Vai al contenuto

Malattia cronica


Messaggi consigliati

Salve a tutti, 

mi chiamo Antonio. Ho 34 anni e da 14 anni vivo lontano dalla mia città per lavoro. Due anni fa mi hanno diagnosticato un disturbo di personalità ossessivo depressivo. Combatto con questo disturbo ormai da 6 anni. Crisi depressive e attacchi d’ansia ricorrenti che mi torturano. Gli psicofarmaci e la psicoterapia non servono a niente perciò ho deciso di ridurre i farmaci Fino a smettere di prenderli. Ultimamente ho avuto problemi col gioco. Non mi sono rivolto a nessuno per farmi aiutare ma ho smesso da solo da un momento all’altro così per evitare di giocare mi sono isolato. Non ho amici nella città in cui vivo, sono solo come un cane e non so neanche come trovarli. La mia vita sentimentale è da ridere. Sono “fidanzato” con una ragazza messicana che non ho mai visto e che sto aspettando che venga in Italia ma siccome le frontiere sono chiuse chissà se verrà mai. Così per distrarmi ogni tanto vado a escort. Pago per un paio d’ore di felicità artificiale. Ne ho trovata una particolarmente simpatica con la quale dopo il rapporto faccio lunghe chiacchierate. Spesso mi capita di pensare al suicidio per ritrovare la pace. La mia terapeuta mi dice di iscrivermi da qualche parte ma io non ho una passione particolare a parte gli scacchi, sport che ho praticato per anni prima che il covid rovinasse tutto. Ora tutti i tornei sono bloccati e a me giocare online non mi piace. Sono consapevole di essere malato, non sono capace di fare niente, di approcciare una ragazza in un locale, di corteggiare una donna... non so neanche da dove cominciare a dire la verità. Il 99% della mia vita sessuale è stata sempre a pagamento. La sensazione di benessere però dura poco e dopo lascia spazio di nuovo alla depressione. Pagare una donna per avere rapporti è squallido, ve lo dice uno che lo fa da anni. Ma non so come altro risolvere il problema. Mi sento terribilmente solo. Ho un buon lavoro ma sono molto demotivato. Aspetto che la “mia ragazza” venga in Italia, forse lei mi salverà. Forse... vorrei tanto porre fine a questa sofferenza ma sono un vigliacco e non sarei mai capace di suicidarmi. Pertanto ogni tanto, nei momenti peggiori, assumo qualche goccia di xanax che mi stende per parecchie ore e mi rifugio nel sonno. Il mio è solo uno sfogo. Dopo 6 anni di psicoterapia e di psichiatria ho concluso che il mio caso è incurabile. Il mio è solo uno sfogo. Nessuno può aiutarmi se non un colpo di pistola. 
grazie a tutti

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


Antonio, 

benvenuto nel forum, 

ti ho risposta in un messaggio privato da svariati giorni ma non te ne sei accorto e non lo hai letto.

In alto a destra di questa pagina vedi un immagine a forma di lettera postale, clicca li e ti si aprono i messaggi privati. 

Un abbraccio

Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • 1 month later...

Ciao Antonio, ti volevo solo mandare un messaggio di incoraggiamento, ti auguro un futuro migliore!

Con  sincerità🙂

Elisa

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    • Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.