Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Sono un ragazzo gay  e da qualche settimana ho scoperto che mio nipote diciottenne acquisito, anche lui gay, è attratto da me. l'ho scoperto perché una sera mentre ci guardavano un film ha iniziato a toccarmi allungando la mano dalla coscia fino tastarmi il pacco per più volte... Da allora abbiamo parlato e gli ho detto che certe cose non possono accadere tra parenti. Il fatto è che ora non me lo tolgo dalla mente. Penso a baciarlo e a fare cose con lui. Prima non ci pensavo ma da quando si è spinto oltre ora appena lo vedo ci penso.. è una cosa passeggera?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


7 ore fa, Antipatico89 ha scritto:

Sono un ragazzo gay  e da qualche settimana ho scoperto che mio nipote diciottenne acquisito, anche lui gay, è attratto da me. l'ho scoperto perché una sera mentre ci guardavano un film ha iniziato a toccarmi allungando la mano dalla coscia fino tastarmi il pacco per più volte... Da allora abbiamo parlato e gli ho detto che certe cose non possono accadere tra parenti. Il fatto è che ora non me lo tolgo dalla mente. Penso a baciarlo e a fare cose con lui. Prima non ci pensavo ma da quando si è spinto oltre ora appena lo vedo ci penso.. è una cosa passeggera?

Ho 28 anni, e agli inizi di dicembre ho avuto attacchi d'ansia che mi hanno portato a non mangiare e dormire per settimane. Da quei giorni in poi io e mio nipote ci siamo avvicinati poiché, parlando, ho scoperto che anche lui ha sofferto di questi attacchi d'ansia/ solitudine tanto che durante la pandemia stiamo passando i pomeriggi insieme per farci compagnia a vicenda. In quel periodo sono arrivati i primi segnale poiché vedevo da parte di mio nipote voglia di stare in mia compagnia diversa dal solito. Abbiamo iniziato a passare i pomeriggi a passeggiare e parlare ed una sera, mentre guardavamo un film ha allungato la mano. Quella sera stessa una volta tornato a casa mia (abitiamo vicino) mi scrisse se poteva fare un salto nella mia stanza. Io pensavo che volesse parlare dell'accaduto quindi gli dissi perché voleva venire nella mia stanza e lui cambiò idea dicendo "niente lascia stare". Il giorno dopo abbiamo aperto il discorso e gli ho detto che siamo parenti che non può esserci nulla e pensavo l'avesse capito, ma una sera a tentato di nuovo di allungare la mano ma io l'ho fermato prima che andasse avanti. Ora però sembra che anche io ho voglia di stare insieme a lui, di voler passare tutto il tempo con lui e a volte penso a cosa succederebbe se ci spingessimo oltre. Volevo sapere se è mai capitato a qualcuno di provare sensazioni simili o se è collegato al fatto che passare questi attacchi d'ansia insieme a creato un legame diverso.  Premetto che io non l'ho mai provocato o fatto qualcosa che potesse far intendere che volessi qualcosa da lui. 

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.