Vai al contenuto

Pubblicità

Megadave

Suicidio imminente

Recommended Posts

è inutile che te lo dica ma gli ultimi due episodi da te raccontati da provetto cronista/romanziere sono un segno di inequivocabile disgelo da parte di tua moglie:forse ha voluto solo metterti alla prova.raccoglietevi intorno all'amore e il grande attaccamento che avete x le vostre figlie e fate un altro passo verso la riconciliazione.xchè non fai leggere la meravigliosa poesia che ti ha taggato ste anche a tua moglie:da poeta quale sono stato interprete delle mie composizioni ti consiglio di declamare con tutto il tuo pathos e trasporto if di Kipling davanti a moglie e figlie!aspettiamo con fiduciosa trepidazione episodi 3 e 4!

rufuge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicità


x STE:
Sì. A me non interessa andare allo scontro, imbastire con un avvocato la linea migliore per uscirne vincitore e passare i prossimi anni a mangiarmi il fegato per evitare il più possibile alle figlie il triste spettacolo di due genitori che se le contendono, così come non accetto minimamente l'idea che in futuro mia moglie possa essere toccata (intendo proprio fisicamente!) da qualcun'altro... Io voglio solo rimettere insieme la mia famiglia, mettere una pietra su questa storiaccia, uscirne rafforzato (e migliorato) e certamente imparare la lezione, comprese alcune cose lette qui.
Non considero alternative. L'unica alternativa è il viadotto (per ora solo rimandato).

X RUFUGE:
Non ne sarei così sicuro, purtroppo. Non so, sono pessimista, mi sembra che lei abbia varcato una soglia che forse da tempo aveva in animo di varcare, e ora non voglia farsi tentare dall'idea di tornare indietro per non vanificare il passo compiuto... Non so se sono riuscito a spiegarmi bene...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

metti in pratica la risposta che hai dato a ste e ricorada che il legame biologico madre- figli è il più forte che esiste in natura e nella specie umana:dimostra anche tu come padre amore e attaccamento alle tue figlie come non lo hai mai manifestato fino ad oggi.devi concentrarti su te stesso e il raggiungimento del tuo obiettivo eliminando pensieri e tendenze negative come un atleta che superando dubbi,paure ed incertezze vince la gara della vita che cambierà la sua vita!

rufuge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

x STE:

Sì. A me non interessa andare allo scontro, imbastire con un avvocato la linea migliore per uscirne vincitore e passare i prossimi anni a mangiarmi il fegato per evitare il più possibile alle figlie il triste spettacolo di due genitori che se le contendono, così come non accetto minimamente l'idea che in futuro mia moglie possa essere toccata (intendo proprio fisicamente!) da qualcun'altro... Io voglio solo rimettere insieme la mia famiglia, mettere una pietra su questa storiaccia, uscirne rafforzato (e migliorato) e certamente imparare la lezione, comprese alcune cose lette qui.

Non considero alternative. L'unica alternativa è il viadotto (per ora solo rimandato).

Il viadotto può attendere (sembra il titolo di un film).

Non capisco perché dici che non hai spina dorsale: a porgere l'altra guancia ce ne vuole spesso di più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il viadotto può attendere (sembra il titolo di un film).

Non capisco perché dici che non hai spina dorsale: a porgere l'altra guancia ce ne vuole spesso di più.

Lo dico perchè temo che le donne (mi perdonino le donne che leggono) ragionino su binari diversi, e spesso VOGLIONO essere prese a pesci in faccia. Non dico sempre, ma spesso.

Oggi sono tornato a casa un pò prima del solito. E' il giorno di chiusura pomeridiana, che io non ho MAI osservato (!)... e ho trovato a casa moglie e figlie. Lo fanno spesso, per doccia, cambi di abito, etc...

Gli ho ricordato che domani gli scadeva la revisione dell'auto, e quindi dovevamo scambiarci le auto. Cosa che abbiamo fatto.

