Vai al contenuto

adozioni gay


Messaggi consigliati

 

Pubblicità


  • Risposte 361
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

 
Secondo me , nel momento in cui le adozioni gay fossero legalizzate , non dovrebbero esserci motivi troppo validi per impedire loro di sposarsi in chiesa...

Velvet che c'entra lo stato con la chiesa? Già Dante diceva che dovevano essere separati... la chiesa è una istituzione privata... se la gestiscono come vogliono...

Sarò monotono ma dire "dovete far sposare i gay in chiesa" è come se andassi a casa di uno a dirgli di cambiare la tappezzeria... quello risponde: ma se non ti piace la tappezzeria perchè ci vieni a casa mia?

Sì , in effetti hai ragione anche tu...il problema , secondo me , è che una istituzione non è Veramente privata quando si permette di dire che cosa è giusto e che cosa è sbagliato , che cosa dobbiamo fare e che cosa non dobbiamo fare...cioè , quando hai una pretesa di conoscenza universale...e quando dici agli altri che quello che tu dici e che tu fai non è affatto "privato" , ma è piuttosto l'unica via verso la salvezza e la rettitudine dell'anima...allora tu dai delle regole di comportamento generali , che tutti dovremmo seguire , e che comunichi anche pubblicamente...conseguentemente , quando una persona modifica - se ne ha modo - i suoi comportamenti in modo da essere accettabile nella tua chiesa , non vedo dove potrebbe stare il problema...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
allora tu dai delle regole di comportamento generali , che tutti dovremmo seguire , e che comunichi anche pubblicamente...conseguentemente , quando una persona modifica - se ne ha modo - i suoi comportamenti in modo da essere accettabile nella tua chiesa , non vedo dove potrebbe stare il problema...

Velvet magari anche una setta satanica dà delle regole universali tipo "dovete fare sacrifici di animali etc.." ma nessuno ti obbliga a rispettarle... se non ti piacciono le regole della setta non ci partecipi... Per la chiesa è la stessa cosa... se non ti piacciono le regole delle chiesa non ci partecipi, nessuno ti obbliga... ma mica puoi pretendere che si cambino le regole per te... io mica vado da una setta e dico "cambiate le regole cosi partecipo anche io"... mica vado nella sede del partito fascista e dico "diventate comunisti cosi mi iscrivo anche io"... ogni associazione/istituzione ha le sue regole... uno se le accetta ne fa parte sennò no... senza alcun problema...

Questo è ciò che penso...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
è un controsenso.

se sei gay puoi essere credente ma non cattolico osservante ..  

quindi ti sposi in comune.

ma mi pare un discorso sensa senso

Esattamente.

La Chiesa non approverà mai le unioni gay perché per la Chiesa le uniche unioni possibili sono quelle tra eterosessuali. Ed è difficilissimo che la Chiesa modifichi le sue posizioni, già non le modifica su questioni di portata minore...

Sicuramente ci sono gay credenti, ma dovranno "accontentarsi" del matrimonio civile.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
è un controsenso.

se sei gay puoi essere credente ma non cattolico osservante ..  

quindi ti sposi in comune.

ma mi pare un discorso sensa senso

Esattamente.

La Chiesa non approverà mai le unioni gay perché per la Chiesa le uniche unioni possibili sono quelle tra eterosessuali. Ed è difficilissimo che la Chiesa modifichi le sue posizioni, già non le modifica su questioni di portata minore...

Sicuramente ci sono gay credenti, ma dovranno "accontentarsi" del matrimonio civile.

Pienamente daccordo sui matrimoni in chiesa per le coppie omosessuali, speriamo che un giorno....anche la Chiesa lo sarà...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
è un controsenso.

se sei gay puoi essere credente ma non cattolico osservante ..  

quindi ti sposi in comune.

ma mi pare un discorso sensa senso

Esattamente.

La Chiesa non approverà mai le unioni gay perché per la Chiesa le uniche unioni possibili sono quelle tra eterosessuali. Ed è difficilissimo che la Chiesa modifichi le sue posizioni, già non le modifica su questioni di portata minore...

Sicuramente ci sono gay credenti, ma dovranno "accontentarsi" del matrimonio civile.

Pienamente daccordo sui matrimoni in chiesa per le coppie omosessuali, speriamo che un giorno....anche la Chiesa lo sarà...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
Per me i gay sono esattamente uguali a me  

ed a maggiore ragione non hanno alcun diritto civile prevalente su di me.

Dr. : MA COSA VOLETE DAGLI ETERO?

infatti tu puoi sposarti,in chiesa o in comune, adottare bambini, fare il lavoro che scegli...eccetera eccetera

Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • 4 weeks later...

