri siti

 

E' questo il problema, che sono diventato dipendente da lei, perché da solo ero debole e solo con lei mi sentivo forte, mi sentivo vivo e me stesso. Il giorno prima stavamo parlando di far conoscere i genitori, ti amo, voglio passare la vita con te e tante altre belle cose, il giorno dopo mi dice che non mi ama più, che la soffocavo con il mio "troppo amore", ed io mi sento in colpa, perché tutto andava perfettamente, e io ho rovinato con le mie stesse mani il mio mondo di felicità e amore. Certo a 17 anni perdere la ragazza è normale, ma io son sempre stato uno abbastanza "serio e distaccato" da queste cose, ho sempre rifiutato le altre ragazze in questi anni perché piuttosto che divertirmi per qualche mese ed usarle come passatempo preferivo dire in faccia la verità, ossia che non erano "giuste" per me. Poi è arrivata lei e ho capito che era quella giusta, non subito ma con il tempo, ne sono pienamente convinto tutt'oggi, e il mio errore più grande forse è stato appunto il fatto che ho basato tutta la mia vita intorno e su di lei, e quando me l'ha detto beh, sono morto dentro, perché è l'ultima cosa che mi sarei aspettato al mondo...Ovviamente riconosco che la vita sia un dono prezioso e la rispetto, ma tutti banalizzano sul fatto che sia solo una ragazza e che ne troverò un'altra, tutti dicono che il dolore passa che ci vuole del tempo, di non pensare a lei e di staccarmi ecc ecc, ma nessuno sente le mie urla di dolore, nessuno mi tende la mano per salvarmi dall'oblio che c'è in me, nessuno mi capisce, l'unica persona che è stata in grado di farlo era lei, ed ora è la causa del mio stato d'animo...Chiudendo il discorso di prima, abbiamo deciso che ci prenderemo una pausa per capirci entrambi e rimanere con i nostri pensieri, da soli per un certo periodo per chiarire le idee, per il 99% la situazione e i fatti indicano una sola direzione, ma io dentro di me ho la speranza che quell'1% possa far la differenza, dato che la speranza è sempre l'ultima a morire...

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Personalmente penso che tornerete insieme..succede quasi sempre, quando ci si lascia la seconda volta è dura..il mio discorso di prima era riferito al fatto che se non avviene, la vita continua e troverai sfide anche più dure di questa..non ti può aiutare nessuno perché non c'è ne medicina ne parola o gesto di conforto che ti impedirà di pensarla, anche se qualcuno te lo desse confortanti continuamente o distrae noti non cambierebbe niente resterà il primo pensiero quando ti svegli e l'ultimo quando ti cori e passi la giornata pensando che niente ha senso..lo abbiamo passato tutti a n che più volte. .solo il tempo ti dà davvero una mano ma molto tempo cmq, si parla di mesi o anni che ti sentirai così, ma i più duri sono i primi 20 giorni, giudicati dalla scienza i giorni per abituarsi ad un cambiamento..i restanti saranno anch'essi molto duri ma di meno..ti capisco come ti senti..ma ripeto penso tornerete insieme ma se non succede, pensa la così è una malattia che deve fare il suo corso..solo il tempo guarisce quella è la medicina..non gesti o mani tese..devi essere forte tu. .

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Per il tuo problema del prima fidanzata, ti devi rivolgere ad uno psicologo, sarà qualche episodio della tua infanzia, ma già non va bene questo tuo implorare aiuto da parte delle persone..spalle dritte..trova un po di autostima..tutti i problemi che ti si presenteranno da ora in poi te li devi risolvere da solo hai 17 anni, e senza l'aiuto di nessuno..non ti aspettare mani tese nella vita se ci saranno ben venga, ma non te le aspettare mai..saranno molto poche le volte che le troverai..quasi mai..

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Grazie per aver usato un po del tuo tempo per me, apprezzo davvero molto il fatto che qualcuno mi abbia risposto...Hai capito come mi sento e come sto. Tutti mi dicono che magari non è lei la ragazza giusta, che forse è destino che le nostre strade si debbano separare e cose così, ma io non riesco ad accettare questa cosa, sono dipendente da lei, o meglio, lo sono diventato, ed è questo il problema. Contatterò qualche psicologo ci avevo già pensato, perché da quel che ho pensato e letto in giro, la mia situazione di essere così legato a lei può essere una cosa patologica...Io vorrei solo arrendermi, dire "ok non è lei quella giusta, ma le cose miglioreranno in futurò e sarò felice con la persona giusta per me" ma non ci riesco, perché c'è una parte di me che è rimasta positiva, una parte che pensa ancora a cambiare la situazione, una parte che non vuole rimanere ad osservare mentre il mio mondo va a rotoli, una parte che vuole rimediare agli errori del passato, una parte che continua a dirmi che è lei la ragazza che mi rende felice, e che devo fare un ultimo tentativo per non lasciarla andare via sotto i miei occhi...quindi boh, preferisco provarci e fallire, piuttosto che pentirmi di non averlo mai fatto.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.