Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Sono fidanzata da due anni, e ormai è da un anno o poco più che ogni volta che gli faccio notare qualcosa o gli dico ad esempio "questa cosa non mi va a genio", lui si arrabbia e ha delle reazioni spropositate: mi insulta pesantemente con parole molto forti (deficiente, immatura, vaffa****o, sei una ragazza cresciuta solo d'altezza ma di mentalità sei rimasta a quando avevi il ciuccio, non capisci un ca**o, sei troppo timida e quindi non ti vorrà nessuno nemmeno a livello lavorativo, non ci arrivi alle cose, sei sola, svegliati, rincoglionita, potrei continuare all'infinito), tutto quello abbellito da bestemmie che mi urla spaventandomi. A volte nei suoi attacchi d'ira (dovuti da delle cose, a parer mio, banali) prende a pugli gli oggetti. Ovviamente ho cercato di spiegargli che io sto malissimo per questo suo atteggiamento, e la sua risposta più volte è stata "se ti comporti bene vedi che io non arrivo a questo. La colpa è solo tua". In due anni di relazione posso contare sulle dita delle mani le volte che mi ha chiesto scusa. è veramente cattivo con me, io piango tantissimo per lui e lui mi insulta persino su questo dicendomi che sono una bambina, che lo stufo. Ma cosa dovrei fare? Sono in una situazione in cui non posso dirgli la mia, l'ho fatto recentemente e cos'ho ottenuto? Una settimana di silenzio da parte sua in cui devo riflettere sui miei errori abominevoli (per modo di dire... visto che non gli ho mai fatto niente di grave). Sto malissimo in questa settimana di suo silenzio perché mi ha minacciata. Io sono veramente spaventata ma nessuno che mi sta attorno sembra capire la gravità della situazione. Sono spaventata, ho paura che la violenza sugli oggetti un giorno potrà diventare violenza su di me. Non riesco a staccarmi, non riesco a volermi bene perchè ho in testa tutte le colpe che lui mi attribuisce imperterrito e i suoi insulti. Una volta mi disse anche che se mi avesse avuta davanti mi avrebbe picchiata. Io non ho nemmeno 20 anni e sono davvero impaurita. Grazie se qualcuno potrà aiutarmi e capirmi senza sottovalutare i miei sentimenti, difficoltà e paure.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Ciao! Cosa esattamente non ti permette di chiudere la relazione? 

-la paura che lui possa impedirtelo? Anche usando violenza?

- senti ancora un sentimento di amore forte nei suoi confronti?

- nutri speranze che questo suo carattere possa mogliorare?

Cosa esattamente ti tiene ancora legata a lui?

Tu stessa hai detto che hai paura, che subisci e sei consapevole che tutto questo non è giusto, non è segno di amore, non è segno di maturità, ne di stabilità emotiva (parlo per lui). Mi sembra che hai chiare le idee. Cosa allora ti turba? Tu vuoi lasciarlo o stai cercando conferme del fatto che lasciarlo possa essere la cosa piu giusta? Se è cosi posso dirti senza ombra di dubbio che  questa è violenza psicologica e non dico che lui ci goda, ma evidentemente c'è un problema e  riguarda solo lui e non te o il modo in cui ti poni tu nei suoi confronti. E questo problema se lui non lo affronta in modo concreto cioe tramite un percorso pscicoterapico, sicuramente non cambiera da solo o perche glielo dici tu. Perché questi comportamenti, la loro reiterazione e l incapacita di metterne in atto di altri piu funzionali, sono indice di una difficolta che riguarda la sua personalità e ceh quindi è difficile da smontare parlando semplicemente.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
8 minuti fa, Cordelia ha scritto:

Ciao! Cosa esattamente non ti permette di chiudere la relazione? 

-la paura che lui possa impedirtelo? Anche usando violenza?

- senti ancora un sentimento di amore forte nei suoi confronti?

- nutri speranze che questo suo carattere possa mogliorare?

Cosa esattamente ti tiene ancora legata a lui?

Tu stessa hai detto che hai paura, che subisci e sei consapevole che tutto questo non è giusto, non è segno di amore, non è segno di maturità, ne di stabilità emotiva (parlo per lui). Mi sembra che hai chiare le idee. Cosa allora ti turba? Tu vuoi lasciarlo o stai cercando conferme del fatto che lasciarlo possa essere la cosa piu giusta? Se è cosi posso dirti senza ombra di dubbio che  questa è violenza psicologica e non dico che lui ci goda, ma evidentemente c'è un problema e  riguarda solo lui e non te o il modo in cui ti poni tu nei suoi confronti. E questo problema se lui non lo affronta in modo concreto cioe tramite un percorso pscicoterapico, sicuramente non cambiera da solo o perche glielo dici tu. Perché questi comportamenti, la loro reiterazione e l incapacita di metterne in atto di altri piu funzionali, sono indice di una difficolta che riguarda la sua personalità e ceh quindi è difficile da smontare parlando semplicemente.

