Vai al contenuto

Smettere di soffrire o smettere di sentire?


betsabea

Messaggi consigliati

Qualcuno di recente mi ha detto che chi come me vive molto emotivamente, di passioni forti, deve accettare anche il dolore forte.

Se da una parte c'è una grade passione, grande, grandissima felicità, dall'altra c'è altrettanto dolore.

Io questo non lo accetto.

Ho provato, sto provando, ogni notte, ma non ce la faccio.

Stanotte ho pensato, allora meglio smettere di sentire.

Non riesco a pensare alla morte, sono troppo razionale, o forse troppo inconsciamente cattolica, non lo so.

Ma a smettere di sentire sì.

All'improvviso mi sembra l'unico modo per smettere di sentire dolore...

Lo so, forse è impossibile, perché io sono così, prima o poi ci ricasco.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


cara betsabea,

il dolore, anche intenso, che tutti proviamo nella vita, ovvero in alcuni momenti, non è un disturbo psicologico, ma è una caratteristica "vitale" di come è "congegnato" l'essere umano. Voler rinunciare al dolore è come voler rinunciare alla vita. Detto questo, certamente è possibile "lavorare" sul proprio dolore, al fine di accettarlo e, comprendendone le motivazioni, anche possibilmente superarlo/renderlo accettabile...ma questo a partire dalla sua "metabolizzazione" e non dal suo annullamento/rimozione.

Domanda da farsi: a che mi serve soffrire in questo momento?

1) risposta: sono triste perchè ho dovuto rinunciare a qualcosa.

2) risposta: il mio dolore serve a coprire la rabbia/insicurezza per non riuscire a "controllare totalmente" la situazione.

deduzioni in relazione alle due risposte:

1) caso: piangi, stai col tuo dolore, vivilo, addirittura amplificalo ...passerà.

2) caso: smetti di torturare te stesso/a, lascia scorrere la vita e le cose, accetta che possano finire...così vedrai che a) dureranno viceversa più a lungo B) ti accorgerai della bellezza di rischiare, di affidarsi al caso,di vivere; ( se non ci riesci non ti resta che chiederti se il tuo dolore non copra il desiderio *molto nascosto* che la tua storia finisca, o che cambi profondamente qualcosa in essa...in questo caso o vuoi un maggiore controllo su di essa e dovresti cercare di rinunciare a questo per i motivi di cui sopra, oppure hai bisogno di stabilire un diverso rapporto con il tuo partner - non migliore, diverso- allora parlagli...manifestati più in profondità, più vera ancora...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

Cara Betsabea, siamo in due a non dormire la notte e chiederci il perchè delle nostre sofferenze. Mio marito affettuosamente spesso mi rimprovera di rispondere impulsivamente alle situazioni, di essere troppo passionale, di vivere ogni cosa con un trasporto e uno slancio immenso, vero. Vero perchè mi accade che le reazioni che io vorrei che ci fossero, sono al di fuori delle mie aspettative e allora comincia una sequela di domande nella mia testa....perchè-come-quando-dove-. Per cui ho deciso di fare in questa maniera, mi tengo la mia passionalità che mi contraddistingue da molte persone che stanno lì ad arrovellarsi il cervello per non esternare le loro emozioni, perchè non in grado d gestirle: vedi amore (in ogni sua forma);

e mi gestisco il dolore, che e' sempre lì in agguato ma, non mi fa più paura anzi mi aiuta a crescere, perchè credo che sia l'unica ricetta.

Lorella. :wink:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Qualcuno di recente mi ha detto che chi come me vive molto emotivamente, di passioni forti, deve accettare anche il dolore forte.

Se da una parte c'è una grade passione, grande, grandissima felicità, dall'altra c'è altrettanto dolore.

Io questo non lo accetto.

Ho provato, sto provando, ogni notte, ma non ce la faccio.

Stanotte ho pensato, allora meglio smettere di sentire.

Non riesco a pensare alla morte, sono troppo razionale, o forse troppo inconsciamente cattolica, non lo so.

Ma a smettere di sentire sì.

All'improvviso mi sembra l'unico modo per smettere di sentire dolore...

Lo so, forse è impossibile, perché io sono così, prima o poi ci ricasco.

cara bets non ci sono gli interruttori del sentire .

purtroppo .

e le persone sensibili sentono di piu' e soffrono di piu' ..

i troppo sensibili possono anche non farcela ...

bisogna capire fino a che punto cè la facciamo per capire quando chiedere aiuto .

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Qualcuno di recente mi ha detto che chi come me vive molto emotivamente, di passioni forti, deve accettare anche il dolore forte.

Se da una parte c'è una grade passione, grande, grandissima felicità, dall'altra c'è altrettanto dolore.

Io questo non lo accetto.

Ho provato, sto provando, ogni notte, ma non ce la faccio.

Stanotte ho pensato, allora meglio smettere di sentire.

Non riesco a pensare alla morte, sono troppo razionale, o forse troppo inconsciamente cattolica, non lo so.

Ma a smettere di sentire sì.

All'improvviso mi sembra l'unico modo per smettere di sentire dolore...

Lo so, forse è impossibile, perché io sono così, prima o poi ci ricasco.

Ciao Betsabea,

anche io qualche anno fa, in un momento di sconforto mi sono detta che era meglio smettere di provare qualsiasi emozione, non farsi toccare da niente.

Pensavo che rimanere impassibile di fronte agli eventi, sarebbe stato meglio che viverli intensamente a livello emotivo, per poi soffrire altrettanto intensamente !

Alla fine però, le emozioni che avevo cercato di soffocare , sono venute fuori tutte insieme, ed è stato anche peggio !

Ora penso che vivere le emozioni sia la cosa più importante e che dobbiamo farlo senza pensare alle conseguenze o a quanto potremo soffrire !

Link al commento
Condividi su altri siti

 

L'altra notte ero disperata, ora va un po' meglio.

E' stato molto bello trovare conforto in qualcuno di cui non conosco il volto ma con poche righe mi avete dato un pochino di calore.

Grazie ancora, a tutti.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    • Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.