Ma lei aveva comunque la voce fredda e "impostata" che ha assunto da due settimane a questa parte.

Ad un certo punto ha preso le figlie e se n'è andata, con la scusa che doveva preparare da mangiare dai suoi.

Le ragazzine ci sono rimaste male, le ho viste in macchina che mi salutavano tristemente, un pò deluse e addirittura commiserevoli con lo sguardo nei miei riguardi. Mio Dio.

Torno al mio post iniziale: ma come ho fatto ad infilarmi in questa situazione??

Ora sto scrivendo con due bottigliette di volgarissima "Nastro" bevute a digiuno (ci sto cascando, ma oltre non vado, sono sicuro di controllarmi) e mi viene da piangere.

Sto piangendo. Ma perchè non mi disintegro subito? Perchè???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le donne sanno amare quanto odiare, sanno essere fredde e calde, le donne sono emozioni con pregi e difetti a seguito, lei non abbasserà mai la testa, pensa solo che ammettere che hanno sbagliato o che le colpe sono anche loro, sono eventi da immortalare che si verificano una o massimo due volte nella vita, di eclissi solari ne vedrai 4 o 5..per farti capire..la devi spiazzare, cosa pensi che lei si aspetti che tu farai?? Ecco non farlo, spiazzala, se lei pensa che tu la vorrai riconquistare, non farlo o meglio non farglielo credere, la donna non ha bisogno di capire che a torto, lo sa, come sa che i suoi no che vogliono dire si, o si che vogliono dire no, sono una stronzata. .ma non importa questo, ciò che importa è che lei ritorni a pensare a te, solo spiazzandola ci riuscirai, non fare ciò che lei si aspetta che tu faccia conoscendoti, lei in questo momento deve pensare, non me lo aspettavo credevo di conoscerlo, la devi fare incuriosire nuovamente di te..lei pensa che sa già tutto di te che sei scontato o le tue azioni o modi di ragionare siano scontate, ti avevo già spiegato che le donne vogliono essere sorprese continuamente, si annoiano facilmente, forse non hai capito la devi riconquistare, quando vi siete conosciuti lei e uscita con te perché la hai incuriosita non sapeva come avresti agito, ora per lei sei scontato, banale e noi so, non la vedere come tua moglie, vedi la come una donna che devi conquistare nuovamente, incuriosisce la, fai in modo che quando torni a casa pensi a te (non come ex) sorprendila, fai qualcosa che non hai mai fatto è che lei soprattutto non si aspetta che tu faresti. .solo così ti darà una seconda possibilità. .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vedo che conosci le donne come se non meglio di me:acutezza e sensibilità nella descrizione dei loro tratti psicocaratteriali!questo è un ritratto del mondo femminile da incorniciare!impara e metti in pratica megadave!

rufuge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il problema che si presenta in pratica è che di solito non si ha a che fare con "le donne" (o "gli uomini"), ma con una donna

(o un uomo) in particolare, quindi le teorie generali lasciano il tempo che trovano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

certamente per distinguere comportamenti,peculiarità psicocaratteriali,atteggiamenti tra uomo e donna non ci si può riferire ad archetipi,paradigmi o modelli precostituiti da applicare come etichette all'uno o all'altra.è indubbio però che, sempre valutando l'unicità e l'eclusiva personalità dei singoli,esistano carratteristiche comportamentali,reazioni emotive,modi di pensare o di ragionare associabili prevalentememnte al maschio o alla femmina che col tempo,cultura ed educazione tenderanno ad omologarsi ed uniformarsi.ste grazie per la risposta!