Per quanto riguarda il matrimonio tra gay posso essere anche favorevole, ma sulla possibilità di adozione di bambini da parte di coppie gay sono intransigente perchè significherebbe senza dubbio fare violenza a questi bambini nel senso che ci si approfitta del loro stato di debolezza per introdurli in un ambiente che non è adeguato e che non favorise il loro sviluppo. Secondo me sarebbero svantaggiati rispetto ai figli di genitori eterosessuali prima di tutto non capirebbero la propria identità sessuale, si sentirebbero diversi rispetto agli altri, voglio dire il bambino con chi si dovrebbe identificare avendo genitori dello stesso sesso?

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Per quanto riguarda il matrimonio tra gay posso essere anche favorevole, ma sulla possibilità di adozione di bambini da parte di coppie gay sono intransigente perchè significherebbe senza dubbio fare violenza a questi bambini nel senso che ci si approfitta del loro stato di debolezza per introdurli in un ambiente che non è adeguato e che non favorise il loro sviluppo. Secondo me sarebbero svantaggiati rispetto ai figli di genitori eterosessuali prima di tutto non capirebbero la propria identità sessuale, si sentirebbero diversi rispetto agli altri, voglio dire il bambino con chi si dovrebbe identificare avendo genitori dello stesso sesso?

perchè violenza?

perchè un ambiente non adeguato a favorire il loro sviluppo?

perchè(se gli altri non ce li fanno sentire)dovrebbero sentirsi aprioristicamente diversi dagli altri?

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

S la tua democraticità sconfina nell'utopia e quindi nell'inconsistenza....

Rispondimi se ti va su queste due questioni:

1 Perchè uno si deve arrogare un diritto su una istituzione privata? in pratica perchè si deve pretendere che i gay abbiano la possibilità di sposarsi in chiesa? é un pò come pretendere che non ci si faccia il segno della croce ma un altro segno... la chiesa è una istituzione privata e fa come vuole...se a uno gli piace sta alle regole sennò non ci và... nessuno lo obbliga... infatti io non ci vado spesso... ma non per questo mi arrogo diritti su di essa... è un pò come venire a casa tua e dirti come devi sistemare i mobili... se non mi piace casa tua non ci vengo ma mica posso importi di mettere i mobili come piace a me..... ancora nessuno a risposto in modo deciso su questo punto che ho più volte ribadito...

2 Sulle adozioni gay:

Perchè se c'è un ordine naturale precostituito bisogna sovvertirlo senza averne nessun beneficio apprezzabile? se fosse stato meglio un sesso solo per lo sviluppo psicologico e fisico dell'uomo si sarebbe diffuso l'ermafroditismo come accade peraltro per altre specie...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
S la tua democraticità sconfina nell'utopia e quindi nell'inconsistenza....

Rispondimi se ti va su queste due questioni:

1 Perchè uno si deve arrogare un diritto su una istituzione privata? in pratica perchè si deve pretendere che i gay abbiano la possibilità di sposarsi in chiesa? é un pò come pretendere che non ci si faccia il segno della croce ma un altro segno... la chiesa è una istituzione privata e fa come vuole...se a uno gli piace sta alle regole sennò non ci và... nessuno lo obbliga... infatti io non ci vado spesso... ma non per questo mi arrogo diritti su di essa... è un pò come venire a casa tua e dirti come devi sistemare i mobili... se non mi piace casa tua non ci vengo ma mica posso importi di mettere i mobili come piace a me..... ancora nessuno a risposto in modo deciso su questo punto che ho più volte ribadito...

2 Sulle adozioni gay:

  Perchè se c'è un ordine naturale precostituito bisogna sovvertirlo senza averne nessun beneficio apprezzabile? se fosse stato meglio un sesso solo per lo sviluppo psicologico e fisico dell'uomo si sarebbe diffuso l'ermafroditismo come accade peraltro per altre specie...

Pollicino:

1*il tuo ragionamento non fa una piega.infatti io non sostengo che i gay debbano necessariamente sposarsi in chiesa(poi nel caso di due gay cattolici è un gran casino....).semplicemente che, come le coppie etero non sposate,debbano avere i medesimi diritti.e questo per me è sacrosanto.

