Vai al contenuto

Rapporto d’incomprensione con i genitori


Messaggi consigliati

Salve,

avrei mille domande da farvi,ma arriverò il più velocemente possibile al dunque 

come già dal titolo si evince vorrei parlare del rapporto con i miei,di alcune incomprensioni che ci hanno portato a vivere un rapporto d’amore famigliare molto articolato 

Ho 26 anni,vivo in casa e lavoro in in attività famigliare. La mia età,o meglio ancora la mia persona,vive le necessità di indipendenza da condividere con la mia ragazza,di una nostra casa,di un tempo da dedicarci,ma purtroppo spesso ciò non avviene. La causa? Spesso la mia famiglia 

Ho provato insieme la mia ragazza a convivere in affitto,è andato tutto bene per i 9 mesi che abbiamo affrontato,dopodiché difficoltà economiche e progetti di acquisto ci hanno costretto ad abbandonare L affitto. Questo gesto non è stato ben visto,anzi i miei si son sentito traditi e rifiutati (parole loro). Sicuramente ci sono state delle mie mancanze, date però da un passato un po’ litigioso tra noi.

son tornato a casa terminato il periodo d affitto,cercando di mostrare loro la mia maturità,i miei obbiettivi e le consapevolezza acquisite. Purtroppo però mi è stato difficile allontanarmi dalla mia ragazza,non avere più le nostre abitudini e le nostre cose,dunque ho chiesto qualche volta le chiavi di una casa in campagna intestata ai miei…mi sono state concesse,a patto che ogni giorno avrei dovute lasciarle a loro e per riprenderle avrei dovuto chiedere le stesse a loro… è passato tempo,4mesi, e ogni volta che le chiedo diventa un problema <<ciò che è mio non è tuo>> oppure <<non puoi esagerare nel chiedere sempre le chiavi>> insomma tralasciando tanti messaggi e chiamate con parole tristi presumo possiate immaginare il trattamento…

mi chiedo se io al posto loro mi comporterei in modo diverso con mio figlio,mi chiedo se concederei lui la possibilità di usufruire di una casa dove nessuno va (se non nel periodo estivo)…non voglio avere ragione,ne torto,ho solo voglia di avere più pareri per capire se forse ho io una visione strana o meno…

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


Ciao Cibrin,

Premesso che la tua voglia di indipendenza è comprensibile.

Mi dispiace se tu e la tua ragazza avete dovuto lasciare l'affitto per questioni economiche (però meglio per questioni economiche, piuttosto che per incompatibilità del vivere nello stesso tetto).

Immagino che dopo questa delusione ti saresti aspettato più comprensione/compassione da parte dei tuoi, invece, ti hanno fatto sentire in colpa e trattato male quando hai chiesto le chiavi.

Hai provato a chiedere a loro che danno gli provochi andando nella loro casa vuota?

Stai lavorando e facendo sacrifici, nonostante potresti cercare e fare altro dove guadagni di più resti dove sei, ma stai lì per una serie di motivi che tu solo conosci.

Alla fine sei loro figlio, posso capire che vogliano che tu chieda loro le chiavi, ma, a mio avviso, non è giusto che ti facciano sentire un estraneo in una casa di famiglia.

Un abbraccio 🫂

 

 

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    • Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.