Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Salve sono una ragazza di 20 anni, ho un passato un pó burrascoso, i miei sono divorziati, mio padre che mi abbandona ma dopo tanti anni si fa risentire con lo scopo di farmi odiare mia madre ( persona che mi ha cresciuta con tanti sacrifici) raccontandomi cose negative, non riuscivo a crearmi degli amici essendo brutta, sono finita in varie comunità educative perché avevo iniziato a prendermela con il mondo intero. 

Sono stata fidanzata varie volte ma una volta è successa una cosa gravissima. 

Lavoravo come badante 24/24 e mi sono fidanzata con un ragazzo tunisino(fratello di una mia amica) abitava a Napoli e si trasferì a lecce vicino casa dove lavoravo io, affitto pagato da me non riusciva a trovare lavoro, aveva i documenti scaduti e lo stavo aiutando a rinnovarli. Un giorno per motivi banali abbiamo litigato e mi ha alzato le mani,  dopo un po mi chiese dei soldi e scopri che li ha usati per la marijuana, dopo un paio di mesi mi disse che gli facevo schifo ma Che stava con me perché si sentiva in obbligo dopo tutto quello che stavo facendo per lui,  io giustamente ho detto di non preoccuparsi e che poteva tranquillamente rifarsi una vita sua (mi ero stancata di quella situazione) ma lui non voleva,  una sera disse che aveva da fare e non tornò a casa fino al giorno dopo quando rientrò aveva graffi su tutta la schiena e mi disse che si era graffiato in pineta ma, io non ci credevo sembravano graffi da donna.

Comunque lascio passare questa cosa e faccio finta di niente da premettere che io e lui non avevamo più rapporti.

Un giorno decisi di lasciare il posto di lavoro e di trovarmi una casa lui decide di venire con me e quindi presi una casa di 600€ mensili, spesa fatta da me e, non ero padrona di invitare qualcuno in casa che lui non voleva, la notte stavo sempre sola perché lui andava a ballare ma, un giorno invitò un suo amico a casa il giorno dopo lui aveva da fare e anche io, dovevo andare dalla mia famiglia essendo che erano mesi che non mi vedevo per colpa sua, lui impazzí quando gli e lo dissi e mi chiuse in bagno prendendomi a botte.

il Il giorno dopo uscii mi feci la scheda nuova e chiamai mia madre dicendo che sono caduta dalla scogliera ma lei non ci credeva perché sapeva già che lui aveva il vizio delle mani, per tanto dopo due giorni che lui non mi faceva più uscire da casa chiamai mia madre e le dissi la verità non vi dico tutte le parole che diceva. 

Dopo un giorno mi contatta una ragazza che è stata con me in comunità chiedendomi ospitalità chiedo a lui e mi dice di farla venire, dopo qualche giorno che lei mi diceva che non gli piaceva che ragazzi fosse, indagando su Facebook trovo un suo profilo di Facebook con delle foto scattate con una ragazza proprio nel periodo un cui lavoravo io e, andai in camera della mia amica e le feci vedere la ragazza strano ma, lei la conosceva era del suo stesso paese, così quel giorno stesso decidemmo di contattarla e il giorno dopo ci rispose la sera avevamo appuntamento con questa ragazza e lei mi urlava contro che io ero una zoccola che lei era incinta di lui un sacco di parole comunque torno a casa mi prendo un paio di cambiate e vado da mia zia, dopo due giorni mi chiama chiedendomi dove stavo e io risposi che non lo riguardava,  lui inizia a minacciarmi per telefono e mio zio impazzí e gli disse di lasciarmi perdere altrimenti gli avrebbe fatto male, lui lo sfidò e quindi mio zio andò a casa mia trovò il suo amico ma lui si era nascosto e quando lui vidde mio zio scappò, mio zio non arrendendosi andò alla stazione e lo trovò ma lui gli lanciò contro tantissime pietre bottiglie di vetro rotte e gli ruppe la testa. 

Dopo tutto il giorno dopo andai a prendermi le mie cose e il proprietario mi chiese 1200€ perché aveva distrutto una casa e pagai anche in quel caso. 

Tornai da mia madre e voleva farmi fare la denuncia ma, io non volevo essendo che conoscevo la sua famiglia e Scappai,  andai da una mia amica che mi ospitò senza esitazioni. 

La sera stavamo uscendo e lei mi disse che stava per tradire il suo compagno con un ragazzo che quando mi disse chi fosse le dissi di salutarmelo (un ragazzo che avevo conosciuto sei anni prima su un sito e che abbiamo avuto un'avventura da un giorno) lui ricordandosi di me le disse di dargli il mio numero di cellulare ma lei essendo gelosa non voleva.

Arriviamo al posto e vedo lui il ragazzo tunisino mi riempie di insulti in mezzo alla gente e mi viene un'attacco di nervoso e svengo. 

Chiamano l'ambulanza e mi danno dei farmaci quando spiego la situazione mi hanno fatto il TSO non vi dico il macello che ho fatto perché non volevo, chiamo mia madre e lei venne all'ospedale ma ormai non poteva fare più niente. 

Il giorno dopo la mia amica disse al ragazzo che si stavano "sentendo" del mio problema ma lei non sapeva del TSO, lui le chiese nuovamente il numero di telefono facendo finta di dire che mi avrebbe chiamata per farmi ridere essendo che l'ospedale è brutto. Mi chiama la sera gli spiego tutto e il giorno dopo venne all'ospedale. (il TSO è decaduto)

Da qui la mia vita è peggiorata più di prima.

Ci fidanziamo e lui vuole conoscere per forza la mia famiglia gli e li presento e tutto andava bene io lavoravo,  lui anche, ci vedevamo anche per 10 minuti a volte essendo che non combaciavano gli orari.

Un giorno mentre lavoravo ho avuto problemi di salute ed essendo che ero incinta ho dovuto mollare il lavoro, mia madre è impazzita e lui mi portò a casa sua (parenti conosciuti il giorno prima), nipote unico, straviziato,  ha lasciato il posto di lavoro e non né ha mai più cercato un'altro.

Ho perso il Bambino e quindi immaginate come stavo,  ora ho trovato lavoro come baby sitter per 500€ mensili ma meglio di niente sono, e lui per ora deve fare sacrifici a venire a prendermi e a portarmi essendo che tra un mese avrò la patente ma, non è affatto da compatire il ragazzo ogni giorno mi fa aspettare un'ora, un'ora e mezzo perché ogni volta che deve venire a prendermi la nonna sua gli fa fare 200 cose tranne che mandarlo da me, poi discutiamo e mi trovo 6 persone (zii e nonni) contro di me e tutto ciò che io penso è sbagliato. 

A lui ho detto che a gennaio ci prendiamo la casa per noi è lui mi ha detto di no perché lui si sente in obbligo di stare con i parenti suoi per ciò che anno fatto per lui (crescerlo, comprare moto e viziarlo).

Quando esprimo una mia opinione non posso farlo perché mi aggredisce dicendo che è casa sua e che mi devo fare gli affari miei,  gli chiedo di aggiustarmi qualcosa e mi urla che è casa sua e non devo dirgli che fare.

Ma che tutta la sua razza si mette in mezzo alle cose mie va tutto bene mah. io ho deciso di andarmene da mia madre voi che pensate? 

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Le tue scelte sono d’applaudire , brava e continua con lo status quo.

Cmq ti voglio consigliare e tu sarai la tua maestra.

Ogni decisione che vorresti prendere cerca di farla al contrario e nn sbaglierai.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.