Grazie innanzitutto per la risposta, sono nuova in questo forum. Io non riesco a chiudere la relazione perchè è come se a volte mi si appannasse la vista e inizio ad avere crisi di pianto dove mi colpevolizzo per tutto, mi assumo ogni colpa. Non lo sento da qualche giorno vista la sua "punizione" nei miei confronti, e in questi giorni ho l'umore molto altalenante perchè prima mi sento in colpa, poi forte... Mi sento scossa e destabilizzata però allo stesso tempo libera da una persona che per così tanto tempo non ha fatto altro che criticare il mio carattere. Mi sto sentendo libera di essere triste quando voglio essere triste, libera di comportarmi come voglio senza avere suoi rimproveri e questo mi sta facendo riflettere tanto. Lui non si è mai accorto di essere così violento, e io l'ho sempre perdonato perciò ha acquisito una posizione sempre più forte e mi ha fatto passare giorni, settimane, mesi di puro inferno dove non riuscivo nemmeno ad alzarmi dal letto. E lui dov'era? Esattamente dov'è ora mentre io sono qui a scontare la mia pena importa da lui per un suo volere, ossia a farsi beatamente i fatti suoi. Ma se lui mi ama come può stare senza di me per così tanto? Come può demolirmi così spesso? Cos'ho fatto io di così abominevole? 

Io a volte credo alle sue parole, mi sono sempre scusata con lui perchè ho sempre avuto una brutta situazione in casa, mia mamma mi ha sempre umiliata e tutt'ora lo fa. Non mi sono mai voluta bene, non mi sono mai rispettata ed è forse per questo motivo che ho concesso a quel ragazzo di umiliarmi ulteriormente. Lui secondo me non potrà migliorare, perchè lui giustifica i suoi gesti dicendo "se tu avessi evitato di farmi arrabbiare, adesso non ne subiresti le conseguenze". Quante volte ha pensato che il suo atteggiamento fosse sbagliato in due anni? MAI. Sono sempre stata il capro espiatorio per tutto, anche quando qualcosa andava male a lui e io non c'entravo. Sono sfinita, davvero. Ho anche paura allo stesso tempo che quando finisce la settimana di punizione lui mi lasci. Io non so più cosa pensare. Sono distrutta, non mi sento amata. E se lui un giorno starà con un'altra e la tratterà benissimo? E sono stata io la causa di tutto? Non so più cosa pensare perchè lui mi colpevolizza SEMPRE. 

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
1 ora fa, Ragazza991 ha scritto:

Grazie innanzitutto per la risposta, sono nuova in questo forum. Io non riesco a chiudere la relazione perchè è come se a volte mi si appannasse la vista e inizio ad avere crisi di pianto dove mi colpevolizzo per tutto, mi assumo ogni colpa. Non lo sento da qualche giorno vista la sua "punizione" nei miei confronti, e in questi giorni ho l'umore molto altalenante perchè prima mi sento in colpa, poi forte... Mi sento scossa e destabilizzata però allo stesso tempo libera da una persona che per così tanto tempo non ha fatto altro che criticare il mio carattere. Mi sto sentendo libera di essere triste quando voglio essere triste, libera di comportarmi come voglio senza avere suoi rimproveri e questo mi sta facendo riflettere tanto. Lui non si è mai accorto di essere così violento, e io l'ho sempre perdonato perciò ha acquisito una posizione sempre più forte e mi ha fatto passare giorni, settimane, mesi di puro inferno dove non riuscivo nemmeno ad alzarmi dal letto. E lui dov'era? Esattamente dov'è ora mentre io sono qui a scontare la mia pena importa da lui per un suo volere, ossia a farsi beatamente i fatti suoi. Ma se lui mi ama come può stare senza di me per così tanto? Come può demolirmi così spesso? Cos'ho fatto io di così abominevole? 

Io a volte credo alle sue parole, mi sono sempre scusata con lui perchè ho sempre avuto una brutta situazione in casa, mia mamma mi ha sempre umiliata e tutt'ora lo fa. Non mi sono mai voluta bene, non mi sono mai rispettata ed è forse per questo motivo che ho concesso a quel ragazzo di umiliarmi ulteriormente. Lui secondo me non potrà migliorare, perchè lui giustifica i suoi gesti dicendo "se tu avessi evitato di farmi arrabbiare, adesso non ne subiresti le conseguenze". Quante volte ha pensato che il suo atteggiamento fosse sbagliato in due anni? MAI. Sono sempre stata il capro espiatorio per tutto, anche quando qualcosa andava male a lui e io non c'entravo. Sono sfinita, davvero. Ho anche paura allo stesso tempo che quando finisce la settimana di punizione lui mi lasci. Io non so più cosa pensare. Sono distrutta, non mi sento amata. E se lui un giorno starà con un'altra e la tratterà benissimo? E sono stata io la causa di tutto? Non so più cosa pensare perchè lui mi colpevolizza SEMPRE. 