rufuge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Potresti mollare tutto e partire per un viaggio in un posto naturalistico meglio ancora con un' associazione di beneficenza. Vai in Africa,sud America,Canada,Svizzera,Scandinavia,Australia,se ti alletta la fatica potresti partire volontario per una qualche spedizione archeologica,ne fanno anche qui in Italia.E non solo uno ma anche vari così poi potrai raccontarli in giro,risocializzare,raccontarli alle tue figlie che magari hanno piacere di andare in quei posti ma sono ancora troppo piccole,e poi non ti vedrebbero più come un fallito se fai qualcosa,un'esperienza nuova che poi puoi raccontare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non importa la singolarità di ogni individuo uomo o donna, abbiamo solo due dati certi, 1) come era prima lui a lei non stava più bene. .2) quando l'ha conosciuta se lei ha accettato di uscire con lui, l'ha incuriosita in qualche modo, altrimenti lei non sarebbe uscita con lui..naturalmente col tempo un film che stai per vedere incuriosisce col tempo vedere sempre lo stesso film anche se bello inizialmente tanto da incuriosire nel vederlo, diventa noiso. .è un lavoro costante e da rinnovare continuamente..quindi in questi casi la singolarità non importa. .abbiamo dati a sufficienza per potergli dare un consiglio senza che conosciamo lei..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Angelo, hai centrato in pieno il problema.

Ovviamente da caso a caso ci sono dei distinguo.

Io non credo di essere un pantofolaio che si adagia nella mediocre quotidianità. Ho cinquant'anni e - lo dico perchè me lo dicono, non perchè ne sono convinto - ne dimostro minimo dieci di meno. Ultimamente non faccio più sport, ok, ma non ho nemmeno l'addome e i lineamenti devastati di certi miei coetanei del posto. Ho gusti anticonvenzionali e niente affatto noiosi, rimanendo però ben dentro certi paletti del buon senso e del buon gusto. Sono dotato di ironia (che - ora perdonatemi l'immodesta autoesaltazione - considero prerogativa delle persone più intelligenti) e comunque di un minimo bagaglio culturale che mi permette di essere un pò al di sopra dei bifolchi che vivacchiano senza nemmeno essere al corrente di un miliardesimo di ciò che li circonda... Credo di essere stato un buon padre perchè le mie due ragazzine sono veramente splendide, sono una gioia per chi ha modo di parlarci (e vai di immodestia!)...

Quello che ha ammazzato il mio rapporto con mia moglie è stata la lontananza fisica (ma santo cielo, sento tutti che si lamentano di questo, perchè proprio a me doveva causare 'sto casino??) e le sofferenze economiche che, si badi bene, non sono mai sfociate in problematiche giudiziarie, ci hanno solo portato a stare sempre in "punta di piedi"... il tutto perchè comunque abbiamo voluto realizzare alcune cose importanti... E poi... leggo ovunque di fallimenti e suicidi (toh!)... io comunque ho retto tutti questi anni... che ci sia un momento di grave recessione è innegabile...

Ovviamente, vedendosi poco, e solo per una sorta di "ordinaria amministrazione", per "mandare avanti le cose"... il giocattolo si è rotto!

Ps: mia moglie ha nove anni meno di me... ecco perchè, quando l'ho conosciuta, nell'ormai remoto '93, ci "trovavamo", visto che il mio orologio biologico è stato sempre un pò indietro... Non è che ora certi nodi vengono al pettine (ammesso che nove anni siano un problema)?

Pps: mi vergogno come un cane a dirlo ma... avevo addirittura l'impressione che, vista la sua professione, si fosse invaghita di qualche danaroso chirurgo di mezz'età, divorziato, ancora prestante e col portafoglio a fisarmonica... che magari sarebbe stato ugualmente "lontano" (in fondo fanno una vitaccia, durante la settimana) ma gli avrebbe garantito la carta di credito senza limiti... e negli ultimi due giorni l'ho pure spiata... Ma niente, era sempre sola, all'ingresso, all'uscita, nella pausa "bar".. Lo so, è patetico quello che ho fatto e soprattutto pensato, ora insultatemi pure...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sa che ti tocca ringiovanire ancora di qualche anno e corteggiarla da capo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

