Vai al contenuto

Messaggi consigliati

 

Pubblicità


  • Risposte 361
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

mi sembra allucinante che in un forum di psicologia si debba difendere la normalità dei rapporti omosessuali .

ognuno scrive cio' che pensa .. ma io sono sempre profondamente indignato.

qui, un omosessuale che trova nella società resistenza offese e insulti , dovrebbe trovare un luogo accogliente di gente comprensiva e aperta.

amici .. insomma.

gente che vive il proprio tempo e non è legata a riti e credenze del passato .

per la legge e per la medicina e per i codici morali del nostro paese l' omosessualità è considerata come una normale scelta di orientamento sessuale.

chi non si riconosce in questi principi è fuori dalle regole ed esprime un personale disagio e problema .

e finiamola per favore.

tu non raccogliere, ma intanto io ti quoto molto molto ma molto

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
velocemente una presentazione...

mi chiamo omar, di bolzano, studente di scienze motorie e insegnante di sci specializzato in bambini...

non ho idea se qui se ne sia parlato, quindi vi chiedo di pazientare con un nuovo arrivato che ha troppa fretta di conoscere risposte...

il tema è: le adozioni gay..

ho una mia idea, che per ora mi tengo stretta per non influenzare nessuno e in alcun modo distrarre da quella che deve essere una risposta ponderata in base alle conoscenze della psicologia infantile, dello sviluppo e della educazione...

quali sono le possibili conseguenze sul bambino???

vi ringrazio...  

aspetto risposte...

omar al. basura...

Personalmente sono contraria alle adozioni da parte di coppie omosessuali.

Non so quali possano essere le ripercussioni psicologiche sul bambino adottato...potrebbero anche non essercene affatto...ma il mio istinto dal quale sono dettata in questo momento mi sconsiglia di essere favorevole.

Credo per il bene di un bambino sia importante avere un modello di famiglia costituito da una donna e da un uomo.

Ciao :LOL:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

un uomo che lava i piatti e una donna che va al lavoro ?.

cioè che tipo di uomo e che tipo di donna ?

modelli maschili e femminili ? oggi ? che senso ha ?.

io credo che l' uomo e la donna lavano i piatti e lavorano entrambi ..

sono dolci e affettuosi entrambi e giocano entrambi con i loro figli .

i miei genitori no ... all' epoca funzionava che papa' lavorava e mamma stava a casa.. papa' non stava mai con noi bimbi e mamma si .. etc etc.

oggi è tutto un po diverso .

io a mio figlio ho cambiato piu' pannolini che la mamma e la nonna messi insieme.

mio figlio mi vede stirare e lavare i piatti .. e vede la mamma andare al lavoro tutti i giorni .

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

E' vero che oggi i ruoli tra uomini e donne non sono più distinti ma rimangono comunque altre diversità a livello psicologico e fisiologico per cui il mio istinto mi spinge a credere che un bambino debba confrontarsi fin da piccolo con questi due universi, quello maschile e quello femminile.

Credo che per un bambino sarebbe limitativo a livello relazionale vivere con persone dello stesso sesso.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

L'universo psicologico maschile e/o femminile hanno molto poco a che fare con ciò che una persona ha in mezzo alle gambe, o con la letterina M/F scritta sulla carta d'identità

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

io sono a favore dal levare i bambini dagli orfanotrofi sempre e comunque ...anche ad una sola persona li affiderei----

ma in italia non credo l'abiente sia pronto a tanto.....

comunque credo che per la buona educazione e crescita di un figlio non conti il numero e sesso dei genitori , ma il loro amore...

..poi se farano una ricerca americana o inglese (sono specialisti in queste strane ricerche) dove emergerà che i figli di famiglie non divorziate classiche sono più bravi degli altri ...bhè meglio secondo che figlio di nessuno , violentato negli orfanotrofi e abbandonato a 18 anni...no?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
L'universo psicologico maschile e/o femminile hanno molto poco a che fare con ciò che una persona ha in mezzo alle gambe' date=' o con la letterina M/F scritta sulla carta d'identità[/color']

E' proprio per questo motivo che sarebbe meglio, a mio avviso, dare ad un bambino la possibilità di rapportarsi con entrambi questi universi e non con uno solo.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
io sono a favore dal levare i bambini dagli orfanotrofi sempre e comunque ...anche ad una sola persona li affiderei----

ma in italia non credo l'abiente sia pronto a tanto.....

comunque credo che per la buona educazione e crescita di un figlio non conti il numero e sesso dei genitori , ma il loro amore...

..poi se farano una ricerca americana o inglese (sono specialisti in queste strane ricerche) dove emergerà che i figli di famiglie non divorziate classiche sono più bravi degli altri ...bhè meglio secondo che figlio di nessuno , violentato negli orfanotrofi e abbandonato a 18 anni...no?

