Vai al contenuto

Relazione tra azione e pensiero


Messaggi consigliati

37 minuti fa, Pincopallino5 dice:

Non concordo per i motivi che ti ho detto in precedenza

A volte è importante ragionare, a volte meno ed a volte occorre ascoltare il proprio istinto e le proprie sensazioni

Trovare un equilibrio e detenere la conoscenza di ciò che è giusto e sbagliato credo non sia un beneficio dell'essere umano

Ragionare in quel modo porta sicuramente da qualche parte, come tutti i percorsi, ma io preferisco cercare di farmi guidare dal "flusso" piuttosto che dal mio ego

Per esperienza il mio ego mi ha sempre guidato solo verso "guai" o comunque situazioni difficili

Ed anche qui non sono l'unico a vederla allo stesso modo, questo non significa che sia giusto in assoluto

si può vivere la vita che si vuole. Avendole provate entrambe preferisco questa. 

Proprio per questo non concordo nemmeno sul considerare l'umanità "stupida"

E' tuo diritto e dovere non concordare. Disprezzi l'ego, come lo chiami tu, ma ubbidisci inevitabilmente ad esso.

Dici che a volte è importante ragionare ed altre volte no, ecc.. Lo fai a naso, o hai dei criteri? Quindi o sei schiavo del tuo naso o hai dei criteri, che è interessante sapere su che cosa si fondano. Dici l'istinto? Che cosa è? Vale più del tuo ego? E' esso stesso il tuo ego? E dove ti porta? Sei sicuro che il tuo istinto faccia scelte utili per te?... Tutti rami secchi, e nel tempo lo capirai. Vicoli ciechi. Ricorda il topino nel labirinto (davvero tanto intelligente): ogni volta che scopre che una strada è chiusa la memorizza come Falsa e non la percorre più (taglia il ramo secco). Un topino può farlo e tu credi di non esserne capace?

L'essere umano non potrebbe trovare l'equilibrio? E chi sei tu per dirlo "se non sai distinguere il Vero dal Falso"? E la strada che scegli non è forse quella che credi migliore? E come fai a considerarla migliore se non distingui dentro di te il Vero dal Falso? Non ti rendi conto che se dici "preferisco questa strada" in realtà stai usando il principio "per me questa è da preferire"? E come potresti distinguere ciò che preferisci da ciò che non preferisci se non giudicassi, e quindi non usassi il Vero-Falso-Ignoro? La realtà è che lo usi, anche se non lo sai e anche se non lo fai bene.

Il fatto che siate in tanti a vederla nello stesso modo, non vuol dire che la visione sia corretta. Ti basta stare nel mucchio, per sentirti sicuro? Se stai con la maggioranza, stai con la maggioranza; se sei nel giusto, sei nel giusto. Capisci? E' molto semplice. Basta non confondere chi sta nella maggioranza con chi sta nel giusto.

Beh, bisogna vedere che cosa si intenda per stupido. Se uno vuole la pace e fa tutto per avere la guerra, io non lo considero molto intelligente. Poi possiamo definire la stupidità, se vogliamo.

La realtà è che sei in un gran caos, e prima o poi dovrai fare ordine.

Ciao

Vito

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


  • Risposte 89
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

29 minuti fa, Pincopallino5 dice:

Per arrivare ad una conclusione di questo ragionamento, mi chiedo: questo metodo dove dovrebbe portare?

Io credo che la vita non sia solo avere ragione o torto o ignorare. Secondo me questo metodo è stato applicato da chi poi si è perso nei meandri di un mondo di fantasia che si è creato da solo. Solitamente un percorso del genere porta a distaccarsi dalla realtà considerando per vero ed insindacabile ciò che si è dedotto dai propri ragionamenti.

Mentre la vita è fatta di confronto, la realtà è quella che è con tutte le sue contraddizioni. Tante cose possono piacerci o non piacerci e tante le dobbiamo accettare. Cambiare quello che possiamo cambiare, accettare ciò che non possiamo cambiare ma fondamentale avere la saggezza per comprenderne la differenza. Non ritenendo di avere tale saggezza, solitamente opto per accettare ciò che non posso cambiare. E più mi guardo intorno più mi rendo conto che molti dei problemi ce li creiamo perchè vogliamo interferire su ciò che non ci piace piuttosto che lasciare andare le cose e vedere dove ci portano.

