Vai al contenuto
  • Pubblicità

Accedi per seguirlo  
oltreleapparenze

Mi chiedo perchè il mio passato non vuol passare...

Messaggi consigliati

Basta poco, un odore, una melodia, una foto, e subito divento triste...già perchè nel passato io stò sempre meglio che nel presente...

Sempre più spesso decido di passare le serate a ricordare...non importa cosa, qualcosa da ricordare lo si trova...

Forse è perchè il passato è certo e immutabile quindi mi dà sicurezza...però così non riesco a vivere appieno il presente.

Vi è mai successo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Basta poco, un odore, una melodia, una foto, e subito divento triste...già perchè nel passato io stò sempre meglio che nel presente...

Scusa O., temo di non capire: tu cerchi di ricordare perchè la cosa ti induce tristezza e questo ti piace o per sfuggire un'odore/melodia/foto che ti ricollegano al "presente"? Non so se sono chiaro a mia volta.... :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Basta poco, un odore, una melodia, una foto, e subito divento triste...già perchè nel passato io stò sempre meglio che nel presente...

Sempre più spesso decido di passare le serate a ricordare...non importa cosa, qualcosa da ricordare lo si trova...

Forse è perchè il passato è certo e immutabile quindi mi dà sicurezza...però così non riesco a vivere appieno il presente.

Vi è mai successo?

ciao oltreleapparenze :)

anche a me capita spesso di pensare al passato e soprattutto perchè, per uno strano meccanismo di difesa, nella mia memoria rimangono impresse le cose belle che mi sono successe. Le cose brutte (e ce ne sono...) rimangono come sfumate nella memoria, non nitide, distanti, non facilmente inquadrabili dentro il tempo e lo spazio :!:

Inoltre quando penso alle cose passate per me è difficile provare nostalgia. Anche in questo caso non so spiegare razionalmente il perchè. Non rimango indifferente ai ricordi, solo che questi scivolano via e non riesco mai ad afferrarli pienamente..

Della mia infanzia poi ricordo pochissimo, solo piccoli episodi e neache particolarmente significanti (o forse è quello che credo io... :roll: )

non nego che mi piacerebbe avere un rapporto più profondo con il passato, perchè è dall'analisi di questo che si ottengono importanti insegnamenti per il futuro... eppure rimango sempre proiettata in avanti, quasi non volessi vedere dietro di me, quasi volessi dimenticare... :(

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Basta poco, un odore, una melodia, una foto, e subito divento triste...già perchè nel passato io stò sempre meglio che nel presente...

Scusa O., temo di non capire: tu cerchi di ricordare perchè la cosa ti induce tristezza e questo ti piace o per sfuggire un'odore/melodia/foto che ti ricollegano al "presente"? Non so se sono chiaro a mia volta.... :)

Ciao Aioblu,

innanzitutto grazie per le tue risposte sempre solerti :grazie

Cercherò di spiegarmi meglio con un esempio: sono a casa, dalla finestra entra un buon odorino di biscotti...e come per magia io ripenso a mia nonna, la sua cucina e me stessa piccola che l'aiutavo nella preparazione dei biscotti...poi penso che ora mia nonna non c'è più e mai avremo occasione di rifare i biscotti insieme e allora divento triste...

E' possibile altresì che io voglia incosciamente essere triste...però allora non capisco proprio perchè...

Ciao :LOL:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Basta poco, un odore, una melodia, una foto, e subito divento triste...già perchè nel passato io stò sempre meglio che nel presente...

Sempre più spesso decido di passare le serate a ricordare...non importa cosa, qualcosa da ricordare lo si trova...

Forse è perchè il passato è certo e immutabile quindi mi dà sicurezza...però così non riesco a vivere appieno il presente.