Anche io penso che sia opportuno tenere a mente solo il bene del bambino...però dal momento che si chiedeva un parere...ho espresso il mio pensiero in questo momento ed in base alle mie sia pur limitate conoscenze.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

le conoscenze si possono ampliare .. dialogando con gli altri .. ad esempio .

le opinioni possono arricchirsi di nuovi punti di vista .. e di nuovi spunti riflessivi ..

o no ..

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
ma figurati se io raccolgo le tue basse provocazioni ..

fai bene a nn abbassarti, tanto la bassezza la raggiungesti molto tempo fa' con le tue azioni ed e' molto difficile cadere piu' in basso ...credimi!!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
ma figurati se io raccolgo le tue basse provocazioni ..

:winner

per chi e' quella coppa ? sara' per la vittoria della roma contro il manchester ...vero? :LOL::LOL:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
scientificamente non è detto .

ci sono paesi in cui le adozioni gay sono praticate e non risulta che vi siano scompensi psicologici nei figli.http://it.wikipedia.org/wiki/Adozione_da_parte_di_coppie_dello_stesso_sesso

:riso :riso :riso dicono che sei profondo mahhhh ne dubito!! :winner:LOL:

con la tua supposta intelligenza n credi che ci sia qualcosa di strano in quei studi? ti faccio io le domande dato che la tua amica fa' finta che tutto sia scentifico!!!

1) chi ha scritto questi studi?

2) c'e' qualche gay vhe ha participato a questi studi?

3)in quali luoghi li hanno fatto?

4) per quanti anni hanno sequiti questi studi?

5) ci sono altri che dicono che gli studi hanno lacune ?

6) HANNO FATTO GLI STUDI IN POSTI PARTICOLARI COME PICCOLI BORGHI ITALIANI E STRANIERI?

:LOL::LOL:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
io sono a favore dal levare i bambini dagli orfanotrofi sempre e comunque ...anche ad una sola persona li affiderei----

ma in italia non credo l'abiente sia pronto a tanto.....

comunque credo che per la buona educazione e crescita di un figlio non conti il numero e sesso dei genitori , ma il loro amore...

..poi se farano una ricerca americana o inglese (sono specialisti in queste strane ricerche) dove emergerà che i figli di famiglie non divorziate classiche sono più bravi degli altri ...bhè meglio secondo che figlio di nessuno , violentato negli orfanotrofi e abbandonato a 18 anni...no?

Anche io penso che sia opportuno tenere a mente solo il bene del bambino...però dal momento che si chiedeva un parere...ho espresso il mio pensiero in questo momento ed in base alle mie sia pur limitate conoscenze.

OT, ci sono centinaia di migliaia di coppie in italia che vogliono adottare

ma e' la burocrazia che intralcia tutto cio, e le persone devono andare all'estero per soddisfare i propi desideri!!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

dov'è il moderatore????

michael, hai superato il limite della civiltà tanto che,se ti volti indietro nemmeno lo vedi

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
L'universo psicologico maschile e/o femminile hanno molto poco a che fare con ciò che una persona ha in mezzo alle gambe' date=' o con la letterina M/F scritta sulla carta d'identità[/color']

E' proprio per questo motivo che sarebbe meglio, a mio avviso, dare ad un bambino la possibilità di rapportarsi con entrambi questi universi e non con uno solo.

quello che molte ricerche sostengono, e che l'ambiente della psicologia attualmente accetta quasi in toto, è che il bambino abbia bisogno di identificarsi da un punto di vista psicologico con l'universo maschile e femminile. il che implica che conti poco di quale effettivo sesso siano le persone che lo allevano, la cosa importante è che gli diano modelli di riferimento diversi. questo non significa "mammo" o "babba", o banalmente uno che sta a casa e uno che lavora.significa avere sia un modello tenero ed accudente, che un modello ambizioso, forte.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
dov'è il moderatore????

michael' date=' hai superato il limite della civiltà tanto che,se ti volti indietro nemmeno lo vedi[/color']

io ? ma vedi tu!!

e tu che diffami il PAPA ogni giorno ?

abbi almeno rispetto dei 2 miliardi di persone di fede cattolica!!

evitami che fai bene ...ci tengo alla tua salute :!: :wink::wink:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
L'universo psicologico maschile e/o femminile hanno molto poco a che fare con ciò che una persona ha in mezzo alle gambe' date=' o con la letterina M/F scritta sulla carta d'identità[/color']

E' proprio per questo motivo che sarebbe meglio, a mio avviso, dare ad un bambino la possibilità di rapportarsi con entrambi questi universi e non con uno solo.

quello che molte ricerche sostengono, e che l'ambiente della psicologia attualmente accetta quasi in toto, è che il bambino abbia bisogno di identificarsi da un punto di vista psicologico con l'universo maschile e femminile. il che implica che conti poco di quale effettivo sesso siano le persone che lo allevano, la cosa importante è che gli diano modelli di riferimento diversi. questo non significa "mammo" o "babba", o banalmente uno che sta a casa e uno che lavora.significa avere sia un modello tenero ed accudente, che un modello ambizioso, forte.

Scusami S. se non capisco...quindi mi dici che due persone dello stesso sesso possono incarnare questi modelli?

