Vai al contenuto
  • Pubblicità

UnderSans

Sono un ragazzo e ho bisogno di aiuto, e questa è davvero la mia ultima spiaggia.

Messaggi consigliati

Sono un ragazzo di 21 anni, e la mia depressione è iniziata 8 anni fa.
Il mio carattere timido e riservato ha fatto sì che iniziassi ad analizzare la mia tristezza da solo per risolverla e così ho iniziato a scrivere un diario, giorno dopo giorno, che narra la mia vita e racchiude le mie poesie. Imparai così a guardare la mai vita da fuori, come se fossi un narratore esterno.
Ci tengo davvero molto e la considero una mia opera, la revisiono abbastanza spesso e cerco di rendere la lettura fluibile e interessante perchè un giorno vorrei pubblicarla.
Lo utilizzo per cercare eventi che hanno causato traumi nella mia testa, per cercare di migliorare me stesso e soprattutto lo utilizzo perchè voglio lasciare il più possibile gli eventi che mi affliggono da qualche parte, perchè ero stanco di portarmeli dietro e quindi utilizzo questo diario anche come metodo di sfogo.
Purtroppo, dopo tutti questi anni di continua ricerca non sono ancora riuscito a risolvere le mie fobie.
Anzi...credo di essere peggiorato, mi provocano terrore sempre più sfumature della vita e vengo travolto da esse con un enorme onda, che mi allontana da tutti lasciandomi su un isola deserta.
Non riesco a dormire in modo tranquillo sin dalla mia infanzia, i miei sogni sono tormentati dal senso di colpa, da crisi religiose, ultimamente da un senso di inferiorità fortissimo rispetto agli altri,  e da una donna che considero divina, che ho posto al centro del mio diario.
Pur essendo cosciente di quanto sia importante il senso della vita, ho tentato di uccidermi 4 volte e l'ultima è stata Sabato scorso ovvero il 16 Giugno 2018.
Come ho appena scritto sono a conoscenza di quanto sia importante la vita, ma da qualche anno la mia ansia e la mia depressione hanno iniziato a agire in modo violento sul mio corpo: da fortissime fitte al ventre-stomaco (insomma, circa in basso rispetto all'ombelico, poco sopra al pube) che mi lasciano steso a terra nel dolore che ricevo mentre ho attacchi di panico, ad un dolore al petto che mi accompagna da circa quando sono iniziato a stare male, una tendinite molto forte a polsi e caviglie che ho sviluppato in modo brusco quando andavo alle medie, e ultimamente ho iniziato a perdere capelli e il respiro è sempre, sempre più affaticato. In oltre, sempre da poche settimane, quando mi perdo nei miei pensieri pessimisti sento un bollore su tutto il corpo che cessa il mio respiro, lasciandomi con un prurito sulle braccia e sulle gambe, ma molto lieve quello non è un problema, è solo fastidioso vedere come i miei problemi che non riesco a risolvere agiscano sul mio corpo.
Quindi ho tentato il suicidio per far cessare una volta per tutte questi dolori, arrendendomi.
Invece sono ancora vivo, e mentre cercavo uno psicologo dove spendere i miei pochi risparmi(nella disperazione,dato che non mi vorrei affidare a qualcun altro), sono finito su questo forum e ho sentito che era una buona idea iscrivermi e sfogarmi un pò.
Mi sono iscritto principalmente per cercare risposte, perchè da solo non sono abbastanza forte per trovarle e me ne sono reso conto, e mi sono iscritto per conoscere nuove persone.
Non conosco l'età media degli utenti ma se credete che sia troppo giovane per affermare certe cose(siccome spesso me lo hanno detto, quando mi sono aperto), vorrei rispondervi che secondo me non c'è età per problemi emotivi, di qualunque tipo. Questa però è solo un opinione personale che può essere messa in questione: vorrei invitarvi a pensare più che altro che state leggendo le parole di qualcuno che ha passato anni immerso nello studio della mente, alla ricerca di risposte, senza mai stancarsi.
Credo con tutto me stesso che potrei aiutare voi quanto voi potreste aiutare me, in oltre le parole di un ragazzo potrebbero essere diverse dalle opinioni a cui siete abituati e questo potrebbe davvero dare una svolta alla vostra routine nella ricerca di una soluzione per i vostri tormenti, se anche voi occupate il vostro tempo a cercare di superare i vostri problemi.

