Vai al contenuto

Pubblicità

Accedi per seguirlo  
Ospite rino88

Non so come uscirne

Messaggi consigliati

Ospite rino88
ciao a tutti.
dopo questi ultimi 3 anni,passati anche ad autoanalizzarmi sento il bisogno di un parere esterno.Andro a spiegare tutto quelli che sono gli aspetti problematici e non della mia vita,in modo da fornirvi un quadro il piu completo possibile e ricevere un opinione.
3 anni fa,il mio problema era non avere una cerchia sociale ampia.
ho cercato di lavorare in questo senso,cercando di avvicinarmi a persone per condividere un amicizia con loro.
in qualche modo ce l'ho fatta,ho dei nuovi amici,coi quali ho stretto un bel rapporto,anche abbastanza profondo,coi quali posso parlare di argomenti importanti,confidarmi etc etc
Questo sicuramente mi solleva molto,sia per il fatto che sto meglio ad avere piu amici e piu cerchie sociali distinte,sia perche mi ha dato fiducia in me stesso.
Autoanalizzandomi però,e questo è uno dei punti chiave della questione secondo me,sto pian piano prendendo coscienza che forse a frustrami non era e non è il fatto di avere pochi amici e/o poca vita sociale,conoscenze giri e quant'altro.
il fatto è ce mi sto rendendo conto che io baso la mia autostima,il voto che do a me stesso,il bilancio del successo della mia vita,su quante volte esco,su quante persone mi chiamano,quante cene faccio etc..
E' vero che adesso ho nuovi amici,ma il problema di non essere all'altezza di uno standard che mi sono fissato si presenta ogni qualvolta le cose non vanno come vorrei; e quando succede mi autoinfliggo dei giudizi molto duro: "sei uno sfigato,sei solo,non hai una vita divertente ed appagante etc.."
Questo meccanico è forse alimentato dal paragone che faccio tra me medesimo e le persone che frequento,specialmente il mio amico storico del quale parlavo nel primo post.
Tutti quelli che frequento hanno una con aspetti diversi dalla mia: loro lavorano ed io studio,tanto per cominciare.
Loro hanno fondamentalmente piu tempo libero,perche sono comunque persone definibili ricche,e lavorono nelle ditte di famiglia,questo li porta viaggiare anche piu volte al mese,a fare gite nei week end e anche durante la settimana.
Qui entra in gioco un altro fattore importante della mia vita: la mia fidanzata.
Siamo fidanzata da quasi 6 anni e ci conosciamo da 9.
Premetto che io lo stessa passione per lei che avevo il primo giorno,mi piace,mi prende,mi stimola.
Purtroppo però è ormai chiaro che ha problemi della sfera psicologica pure lei,e direi anche abbastanza marcati.
La situazione tra lei e il resto delle persone che mi girano attorno non è delle piu felici,lei nelle uscite coi miei amici non è quasi mai presente,a parte compleanni o cose cosi;non abbiamo un gruppo in comune,perche fondamentalmente nessuno di noi 2 ha un vero e proprio gruppo,ma tantomeno da condividere.quindi le cene in 2 coppie sono inesistenti,i viaggi con amici manco a parlarne.
Questo mi porta sempre ad essere diviso tra 2 fuochi,o vedo lei o i miei amici etc etc
Il problema è che anche quando esce coi miei amici io sono molto teso,perche lei rappresenta il lato di me che è completamente diverso dalle persone che conosco.lei è completamente seria,formale,non ammette scherzi,confusione,goliardismo.
Per fare qualche sempio:potrebbe mandarla in tilt venire a cen da qualche mio amico che coabita con coinquilini e vedere la casa,in stato oggettivamente lercio,dove ceneremmo.
A me non da nessun fastidio che lei me lo faccia notare,ma questo accanirsi fa diventare ogni cosi un problema.
Lei è particolarmente insicura,ed una battuta o una parola maldetta da qualche mio amico è sempre motivo per litigare noi 2.
Questo mi accentua esponenzialmente il problema: vedo i miei amici con le loro fidanzate che a capodanno vanno in montagna con altre coppie,e noi no.
Quest'anno lei era disponibile,seppur con qualche riserva,a partire insieme ad altri miei amici per qualche giorno in montagna,poi per problemi logistici non si è potuto,anche se proprio volendo ci saremmo potuti andare.
io per tutto il tempo dei preparativi sono sempre stato in forte ansia,da una parte perche il capodanno cosi come le vacanze in genere è un altro di quei fattori su cui baso la mia qualita di vita,dall'altro perche non avrei voluto litigare con lei per partire,ed i motivi potrebbero essere stati molteplici:i miei amici non vanno tanto per il sottile con l'organizzazione,ovvero potrebbe aggiungersi gente all'ultimo,potrebbero esserci stanze in comune,si potrebbe partire un giorno prima o un giorno dopo.mentre lei vuole tutto definito in anticipo,e che non cambi per nulla al modo ed ha tutti i suoi punti cardine che sono imprescindibili.quindi mentre si organizzava io ero costretto a far quadrare tutto e questo mi ha provocato un ansia pazzesca.
Io sto bene con lei,ma questo aspetto turba il nostro rapporto.sia perche io pian piano sto venendo portato a vedere lei come un "ostacolo" alla condivisione della vita di compagnia,sia perche lei si convince che non sono la persona adatta a lei dato che frequento persone cosi diverse.
Il fatto è che io sono una via di mezzo,anche io amo l organizzazione,sono insicuro e puntiglioso,e pure permaloso come lei;ma da un altro lato sono anche "ca**z*ne",spontaneo,scherzoso,con voglia di fare qualche cavolata,con voglia di staccare un attimo la spina e fare qualcosa di impulsivo.
Il fatto è che non mi rendo conto se sono entrato in una sorta di loop paranoico o davvero nella mia vita c'è qualcosa che non va.alla fine se la guardo da un certo punto di vista di cosa mi posso lamentare?ho una famiglia unita,ho una fidanzata fedele e che mi piace,ho qualche amico,anche se pochi,posso ritenerli senza dubbio persone sopra la media che si trova in giro,studio e mi sto per laureare,con buone prospettive lavorative.
Allora cosa mi manca?mi sento forse spaventato nel diventare grande?non ho fatto i miei sbagli e le mie bravate ai tempi quindi ne ho bisogno adesso e mi sento la pressione che tra breve non sara piu possibile farne?
Io vorrei semplicemente avere una vita sociale e di coppia condivisa,non chiedo tanto,qulache week end all anno in viaggio,qualche cena fuori tutti insieme anche con la mia ragazza,e qualche serata o campeggio coi miei amici di tanto in tanto..
In effetti le persone che frequento sono diverse dalla mia fidanzata,ma non vedo perche non poter condividere nulla..
Non so come affrontare la situazione,se la sto ingigantendo,se la sto prendndo sottogamba...
Se poteste darmi un parere,mi sarebbe molto utile come spunto di riflessione
vi ringrazio tanto in anticipo
  •  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.