Vai al contenuto

Somatizzazione


Stella84

Messaggi consigliati

 

Pubblicità


  • Risposte 57
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

Cavolo! Sembra quasi che mi conosci meglio di quanto mi conosca io!

Delle parole che hai scritto mi hanno colpito davvero..quasi da avvertire un blocco nei polmoni!

E' difficile questa via..dove trovo la forza??

dove già lo sai, infatti ti sei risposta da sola:

E' incredibile come navigando in questo forum e dando risposte e consigli qua e là (spero utili!) mi rendo conto di come possa essere forte, giudiziosa e sicura di quello che penso..ma quando si tratta di me mi sento e reputo una frana!!!!  

Saimo tutti così; l'importante è capire che dentro di te la forza c'è, come in tutti del resto...

Cavolo! Sembra quasi che mi conosci meglio di quanto mi conosca io!

Delle parole che hai scritto mi hanno colpito davvero..quasi da avvertire un blocco nei polmoni!

E' difficile questa via..dove trovo la forza??

Io nn voglio lasciare il mio ragazzo..con lui stò bene..

credi che se anche nn avverto una passione travolgente la nostra storia potrebbe resistere lo stesso? :?:

Credo che fino a quando pensiamo che un rapporto non ci soddisfa su cose che riteniamo importanti a quel punto un serio campanello d'allarme è già scattato; bisognerà allora cercare di scoprire la passione nel nostro rapporto, cioè dovremo cercare di vedere se la passione manca o se invece siamo proprio noi stessi a non essere capaci di metterla fuori...cioè certe volte capita che abbiamo paura di diventare troppo intimi con il partner perchè questo ci sostringe a manifestarci per quello che siamo e sentiamo davvero....quindi spesso va a finire che ci chiudiamo e diciamo che chissà perchè non abbiamo passione a sufficienza verso l'altro ...quando invece siamo noi a non esserne capaci per i motivi anzidetti....

Link al commento
Condividi su altri siti

 

In passato ho avuto una brutta storia di sesso ..la ragione della mia precedente depressione..credo di esserne uscita..anche se all'inizio è stata dura..le prime volte che avevo rapporti col mio ragazzo dovevamo fermarci..nn riuscivo a lasciarmi andare a causa dell'orribile esperienza che ho subito..ma col tempo ce l'ho fatta..il mio fidanzato mi ha aiutata molto!

Per quello che mi riguarda ora credo di riuscire a tirare fuori la mia passione..ma i rapporti con lui nn durano molto..anzi!! Lo facciamo sempre meno e quasi nn mi va più..mi stò stufando di questa intimità che nn mi appaga..ma x il resto lo adoro!!

Che fare??

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

Il mio ragazzo ha parlato con una sua amica medico del mio problema..ha risposto che ne soffriva anche lei a periodi..ma che gli psicologi nn le sono serviti..le hanno solo fatto spendere soldi..(io nn solo dello stesso parere)..in compenso l'hanno aiutata dei leggeri ansiolitici x superare quei periodi...voi che ne pensate?

Potrebbero aiutarmi? :?:

No. Servirebbe solo a coprire i sintomi, e con i sintomi l'unica via di accesso che attualmente hai per avvicinarti al problema. Giorgio Gaber, nel monolgo "Mi fa male il mondo", ad un certo punto dice: "mi fa male che basta che mi faccia male un dente e non mi fa male più il mondo". Lui in particolare si riferisce al fatto che quando stiamo male ci dimentichiamo del resto del mondo, io invece voglio usarla per dire un'altra cosa: ci ricordiamo di esistere solo quando qualcosa ci fa male. Basta che il sintomo passi e non siamo più disposti a scavare dentro di noi per fare un piccolo bilancio, un esame di coscienza e tirare fuori quello che ci da fastidio.

E poi, detto tra me e te, io di un medico che dice una cosa del genere non mi farei mai curare. Non che mi aspetti molto di più dai medici generici del nostro mondo occidentale, ma insomma dire addirittura che gli psicologi non servono a niente e fanno solo spendere soldi inutili mi sembra un insulto alla professione medica! (sempre che per psicologi intendesse psicoanalisti e non davvero psicologi. Altrimenti sono d'accordo con lei).