Io nella mia immensa ignoranza ho sempre pensato che un omosessuale si differenzi da un eterossesuale solo ed unicamente per la scelta del partener.

Io sono eterosessuale perchè scelgo partner di sesso opposto al mio...l'omosessuale sceglie un compagno del suo stesso sesso...quindi affidare un bambino ad una coppia omosessuale significa, sempre e solo a mio avviso, affidarlo a due persone dello stesso sesso...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

OT, ci sono centinaia di migliaia di coppie in italia che vogliono adottare

ma e' la burocrazia che intralcia tutto cio, e le persone devono andare all'estero per soddisfare i propi desideri!!

hai perfettamente ragione......invece di controllare solo i c/c in banca dovrebbero semplicemente controllare che siano persone pulite....

Poi insomma il diritto ai figli vale sia per i figli naturale che per quelli adottati perchè un povero sterile non può avere figli e un povero sano sì.....se si sancisce che i bambini devono essere tutti benestanti allora deve valere per tutti , naturalmente sarebbe corretto il contrario....

ma mi sembra che il bene dei piccoli non interessi a nessuno.....

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

infatti oltre, non è affatto, detto che per esempio, un omosessuale maschio sia più femminile di un eterosessuale maschio. su questo non ci sono poi tutte le differenze che si pensano.

quello che dico è che in una coppia che sia omo o eterosessuale ci sono comunque modelli diversi, perchè si tratta di persone diverse.

siamo fortunatamente in un momento storico in cui i ruoli di padre e di padre non sono più rigidi come erano qualche tempo fa, così che la madre possa trasmettere autorevolezza, per esempio,e il padre tenerezza.

ed è proprio questo secondo me che fa sì che una coppia omosessuale possa crescere un figlio con equilibrio:la flessibilità. il bambino ha bisogno di esempio materno e paterno, ma non che questi vengano necessariamente da una donna e un uomo, e nemmeno che il ruolo sia rigido, ovvero rappresentato solo e sempre da uno dei due.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
infatti oltre' date=' non è affatto, detto che per esempio, un omosessuale maschio sia più femminile di un eterosessuale maschio. su questo non ci sono poi tutte le differenze che si pensano.

quello che dico è che in una coppia che sia omo o eterosessuale ci sono comunque modelli diversi, perchè si tratta di persone diverse.

siamo fortunatamente in un momento storico in cui i ruoli di padre e di padre non sono più rigidi come erano qualche tempo fa, così che la madre possa trasmettere autorevolezza, per esempio,e il padre tenerezza.

ed è proprio questo secondo me che fa sì che una coppia omosessuale possa crescere un figlio con equilibrio:la flessibilità. il bambino ha bisogno di esempio materno e paterno, ma non che questi vengano necessariamente da una donna e un uomo, e nemmeno che il ruolo sia rigido, ovvero rappresentato solo e sempre da uno dei due.[/color']

certo,ùma ha bisogno anche di vestiti, cibo, e istruzione oltre che ha una famiglia con cui condividere i problemi cose che in un orfanotrofio diffficilmente ha.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
infatti oltre' date=' non è affatto, detto che per esempio, un omosessuale maschio sia più femminile di un eterosessuale maschio. su questo non ci sono poi tutte le differenze che si pensano.

quello che dico è che in una coppia che sia omo o eterosessuale ci sono comunque modelli diversi, perchè si tratta di persone diverse.

siamo fortunatamente in un momento storico in cui i ruoli di padre e di padre non sono più rigidi come erano qualche tempo fa, così che la madre possa trasmettere autorevolezza, per esempio,e il padre tenerezza.

ed è proprio questo secondo me che fa sì che una coppia omosessuale possa crescere un figlio con equilibrio:la flessibilità. il bambino ha bisogno di esempio materno e paterno, ma non che questi vengano necessariamente da una donna e un uomo, e nemmeno che il ruolo sia rigido, ovvero rappresentato solo e sempre da uno dei due.[/color']

E' vero S. ognuno di noi è diverso dall'altro indipendentemente dal sesso...ma la mia mente ha difficoltà a comprendere come un uomo o una donna possano diventare complementari...nel senso di racchiudere in se stessi la femminilità e la mascolinità volgarmente dette...insomma tutti quei caratteri principali e secondari...fisici e psichici...che ci rendono uomo o donna...

E' altresì vero che io mi pongo ora problemi che difficilmente si sono posti i nostri genitori...non so i tuoi ma i miei si sono sempre e solo preoccupati di farmi avere da mangiare e da vestire (e capisco anche che non è poco) e mai si sono posti domande che riguardassero il mio benessere psichico...

Forse io percepisco troppo marcate la differenze tra uomo e donna...o forse non avendo avuto i genitori che desideravo pretendo di poter scegliere la perfezione per gli altri...perfezione che a dir poco non esiste in nessuna coppia ne omo ne etero...

Ciao :LOL:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Oltre, questo non c'entra niente, ma te lo voglio dire lo stesso.

sei una persona meravigliosa, secondo me.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.




×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.