Vai al contenuto

Pubblicità

Accedi per seguirlo  
AlessandroMartinelli

Insicurezza economica e sfiducia

Messaggi consigliati

Un'indagine del 2003, presentata oggi, ha visto il 41,2% delle donne

dichiararsi insicure per il proprio lavoro (31,8% uomini).Il 60% vorrebbe

dei figli, ma preoccupano le conseguenze economiche e la perdita di

autonomia. Il senso di fiducia verso gli altri non e' molto diffuso: il 78,4%

del campione ritiene che 'bisogna stare molto attenti' alla gente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


SCUSA ALE' , IO NN VEDO NIENTE DI NUOVO :!:

MA PERCHE' FANNO VENIRE EMIGRANTI IN ITALIA

QUANDO NN SI' PUO' ASSICURARE IL LAVORO AD UN QUINTO DELLA POPOLAZIONE NATIVA :?: :LOL:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

MA PERCHE' FANNO VENIRE EMIGRANTI IN ITALIA

QUANDO NN SI' PUO' ASSICURARE IL LAVORO AD UN QUINTO DELLA POPOLAZIONE NATIVA?

perche certi lavori che fanno loro non li vuole fare piu nessuno e inoltre perche questi vengono pagati male e in nero

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ma scusa questi lavori chi li faceva prima ? nn e' che le industrie con il favore dei politici (a pagamento of course ) creano e manipolono

i disagi in italia?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

come in america gli immigrati entrano e basta ...

poi il problema è se è come regolarizzarli o rimandarli a casa..

se non sbaglio problemi di frontiera ne stanno avendo anche gli states..

l' italia poi è il passaggio per raggiungere la francia , la germania .. etc..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ma scusa questi lavori chi li faceva prima ?

prima li facevano gli stessi immigrati italiani che dal sud si spostavano nelle aree industriali del nord,altri ancora poi sono andati all'estero e a lavorare la terra rimanevano sempre di meno fino ai giorni nostri che questi lavori in genere li fanno gli extracomunitari..

nn e' che le industrie con il favore dei politici (a pagamento of course ) creano e manipolono

i disagi in italia?

secondo me si!..non succede la stessa cosa in usa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

IN USA E' PEGGIO', QUI I POLITICI SONE DEI VERI MAFIOSI

CHE CONIANO LEGGI IN LORO FAVORE PER RICEVERE SOLDI

DAI LOBBIES !!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

e bè, chiunque puo dichiararsi povero, nascondendo tutto il suo denaro in banca o in terreni...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
IN USA E' PEGGIO', QUI I POLITICI SONE DEI VERI MAFIOSI  

CHE CONIANO LEGGI IN LORO FAVORE PER RICEVERE SOLDI  

DAI LOBBIES !!!

:shock: Qui invece non accadrebbe mai una cosa del genere... :roll:

(da leggere con molto sarcasmo :arrow: )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

C'è un tempo in cui ti viene detto che se hai un'intelligenza media, a scuola, devi solo capire cosa ti piace fare.

Allora scegli prima la scuola superiore e poi l'università, perché a 19 anni di andare a lavorare proprio non se ne parla.

Quando oramai è tardi ti accorgi che tra i ritardi a laurearsi e l'entrata nel mondo del lavoro non potrai avere un minimo di autonomia, dalla famiglia intendo, prima dei trenta.

A questo punto, se ti è andata bene bene e hai anche trovato qaulcuno con cui farlo, puoi anche pensare di fare un figlio, ma mai senza contare sempre sull'aiutino dei genitori, naturalmente.

Se poi sei una donna e temporeggi un po', zac: non sei più in tempo, è scaduto l'orologio biologico, mi dispiace sarà per la prossima vita...

MA PERCHE' NON CE LO HANNO DETTO IN TEMPO??!!

Perché qualcuno non ci ha spiegato che per arrivare a 30, avere una casa e un buon stipendio, bisogna cominciare a pensarci a 20, oppure fare totale affidamento sulla famiglia fino ai 50?

Il problema, è di tipo socio-culturale, facciamo studiare i ragazzi, per il loro futuro e non gli spieghiamo, che con o senza la laurea, con mille euro al mese non si va da nessuna parte, ma si è già fortunati!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Perché qualcuno non ci ha spiegato che per arrivare a 30, avere una casa e un buon stipendio, bisogna cominciare a pensarci a 20, oppure fare totale affidamento sulla famiglia fino ai 50?  

bè, difatti... SOLO I MIGLIORI CI RIESCONO :wink:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Perché qualcuno non ci ha spiegato che per arrivare a 30, avere una casa e un buon stipendio, bisogna cominciare a pensarci a 20, oppure fare totale affidamento sulla famiglia fino ai 50?  

bè, difatti... SOLO I MIGLIORI CI RIESCONO :wink:

:LOL: Apodittico :!:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

!!!ogE ,ìsoc è ehc *oivvo* 'E :wink:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
C'è un tempo in cui ti viene detto che se hai un'intelligenza media, a scuola, devi solo capire cosa ti piace fare.