Detto questo, vi ringrazio per aver letto, mi scuso davvero per qualsiasi errori di battitura/grammatica che potete trovare, e accetterei di iniziare a parlare con chiunque, mi ritengo un buon ascoltatore.
Grazie ancora per il vostro tempo. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Ciao Undersans,

Ho letto il tuo malessere, e ti confido che anch'io ho sofferto e soffro di depressione, in particolar modo, negli ultimi anni.

Sono sposato e ho due Figli.

Mia moglie ha pensato bene di sentirsi sessualmente per diverso tempo con quello che pensavo fosse un ottimo amico.

Ultimamente il mio lavoro bacilla molto e ho dunque il rischio di essere licenziato. 
Amici veri e propri nella mia vita, non ce ne sono, quindi capirai che mi trovo precisamente Solo.

Ed è la solitudine a farmi più male di tutti..perché la solitudine mi fa pensare e ripensare tutto il male ricevuto e che ricevo ancora, nonostante abbia sempre cercato di aiutare gli altri, ed essere sempre disponibile con la gente.

Però..vedi....finche' sei tu ad essere disponibile per gli altri, allora "vai bene", ma se invece sei tu ad aver bisogno anche solo di un minimo di solidarietà, tutti, TUTTI, soprattutto le persone che reputavi più importanti, ti voltano le spalle.

Anche io ho provato a suicidarmi più volte, ma mi bloccavo perché pensavo che avrei ferito emotivamente i miei Figli, e non riesco e non voglio farloro questo. 
Ti dico solo di farti forza e coraggio, sei ancora giovane, e hai modo di scegliere accuratamente la tua strada giusta.

Pensa a te, alla Tua vita, al tuo Bene, e vivi cercando di farti felice.

Un abbraccio 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
2 ore fa, Trevor dice:

Ciao Undersans,

Ho letto il tuo malessere, e ti confido che anch'io ho sofferto e soffro di depressione, in particolar modo, negli ultimi anni.

Sono sposato e ho due Figli.

Mia moglie ha pensato bene di sentirsi sessualmente per diverso tempo con quello che pensavo fosse un ottimo amico.

Ultimamente il mio lavoro bacilla molto e ho dunque il rischio di essere licenziato. 
Amici veri e propri nella mia vita, non ce ne sono, quindi capirai che mi trovo precisamente Solo.

Ed è la solitudine a farmi più male di tutti..perché la solitudine mi fa pensare e ripensare tutto il male ricevuto e che ricevo ancora, nonostante abbia sempre cercato di aiutare gli altri, ed essere sempre disponibile con la gente.

Però..vedi....finche' sei tu ad essere disponibile per gli altri, allora "vai bene", ma se invece sei tu ad aver bisogno anche solo di un minimo di solidarietà, tutti, TUTTI, soprattutto le persone che reputavi più importanti, ti voltano le spalle.

Anche io ho provato a suicidarmi più volte, ma mi bloccavo perché pensavo che avrei ferito emotivamente i miei Figli, e non riesco e non voglio farloro questo. 
Ti dico solo di farti forza e coraggio, sei ancora giovane, e hai modo di scegliere accuratamente la tua strada giusta.

Pensa a te, alla Tua vita, al tuo Bene, e vivi cercando di farti felice.

Un abbraccio 

Ciao Trevor, grazie mille per aver risposto, non davo per scontato che qualcuno lo facesse.
Sai, a volte sono andato troppo in là e mi ritengo una persona egoista per averlo fatto ma anche io mi sono bloccato in vari eventi dal suicidarmi perchè pensavo a qualcuno, ovvero mia madre.
E fa ancora più male la cosa perchè so che non vorrebbe che io stia così, mi vorrebbe vedere sorridente e combatto la mia depressione anche per questo, per mostrarle un sorriso vero.
Mi spiace molto per quel tradimento, deve essere stata davvero dura...forse anche tu hai perso come me fiducia nel prossimo dopo essere stato tradito, ed è una cosa che mi ha mangiato l'anima perchè credo sempre che le persone abbiano un secondo fine e che tutti alla fine scelgano qualcuno migliore di me, e questo genera i miei cali di autostima.
Se ti va di scambiare 2 parole non esitare a scrivermi anche in privato perchè mi farebbe molto piacere raccontarti di più o ascoltare i tuoi mali.
Grazie ancora della risposta Trevor.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao Undersans,