In passato ho avuto una brutta storia di sesso ..la ragione della mia precedente depressione..credo di esserne uscita..anche se all'inizio è stata dura..le prime volte che avevo rapporti col mio ragazzo dovevamo fermarci..nn riuscivo a lasciarmi andare a causa dell'orribile esperienza che ho subito..ma col tempo ce l'ho fatta..il mio fidanzato mi ha aiutata molto!

Ho letto nell'altra discussione (quella sulla prima volta) qual'è stata la tua esperienza. E la cosa mi ha scioccato abbastanza. Credo di aver capito come si deve essere sentito il tuo ragazzo. Magari ha reagito in maniera esagerata dicendo inizialmente che ti voleva lasciare ma certamente si deve essere chiesto come hai fatto a cadere in una situazione del genere. Poi è ovvio che ragionando ci si rende conto, si pensa alla fragilità, alla debolezza e a tante altre cose, e si comincia un pò ad intuire come possano accadere queste cose.

Certe esperienze non si dimenticano. Per affrontarle a fondo ci vogliono anni.

Per quello che mi riguarda ora credo di riuscire a tirare fuori la mia passione..ma i rapporti con lui nn durano molto..anzi!! Lo facciamo sempre meno e quasi nn mi va più..mi stò stufando di questa intimità che nn mi appaga..ma x il resto lo adoro!!

Che fare??

Quello che dici è contradittorio. Anche se mi rendo conto che per te è doloroso è talmente evidente che se rileggi la frase puoi accrogertene facilmente. Tu dici: "mi sò stufando di questa intimità che non mi appaga". E io dico: se in un rapporto di coppia l'intimità non ci appaga cosa lo differenzia da una sincera amicizia?

Il fatto che lo adori non conta. Anche io sono molto amico di una ragazza da cui sono anche attratto sessualmente e per lungo tempo mi sono chiesto cosa rappresentasse per me. Ho con lei talmente tanta confidenza che le faccio anche palesemente la corte, a volte. Ma l'altra sera di fronte ad un mio amico ho avuto il coraggio di dire una cosa che mi fa ancora un mondo di fatica accettare e scrivere: quando la sfioro, la abbraccio, la bacio in amicizia e le faccio un pò di coccole mi accorgo si che le voglio un mondo di bene, ma mi accorgo anche che la magia non si innesca. Anzi, forse mi delude anche un po'. La magia tra me e lei sopravvive finchè il rapporto è platonico, ma il corpo tradisce e spegne tutto. Non posso fare a meno di fare il confronto con la mia più grande delusione amorosa, quella che ho avuto un anno fa da una ragazza che non corrispondeva i miei sentimenti. Quando mi sfiorava lei si accendeva il mondo. Punto. Non c'è niente altro da capire.

Vedi, l'amore è anche chimica. Ti sembrerà prosaico ma non lo è affatto. E' un alchimia, una combinazione di ingredienti inafferrabili ma anche molto corporei. L'intesa emotiva è importante ma non basta. Serve quella magia. E quella non la possiamo decidere a priori o creare col pensiero. O c'è o non c'è. Ho capito questo dopo essermi arrovellato inutilmente per più di un anno. Mi fa ancora molta fatica accettarlo (figurati scriverlo) ma è già qualcosa.

Io nn voglio lasciarlo..ma vorrei tanto che le cose funzionassero di più!! :cry:  :cry:

Le cose sono due: o non hai superato veramente quella brutta esperienza e ti convinci di averlo fatto per non essere un peso di chi ti sta vicino, oppure il tuo ragazzo ti ha realmente aiutata e il tuo senso di gratitudine ti spinge in qualche modo a non essere completamente sincera con lui per paura di perderlo.

In entrambi i casi certe cose è meglio affrontarle a viso aperto, credimi. Qualsiasi sia l'esito. Ora ti trovi in una specie di limbo, una zona di indecisione che secondo me ti logora molto di più di un eventuale esito negativo del rapporto.

Scusami se in alcuni punti posso esserti sembrato troppo brusco. Non è da me farlo su un argomento così delicato ma mi è venuto spontaneo e mi è sembrato che potesse aiutarti. Se non è così me ne scuso.

