Vai al contenuto

Pubblicità

Messaggi consigliati

I miei genitori si sono separati.

Separazione...cosa vorrà mai dire separazione? Ormai quasi sembra una moda separarsi... 

Come viene vista? Come viene vissuta? Dai diretti interessati, dai figli, dagli amici, dai parenti... Come?

Ognuno la vive e la pensa in modo diverso...

Per me la separazione è una tortura, come se mi stessero uccidendo piano piano da dentro... Mi tengo tutto dentro...non dico nulla e cerco di nascondere il dolore... Ed è nei momenti di solitudine che faccio uscire tutto ciò che ho dentro... Parlo, urlo,piango...fino a che non sono esaurita, finché non ho più nemmeno una lacrima da versare... Così che poi nei momenti critici riesco a non piangere... Chi mi conosce bene, chi sa guardarmi con i giusti occhi, capisce che non sto bene... Ma si dividono in chi te ne parla e chi si tiene per se la scoperta. Forse non sanno quanto è bello sentirsi dire "come stai?" e al tuo bene sentirsi dire "non è affatto vero...racconta". È un momento bellissimo, ti senti capita... ti senti scoperta ma al sicuro... 

Scoperta ma al sicuro... È una sensazione veramente bellissima... Come un senso di libertà... Come se potessi liberati di tutto, anche se magari non lo fai... 

" tranquilla lo supererai" tutti dicono così... Ma che ne sapete voi di cosa posso o non posso superare io? Cosa? Niente! Voi non siete me... E si ops ho 15 anni mi dite devi ancora crescere... Si è vero, verissimo, ma in queste condizioni ti rendi conto di cosa riesci o non riesci a fare... E questa cosa non riesco a farla...non riesco ad accettare, a diventare cosapevole che ormai è così, non riesco. Quindi devo conviverci, chissà per quanto...ma bisogna dire che questo coinquilino è un mostro....cerca sempre di rapirmi e farmi sprofondare con lui negli abissi più bui... Cerca di uccidermi... E così anche conviverci con la separazione diventa quasi impossibile... Cosa fare quindi? Niente. Non si può fare niente... Solo soffrire in silenzio, o urlando è indifferente... Sempre sofferenza è. Eh beh credo che il dolore sia il peggior nemico della vita...perché la lacera...la fa in brandelli...fa venire voglia di smettere di soffrire e sapete cosa intendo. Ma come si può far una cosa simile...? E gli altri? Soffrirebbero per me, mettendo fine alla mia sofferenza ne creerei altre... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Non ho vissuto quella situazione ma posso immaginare il tuo dolore...anzi, più che dolore secondo me è spaesamento, e a quell'età è un peso ancor più duro.

Ti consiglierei di pensare che l'affetto che entrambi i tuoi genitori provano per te non è cambiato, ma contemporaneamente ti chiedo: a loro non è mai venuto in mente che potresti aver bisogno di una chiacchierata seria per superare la cosa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Anche io trovo sconcertante la facilità con cui ci separa, non si tenta neppure di ricompoore i pezzi che con un po' di buona volontà quasi sempre si riusirebbero a ricomporre. Si preferisce giocare allo sfascio. In passato non esisteva il divorzio e si dice che le donne erano costrette a subire angherie. Forse era vero ma la famiglie era un punto di riferimento, un bene da preservare. Oggi la famiglia è qualcoa che oggi c'è ma tra una settimana non si sa e non so se questo sia stato un passo avanti.

Di  regola dovrebbe essere come ti hanno detto anche se può sembrare banale. Devi trovare un nuovo punto di equilibrio diverso rispetto a quello di prima, ci vorrà del tempo ma ci arriverai.

Non ci hai detto come la separazione la stanno vivendo i tuoi genitori. Per loro è conflittuale o serena? E poi mi domando (ma è proprio una domanda): i figli si sentono sempre equidistanti dai genitori quando si separano? Non è giusto o naturale che "addebitino" la separazione al genitore che è venuto meno ai suoi doveri e causato la separazione rovinando la famiglia e di riflesso i figli? Non è meglio che si leghino al genitore incolpevole e facciano riferimento solo a lui invece che matenere un legame fasullo con entrambi (specie in caso di separazione conflittuale)? Io ho avuto vari amici cui era morto il padre. Sono vissuti benissimo crescendo solo con la madre. Secondo me la "bigenitorialità" va bene se i genitori stanno insieme. Se sono separati mi lascia molto perplesso. Se sono separati e in conflitto ancora peggio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.