Vai al contenuto

Pubblicità

Recommended Posts

Salve a tutti...sono un ragazzo di 20 anni e non so che problema io abbia...adesso vi spiego: sono uno studente di economia fuori sede, studio a Roma ma sono originario di Reggio Calabria e sono cresciuto a Reggio Emilia...in pratica fino ai 20 anni non ho mai avuto un problema,infanzia e adolescenza vissuta tranquilla nonostante la mancanza di un padre poiché se ne è andato quando mia madre era incinta...pieno di interessi e di passioni,mai un problema scolastico è sempre ottimista e felice verso il futuro...voglia di fare mille cose e di vivere la vita al massimo...famiglia unita e felice e amici sia a Reggio Emilia che a Roma che giù in calabria...a Roma avevo casa con altri 2 ragazzi e 2 ragazze e avevo un rapporto di fratelli e sorelle con loro...fino a quando il 22 dicembre fui colto da un ansia pazzesca alla bocca dello stomaco, io lo ritenevo legato al fatto di essermi innamorato della mia coinquilina,però quest'ansia ha tramutato tutto in noia,ogni cosa che prima mi piaceva ha finito per non piacermi più,ogni rapporto che avevo prima era diventato insignificante,non vivevo più la mia vita è quando gli altri si divertivano a me dava persino fastidio perché io non riuscivo più a essere come prima,a parlare come prima,a divertirmi come prima,io che volevo sempre stare in mezzo a più gente possibile,improvvisamente non avevo empatia con nessuno,come se la mia vita si fosse fermata a quel 22 dicembre...il calcio non esiste più,ogni altra passione nemmeno,le ragazze mi interessano ma in questo stato di certo non posso stare con nessuna,ho perso ogni mia capacità di parlare con la gente,passo le giornate a camminare senza una meta o a leggere sintomi di quello che ho...io subito mi sono sentito strano e ho pensato: e adesso? E infatti non esiste più niente,ho rovinato i rapporti con tutti nella casa, non voglio vedere più nessuno, sono diventato stupido è incapace di concentrarmi e di ricordare,una persona da prendere in giro diciamo, mentre prima ero una specie di leader,in più studiavo lavoravo e mi divertivo anche a fare ciò...io sto tremando dalla paura non so cosa possa essere...depressione ansiosa? Depersonalizzazione?disturbo borderline?schizofrenia? Ho molta paura,in 7 mesi ho buttato la mia vita è vivo nell'angoscia...pensate che è arrivato tutto il giorno dopo che tutti mi dicevano hai una vita perfetta ecc...sembra una maledizione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


2 ore fa, Francesco valenti dice:

io sto tremando dalla paura non so cosa possa essere...depressione ansiosa? Depersonalizzazione?disturbo borderline?schizofrenia? Ho molta paura,in 7 mesi ho buttato la mia vita è vivo nell'angoscia...

Hai provato a parlare faccia a faccia con uno psicologo, o anche solo con il tuo medico? Nemmeno un professionista sarebbe in grado di dirti cosa hai senza visitarti di persona.

Continuando a leggere nozioni e sintomi di malattie mentali prese a caso, non fai altro che peggiorare la tua ansia e il tuo senso di estraniamento. Ancora adesso, nella tua confusione, ti ricordi di come stavi bene prima, quindi è molto probabile che si tratti solo di una parentesi nella tua vita e che, con un piccolo aiuto, tu possa tornare come eri.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

ho provato a parlare faccia a faccia con uno psicologo...anzi psicologa! era concentrata a guardarmi gli stivali, a guardarmi la borsa, a parlarmi annoiatamente di asserività...sono scappata. Mi richiamò per comunicarmi di alcuni incontri con altre persone per parlare a proposito della su citata assertività,  istintivamente le chiedi: "salve dottoressa,come va"?  lei: "ma sono io che lo devo chiedere a lei signora"! pensai: "e me lo chieda allora"

di sicuro non sono andata con la giusta predisposizione, volevo solo chiederle chi io fossi, che tipo di persona fossi e forse un percorso con uno psicologo comincia così cioè parlando di assertività, piano piano...forse non è scattato qualcosa...non lo so...però sono rimasta così, in bilico tra miti e falsi dei

L.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Immagino che anche tra gli psicologi, come tra tutti i professionisti nei svariati settori, ci siano quelli più competenti, quelli meno e quelli inetti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Caro Francesco,

Non credo che il tuo problema sia poi cosi grave, ma a primo approccio, l'ho trovato disarmante.