Un abbraccio

M.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Dopo aver letto il tuo messaggio M. ho messo tempo prima di rispondere..mi sono sentita bloccata..credo ci siano delle parti di me..o di pensieri..che voglio inevitabilmente nn guardare..o cercare di capire..forse x paura..!

X quanto riguarda l'ultimo passo che hai scritto..beh..io nn sò davvero se l'ho superato o meno!! Lo pensavo..ma come in tutte le cose che mi accadono..come dire..HO PERSO TUTTE LE CERTEZZE!!

Sò solo che al mio ragazzo sarò sempre grata..e come nn potrei?

Portarmi dentro tutto quello di orribile che avevo nella testa..sarebbe stato insostenibile!! Con i miei nn potevo parlarne...sarebbero morti d'infarto..quel periodo mio padre stava anche sotto terapia psicofarmacologica (una brutto esaurimento)..la psicologa da cui sono andata (mi ci portarono i miei, soprattutto mia madre..era x altri motivi..mi ero sciupata 7-8 Kg con una settimana..i miei erano preoccupati)..beh lei era la stessa di mio padre..mi aveva detto di nn parlarne con i miei..nn avrebbero retto il colpo!!

Ho dovuto tenermi tutto dentro..ho dovuto cambiare casa xké era insostenibile continuare a vivere lì..senza vita sociale..e guardando la mia famiglia che nn sapeva davvero chi ero..e cosa mi era successo!! Ancora è così..ma devo conviverci..e visto che il dolore e la rabbia nn si fanno sentire più così struggenti come prima..è più semplice e fattibile l'essere tornata a casa!!

Stà di fatto che nn riesco a fare un bilancio reale della mia vita..delle mie paure..dei miei desideri..

..hai ragione, mi sento in un limbo..ma come ne esco?

Da un lato vorrei vivere una vita che nn riesco a vivere come vorrei e nn sò se ci riuscirò mai....dall'altro vorrei morire x porre fine a tutto questo..l'unica cosa che mi trattiene è l'amore x la mia famiglia e quel forte sentimento che mi lega al mio ragazzo..che nn riesco più a capire cos'è!!

Altrimenti giuro che l'avrei fatto!! :cry::wink:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

ok, letto tutto, o quasi :wink: e non ho capito do sta il problema:

- nel sentire dolori addominali

- nel sentire il bisogno di andare al bagno

- nel non trovare il bagno

- nella vergogna di andare al bagno

:?:

a parte questo, a sto punto, ti va di raccontarci quale è stata sta esperienza che ti ha "rovinato" la vita? non per farci i fatti tuoi, ma credo potrebbe essere d'aiuto ad entrambi... :roll: come preferisci stella...

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Ego la risposta stà alla fine di quel topic e in quello sulla Prima volta!!

Leggi con più attenzione..ho bisogno di capire anch'io!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

 
ok, letto tutto, o quasi  :wink:  e non ho capito do sta il problema:

- nel sentire dolori addominali

- nel sentire il bisogno di andare al bagno

- nel non trovare il bagno

- nella vergogna di andare al bagno

Un pò tutte queste cose..ma ancora di più il fatto che il sentirmi male quando esco nn mi fa vivere bene la via vita..mi condiziona..al punto da nn volerla più vivere in questo modo!!

Ma xké mi succede questo??

E' questo che voglio capire..le ragioni anche quelle nascoste ai miei occhi che ne sono alla base..e deve essere così..

..se nn sò contro chi combatto ..allora come faccio a sconfiggerlo??

Link al commento
Condividi su altri siti

 
ok, letto tutto, o quasi  :LOL:  e non ho capito do sta il problema:

- nel sentire dolori addominali

- nel sentire il bisogno di andare al bagno

- nel non trovare il bagno

- nella vergogna di andare al bagno

Un pò tutte queste cose..ma ancora di più il fatto che il sentirmi male quando esco nn mi fa vivere bene la via vita..mi condiziona..al punto da nn volerla più vivere in questo modo!!

Ma xké mi succede questo??

E' questo che voglio capire..le ragioni anche quelle nascoste ai miei occhi che ne sono alla base..e deve essere così..

