Vai al contenuto

Pubblicità

EnergyRockstar

La mia vita, verso la deriva

Recommended Posts

Salve, ho fatto un percorso con una psicologa che però aimè dovrò termianre senza aver concluso il mi oproblema...costa veramente troppo. Non abbiamo iniziato un percorso di cura, ma siamo arrivati almeno ad evidenziare le mie ansie e paure. Prima abbiamo visto come io non veda come normalità (realtà) una cosa anormale e come anormale una cosa normale. Faccio l'esempio da cui sono partita con lei. Io ho difficoltà a creare un rapporto più intimo con le ragazze, infatti vedo come anormale chiedere di uscire, quando in realtà è una cosa normalissima. Ho evidenziato che ho un ansia da prestazione elevata, la puara di sbagliare in ciò che faccio è sempre altissimae vorrei controllare tutto. e ho paura del giudizio altrui, per qualsiasi osa voglio sempre piacere e rimurigino giorni e giorni su cosa o detto oppure o fatto o come ha reagito la tal persona in un interazione.  Come posso o cosa devo fare o iniziare a fare o su cosa devo lavorare per risolvere tutto ciò?
Devo dire inoltre che ho una scarsa autostima, non ho fiducia nelle mie capacità in alcun modo e i miei stati d'animo sono molto altalenanti. un secondo mi sento bene e quello dopo no.
In questi giorni e smesso ho leggeri stati depressivi tanto che non ho proprio voglia di far niente e ho un sacco di cose che vvorei fare...ho 21 anni e non ho mai avuto un qual si voglia tipo di rapporto con le ragazze (apparte amicizie) e questa cosa mi pesa tantissimo, tutti i gionri in qualsiasi momento, perchè vedo che tutti intorno a me qualcosa hanno avuto. Le poche volte che mi sono invaghito di ragazze e che ci ho provato sono stato rifiutato e questo non fa che demoralizzarmi. Nonostante sia un bel ragazzo, nmi sembra di non avere speranza mai e di non poter piacere a nessuna. E così cado nell'oblio di sentirmi solo ,amicizie ne ho ma profonde e forti come da bambino nessuna, mi sento solo e questo mi butta giù. Scusate se vi ho detto cosi tante cose in poco spazio ma tutti i giorni sono molto giù di morale, triste, demoralizzato e provo rabbia per come sono. E non mi dite 'fai qualcosa per cambiare' perchè faccio faticaa fare qualsiasi cosa fosse anche solo alzarmi quando sono così. Vorrei che i miei stati d'animo non dipendessero più dagli altri. Aggiungo un ultimissima piccola cosa, ci sono cose che facevo quando ero più piccolo, tipo, giocare ai videogiochi, ora non lo faccio praticamente più (anche se tra i coetanei credo sia normale...) eppure ogni tanto mi viene un po di voglia, per staccare o scaricarmi, ma non ci riesco perchè lo vedo come una cosa da piccoli e mi inibisco dal farlo. Come se giocare o meno ad un videogioco in casa mia possa andare ad influenzare quanto io sia adulto per piacere agli altri o in particolare ad una ragazza. So che può sembrare strano, ma è un pensiero che mi passa spesso... Grazie a chiunque possa darmi il consiglio o lo spunto giusto per cambiarmi la giornata!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicità


8 ore fa, EnergyRockstar dice:

Salve, ho fatto un percorso con una psicologa che però aimè dovrò termianre senza aver concluso il mi oproblema...costa veramente troppo. Non abbiamo iniziato un percorso di cura, ma siamo arrivati almeno ad evidenziare le mie ansie e paure. Prima abbiamo visto come io non veda come normalità (realtà) una cosa anormale e come anormale una cosa normale. Faccio l'esempio da cui sono partita con lei. Io ho difficoltà a creare un rapporto più intimo con le ragazze, infatti vedo come anormale chiedere di uscire, quando in realtà è una cosa normalissima. Ho evidenziato che ho un ansia da prestazione elevata, la puara di sbagliare in ciò che faccio è sempre altissimae vorrei controllare tutto. e ho paura del giudizio altrui, per qualsiasi osa voglio sempre piacere e rimurigino giorni e giorni su cosa o detto oppure o fatto o come ha reagito la tal persona in un interazione.  Come posso o cosa devo fare o iniziare a fare o su cosa devo lavorare per risolvere tutto ciò?
Devo dire inoltre che ho una scarsa autostima, non ho fiducia nelle mie capacità in alcun modo e i miei stati d'animo sono molto altalenanti. un secondo mi sento bene e quello dopo no.
In questi giorni e smesso ho leggeri stati depressivi tanto che non ho proprio voglia di far niente e ho un sacco di cose che vvorei fare...ho 21 anni e non ho mai avuto un qual si voglia tipo di rapporto con le ragazze (apparte amicizie) e questa cosa mi pesa tantissimo, tutti i gionri in qualsiasi momento, perchè vedo che tutti intorno a me qualcosa hanno avuto. Le poche volte che mi sono invaghito di ragazze e che ci ho provato sono stato rifiutato e questo non fa che demoralizzarmi. Nonostante sia un bel ragazzo, nmi sembra di non avere speranza mai e di non poter piacere a nessuna. E così cado nell'oblio di sentirmi solo ,amicizie ne ho ma profonde e forti come da bambino nessuna, mi sento solo e questo mi butta giù. Scusate se vi ho detto cosi tante cose in poco spazio ma tutti i giorni sono molto giù di morale, triste, demoralizzato e provo rabbia per come sono. E non mi dite 'fai qualcosa per cambiare' perchè faccio faticaa fare qualsiasi cosa fosse anche solo alzarmi quando sono così. Vorrei che i miei stati d'animo non dipendessero più dagli altri. Aggiungo un ultimissima piccola cosa, ci sono cose che facevo quando ero più piccolo, tipo, giocare ai videogiochi, ora non lo faccio praticamente più (anche se tra i coetanei credo sia normale...) eppure ogni tanto mi viene un po di voglia, per staccare o scaricarmi, ma non ci riesco perchè lo vedo come una cosa da piccoli e mi inibisco dal farlo. Come se giocare o meno ad un videogioco in casa mia possa andare ad influenzare quanto io sia adulto per piacere agli altri o in particolare ad una ragazza. So che può sembrare strano, ma è un pensiero che mi passa spesso... Grazie a chiunque possa darmi il consiglio o lo spunto giusto per cambiarmi la giornata!

Ci somigliamo molto sai? Forse io sono una persona più socievole, nel senso che sono consapevole dei miei limiti, e se devo conoscere persone, okay, ansia, ma anche eccitazione in piccolissima parte per il nuovo. Da qualche anno, 3 se non sbaglio, ho due amiche con cui ho legato molto. Ma ultimamente tutto si sta facendo pesante e demoralizzante. Ho paura che la mia vita sia e sarà un completo disastro e vorrei potervi mettervi un punto, prima del tempo, ma darei dispiaceri che non posso sopportare da vivo. Preferisco ferirmi a poco a poco. 

Comunque, c'è la possibilità che tu sia una persone introversa, come me. Noi persone introverse ci troviamo bene in piccoli gruppi di persone e in folla sentiamo le nostre energie prosciugate. Infatti io dopo un evento sociale ho sempre un particolare mal di testa e sintomi di stanchezza. È giusto che ci si prenda un momento per recuperare le energie. 

Per la cosa dei giochi poi, la penso in modo molto simile, pur avendo 18 anni. È ho smesso di giocarci molto prima. Se me lo propongono, deve essere qualcosa in cui sappia "difendermi".. E si, detesto fare brutta figura, ma mi viene così naturale a volte essere un completo idiota. 

Sappi che non sei solo. Sarà poi che a me piacciono più gli uomini delle donne, ma non ho trovato nessuno/a ne penso ci sarà mai nessuno di importante nella mia vita. Brutto eh? 

Comunque, sono qui. Quando avrai voglia di sfogarti, ti sentirai solo, incompreso.. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Per poter inserire un commento devi far parte della Comunità.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.