Vi è mai successo?

ciao oltreleapparenze :)

anche a me capita spesso di pensare al passato e soprattutto perchè, per uno strano meccanismo di difesa, nella mia memoria rimangono impresse le cose belle che mi sono successe. Le cose brutte (e ce ne sono...) rimangono come sfumate nella memoria, non nitide, distanti, non facilmente inquadrabili dentro il tempo e lo spazio :!:

Inoltre quando penso alle cose passate per me è difficile provare nostalgia. Anche in questo caso non so spiegare razionalmente il perchè. Non rimango indifferente ai ricordi, solo che questi scivolano via e non riesco mai ad afferrarli pienamente..

Della mia infanzia poi ricordo pochissimo, solo piccoli episodi e neache particolarmente significanti (o forse è quello che credo io... :roll: )

non nego che mi piacerebbe avere un rapporto più profondo con il passato, perchè è dall'analisi di questo che si ottengono importanti insegnamenti per il futuro... eppure rimango sempre proiettata in avanti, quasi non volessi vedere dietro di me, quasi volessi dimenticare... :(

Che strana coppia che formiamo...tu che vorresti dimenticare...io che non riesco a farlo... :LOL:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Che strana coppia che formiamo...tu che vorresti dimenticare...io che non riesco a farlo... :LOL:

siamo mitiche!!! :LOL::LOL:

dovremmo solo scambiarci parte del problema e saremmo a posto...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
   

Ciao Aioblu,

innanzitutto grazie per le tue risposte sempre solerti  :grazie  

E' solo un piacere, davvero....grazie a te degli spunti... :)

 

E' possibile altresì che io voglia incosciamente essere triste...

eh....si....

però allora non capisco proprio perchè...

perchè forse non sai in quale altro modo concederti di essere triste...sai siamo poco propensi a concederci di essere tristi....è una di quelle emozioni che più spesso tendiamo a ricacciare indietro...e così in un modo nell'altro ( meno male) ci inventiamo un sistema per tirarla fuori, per viverla finalmente...ma la tristezza anche se la fai discendere dal passato con questo diciamo così trucchetto, è una tristezza del presente...anche se tutto discende ovviamente da un passato...

Ciao :LOL:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Che strana coppia che formiamo...tu che vorresti dimenticare...io che non riesco a farlo... :LOL:

siamo mitiche!!! :LOL::LOL:

dovremmo solo scambiarci parte del problema e saremmo a posto...

cerca la Shadow che è in Oltre...cerca la Oltre che è in Shadow...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

A me capita una cosa diversa...sto iniziando a perdere i bei ricordi che avevo...come se nella mia mente nn ci fosse + spazio, e per ogni esperienza nuova se ne cancella una vecchia...e questo mi rende molto triste...perchè del periodo + bello della mia vita sto iniziando a ricordare poco...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
   

Ciao Aioblu,

innanzitutto grazie per le tue risposte sempre solerti  :grazie  

E' solo un piacere, davvero....grazie a te degli spunti... :)

 

E' possibile altresì che io voglia incosciamente essere triste...

eh....si....

però allora non capisco proprio perchè...

perchè forse non sai in quale altro modo concederti di essere triste...sai siamo poco propensi a concederci di essere tristi....è una di quelle emozioni che più spesso tendiamo a ricacciare indietro...e così in un modo nell'altro ( meno male) ci inventiamo un sistema per tirarla fuori, per viverla finalmente...ma la tristezza anche se la fai discendere dal passato con questo diciamo così trucchetto, è una tristezza del presente...anche se tutto discende ovviamente da un passato...

Ciao :wink:

Già... :roll: ...

forse così per me è più semplice accettare questa tristezza, infatti il passato non lo posso cambiare quindi è come se dicessi a me stessa non vi è modo di guarire se la tristezza viene dal passato...invece se dipendesse dal presente sarei costretta a reagire...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Che strana coppia che formiamo...tu che vorresti dimenticare...io che non riesco a farlo... :wink:

siamo mitiche!!! :LOL::wink:

dovremmo solo scambiarci parte del problema e saremmo a posto...

