Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Tutti mi dicono che è solo il periodo e ho cercato di convincermene anch'io,ma convincersi di qualcosa a cui non si crede è difficile,troppo per me.Da quando ho memoria,diciamo attorno ai 4-5 anni,sono sempre stata una bambina triste e isolata, anche le maestre lo dicevano,soprattutto per i miei problemi di salute che non mi permettevano di integrarmi e per il fatto che fossi troppo buona in confronto alle altre bambine.Questo dicevano loro ed io me ne ero convinta:il problema erano gli altri.Alle elementari andavo a scuola più spesso ma il problema persisteva.Mia madre quando piangevo diceva sempre:"Fra,non è colpa tua,sono gli altri che sono gelosi".Non ci credevo ma questo mi faceva sentire meglio.Le medie sono stati gli anni peggiori della mia vita.Come al solito ero presa di mira dai compagni che più e più volte compivano atti di bullismo che mi hanno segnata, che ancor oggi mi porto dietro.Timore di socializzare,paura del giudizio altrui...ad ogni modo finite le medie decisi di andare al classico. Non mi trovavo male con la classe(per la prima volta),ma i professori ci riempivano di compiti e studio,così con i miei decisi di cambiare scuola:pessima scelta.Ora frequento un altro liceo classico dove mi sento sempre un qualcosa di troppo.Da qualche mese mi sento crollare il mondo addosso,peggio di questi 16 anni di vita,peggio che mai.Odio questa scuola,odio i miei compagni,mi sento sempre giudicata,forse sono cose che immagino,forse è la realtà,non riesco più a distinguere sinceramente.Tutti mi usano,vuoi per chiedermi i compiti,vuoi per qualsiasi altra cosa,per loro ci devo essere solo quando hanno bisogno,poi la mattina non mi salutano nemmeno se mi vedono,ma non importa.Non esco più con nessuno perchè anche quelli che erano i miei più cari amici mi sembrano distaccati,mi sento un pesce fuor d'acqua anche con loro.Ultimamente litigo sempre con i miei perchè ho abbandonato lo sport che ho sempre praticato,perchè ero un talento secondo mia madre,perchè sono nervosa,dormo poco,perchè sto diventando un ameba e non sto combattendo.Fatto sta è che non voglio più uscire,non ho nemmeno voglia di andare a scuola e non voglio nemmeno rimanere a casa perchè odio tutti.O forse tutti odiano me.Perchè probabilmente il problema non sono gli altri,il problema sono semplicemente io.E' facile dire che sono gli altri,lavarsene le mani,ma dovrei solo affrontare la realtà:il problema sono io.Ma qual è la soluzione?Come posso uscire da questo "periodo" e smettere di essere un problema?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


La realtà la crei tu, o almeno la tua realtà. ..questo vuol dire che come ti giudicano gli altri in realtà non stanno giudicando te, ma la tua realtà quella che crei giorno dopo giorno, per farti capire se vedi il mondo grigio, gli altri vedranno del grigio in te, ciò che vedi crei e come lo vedi lo crei, basta solo cambiare il modo di vedere il mondo e magicamente anche gli altri ti vedranno in maniera diversa..non devi far cambiare gli altri ma te stessa..e questo lo hai capito vedo...Ma non hai capito il come fare...ti scrivo una frase di una famosa psicologa...il titolo è l'autostima. .

Cercare il nostro valore negli altri è una trappola comune che porta a risultati molto insoddisfacenti in quanto, per natura, l'auto - stima non può essere raggiunta ricercando l’approvazione degli altri, paradossalmente otteniamo più approvazione o considerazione dagli altri quando ci diamo noi stessi valore. .

Questo vuol dire che devi pensare un po meno alle reazioni degli altri o approvazione in quello che fai dagli altri e valorizzare invece ciò che fai che ora viene criticato, non è ciò che fai che criticano, ma come lo fai fallo dandogli stima, sei Buona gli altri ti criticano, fallo diventare un pregio che gli altri ti invidiano, ma questo non lo puoi fare fino a quando dai valore a ciò che pensano, crea una realtà diversa intorno a te...datti valore e gli altri te ne daranno altrettanto, ma questo lo puoi fare soltanto se la smetti di cercare approvazione dagli altri...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao Fra, secondo te perchè tutti ti usano o ancora meglio perchè ti lasci usare da tutti? Sei sinceramente buona o c'è qualcosa che ti "costringe" ad esserlo anche quando non vorresti? :ola (2):

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao Fra, secondo te perchè tutti ti usano o ancora meglio perchè ti lasci usare da tutti? Sei sinceramente buona o c'è qualcosa che ti "costringe" ad esserlo anche quando non vorresti? :ola (2):

ciao:)sono fatta così purtroppo...forse è un modo per far sì di piacere alle persone,non ci avevo mai pensato.Ad ogni modo spesso e volentieri il mio altruismo è forzato perchè mi sembra brutto non fare qualcosa che mi chiedono o perchè poi mi sento in colpa :/.Forse non sono "sinceramente buona"...in realtà mi sembra di non sapere più niente:(...non ti è mai capitato?mi sento strana.....