2*l'ordine naturale si è perduto nei meandri del tempo.io non so quale sia stato.probabilmente in tempi molto antichi i figli venivano allevati in gruppi allargati,in cui avevano molteplici possibilità di identificazione.

la famiglia tradizionale è fallita, pollicino. allora ben vengano altri tipi di famiglie,meno soffocanti,distruttive,patogene.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Per quanto riguarda il matrimonio tra gay posso essere anche favorevole, ma sulla possibilità di adozione di bambini da parte di coppie gay sono intransigente perchè significherebbe senza dubbio fare violenza a questi bambini nel senso che ci si approfitta del loro stato di debolezza per introdurli in un ambiente che non è adeguato e che non favorise il loro sviluppo. Secondo me sarebbero svantaggiati rispetto ai figli di genitori eterosessuali prima di tutto non capirebbero la propria identità sessuale, si sentirebbero diversi rispetto agli altri, voglio dire il bambino con chi si dovrebbe identificare avendo genitori dello stesso sesso?

La penso proprio come te, ma non lo dico più perché S. va su tutte le furie...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Per quanto riguarda il matrimonio tra gay posso essere anche favorevole, ma sulla possibilità di adozione di bambini da parte di coppie gay sono intransigente perchè significherebbe senza dubbio fare violenza a questi bambini nel senso che ci si approfitta del loro stato di debolezza per introdurli in un ambiente che non è adeguato e che non favorise il loro sviluppo. Secondo me sarebbero svantaggiati rispetto ai figli di genitori eterosessuali prima di tutto non capirebbero la propria identità sessuale, si sentirebbero diversi rispetto agli altri, voglio dire il bambino con chi si dovrebbe identificare avendo genitori dello stesso sesso?

La penso proprio come te, ma non lo dico più perché S. va su tutte le furie...

io vado su tutte le furie?

sara ti sbagli.puoi pensarla come vuoi.tu pensi che sia giusta la tua posizione,io penso che sia giusta la mia.

piuttosto, io ho fatto delle domande....ma nessuno mi ha risposto...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
S la tua democraticità sconfina nell'utopia e quindi nell'inconsistenza....

Rispondimi se ti va su queste due questioni:

1 Perchè uno si deve arrogare un diritto su una istituzione privata? in pratica perchè si deve pretendere che i gay abbiano la possibilità di sposarsi in chiesa? é un pò come pretendere che non ci si faccia il segno della croce ma un altro segno... la chiesa è una istituzione privata e fa come vuole...se a uno gli piace sta alle regole sennò non ci và... nessuno lo obbliga... infatti io non ci vado spesso... ma non per questo mi arrogo diritti su di essa... è un pò come venire a casa tua e dirti come devi sistemare i mobili... se non mi piace casa tua non ci vengo ma mica posso importi di mettere i mobili come piace a me..... ancora nessuno a risposto in modo deciso su questo punto che ho più volte ribadito...

2 Sulle adozioni gay:

  Perchè se c'è un ordine naturale precostituito bisogna sovvertirlo senza averne nessun beneficio apprezzabile? se fosse stato meglio un sesso solo per lo sviluppo psicologico e fisico dell'uomo si sarebbe diffuso l'ermafroditismo come accade peraltro per altre specie...

Quella simpatica istiuzione privata , in tal caso , dovrebbe fare il piacere di non dire cosa è morale e cosa non lo è , com se spettasse a lei deciderlo , perchè temo che le cose nn stiano così.

L'ordine naturale precostituito quale sarebbe , per l'esattezza?

Link al commento
Condividi su altri siti

 
S la tua democraticità sconfina nell'utopia e quindi nell'inconsistenza....

Rispondimi se ti va su queste due questioni:

1 Perchè uno si deve arrogare un diritto su una istituzione privata? in pratica perchè si deve pretendere che i gay abbiano la possibilità di sposarsi in chiesa? é un pò come pretendere che non ci si faccia il segno della croce ma un altro segno... la chiesa è una istituzione privata e fa come vuole...se a uno gli piace sta alle regole sennò non ci và... nessuno lo obbliga... infatti io non ci vado spesso... ma non per questo mi arrogo diritti su di essa... è un pò come venire a casa tua e dirti come devi sistemare i mobili... se non mi piace casa tua non ci vengo ma mica posso importi di mettere i mobili come piace a me..... ancora nessuno a risposto in modo deciso su questo punto che ho più volte ribadito...

2 Sulle adozioni gay:

  Perchè se c'è un ordine naturale precostituito bisogna sovvertirlo senza averne nessun beneficio apprezzabile? se fosse stato meglio un sesso solo per lo sviluppo psicologico e fisico dell'uomo si sarebbe diffuso l'ermafroditismo come accade peraltro per altre specie...

Quella simpatica istiuzione privata , in tal caso , dovrebbe fare il piacere di non dire cosa è morale e cosa non lo è , com se spettasse a lei deciderlo , perchè temo che le cose nn stiano così.

L'ordine naturale precostituito quale sarebbe , per l'esattezza?