Come puoi capire siamo su due realtà differenti, tu segui un percorso che porta a trovare le risposte e definire ciò che è vero o falso, giusto o sbagliato, io invece sto cercando di fare su di me il lavoro opposto, sto cercando di smettere di cercare delle risposte, di giudicare e di categorizzare. Trovo molto più beneficio con la resa e seguendo il flusso che l'altro metodo. Il bello della diversità dell'umanità, ciò che funziona per uno non è detto che funzioni per l'altro.  

Beh, io vedo come tu sia guidato dai pregiudizi. Ma so che per ora ti va bene così. Un consiglio: salvati questa conversazione. Negli anni la potrai, forse, vedere con occhi diversi. Altri, se stanno leggendo, potranno fare la stessa cosa.

Una sola parola sull'illusione: essa è scambiare il Falso per Vero. Assicurati di non illuderti. Io farò, come sempre, altrettanto.

Ti faccio i migliori auguri per il tuo cammino.

Ciao

Vito

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Il fatto che persone che hanno fatto la storia dell'umanità e che io reputo equilibrate e sagge considero l'errato uso dell'ego come l'origine di tutti i mali e che l'ho potuto confermare sulla mia pelle mi mette nella zona sicura. E' importante in questo caso non usare la parola "disprezzo", non disprezzo affatto il mio ego, fa parte di me e di noi esseri umani e come tale va conosciuto e compreso come ogni nostro lato. Siamo esseri strutturati e complessi. L'ego può essere un'arma molto potente che se usata come tale arreca danni a se stesso e agli altri. Ma può diventare un ottimo alleato.

Come lo usi tu, a me non piace o comunque non mi apporta benefici e non ne apporta alle persone care che mi sono vicine. Ed è importante capire quando stiamo obbedendo al nostro ego o quando invece stiamo collaborando con il nostro ego.

Per darti molto (preciso molto) a grandi linee la visione che ho io dell'essere umano è come un'insieme di diverse parti e personalità. L'ego e l'istinto sono i due principali antagonisti o protagonisti. Poi ci sono i lati depressivi, aggressivi, ma anche fragili, sensibili, perversi ecc... Le esperienze e gli imprinting che abbiamo ricevuto dalla società e dalla famiglia sono anch'essi fondamentali. Poi ci sono le nostre esperienze. Alla fine, molto molto sinteticamente ci ritroviamo con una serie di personaggi interiori a cui spesso obbediamo. Il mio intento invece è (sempre molto sinteticamente) di farli convivere in armonia e valorizzare ogni singolo personaggio dandogli ascolto e comprendendone le ragioni. Al di sopra di tutto ci siamo noi, la squadra, un'entità che c'è e non c'è. Non posso dire che la squadra esiste perchè è formata dall'insieme degli elementi. La squadra non è una entità vera e propria, tuttavia si comporta come se lo fosse. 

Ovviamente questa è la mia interpretazione  non tutta farina del mio sacco ma frutto di studi, ricerche ed esperienze. 

Link al commento
Condividi su altri siti

 
35 minuti fa, Pincopallino5 dice:

Ovviamente questa è la mia interpretazione  non tutta farina del mio sacco ma frutto di studi, ricerche ed esperienze. 

Credo non vi sia altro da aggiungere. E stata una bella chiacchierata, e son certo che chi dovesse leggerla, qui adesso, o altre volte altrove, potrà trovarvi qualcosa di interessante.

Non mi resta che chiudere il cerchio tornando da dove siamo partiti, e quindi ricordandoti di dare un'occhiata negli anni a venire alla pagina che sostanzialmente riassume quanto abbiamo detto finora, e molto molto altro: Il Nuovo Mondo

Ciao

Vito Iacono

cell 3405180205

Link al commento
Condividi su altri siti

 
31 minuti fa, vito.iacono dice:

Credo non vi sia altro da aggiungere. E stata una bella chiacchierata, e son certo che chi dovesse leggerla, qui adesso, o altre volte altrove, potrà trovarvi qualcosa di interessante.

