Vai al contenuto

Messaggi consigliati

A 20 anni andai in psicoterapia per lutto. Ero anche studentessa di psicologia. Mi tenne in terapia per 8 anni. Diagnosi " sindrome ansiosa depressiva". Obiettivo era smussare gli angoli del mio carattere. Nel frattempo vedeva anche mio padre per problemi di lutto. Le dissi che non gradivo proprio perché  uno dei miei grossi problemi era sentirmi invasa psicologicamente da lui. Disse che era il suo orientameno...familiare... mi diede anche 2...antidepressivi che tolse dopo 3 mesi perché mi slatentizzavano ovvero avevo comportamenti disinibiti mai avuti prima di allora ( e mai piùavuti)... logorrea ecc.
Dopo la laurea andai in crisi di carriera e volevo mollare, ma mi consigliò  di continuare perché  avevo le capacità.  
Morale...scuola di psicoterapia in cui capisco che la signora è una farlocca e la mollo. Mi rendo conto di non averlo fatto prima perché non mi aveva per così  dire assolto.... detto che stavo meglio ecc. Solo dopo la chiusura inizio a stare meglio... con cludo la scuola di terapia per dove incontro sia professionisti meravigliosi che gran bastardi. 
A oggi faccio un lavoro da 600 euro al mese. Non ho trovato nient'altro. Probabilmente se dopo la laurea avessi continuato col lavoro che facevo per pagarmi gli studi sarei più  ricca e felice.
 
Consiglio a tutti i presenti di lasciare qualunque terpeuta non vi facxia una diagnosi e non decida con voi tempi e obiettivi. Se non avrte fiducia, andatevene subito, il problema non siete voi. Se dopo una nno mon state meglio o state peggio e non  vi sentite conoresi, lasciate. 
Se vi dà  qualche consiglio, lasciate.
Se vi fa sentire sporchi o sbagliati o discute con voi la fede o le decisioni sessuali, lasciate. 
Se la mette sul personale dicendo che il vostro non è solo un rapporto personale, lasciate.
Il terpeuta giusto è altrove.
Non sarà la psicoterapia a salvarvi ma voi stessi. Lap.t. è  solo un mezzo. Abbiate fiducia in voi e in quel che sentite, sempre. 
 
Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 11 months later...

Pubblicità


Effettivamente uno psicoterapeuta non dovrebbe assolutamente decidere al posto del paziente, nè dare consigli.

Il suo compito è quello di invitare il paziente a ragionare e a rompere eventuali muri interni che ci bloccano.

Diversamente è un incompetente.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.