:ok :compl :grazie

Link al commento
Condividi su altri siti

 
1*il tuo ragionamento non fa una piega.infatti io non sostengo che i gay debbano necessariamente sposarsi in chiesa(poi nel caso di due gay cattolici è un gran casino....).semplicemente che, come le coppie etero non sposate,debbano avere i medesimi diritti.e questo per me è sacrosanto.  

S le persone devono avere gli stessi diritti pubblici.... non privati... infatti tutti abbiamo diritto ad andare a scuola (istituzione pubblica) ma io non ho diritto ad andare a casa tua perchè è privata e le leggi le fai tu... se mi vuoi mi fai entrare entro sennò no... stessa cosa per la chiesa e i gay.. la chiesa fa le regole che gli pare può pure decidere che quelli più alti di un metro e ottanta non possono entrare... fatti loro... è casa loro... e nessuno può arrogarsi diritti sul privato...

Quella simpatica istiuzione privata , in tal caso , dovrebbe fare il piacere di non dire cosa è morale e cosa non lo è , com se spettasse a lei deciderlo , perchè temo che le cose nn stiano così.  

La chiesa può dire quello che vuole... c'è la libertà di parola... basta non starla a sentire nella fregnacce che dice....la colpa è di chi gli dà tanto spazio (tv giornali etc) non della chiesa... perchè appunto esiste la libertà di espressione....
L'ordine naturale precostituito quale sarebbe , per l'esattezza?
Sarebbe il ciclo di vita... possibile che questo concetto sia cosi strano? si studiava pure alle elementari... un uomo ( o donna) nasce,cresce, trova una donna (o uomo) fanno un figlio, invecchia, muore...
Link al commento
Condividi su altri siti

 

Ma suggerire condanne morali su basi eslusivamente religiose a me appare assai immorale.

Non mi hai dato una risposta completa. Per farlo , dovresti sapermi dire esattamente cosa è *giusto* che avvenga in natura , e cosa non lo è. Pens di poterlo fare?

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Velvet io non parlo di cio' che e' giusto o sbagliato ma di cio' che e' naturale o no.... questo e' un dato oggettivo.... ad esempio non e' naturale che un uomo voli... ora io dico che prima di stravolgere le leggi naturali bisogna valutarne i benefici... se vi sono benefici ok... ad esempio un intervento chirurgico... quando invece non c'e' nessun beneficio non vi e' alcuna ragione di stravolgere le leggi della natura.... natura e' tutto cio' che c'e' senza l'intervento dell'uomo... mi pare chiaro il concetto...

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Ma tu deduci che nn è naturale per un uomo volare per il semplice motivo che nn ha strumenti biologici che si siano dimostrati idonei al volo , e questo va bene. Ma se l'uomo mostra determinate tendenze , e le mostra da sempre - anche se a farlo è una minoranza -...allora , viene il sospetto che queste tendenze siano in un qualche modo naturali...

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Per loro... non per l'uomo in quanto tale.... se cosi fosse l'uomo sarebbe estinto... non si puo' certo dire che l'omosessualita' sia un tratto caratteristico della specie uomo...

A parte questo sicuramente non e' naturale che due individui dello stesso sesso educhino un bambino... perche' questo non succede in modo naturale.... perche' un bimbo in quanto tale deve aver avuto un padre e una madre per poter nascere... la natura e' questa... se poi uno vuole negare la natura e' un altro discorso..

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Per loro... non per l'uomo in quanto tale....  se cosi fosse l'uomo sarebbe estinto... non si puo' certo dire che l'omosessualita' sia un tratto caratteristico della specie uomo...  

A parte questo sicuramente non e' naturale che due individui dello stesso sesso educhino un bambino... perche' questo non succede in modo naturale.... perche' un bimbo in quanto tale deve aver avuto un padre e una madre per poter nascere... la natura e' questa... se poi uno vuole negare la natura e' un altro discorso..

Puoi dirmi che l'uomo sarebbe estinto se TUTTI gli uomini fossero eclusivamente omosessuali.

Ma il fatto che un bambino necessiti di due genitori di sesso distinto per NASCERE non implica necessariamente che siano necessari due genitori di sesso distinto per CRESCERE un figlio...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Ma il fatto che un bambino necessiti di due genitori di sesso distinto per NASCERE non implica necessariamente che siano necessari due genitori di sesso distinto per CRESCERE un figlio...

quest'argomentazione la trovo francamente geniale.

Pollicino,a proposito della parità di diritti tra coppie sposate e coppie non sposate(indipendentemente se siano etero o meno)ho scritto che è sacrosanta,che dovrebbe essere sancita dallo stato....non che la chiesa dovrebbe accettarla,della qual cosa potrebbe non fregarmene di meno

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.




×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.