Sei cosi sicuro che il 22 dicembre sia iniziato tutto? oppure è qualcosa che tu stesso hai covato durante la tua permanenza a roma? potrebbe anche essere qualcosa di cui non davi tanto peso.

Il punto è: se avevi una vita cosi perfetta, come mai ti ritrovi a non risolverla più? Secondo me perché ti ritrovi per la prima volta in una situazione del genere! Riflettiamo insieme: La tua vita non è mai stata cosi turbolenta e sicuramente avrai avuto tutte quelle problematiche che si saranno sempre risolti con i tuoi mezzi, ma, nel momento in cui neanche con i tuoi stessi strumenti non riesci a risolvere un singolo problema come potresti mai reagire? lascio a te la risposta. 

Molto probabilmente stai lavorando troppo con la testa e meno con la pancia! 

Intuisco da come hai scritto il post che molto probabilmente, soffri di ipocondria, che secondo il mio modesto parere è la causa del tuo blocco.

Sai molto spesso le persone toccano il fondo in vari modi differenti, ma come ben dimostra sia la società di oggi sia la natura umana, tutti risalgono. La tua sopravvivenza (qualsiasi tipo: mentale, fisica, spirituale e più ce ne sono e meglio è) deve essere il tuo obbiettivo primario. Quindi fai focus su ristabilire il tuo ordine domestico e continua con questo obbiettivo in mente "rivoglio la mia vita" tu non sei diverso dal 22 dicembre, tu hai scoperto una parte fragile di te stesso che va accettata!

Se vorrai parlarne con uno psicologo è soltanto un bene!

Buona fortuna,

Giacomo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

GraIe mille per la risposta,la ritengo molto plausibile e intelligente...non so come spiegarlo, ma fino al giorno prima ero davvero felice e spensierato,mentre dal giorno dopo con questa ansia tutto si è tramutato in noia,non so come spiegartelo,quindi ho iniziato improvvisamente a darmi fastidio tutto ciò che prima mi piaceva, a rimanere costantemente a rimuginare sul passato,su come sia stato possibile cambiare così, non mi andava più di fare niente, o meglio se lo facevo non era comunque come prima...anche ascoltare la musica o vedere una partita,non mi dava le stesse emozioni di prima...forse mi sono concentrato troppo su questo, fatto sta che ho rovinato i rapporti con tutti in casa e poi sono diventato incapace a parlare spontaneamente,ho problemi di memoria e concentrazione, mi sembra di vivere in una bolla, prima era tutto chiaro e spontaneo mentre adesso non so più cosa fare, non riesco più a scherzare e a ridere anche perché la mia vita si è rovinata...ho molta paura, è incredibile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Il 21/7/2017 at 17:09, Lis dice:

Immagino che anche tra gli psicologi, come tra tutti i professionisti nei svariati settori, ci siano quelli più competenti, quelli meno e quelli inetti.

vero....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Caro Francesco,

sicuramente il problema di cui lamenti non é cosi facile da inquadrare. Sarebbero necessari ulteriori approfondimenti. Io ti consiglio di rivolgerti a uno psicologo per un sostegno. La lettura dei sintomi su internet non fa chr peggiorare la considerazione e il peso che tu dai a questa tua attuale condizione. Rischi di leggere i tuoi disagi in modo distorto. Concordo con gli altri utenti circa l'incompetenza di alcuni professionisti,ma questo non deve depennare tante altre figure che invece valgono e ci mettono passione nel proprio lavoro. Quindi non temere questo. Io ti consiglio vivamente di farti sostenere cosi da essere più consapevole di ció che vivi e come fronteggiarlo con le tue risorse

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.