provo forte empatia per quello che scrivi. Io pure, spesso, ho tentato di scrivere per mettere in ordine le cose e magari riuscire ad aggiustare qualcosa, ma in 26 anni ancora non trovo soluzioni efficaci, anche perchè continuo da sempre a vivere situazioni molto pesanti. Ne finisce una, o se ne mette in pausa qualcuna, ne comincia un'altra. Anche io ho tentato il suicidio diverse volte, specialmente vedendo tutte le conseguenze pratiche e fisiche che derivavano da tutte queste brutture. Non mi ritengo una persona debole, anzi. Penso anche di avere una buona capacità di razionalizzare, ma non sempre ci si riesce. La parte peggiore è che, appunto, non si può fare tanto affidamento a persone che ci circondano, e un professionista costa o subentrano altre difficoltà. 

Se vuoi, sono a tua a disposizione. In caso diverso, si sa, la vita va avanti. Spesso in modo agre, ma va avanti. 

Un saluto. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
8 ore fa, Eclissi dice:

Ciao Undersans,

provo forte empatia per quello che scrivi. Io pure, spesso, ho tentato di scrivere per mettere in ordine le cose e magari riuscire ad aggiustare qualcosa, ma in 26 anni ancora non trovo soluzioni efficaci, anche perchè continuo da sempre a vivere situazioni molto pesanti. Ne finisce una, o se ne mette in pausa qualcuna, ne comincia un'altra. Anche io ho tentato il suicidio diverse volte, specialmente vedendo tutte le conseguenze pratiche e fisiche che derivavano da tutte queste brutture. Non mi ritengo una persona debole, anzi. Penso anche di avere una buona capacità di razionalizzare, ma non sempre ci si riesce. La parte peggiore è che, appunto, non si può fare tanto affidamento a persone che ci circondano, e un professionista costa o subentrano altre difficoltà. 

Se vuoi, sono a tua a disposizione. In caso diverso, si sa, la vita va avanti. Spesso in modo agre, ma va avanti. 

Un saluto. 

Ciao Eclissi, grazie per aver scritto.
Attualmente, mi trovo in un momento di più calma perchè ho incominciato ad aggrapparmi all'idea della morte: so che un giorno il mio dolore finirà, non vivrò in eterno.
So che prima o poi morirò e così morirà anche il mio male. è triste, ma ho anche scritto un piccolo testo al riguardo:
"Tutum, tutum,
Sono steso a terra,
posso sentirlo.

Tutum, tutum,
Ogni battito,
È un passo in più.

Tutum, tutum,
Verso la fine del dolore,
Verso la morte.

Tutum, tutum,
Ho il sorriso,
Camminando verso la fine."

Te lo lascio perchè a me calma, spero lo faccia anche con te.
Ho usato lo stesso principio che mette in ansia e depressione molte persone (la paura dello scorrere del tempo e della morte) per calmarmi.

Per quanto riguarda altre soluzioni...no, non ne ho. Sto solo scappando mentre sono ferito, mi sto semplicemente comportando da vigliacco.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
Il 17/7/2018 at 19:50, UnderSans dice:

Ciao Eclissi, grazie per aver scritto.
Attualmente, mi trovo in un momento di più calma perchè ho incominciato ad aggrapparmi all'idea della morte: so che un giorno il mio dolore finirà, non vivrò in eterno.
So che prima o poi morirò e così morirà anche il mio male. è triste, ma ho anche scritto un piccolo testo al riguardo:
"Tutum, tutum,
Sono steso a terra,
posso sentirlo.

Tutum, tutum,
Ogni battito,
È un passo in più.

Tutum, tutum,
Verso la fine del dolore,
Verso la morte.

Tutum, tutum,
Ho il sorriso,
Camminando verso la fine."

Te lo lascio perchè a me calma, spero lo faccia anche con te.
Ho usato lo stesso principio che mette in ansia e depressione molte persone (la paura dello scorrere del tempo e della morte) per calmarmi.

Per quanto riguarda altre soluzioni...no, non ne ho. Sto solo scappando mentre sono ferito, mi sto semplicemente comportando da vigliacco.

 

Sono più grande di te, 30. Ma in fondo rimango una bambina nella mia estrema incapacità di vivere e affrontare la vita. Combatto con crisi depressive  e un invalidante disturbo d personalità dell'adolescenza. 

Penso spesso il peggio di me che in sostanza si riassume nel non essere degna di nulla, come dimostrato dai molteplici abbandoni.

Se volessi scambiare parole in privato, sono disponibile, sebbene non abbia trovato una soluzione reale al problema.