:LOL: ...chissà se andiamo in analisi insieme magari ci fanno uno sconto... :LOL:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

:arrow: ...chissà se andiamo in analisi insieme magari ci fanno uno sconto... :LOL:

:riso

potrebbe essere un'idea :!:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
   

Ciao Aioblu,

innanzitutto grazie per le tue risposte sempre solerti  :grazie  

E' solo un piacere, davvero....grazie a te degli spunti... :)

 

E' possibile altresì che io voglia incosciamente essere triste...

eh....si....

però allora non capisco proprio perchè...

perchè forse non sai in quale altro modo concederti di essere triste...sai siamo poco propensi a concederci di essere tristi....è una di quelle emozioni che più spesso tendiamo a ricacciare indietro...e così in un modo nell'altro ( meno male) ci inventiamo un sistema per tirarla fuori, per viverla finalmente...ma la tristezza anche se la fai discendere dal passato con questo diciamo così trucchetto, è una tristezza del presente...anche se tutto discende ovviamente da un passato...

Ciao :arrow:

Già... :roll: ...

forse così per me è più semplice accettare questa tristezza, infatti il passato non lo posso cambiare quindi è come se dicessi a me stessa non vi è modo di guarire se la tristezza viene dal passato...invece se dipendesse dal presente sarei costretta a reagire...

Non credo reagire alla tristezza...ed allora:reagire a cosa?Sono sicuro che nasconde altro questa tristezza... Credo che bisognerebbe cercare una risposta...ma se la vivi fino in fondo la tristezza, come è sano che si faccia, quando arrivi in fondo trovi anche la risposta...

non è facile attraversare le emozioni, ma è possibile ed l'unica strada per la verità che cerchiamo...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

potrebbe essere che tu rimurgini sul passato, perchè hai paura di non riuscire a cambiare il presente...

come dire: "se hai paura di dire qualcosa di stupido, meglio stare zitti onde evitare di aprire bocca e togliere ogni dubbio"

non so se ho reso l'idea... :roll:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

io praticamente vivo nel passato... è una croce.

e poi come se non bastasse ricordo solo le cose belle che fanno diventare tutto quello che mi circonda ancora piu' uno schifo. Direi che succede perchè ci piangiamo addosso.. perchè è facile star male.. e perchè è rassicurante essere malinconici.. non so, come quando piangi disperato e senti un po' di piacere fisico... è solo che dimenticare non sarebbe una cosa troppo giusta, in fondo non siamo che il nostro passato.. senza quello che ci rimane?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
   

Ciao Aioblu,

innanzitutto grazie per le tue risposte sempre solerti  :grazie  

E' solo un piacere, davvero....grazie a te degli spunti... :)

 

E' possibile altresì che io voglia incosciamente essere triste...

eh....si....

però allora non capisco proprio perchè...

perchè forse non sai in quale altro modo concederti di essere triste...sai siamo poco propensi a concederci di essere tristi....è una di quelle emozioni che più spesso tendiamo a ricacciare indietro...e così in un modo nell'altro ( meno male) ci inventiamo un sistema per tirarla fuori, per viverla finalmente...ma la tristezza anche se la fai discendere dal passato con questo diciamo così trucchetto, è una tristezza del presente...anche se tutto discende ovviamente da un passato...

Ciao :wink:

Già... :roll: ...

forse così per me è più semplice accettare questa tristezza, infatti il passato non lo posso cambiare quindi è come se dicessi a me stessa non vi è modo di guarire se la tristezza viene dal passato...invece se dipendesse dal presente sarei costretta a reagire...

Non credo reagire alla tristezza...ed allora:reagire a cosa?Sono sicuro che nasconde altro questa tristezza... Credo che bisognerebbe cercare una risposta...ma se la vivi fino in fondo la tristezza, come è sano che si faccia, quando arrivi in fondo trovi anche la risposta...

non è facile attraversare le emozioni, ma è possibile ed l'unica strada per la verità che cerchiamo...