devi riconquistare tua moglie:imperativo categorico!hai mai provato a regalarle un bel mazzo di rose con allegata poesia e/o dedica romanticamente appassionata?non lo hai mai fatto?lo hai già fatto in passato quando eravate fidanzati?in ogni caso adesso è il momento giusto x stupirla e sedurla con un bel mazzo di rose rosse!anche mia moglie è più giovane di 15 anni dimostrandone anche + di venti in meno,ci conosciamo dal '96 e x lei cerco sempre di essere vincitore nella coppia e in società e stupirla anticipandola nei suoi desideri.anche ste sinteticamente ti ha dato una dritta importante:metticela tutta e ricominciate un'altra storia rinnovando e trasformando il passato nel rapporto di coppia che hai/ha sempre desiderato!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e negli ultimi due giorni l'ho pure spiata... Ma niente, era sempre sola, all'ingresso, all'uscita, nella pausa "bar".. Lo so, è patetico quello che ho fatto e soprattutto pensato, ora insultatemi pure...

lol... hai fatto bene, un cruccio in meno. ( però basta ora!) Scusami ma io non ho ben capito. Avete parlato del vostro rapporto ( scazzi coi soldi/attività ecc... ?) ovvero, come andava prima di questo periodo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lol... hai fatto bene, un cruccio in meno. ( però basta ora!) Scusami ma io non ho ben capito. Avete parlato del vostro rapporto ( scazzi coi soldi/attività ecc... ?) ovvero, come andava prima di questo periodo?

Andava male.

Non volavano piatti, ma era subentrata freddezza.

Io ero convinto che il mio immergermi nel lavoro fosse riconosciuto come un atteggiamento di sacrificio per il bene della famiglia, invece è stato visto come un "farmi i c*** miei"...

Ovviamente ho sbagliato. In BUONA FEDE, ma ho sbagliato.

Quello che mi ferisce è che alla fine vengo trattato ALLO STESSO MODO di chi ha tradito o se l'è spassata.

Ecco perchè la faccio così melodrammatica... con le mie intenzioni di farla finita se non raddrizzo le cose...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

devi riconquistare tua moglie:imperativo categorico!hai mai provato a regalarle un bel mazzo di rose con allegata poesia e/o dedica romanticamente appassionata?non lo hai mai fatto?lo hai già fatto in passato quando eravate fidanzati?in ogni caso adesso è il momento giusto x stupirla e sedurla con un bel mazzo di rose rosse!

...

anche ste sinteticamente ti ha dato una dritta importante:metticela tutta e ricominciate un'altra storia rinnovando e trasformando il passato nel rapporto di coppia che hai/ha sempre desiderato!

L'intenzione ce l'avrei, eccome, ma lei ha varcato la "linea", è addirittura andata da un legale...

Non so, se mi lancio ora potrebbe dirmi "ah, adesso all'improvviso ti ricordi di me e fai il romanticone"!

Conoscendola, lei magari può tornare ad apprezzarmi negli inevitabili momenti in cui farà il confronto tra il "ora ci sarebbe stato lui" e "ora non c'è"... sono sicuro che ci saranno, quei momenti, e sarà allora che dovrò essere bravo a cogliere l'attimo giusto per "sorprenderla"...

MA HO ANCHE UN DUBBIO ATROCE: se aspetto troppo, lei potrebbe "assuefarsi" alla sua nuova condizione di separata di fatto, potrebbe essere più facile per lei non tornare indietro, ora che SI E' TOLTA UN PESO...

Che devo fare???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dovrei darmi dei "tempi" ben precisi... (avvocati permettendo!!! è quella la mia spada di Damocle!!!)...

Ad esempio dimostrargli che riesco ad andare avanti, e l'inaugurazione del mio nuovo negozio, che faticosamente ma incredibilmente sto realizzando (diciamo max 20 giorni) potrebbe essere di aiuto...