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

in realtà mi sembra di non sapere più niente:(...non ti è mai capitato?

Mi è capitato in passato, soprattutto quando pensavo di essere "un problema" per qualcuno per il semplice fatto che non riuscivo ad essere una soluzione valida ai suoi problemi...:icon_mrgreen: Che sport hai abbandonato Fra?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Mi è capitato in passato, soprattutto quando pensavo di essere "un problema" per qualcuno per il semplice fatto che non riuscivo ad essere una soluzione valida ai suoi problemi...:icon_mrgreen: Che sport hai abbandonato Fra?

scusa per il ritardo :icon_confused: comunque pattinaggio artistico:)

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

scusa per il ritardo :icon_confused: comunque pattinaggio artistico:)

Wow! Avvisami quando decidi di smettere di trasformati in un ameba e riprendi lo sport... Che poi vengo a fare il tifo per te :clapping:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao Fra o Nixy, sei giovanissima.

Cmq ho più o meno la tua stessa esperienza però adesso ho 40 anni.

Ho fatto moltissimo volontariato, dicevano che ero buona sensibile, ma in realtà lo facevo per stare fuori di casa e poi mi permetteva anche di scegliermi le persone con cui stare.

Nel tuo caso noto troppe aspettative da parte dei tuoi genitori, non danno mai la colpa a te, dicono che gli altri sono invidiosi di te, tua madre pensava che tu fossi talentuosa nel pattinaggio (bellissimo sport)... credo che devi iniziare a pensarti più come una ragazza normale, lasciando che tutto quello che dicono i tuoi ti scivoli addosso.

Io ho affrontato il disagio di stare con gli altri, oppure di sentirmi giudicata, soprattutto in classe come te alle medie ero presa di mira, un giorno si e l'altro pure il mio astuccio volava fuori dalla finestra, ma quella volta non si parlava di bullismo... e tutto era nella normalità delle cose a parte il mio disagio e insicurezza. Ho risolto il problema a 16 anni, iniziando ogni giorno (più o meno) a scrivere su un blocchetto a fine giornata, un pensiero, due righe su quello che c'era stato di bello in quel giorno, un mio pensiero, un fiore, un grazie da parte di qualcuno. Non è difficile. Piano piano poi quelle pagine diventano tue amiche e tutto il resto lo valuti da quel punto di vista, da quelle parole che ti fanno stare bene, allora piano piano l'odio se ne va, ma è un'età così... la rabbia ti servirà per avere la forza di affermarti in seguito. Ora io convivo con un uomo della mia età, ho un lavoro a tempo indeterminato, mi sono laureata l'anno scorso... e faccio sport :) Sono sicura che anche tu quando uscirai dalla crisalide sarai una splendida farfalla.

Buona fortuna

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Wow! Avvisami quando decidi di smettere di trasformati in un ameba e riprendi lo sport... Che poi vengo a fare il tifo per te :clapping:

ahah va bineeee=)...mi hai strappato un sorriso,grazie:')

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao Fra o Nixy, sei giovanissima.

Cmq ho più o meno la tua stessa esperienza però adesso ho 40 anni.

Ho fatto moltissimo volontariato, dicevano che ero buona sensibile, ma in realtà lo facevo per stare fuori di casa e poi mi permetteva anche di scegliermi le persone con cui stare.

Nel tuo caso noto troppe aspettative da parte dei tuoi genitori, non danno mai la colpa a te, dicono che gli altri sono invidiosi di te, tua madre pensava che tu fossi talentuosa nel pattinaggio (bellissimo sport)... credo che devi iniziare a pensarti più come una ragazza normale, lasciando che tutto quello che dicono i tuoi ti scivoli addosso.

Io ho affrontato il disagio di stare con gli altri, oppure di sentirmi giudicata, soprattutto in classe come te alle medie ero presa di mira, un giorno si e l'altro pure il mio astuccio volava fuori dalla finestra, ma quella volta non si parlava di bullismo... e tutto era nella normalità delle cose a parte il mio disagio e insicurezza. Ho risolto il problema a 16 anni, iniziando ogni giorno (più o meno) a scrivere su un blocchetto a fine giornata, un pensiero, due righe su quello che c'era stato di bello in quel giorno, un mio pensiero, un fiore, un grazie da parte di qualcuno. Non è difficile. Piano piano poi quelle pagine diventano tue amiche e tutto il resto lo valuti da quel punto di vista, da quelle parole che ti fanno stare bene, allora piano piano l'odio se ne va, ma è un'età così... la rabbia ti servirà per avere la forza di affermarti in seguito. Ora io convivo con un uomo della mia età, ho un lavoro a tempo indeterminato, mi sono laureata l'anno scorso... e faccio sport :) Sono sicura che anche tu quando uscirai dalla crisalide sarai una splendida farfalla.

Buona fortuna

grazie mille davvero,seguirò il consiglio, trasformerò l'odio in sentimenti positivi e scriverò=)

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.