Non mi resta che chiudere il cerchio tornando da dove siamo partiti, e quindi ricordandoti di dare un'occhiata negli anni a venire alla pagina che sostanzialmente riassume quanto abbiamo detto finora, e molto molto altro: Il Nuovo Mondo

Ciao

Vito Iacono

cell 3405180205

Mi fa piacere anche a me che siamo riusciti a trovare una direzione a questo discorso che non aveva preso una bella piega, ci siamo chiariti e sicuramente abbiamo imparato qualcosa. Poi, vista la complessità dell'argomento, sono sempre disponibile ad aprire l'argomento costruttivamente come abbiamo fatto, ogni volta che vorrai. Grazie. ciao  

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
Il 20/5/2016 at 13:58, angelo crucitti dice:

Vorrei leggere l'articolo il nuovo mondo ma non me lo fa aprire..

Ciao, Angelo.

Intanto piacere di conoscerti. Mi ha parlato molto bene di te Vittorio. Egli ritiene che tu possa essere un cittadino del Nuovo Mondo. La cosa non potrebbe che farmi piacere. Il mondo ha bisogno di persone con le idee chiare, che si scrollino di dosso tutta la sedimentazione di migliaia di anni.

Il link è questo (puoi sempre copiarlo e incollarlo): http://www.rustici.com/il_nuovo_mondo.zip

L'argomento lo trovi anche qui (anche in tedesco e inglese): http://vitoiacono21.blogspot.it/2012/05/normal-0-14-false-false-false-it-x-none.html

Ciao

Vito

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Ti ringrazio Vito piacere mio...Vittorio che penso sia refuge e sempre molto buono è una brava persona, che stimola e crede nelle sue idee, ma  sa anche che le mie idee sono sotto alcuni aspetti diverse dalle sue, lui vuole pace io diffidenza, lui vuole il bene assoluto, io che ci siano entrambi bene e male, lui vuole la pace comune globalizzata io voglio differenze e nessun tipo di globalizzazione, lui vuole cambiare il mondo io no, lui vuole che si rispetti la natura includendo cosa è meglio per noi, io escludendo il noi, la natura o il nostro pianeta non è una casa da arredare per starci comodi a nostro piacimento..non c'è niente da cambiare c'è solo da accettare nel bene e nel male in quanto esso è soltanto un nostro giudizio...non ho mai conosciuto o letto un saggio o un guru che vuole cambiare il mondo, lui lo cambia e basta non cercano clienti, predicando in giro Verita come fece Gesù..il saggio spiega a chi vuol ascoltare a chi lo cerca come  star meglio leggendosi dentro...non li ho mai sentiti parlare di verità da divulgare il più possibile, sanno di non conoscere nessuna verità ma sanno anche che ognuno può trovare la propria leggendosi dentro e in profondità.. Quindi distinguiamo un saggio da un profeta il profeta dispendiatore di verità non esiste e spero che una volta finita qualsiasi tipo di religione nessuno parli di verità assolute..detto questo che era solo una parafrasi su come la penso..ora leggero il tuo articolo e ti rispondero con estrema sincerità sia se lo condivido sia se non lo condivido...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
1 ora fa, angelo crucitti dice:

Bellissimo articolo complimenti la penso come però solo  se sostituisci verità con conoscenza..la verità è un qualcosa di assoluto la conoscenza ha dei limiti..

Le parole sono solo degli strumenti, ciascuno ne fa un uso inevitabilmente personale, e durano solo una stagione... proprio come le foglie di un albero.

Caro Angelo, io non scrivo più su questo forum, ma se serve hai i miei riferimenti.

Ciao, è stato un piacere.

Vito

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Il 21/5/2016 at 22:22, angelo crucitti dice:

Bellissimo articolo complimenti la penso come però solo  se sostituisci verità con conoscenza..la verità è un qualcosa di assoluto la conoscenza ha dei limiti..