Poi in contemporanea, sempre a settembre, c'è il matrimonio della sua sorella più piccola, al quale comunque alla fine dovrò partecipare (sempre ammesso che lei non voglia ferire ANCHE LE FIGLIE tenendomi a distanza)... chissà, anche simbolicamente potrebbe essere una buona occasione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mega, secondo te, esiste un momento preciso ( se ti ricordi), in cui è cambiato qualcosa, ovvero c' è stato uno stacco da quando le cose funzionavano a quando hanno preso una piega diversa? Se sì, com' era prima?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tu pensi troppo e non agisci:il pensarsi addosso in una situazione che richiede solo azioni coraggiose e mirate nei confronti di tua moglie ti procura solo stress,angoscia e somatizzazioni.anch'io tempo fa mi sono ritrovato in una situazione analoga alla tua:se alle rose alleghi anche un monile di suo gradimento il successo è garantito!mi sembra di assistere alla trama di fotoromanza della nannini:ti telefono o no chissà chi vincerà!

ma il tiro alla fune in questo caso può essere pericoloso soprattutto x te!coraggio datti una mossa!

rufuge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mega, secondo te, esiste un momento preciso ( se ti ricordi), in cui è cambiato qualcosa, ovvero c' è stato uno stacco da quando le cose funzionavano a quando hanno preso una piega diversa? Se sì, com' era prima?

Ecco, hai affondato non il dito ma l'intero braccio nella piaga.

Ci sono cose di mia moglie che non vi ho detto.

Qualche problemino legato alla mancanza di serenità economica assoluta c'era anche prima, ma non tanto da giustificare addirittura una separazione.

Poi nel 2011 è avvenuta la catastrofe (per me, per lei non avevo mai capito cosa rappresentasse).

Era il decimo anniversario del nostro matrimonio, comunque un momento in cui eravamo molto vicini... in tutti i sensi.

lei è rimasta incinta.

Non avevamo mai preso precauzioni, le figlie le avevamo fatte perchè lo volevamo e non ci ponevamo problemi, ma negli anni successivi siamo stati sempre tranquilli.

Non so cosa sia successo.. fatto sta che è successo.

Lei non ha esistato un attimo (tremo solo a ripensarci) nel voler rinunciare alla gravidanza, perchè non se la sentiva, perchè sarebbe stato un "guaio" (?) per organizzarci, perchè la vita era già dura in quel modo figuriamoci con un altro figlio...

Io vigliaccamente ho solo accettato la cosa, ne abbiamo discusso pochissimo.

Addirittura, siccome volevo capire bene cosa gli sarebbe successo 'fisicamente', ci siamo rivolti ad un ginecologo che godeva fama di grande umanità... e ci siamo imbattuti in un obiettore, che ci guardava stupiti, non capiva il perchè volessimo sopprimere quella creatura nata dal nostrio AMORE.

Poi siamo andati avanti... non vi dico con che stato d'animo da parte mia, figuriamoci, per me l'aborto è un assassinio. Sti cavoli che è una decisione "della donna"... maddechè? E' un essere vivente, con braccia, gambe, cuore, sensibilità al caldo e al freddo e ai rumori... Ma non gliel'ho fatto mai pesare assolutamente. La decisione, come di fatto prescrive la legge, era sua.

Bene, anzi, male, fatto sta che ho sempre avuto la percezione che lei avesse covato un pò di rancore nei miei confronti, che se fossimo stati più "benestanti" lei avrebbe tenuto il suo figlio/a...

L'anno dopo si era addirittura fatta 'plagiare' da un suo paziente su sedia a rotelle a seguito di un incidente avvenuto molti anni prima, un tipo... magnetico, molto colto, molto particolare, a modo suo affascinante (comunque con un figlio e una moglie)... DA UN GIORNO ALL'ALTRO me la sono ritrovata contro, ed ho dovuto sudare per fargli capire che quel tipo era pericoloso...