..se nn sò contro chi combatto ..allora come faccio a sconfiggerlo??

e bè tesoro mio :wink: tu combatti nient'altro che con te stessa... :roll:

cmq, tornando al discorso sui dolori addominali... quando stai a casa ti capitano mai? e quando stai a casa tua con qualcuno? o a casa di qualc'unaltro? (faccio queste domande per capire se è davvero il "varcare la soglia di casa" l'elemento scatenante, o qualcosaltro... cmq se hai gia risposto, ti prego di rimproverarmi ^^)

cmq anch'io ogni tanto ho di questi attacchi, e il problema piu grosso è trovare un bagno, una volta localizzato, si conlcude tutto con una scarica di diarrea :LOL: :oops:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Ego la risposta stà alla fine di quel topic e in quello sulla Prima volta!!

Leggi con più attenzione..ho bisogno di capire anch'io!!!

ah bè, se tu nascondi gli elementi utili per risolvere il problema in tutto il forum pe poi fa na caccia al tesoro, lacolpa non è solo mia :LOL:

cmq ora vado a leggere anche l'altro... :? :wink:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

:wink::LOL:

..nn è una caccia al tesoro..!!

E' solo che nn mi andava di parlare della mia brutta esperienza..ci sono riuscita dopo in un altro topic..tutto qui! :newlips

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Grazie Eufrasia..scusa puoi darmi almeno l' editore o gli autori di quei due libri? cercherò di trovarli..magari mi daranno una mano!

ok...al più presto ti dirò autore ed editore, quando trovo i libri, perché li ho a casa di mia madre !

Link al commento
Condividi su altri siti

 

cmq, tornando al discorso sui dolori addominali... quando stai a casa ti capitano mai? e quando stai a casa tua con qualcuno? o a casa di qualc'unaltro? (faccio queste domande per capire se è davvero il "varcare la soglia di casa" l'elemento scatenante, o qualcosaltro... cmq se hai gia risposto, ti prego di rimproverarmi ^^)

cmq anch'io ogni tanto ho di questi attacchi, e il problema piu grosso è trovare un bagno, una volta localizzato, si conlcude tutto con una scarica di diarrea  :LOL:  :oops:

A casa è molto raro che mi succeda..può essere successo qualche volta ..forse se avevo mangiato male..di fretta o xké avevo qualche esame..etc

..x il resto mi succede a casa di altri..in qualsiasi altro posto..lontano da casa.. a casa mia succede solo prima di uscire..poi dura x tutto il tempo che stò fuori..

..x farti capire meglio mettiamo caso che vado a un concerto..nn mangio prima di uscire xké nn voglio mettere ancora di più in moto il mio intestino..durante il viaggio in makkina iniziano i primi sintomi..se nn già da casa.. (un pò di aria..mal di pancia..)..arrivo sul posto e iniziano i crampi..devo cercare il bagno..ma nn si risolve solo con una scarica..continua..oppure se riesco a calmarmi un pò ed evito di andare in bagno (nonostante il mal di pancia) mi passa solo alla fine del concerto quando mi rimetto in makkina e me ne torno a casa.

..vale in tutte le altre situazioni..

E' diventata una tortura x me uscire in quste condizioni..nn ce la faccio più!!

..spero di essere stata esaustiva..

:wink::cry::cry::cry::cry:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Oggi sono andata dal medico curante..x mia sorella..ho approfittato x esporgli il mio problema..

..mi ha dato delle compresse da prendere al mattino..x la tensione gastrica ( :?: )..e mi ha detto che il mio disturbo è l'agorafobia..(io sò che questo disturbo è il timore di ritrovarsi in luoghi affollati o in spazi ristretti in cui sarebbe difficile chiedere aiuto o sia impedita una via di fuga)..io nn credo sia questo il mio problema..penso sia più una forte ansia che provoca disturbi somatici..forse accompanata da una fobia sociale..anzi senza il forse..è da piccolina che il confronto con gli altri mi rende inquieta..

..cmq devo andare da una psicologa x farmi aiutare!

voi che ne pensate? Il mio medico è un ciarlatano? Dovrei cambiarlo?

