Vai al contenuto

Cibo come gratificazione quali alternative


Messaggi consigliati

Se il cibo rimane l'unica gratificazione, significa che non si riesce a trovare altre gratificazioni.

Come si potrebbe trovare alternative gratificanti quando la situazione ha creato uno stato depressivo tale in cui niente è più gratificante?

Tutti sappiamo che se abbiamo una passione, qualcosa che ci coinvolge intensamente, il cibo non è più una fonte di gratificazione.

Ma quando la routine ti impedisce di avere anche il minimo spazio per se stessi, sufficientemente gratificante, quando la disperazione prende il sopravvento, quando tutto è dello stesso colore, rimane solo il cibo a dare un senso alla vita, rimane l'unica sensazione piacevole rapida ed immediata. Allora più che parlare di diete e spiegare alle persone quali cibi sono sani e quali no, che ormai lo sanno tutti, dovremmo parlare di quanto sia importante riorganizzare la vita e riscoprire le passioni. Ma c'è chi non può.

Cosa consigliereste per spezzare la catena, per uscire dal vortice?

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


la risposta ai tuoi problemi è inclusa nella tua domanda:devi trovare interessi,passioni su cui concentrare tutto te stesso;ma non è facile.ma come sei pervenuto a questa depressione somatizzante nel cibo?quanti anni hai?studi,lavori?x cominciare ti consiglio di andare a leggere messaggi e discussioni su questo forum visitando il mio profilo e di altri membri anche non più attivi.benvenuto fra noi e grazie x aver condiviso i tuoi problemi!

rufuge

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Tutti sappiamo che se abbiamo una passione, qualcosa che ci coinvolge intensamente, il cibo non è più una fonte di gratificazione.

Chi te lo ha detto, ci sono diverse forme di gratificazione, mentale, istintiva, morale, sessuale ecc ed una non esclude l'altra, si possono avere più gratificazioni in una . .il cibo oltre ad essere una gratificazione è un esigenza....cmq la risposta te la da il cibo stesso..ti faccio delle domande cosi capisci cis' è che gratifica...se tu non hai fame, mangi?? No,se non hai fame provi gratificazione nel mangiare, no.. se tu hai fame, mangi?? Si, provi gratificazione quando hai fame nel mangiare, si..quindi cos'è che gratifica??..il desiderio, cosa si desidera?? Ciò che non si ha..oggi abbiamo tutto. .questa è la verità. .se io voglio disegnare, vado mi compro i pennarelli e disegno. .troppo semplice, se ho fame, vado mi compro da mangiare e mangio, troppo semplice, se voglio palleggio re, vado mi compro un pallone e palleggio, troppo semplice..una volta giocavano facendo un pallone col giornale o con le calze e quando dopo tanto tempo riuscivano ad avere un pallone vero era una gratificazione. .è il viaggio che dà la voglia di vivere non la meta, oggi abbiamo le mete troppo facili senza dover fare il viaggio. .cmq la colpa è del benessere. .

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Non si desidera ciò che si ha, ma ciò che non si ha...se oggi abbiamo tutto cosa dovremmo desiderare, che poi è quello che succederà se costruiremo un eden, dove abbiamo tutto saremo tutti felici e saremo nello stesso tempo persone morte da vivi..

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
 
  • 3 months later...

Salve,

è vero, la risposta sembra facile..dedicarsi ad altre cose per non trovare gratificazione solo dal cibo..ma se al momento non è possibile dedicarsi ad altre cose? e poi, non è così diretto, ovvero, iniziare a fare altre attività riuscirà veramente a farci dimenticare il piacere istantaneo derivante dal primo boccone di cibo?

Il mio consiglio, quale professionista Psicologo Psicoterapeuta Master in Mindfulness (https://drmatteomarangoni.wordpress.com/) è quello di provare a prendersi una vacanza provvisoria dal pensiero CIBO = Piacere per approfondire e tentare una breve ma efficace analisi..è proprio il cibo a darmi piacere? o è l'idea del cibo che mi da piacere? Proviamo a pensare a quando riusciamo a sentirci sazi nei casi in cui il cibo è la principale se non forse l'unica fonte di piacere..la sazietà arriva quando proprio non riusciamo ad ingurgitare dell'altro..

Essere consapevoli, invece, che il cibo è prima di tutto un pensiero..sia prima di essere mangiato che durante la masticazione che dopo averlo mangiato..qualcosa inizia già a cambiare..

Link al commento
Condividi su altri siti

 

finalmente un professionista che si confronta con noi e ci offre pareri e consigli competenti:grazie x essere sceso in campo e benvenuto fra noi!ma ritorniamo all'argomento in questione:cercare soddisfazione e piacere nel cibo x colmare lacune esistenziali,stati depressivi,carenze affettive,scarsa autostima ecc..L'eccesso nel mangiare porta inevitabilmente all'obesità e spesso alla bulimia:come evitare o meglio ancora prevenire tali estreme patologiche conseguenze?è vero che negli adolescenti una delusione amorosa è una delle cause + frequenti?e allora come e quando intervenire con un trattamento psicoterapeutico adeguato?

rufuge

Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • 4 years later...
Il 2/9/2015 alle 01:36 , Pincopallino5 ha scritto:

Se il cibo rimane l'unica gratificazione, significa che non si riesce a trovare altre gratificazioni.

Come si potrebbe trovare alternative gratificanti quando la situazione ha creato uno stato depressivo tale in cui niente è più gratificante?

Tutti sappiamo che se abbiamo una passione, qualcosa che ci coinvolge intensamente, il cibo non è più una fonte di gratificazione.

Ma quando la routine ti impedisce di avere anche il minimo spazio per se stessi, sufficientemente gratificante, quando la disperazione prende il sopravvento, quando tutto è dello stesso colore, rimane solo il cibo a dare un senso alla vita, rimane l'unica sensazione piacevole rapida ed immediata. Allora più che parlare di diete e spiegare alle persone quali cibi sono sani e quali no, che ormai lo sanno tutti, dovremmo parlare di quanto sia importante riorganizzare la vita e riscoprire le passioni. Ma c'è chi non può.

Cosa consigliereste per spezzare la catena, per uscire dal vortice?

Ti capisco alla perfezione ho lo stesso problema . Non ho più niente per cui vivere . La mia famiglia solo perché sono ingrassata qualche kilo non centinaia ! È disgustata da me. 
Credevo che il mio compagno mi amasse , ma a volte penso sia attratto da altre donne .

gli uomini vogliono solo la perfezione!!!una donna con corpo perfetto che faccia loro il caffè e cucini punto e non rompa le palle.

Spero che tu ne sia uscito .

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.