Si era buttata (metaforicamente, lui dal fondoschiena in giù è 'morto') tra le sue braccia, stava elaborando il suo trauma e la sua inevitabile depressione insieme AD UN ALTRO, perchè io NON C'ERO (sempre per i soliti casini del lavoro con cui vi sto ammorbando da giorni).

Non abbiamo mai parlato bene di queste cose, forse non le abbiamo mai superate bene, e lei, come tutti i medici e paramedici, non è una che tiene in dovuto conto la sua salute sia fisica che mentale (!).

Poi ci sono stati altri problemi legati al suo lavoro, cose per le quali io non c'entravo assolutamente, che stavolta sul serio l'hanno mandata indepressione, e per i quali forse mi aveva scelto come caprio espiatorio per sfogare le sue frustrazioni... ne voglio parlare più tardi, però, ora non ce la faccio più...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tu pensi troppo e non agisci:il pensarsi addosso in una situazione che richiede solo azioni coraggiose e mirate nei confronti di tua moglie ti procura solo stress,angoscia e somatizzazioni...

Ho sempre pensato di avere una famiglia, anche quella sua, e sono stato sempre circondato, per via del mio lavoro, da tante persone...

Purtroppo, come già detto, sono figlio unico e mio padre è vedovo da un anno e mezzo e non posso 'caricarlo' più di tanto..

E ALL'IMPROVVISO MI SCOPRO SOLO, SOLO COME UN CANE ABBANDONATO!

Sono tante mazzate tutte insieme, ti prego di comprendermi, come io voglio comprendere la 'sveglia' che vuoi darmi...

Se non c'eravate voi...

Incredibile, sono meno solo grazie a persone che non conosco...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

i rimorsi,complessi di colpa,rimpianti per ciò che è stato ormai non servono a nulla:non possiamo,per ora, con la macchina del tempo, tornare indietro e modificare il passato.ma il presente nunc et ora,carpe diem è quello che conta:metti adesso le cause giuste x cambiare il futuro!grazie x averci aperto il tuo cuore:ma forse un po' ce lo siamo meritato.

rufuge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo lavoro del cavolo sembra che stia rovinando la vita sia a chi ce l'ha che a chi non ce l'ha...

Al di là dei casini economici / rispettivi problemi lavorativi, avete mai affrontato apertamente la 'semplice' questione

del poco tempo passato assieme?

(Comunque sbarazzati di spade di Damocle che tali non sono... ci si può rimettere insieme anche dopo aver divorziato, eh!

Anzi... c'è tanta gente che divorzia senza nemmeno separarsi, figurati....).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco, hai affondato non il dito ma l'intero braccio nella piaga.

scusami... solo, siccome sono una donna anch' io, cercavo di capirci qualcosa in più per avere qualche indizio ( sempre restando nell' ambito del "buttarla lì"...

Non so, tu sei l' unico a poter conoscere tua moglie. Ora, devi capire se sei nelle condizioni di poter rimediare o meno. Nel primo caso hai delle possibilità ( e da sbatterti) nel secondo no, nel senso che esiste la probabilità che la sua scelta, non dipenda da te o da tue "colpe". Semplicemente credo, a volte, quel qualcosa o l' insieme di cose che tenevano insieme un rapporto si esauriscono... in quest' ultimo caso, purtroppo, non saresti nè il primo nè l' ultimo a dover accettare una separazione.

Detto questo, una donna sulla quarantina, con due figlie alla soglia dell' adolescenza, credo non decida di piantare tutto quanto così su due piedi. Magari era una scelta che ponderava da tempo. Oppure è molto molto incaxxata con te. Magari perchè non si sente capita, apprezzata ecc... e non sente di avere qualcosa da condividere autenticamente con te. In fondo, i soldi erano ( ma non erano) un grosso problema prima...

Scusa la domanda un po' diretta ( sperando non mi manderai a quel paese) ma il sesso come andava?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.