Allora scegli prima la scuola superiore e poi l'università, perché a 19 anni di andare a lavorare proprio non se ne parla.

Quando oramai è tardi ti accorgi che tra i ritardi a laurearsi e l'entrata nel mondo del lavoro non potrai avere un minimo di autonomia, dalla famiglia intendo, prima dei trenta.

A questo punto, se ti è andata bene bene e hai anche trovato qaulcuno con cui farlo, puoi anche pensare di fare un figlio, ma mai senza contare sempre sull'aiutino dei genitori, naturalmente.

Se poi sei una donna e temporeggi un po', zac: non sei più in tempo, è scaduto l'orologio biologico, mi dispiace sarà per la prossima vita...

MA PERCHE' NON CE LO HANNO DETTO IN TEMPO??!!

Perché qualcuno non ci ha spiegato che per arrivare a 30, avere una casa e un buon stipendio, bisogna cominciare a pensarci a 20, oppure fare totale affidamento sulla famiglia fino ai 50?

Il problema, è di tipo socio-culturale, facciamo studiare i ragazzi, per il loro futuro e non gli spieghiamo, che con o senza la laurea, con mille euro al mese non si va da nessuna parte, ma si è già fortunati!

per quanto questo ritratto mi deprima non si può certo dire che non sia realistico....però che tristezza...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

RAGAZZI L'ITALIA E' SEMPRE STATA COSI', E NN CAMBIERA' MAI :!: :!:

PRIMA C'ERA IL NOMADISMO, POI VENNE LA PASTORIZIA E LA GENTE FACEVA CASA E COLTIVAVA...ADESSO PER CAMPARE SI DEVE EMIGRARE COME AI VECCHI TEMPI....NN ASPETTATE, LA VITA E' UNICA :!:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
RAGAZZI L'ITALIA E' SEMPRE STATA COSI', E NN CAMBIERA' MAI    

PRIMA C'ERA IL NOMADISMO, POI VENNE LA PASTORIZIA E LA GENTE FACEVA CASA E COLTIVAVA...ADESSO PER CAMPARE SI DEVE EMIGRARE COME AI VECCHI TEMPI....NN ASPETTATE, LA VITA E' UNICA

mi spiace tex ma non sono daccordo... solo perchè te non hai avuto la forza di restare e provare a cambiare, non significa che dobbiamo scappare anche noi...

p.s. se non sei te quello che sta in america, ho toppato e mi merito tutte le offese possibili :wink:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ma si che bisogna scappare negli altri paesi la vita costa un xxxx. Vi do un consiglio Kiev nel giro di 10 anni sarà la nuova praga. Una città bellissima e molto importante in europa solo che si sta mettendo al pari con le altre città piano piano. [ la birra costa 5 centesimi ]. Oppure a me Budapest piace molto come città, cmq le capitali in generale rispetto a tutte le altre città. Gia solo Roma in quanto a opportunità di lavoro offre molto di piu' rispetto ai piccoli paeselli del nord italia, e poi si respira tutta un altra aria.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Io sarò una pazza, ma non ci penso nemmeno ad andarmene.

oltretutto ho scelto di vivere in una città piccola e sfigata, con una mentalità clientelare pazzesca.

sono anni che combatto, e mi stanco tanto. ma se dovessi rifare la scelta, la farei uguale.

sto qui,il lavoro me lo invento io, i luoghi dell'arte li tiro fuori da un cilindro...e negli ultimi posti questa provincia dello sprofondo si è riempita di appassionati, di teatro, di danza,di persone che ci credono.

ci sono quelle due o tre *lobby* che occupano la maggior parte degli spazi, direzioni artistiche affidate ai soliti noti e incompetenti, ma sotto sotto, passo dopo passo, c'è tutto un sottobosco che si muove, che si organizza,che riesce a creare piccoli gioielli a costo zero.

forse andando altrove sarebbe stato tutto più facile....ma vuoi mettere la soddisfazione?

rivoluzione dolce,come sopra.

S.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

dio quanto vorrei sapermi inventare un lavoro.... e invece sono ridotta a cercare nei call centers... che tristezza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
dio quanto vorrei sapermi inventare un lavoro.... e invece sono ridotta a cercare nei call centers... che tristezza

buon dio che pizza i call center :wink:

che lavoro vorresti inventare eliotropos?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

e se lo sapessi lo inventerei ... che dici??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
e se lo sapessi lo inventerei ... che dici??

a bè... allora continua a lamentarti... :wink:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.