Sentire le tue parole mi ha colpito più del previsto. Posso solo dirti questo...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Il 5/8/2018 at 00:34, Nuyileq dice:

Sembra di leggere me in quello che hai scritto

Mi spiace che anche tu passi tutto ciò.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
3 ore fa, Federica88 dice:

Sono più grande di te, 30. Ma in fondo rimango una bambina nella mia estrema incapacità di vivere e affrontare la vita. Combatto con crisi depressive  e un invalidante disturbo d personalità dell'adolescenza. 

Penso spesso il peggio di me che in sostanza si riassume nel non essere degna di nulla, come dimostrato dai molteplici abbandoni.

Se volessi scambiare parole in privato, sono disponibile, sebbene non abbia trovato una soluzione reale al problema.

Sentire le tue parole mi ha colpito più del previsto. Posso solo dirti questo...

Certo, discuto con molte persone del forum e non mi importa dell'età, sono sia adulti che ragazzi e sto imparando molto ascoltandoli e anche raccontando, mi farebbe molto piacere.
Se ti piace farti colpire da parole come queste, ti interesserà molto parlare con me. Quella che ho pubblicato è una piccola pagina di un enorme diario.
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao,ho appena letto il tuo messaggio qui sul forum e mi sono immedesimata molto in quello che hai scritto. Io non soffro di depressione, ma molto spesso attraverso momenti di profonda tristezza e solitudine.

Ultimamente molto spesso sono triste, anzi non triste,direi più apatica,per tutto...

Il consiglio che vorrei darti è quello di non lasciarti trasportare troppo dalle emozioni,sono davvero pericolose a volte.. Piuttosto scrivi sul tuo diario, esci a farti una camminata, ascolta la tua musica preferita...

Pensi davvero che la morte sia la soluzione migliore? Non oso immaginare la tristezza profonda che ti porta ad avere il coraggio di ucciderti, anche se pure io ho avuto molte volte il pensiero, ma solo quello. 

Senti..so che il futuro lo vedi grigio,che pensi che tutto sia uno schifo, e forse è così ora, ma perché non provare a vivere, perché non provare ad andare oltre le proprie paure,ad affrontarle e superarle? Credo che per le persone troppo sensibili come te o me, sia davvero difficile vivere, perché siamo fragili, ci facciamo trasportare dalle emozioni, e solo noi abbiamo potuto toccare con mano la sofferenza, ma non bisogna mai perdere la speranza,perché credo che ognuno di noi abbia uno scopo nella vita,bisogna solo avere pazienza e forse quel giorno di svolta in cui tutto andrà meglio arriverà...

Non abbatterti, la vita è la tua, tu solo puoi cambiarla e renderla migliore. Fai quello che ti piace,vivi. 

So che non è facile, che sono solo frasi fatte, ma se hai avuto il coraggio di provare a ucciderti, avrai sicuramente il coraggio di rialzarti e di provare a trovare un po’ di luce in mezzo a tutto questo buio.

Un saluto,

chiara.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao undersans, sono una ragazza di 22 anni e soffro l'ansia da circa 2 anni il tutto non so ne il perché ne come è iniziato , ho iniziato ad avere difficoltà di stare nei posti affollati dove preciso ci andavo senza alcun problema prima che mi venisse questa "bestia" la chiamo così perché mi ha rovinato la vita non ho più amici , non vado al ristorante o cinema pensa neanche A fare shopping e sai quanto per noi ragazze sia importante , non lavoro per questo problema quando si tratta di lavoro nel mio corpo si accende un allarme inizia con il pensiero fisso su quello passa alla tachicardia e finisce con l'attacco di panico, ho provato a risolve la situazione andando da una psicologa rivolgendomi a un centro il quale mi ha prescritto i psicofarmaci ovviamente mai presi , mi è capitato di sognare dove mi suicidano , è ora sono qui su questo forum a scriverti perché mi ha colpito moltissimo la tua storia e un Po ci si sono ritrovata come te non ho amici e mi sento veramente sola , ho semplicemente bisogno di uscirne fuori non so più chi sono non mi riconosco più , preciso non ero così ero una ragazza solare alla quale piaceva divertirsi uscire non avevo nessuna paura nessuna ansia, ho praticato atletica ..  Non so più come andare avanti mi sento un enorme masso per le persone alle quali al posto di portare felicità porto solo sofferenza e cupezza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.