Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Ospite lunapiena

Dopo una storia di convivenza e di fidanzamento magnifici (qualcuno potrebbe obiettare: lo erano sul serio? Sì, rispondo io) , decido di lasciare il mio fidanzato per un altra persona di cui mi invaghisco e che in un periodo di passaggio della mia vita, riesce a colorarmi quelle sfumature che poi troppo tardi ho capito fossero già colorate. Una storia durata sei mesi in cui mai ho smesso di pensare al mio ex e alla nostra storia, della quale mi mancava ogni singolo elemento, attimo e senso. Fino a quando questa storia termina e mi rendo conto di non aver smesso mai di amare il mio ex. Fino a quando la vicinanza che in qualche modo ci ha sempre riguardato si fa più assidua ma lui non è disposto mai a provare a perdonarmi e ri-tentare un ritorno. Nel frattempo lui conduce un'altra storia e la mia vita perde il suo senso costantemente.. per me la casa è divenuta una gabbia da quando è priva di quella condivisione fantastica, sana e perfetta che avrebbe rallegrato persino l'ultimo appartamento dell'ultimo piano di un palazzo vecchio e decrepito. Non ho più il controllo della storia -che non c'è- e sento di impazzire, pure per aver sprecato tutto quell'amore così perfetto che mi aveva messo al centro dei suoi giorni. 

I sentimenti sono strazianti e le azioni anche.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


11 ore fa, Guest lunapiena dice:

Dopo una storia di convivenza e di fidanzamento magnifici (qualcuno potrebbe obiettare: lo erano sul serio? Sì, rispondo io) , decido di lasciare il mio fidanzato per un altra persona di cui mi invaghisco e che in un periodo di passaggio della mia vita, riesce a colorarmi quelle sfumature che poi troppo tardi ho capito fossero già colorate. Una storia durata sei mesi in cui mai ho smesso di pensare al mio ex e alla nostra storia, della quale mi mancava ogni singolo elemento, attimo e senso. Fino a quando questa storia termina e mi rendo conto di non aver smesso mai di amare il mio ex. Fino a quando la vicinanza che in qualche modo ci ha sempre riguardato si fa più assidua ma lui non è disposto mai a provare a perdonarmi e ri-tentare un ritorno. Nel frattempo lui conduce un'altra storia e la mia vita perde il suo senso costantemente.. per me la casa è divenuta una gabbia da quando è priva di quella condivisione fantastica, sana e perfetta che avrebbe rallegrato persino l'ultimo appartamento dell'ultimo piano di un palazzo vecchio e decrepito. Non ho più il controllo della storia -che non c'è- e sento di impazzire, pure per aver sprecato tutto quell'amore così perfetto che mi aveva messo al centro dei suoi giorni. 

I sentimenti sono strazianti e le azioni anche.

Ciao.... scusa la domanda, ma cosa intendi con "non ho più il controllo della storia"?

 

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Il 10/24/2016 at 10:41, kinapsy91 dice:

Ciao.... scusa la domanda, ma cosa intendi con "non ho più il controllo della storia"?

 

intendevo dire o, almeno, credo che inconsciamente la frase contenga questo, che credo di avere da sempre, sin dall'adolescenza in particolar modo, per cause diverse, problematiche inerenti il controllo.. come col cibo ad esempio. Dunque credo che il malessere sia dovuto anche all'impotenza che sperimento davanti a questa situazione, una condizione che non credevo sarebbe mai arrivata perchè lui era la mia sicurezza. Con ciò non credo in ogni caso di essere egoista perchè ciò che scatena la mia sofferenza è la sua-nostra mancanza non il fatto che io ora sia passata in secondo piano..

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
3 ore fa, lunapiena8 dice:

intendevo dire o, almeno, credo che inconsciamente la frase contenga questo, che credo di avere da sempre, sin dall'adolescenza in particolar modo, per cause diverse, problematiche inerenti il controllo.. come col cibo ad esempio. Dunque credo che il malessere sia dovuto anche all'impotenza che sperimento davanti a questa situazione, una condizione che non credevo sarebbe mai arrivata perchè lui era la mia sicurezza. Con ciò non credo in ogni caso di essere egoista perchè ciò che scatena la mia sofferenza è la sua-nostra mancanza non il fatto che io ora sia passata in secondo piano..

Spero che non ti sia arrivato il messaggio "sei un'egoista", perchè non era proprio mia intenzione! Dal post, per quello che c'è scritto si può comprendere della tematica del controllo. Hai pensato di parlarne con qualcuno che ti possa aiutare? 

 

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

no, spiegavo, tranquilla.. si, ne parlo già ma non posso affrontare una terapia da privato perchè non ho la possibilità economica.. sarebbe un percorso lungo... so già sbrogliare da mè punti oscuri e difficili..ma il punto è modificare la mia intera vita. Con lui ci ero riuscita..stavamo bene. ora son piombata di nuovo nello sfacelo emozionale e pragmatico...un inferno di vita

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
58 minuti fa, lunapiena8 dice:

no, spiegavo, tranquilla.. si, ne parlo già ma non posso affrontare una terapia da privato perchè non ho la possibilità economica.. sarebbe un percorso lungo... so già sbrogliare da mè punti oscuri e difficili..ma il punto è modificare la mia intera vita. Con lui ci ero riuscita..stavamo bene. ora son piombata di nuovo nello sfacelo emozionale e pragmatico...un inferno di vita

Non sarebbe più carino riuscire a modificare la propria vita a prescindere dall'altra persona? Fare in modo che quella persona si un plus? Non meriti di stare bene anche da sola? 

La terapia privata non è così lunga, dipende come la affronti e da quanto sei sincera con te stessa; i consultori, se non erro, dovrebbero garantire un servizio gratuito, inoltre Massimo Recalcati ha fondato questa associazione http://www.jonasonlus.it/, prova a darci un'occhiata, magari ti è comodo come città e ed istituita per chi non può avvicinarsi alla terapia per ragioni economiche. 

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ti ringrazio per tutte le info... frequento già un consultorio ma come forse saprai i dottori hanno sempre tempo scarso a disposizione per via del carico lavorativo tipico di certe strutture. Conosco anche l'associazione perchè conosco ogni lectio magistralis e video di Recalcati... è il mio mentore di oggi. Si, son discorsi sani e obiettivamente giusti ma l'angoscia che provo dentro di me è qualcosa che mi rende in balia delle mie emozioni ..

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 8 months later...
 
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.