Mi sembra che tu abbia tutte le risposte alle tue domande. Sai che non potrà migliorare. Sai quanto male ti faccia e ti ha fatto stare in questa situazione.sai che lui non è consapevole di questa situazione e non riconsoce di sbagliare. Allora questa settimana fa che sia l ultima punizione che devis opportare. Nessuno dovrebbe farti sentire cosi. L amore non fa sentire cosi. L amore da gioia speranza felicita voglia di vivere. L amore fa sentire pieni di vita. Qua c è tutt altro. Dici di non avvere nemmeno vent anni. Questi sono fli anni piu belli. Gli anni in cui la vitalità potrebbe farti saltare al cielo. Abbandona la paura del se. Abbandona questo pensiero che forse è l unico che davvero ti tiene prigioniera: l idea che sia tu la colpevole. NO! IL PROBLEMA È SUO SUO E BASTA. È UN PROBLEMA CHE RIGUARDA IL SUO CARATTERE E NON TE. QUESTO SIGNIFICA CHE LUI AVRA LO STESSO ATTEGGIAMENTO ANCHE CON ALTRE PERSONE. 

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Lui mi ha sempre detto che sono l'unica persona con cui si sia mai comportato così, però boh con chi avrebbe dovuto farlo? Non penso con i suoi amici, e io sono la sua prima fidanzata perciò... poi anche con sua sorella aveva avuto una sfuriata bestemmiandole addosso gridando e minacciandola di tirarle un pugno... Io ho pianto per ore nonostante non c'entrassi perchè mi sono spaventata così tanto... Forse devo aprire gli occhi ancora un po', non darmi più colpe e non ascoltarlo più perchè se lo faccio finisco per rovinarmi e non concludere nulla nella vita avendo un'autostima cos' bassa... E' così difficile però.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Io capisco che tu abbia difficoltà a recidere il rapporto con lui, perché è la tua prima storia, perché lo hai amato e nutri un sentimento nei suoi confronti che ti fa vedere sempre una speranza e ti fa rimettere in discussione tutto.  Lo so lo, capisco. Anch'io ho vissuto una relazione dove non volevo aprire gli occhi, perché avevo paura di perdere tutto quello che avevo costruito. E anche lui era un tipo che mi svalutava, mi denigrava con commenti e azioni che mi facevano sentire sempre in difetto, sempre sbagliata. Che mi umiliavano fino a farmi credere che forse lo meritavo. Una volta, dopo aver fatto l'amore, mentre io ero completamente ammaliata da lui, lui mi disse che sembravo una balena arenata. Vedi me lo ricordo ancora dopo anni e anni.  Non stava scherzando, il suo tono era serio e il suo sguardo pieno di disprezzo. Sono sicura che se glielo chiedessi, lui non lo ricorderebbe, perché per lui non era importante, era soli una critica come tante altre, una critica al mio non essere come lui voleva.

Ma fanculo! Imparerai che nessuno può dirti come devi essere o come devi sentirti. Nessuno può dirti che devi sentirti in colpa o che dovresti vergognarti per come sei, per quello che fai, e per quello che dici. Nessuno puo farti sentire una stupida perche hai pensato questo o quell altro. NESSUNO. CHI LO FA STA COMPIENDO UN ABUSO. ABUSO EMOTIVO. ABUSO PSICOLOGICO. QUESTA È VIOLENZA.

Io riesco a sentire quello che provi...e la tua confusione e la tua rabbia e la tua frustazione e tutte queste emoziobi che si scontrano tra loro come onde in una mare in tempesta. Il mio piu grande consiglio e ti chiedo davvero di seguirlo è che se non ce la fai da sola a capire cosa e come devi fare, fatti aiutare da un esperto. Rivolgiti a uno psicologo e lui sapra aiutarti a individuare e riconoscere i tuo stati d animo e capirete insieme qual è la strada piu giusta da seguire per affrontare questo. 

 

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Non ce la faccio veramente più, sta mattina sono completamente sfinita, triste, nervosa. Non lo sento da giorni e sta mattina mi manca. Ho l'umore molto altalenante. Se quando finirà quella settimana d'inferno lui mi dirà "chiudiamo", io come mi sentirò? Ancora peggio, per essere riuscita a subire l'ennesima tortura da parte sua. Non ce la faccio più. Lui sicuramente non sta male come me, altrimenti mi scriverebbe visto che a me ha proibito farlo. Sto cosi male che mi prende tutto lo stomaco, la testa, gli occhi, mi viene da piangere ma non ci riesco, non ce la faccio più

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ma lo capisci che questa cosa è assurda? Lui non è il tuo re! E tu sei libera! Se vuoi scrivergli scriviglie e vedi come va a finire e se lo vuoi mollare bene fallo! Sei una persona e sei Libera! Queste catene sei tu a decidere di fartele mettere. E sei tu chw puoi spezzarle. Ma devi essere tu a muoverti!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.