:?::

Link al commento
Condividi su altri siti

 

io non penso che il tuo medico curante sia un ciarlatano, penso semplicemente che dovresti andare da uno specialista per sapere le effettive cause psicologiche del tuo problema !

il medico curante non è competente in materia psicologica, si basa sui sintomi che gli comunichiamo e sulla visita che effettua ed eventualmente prescrive dei farmaci o delle visite specifiche !

Link al commento
Condividi su altri siti

 

io penso che un medico dal quale vai per un problema di somatizzazione e ti dà delle pillole per la tensione gastrica non sia un ciarlatano, ma un superficiale.

quando avevo 16 anni sono andata dal dottore per dei mal di testa continui e lancinanti.non avendo riscontrato alcuna causa fisica sai cosa mi ha detto?devi essere felice!

l'avrei strozzato lì,a mani nude.

Stella, non ti fidare di una persona che ti fa una diagnosi senza nemmeno conoscerti. i tuoi sintomi,quali che siano, hanno un senso,un significato, ed è indagando questo che potrai star meglio.le pasticchette per lo stomaco non ti serviranno.non ti dico di non prenderle. prendile,ma con la consapevolezza che stai solo mettendoti a tacere,in questo modo;non stai risolvendo il problema

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Già..infatti fra un piao di settimane..appena i miei tornano a casa troviamo uno specialista in grado di aiutarmi..sarà un percorso duro e difficile..spero di venirne a capo..così da poter aiutare me stessa ad essere felice..semmai ci riuscirò!

..ho sempre l'impressione che per quanto mi sforzi e desideri essere felice nel mondo..resterò sempre intrappolata in questo limbo di tristezza e desolazione!!

:wink::LOL:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Purtroppo la felicità non si conquista con lo sforzo !

dovrebbe essere una cosa che ci viene naturale, perché più ci sforziamo di trovarla e più troveremo cose della nostra vita che non vanno !

credo che la capacità di essere felici o meno sia nel nostro carattere e quello è difficile da cambiare . . . non dico impossibile, ma difficile !

In bocca al lupo per la tua guarigione ! :)

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Purtroppo la felicità non si conquista con lo sforzo !  

dovrebbe essere una cosa che ci viene naturale, perché più ci sforziamo di trovarla e più troveremo cose della nostra vita che non vanno !  

credo che la capacità di essere felici o meno sia nel nostro carattere e quello è difficile da cambiare . . . non dico impossibile, ma difficile !  

In bocca al lupo per la tua guarigione !  :)

bè eufrasia, se nel cercare la felicità ci accorgiamo che le cose non vanno, quando la troveremo, o meglio, quando e se ci verra spontanea (come dici te), essa non sara nient'altro che un illusione... :roll:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

Ciao Stella, io non so se i miei consigli possono funzionare (perchè predico bene e razzolo male), ti posso dire quello che mi dice la psicologa, cioè uscire e non pensare a come ti senti, ma concentrarti su quello che devi andare a fare. In più per questi attacchi di panico mi hanno consigliato la yoga che dicono funzioni davvero... prova, magari funziona anche per te! :roll:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
un'illusione?!?

Questa non l'ho capita !  :shock:

bè eufrasia, se sec te, per raggiungere la felicita, bisogna smettere di cercare (perchè altrimenti si rischia di scoprire cose che non vanno), quella che ne risulta non sara una felicita reale, dovta proprio alla risoluzione dei problemi, ma una fasulla, un illusione, dovuta proprio all'evitamento dei problemi... :roll:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

no, forse mi sono spiegata male, non intendevo che per trovare la felicità bisogna evitare i problemi !

i problemi se ci sono vanno affrontati .

I problemi bisogna anche saperli prendere con filosofia (quelli piccoli ovviamente) .

C'è chi, quando ha un problema riesce lo stesso a trovare il lato positivo o qualcosa per cui sorridere (ed è questo che intendevo quando dicevo che la felicità ci deve venire naturale) e chi invece, per quanto si sforzi, non ne viene a capo e più pensa al suo problema e più sta peggio !

Link al commento
Condividi su altri siti

 

ma la felicità esiste perchè non ci sono problemi, o è un atteggiamento mentale che tiene nonostante ci siano dei problemi?

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    • Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.