Purtroppo è più o meno quello che cercavo di comunicare anche io con lui ma è troppo convinto di avere la verità assoluta da ignorare o addirittura attaccare chi la pensa diversamente. Concordo anche io con il tuo pensiero dell'accettazione e della diversità, anche se questo implica la presenza di tali persone. Fa parte della natura e del ciclo vitale. Meglio diffidare da chi dispensa tanti consigli pieni di verità assolute.  Ma purtroppo è un tranello a cui molte persone piace "cadere" ed è giusto che ci cadano per fare la loro esperienza.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Certo una cosa vuol dire, dispendio conoscenza un'altra dispendio verità..ognuno ha la propria verità, ognuno ha le proprie ragioni ed ognuno ha le proprie esperienze, se tutti capissero ciò..si andrebbe in una politica del vivere e lascia virere..ma è noi è sempre piaciuto dire come dovrebbero vivere gli altri..lo hanno fatto sempre questo..allora se vogliamo sconfiggere questa presunzione della verità  assoluta io partecipò a discussioni attive, altrimenti lascio questo compito di dire cosa è  giusto o sbagliato ad altri..perché  io non so cosa è  giusto o sbagliato..l'unica cosa che penso e che pensare al nostro culo ed arredare il pianeta a piacimento del nostro culo è  sbagliato..che poi è quello che abbiamo sembra fatto...creiamo un danno a poi lo ripariamo..ma la colpa è sempre degli altri...se un domani avremmo sovrappopolazione e quindi forti disagi..la colpa non sarà  sei buonisti che dispendiano amore...ma sarà  dal destino..un giorno forse capiremo la parola equilibrio che è al di fuori dei nostri giudizi di bene e male..un giorno capiremo di non capire..è lì il mondo si illuminerà  perché  Non avremo più  illluminati del giusto e del sbagliato..

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Ok...vogliamo fare un discorso costruttivo, volete vedere come si arriva a questa conclusione..che nessuno sa cosa è  giusto e sbagliato...mi rivolgo a tutti i buonisti...voglio i Pro e i contro..dell'aiutate le persone a vivere di più  è meglio com'è se fossimo nell'eden..ogni cosa porta una conseguenza...anche il far del bene...iniziamo dai...elencatemi i pro e i contro...sono più  incuriosito sui contro..quelli che sembra le persone quando parlano di bene e amore non vedono...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
53 minuti fa, angelo crucitti dice:

Ok...vogliamo fare un discorso costruttivo, volete vedere come si arriva a questa conclusione..che nessuno sa cosa è  giusto e sbagliato...mi rivolgo a tutti i buonisti...voglio i Pro e i contro..dell'aiutate le persone a vivere di più  è meglio com'è se fossimo nell'eden..ogni cosa porta una conseguenza...anche il far del bene...iniziamo dai...elencatemi i pro e i contro...sono più  incuriosito sui contro..quelli che sembra le persone quando parlano di bene e amore non vedono...

Mi piace l'affermazione dura ma reale di voler adattare il mondo alle nostre esigenze, fa capire quanto il nostro ego è cresciuto in maniera spropositata rispetto al nostro buon senso. Ma per fortuna il vento sta lentamente cambiando. Secondo me la verità è quella che ti può dare l'esperienza di provarla. Posso comunicarti un messaggio ma se non hai la possibilità di viverlo o di "sentirlo" nella tua vita, non ti sto comunicando molto. Inoltre se un messaggio è positivo lo percepisci subito.

Sempre secondo la mia visione che come te non mi sento di avere la verità assoluta, credo che il buonismo fine a se stesso sia solo un'altra manifestazione dell'ego. E' più facile dire di si che dire di no, ma purtroppo a volte si aiuta di più una persona dicendo "no" piuttosto che risolvergli un problema. Capire la differenza è una grande dote. 

Credo infine che ci siano tutte le informazioni necessarie per fare evolvere l'umanità in armonia ma occorrono generazioni affinchè vengano metabolizzate, applicate e profondamente comprese. E ci saranno sempre gli "irriducibili" ma ben vengano se la natura è così che vuole.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • 2 weeks later...
Il 23/5/2016 at 15:45, Pincopallino5 dice:

Sempre secondo la mia visione che come te non mi sento di avere la verità assoluta

Caro Pincopallino5, passando di qui vedo che il tuo tentativo di trovare un complice è fallito. Peccato! Vero?

D'altra parte, che tipo di rapporto vi può essere fra una persona che si chiama Angelo Crucitti e una che si chiama Pincopallino5?

Forse ti credi ben nascosto, ma come te ce ne son tanti, in giro. E poi, ancora più importante, la tua coscienza ti scova quando vuole. Ad essa non potrai mai nasconderti, pena torture indicibili. Per non ascoltarla ti puoi giocare l'intera vita. Mentire a te stesso è la cosa peggiore che potresti fare; saresti infatti il primo a farti violenza.

Se vuoi farti del bene, nella nostra chiacchierata trovi tutti gli strumenti che ti servono. Se sei di buona volontà, nella vita potrai farne un ottimo uso. Ricorda: potrai essere anonimo agli altri, ma non a te stesso.

Ciao, e buona fortuna,

Vito

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    • Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.