E naturalmente solo io posso sapere la risposta...solo che in questo momento beh...mi sfugge...

Riguardo al vivere fino in fondo la mia tristezza ci ho provato ma poi arrivati ad un certo punto subentra la paura...è un pò come fare un'immersione, arrivi ad un punto in cui hai paura che se continui ad andare giù poi non riuscirai più a tornare...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
potrebbe essere che tu rimurgini sul passato, perchè hai paura di non riuscire a cambiare il presente...

come dire: "se hai paura di dire qualcosa di stupido, meglio stare zitti onde evitare di aprire bocca e togliere ogni dubbio"

non so se ho reso l'idea...  :roll:

Indubbiamente è più facile vivere nel passato...sò che tanto non posso cambiare nulla, quindi perchè provarci...però una parte di me è consapevole che la vera vita è nel presente anche se può trarre spunto dal passato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
io praticamente vivo nel passato... è una croce.

e poi come se non bastasse ricordo solo le cose belle che fanno diventare tutto quello che mi circonda ancora piu' uno schifo. Direi che succede perchè ci piangiamo addosso.. perchè è facile star male.. e perchè è rassicurante essere malinconici..  non so, come quando piangi disperato e senti un po' di piacere fisico...  è solo che dimenticare non sarebbe una cosa troppo giusta, in fondo non siamo che il nostro passato.. senza quello che ci rimane?

E' tutto vero caro Stefano, però così ci sfugge il presente...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

E naturalmente solo io posso sapere la risposta...solo che in questo momento beh...mi sfugge...

Riguardo al vivere fino in fondo la mia tristezza ci ho provato ma poi arrivati ad un certo punto subentra la paura...è un pò come fare un'immersione, arrivi ad un punto in cui hai paura che se continui ad andare giù poi non riuscirai più a tornare...

intanto potresti cominciare e vedere cosa ti rende triste nel presente...

se uno non vuole reagire forse è anche perchè ne ha piene le scatole del "dover fare le cose per forza" o di non farne altre che invece desidera veramente fare...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

E naturalmente solo io posso sapere la risposta...solo che in questo momento beh...mi sfugge...

Riguardo al vivere fino in fondo la mia tristezza ci ho provato ma poi arrivati ad un certo punto subentra la paura...è un pò come fare un'immersione, arrivi ad un punto in cui hai paura che se continui ad andare giù poi non riuscirai più a tornare...

intanto potresti cominciare e vedere cosa ti rende triste nel presente...

se uno non vuole reagire forse è anche perchè ne ha piene le scatole del "dover fare le cose per forza" o di non farne altre che invece desidera veramente fare...

Analizzando la cosa da questo punto di vista credo che tanti di noi facciano determinate cose solo per dovere e non per piacere...

Il problema sorge nel momento in cui le cose fatte per dovere superano di gran lunga quelle fatte per piacere...e in effetti per me in questo momento vi è una situazione analoga.

Non riesco però a capire perchè...

Il lavoro che faccio non sarà il più entusiasmante del mondo però è comunque interessante e poi mi consente di mantenermi con un reddito adeguato...

Sono figlia unica e vivo con i miei genitori...diciamo che potrei anche prendere un monolocale in affitto, però loro cominciano ad essere anziani e mi sentirei in colpa...in fin dei conti quando avevo bisogno io di loro, loro c'erano...

Non ho un rapporto di coppia stabile...ma ritengo sia meglio così per il momento venendone da una precedente storia mal conclusa...

Riguardo al mio aspetto e alla mia salute...posso accontentarmi, sono stata fortunata :wink:

Insomma ho scandagliato la mia miserevole esistenza solo per sincerarmi io stessa che non fosse un disastro :LOL: e ora dopo essermene sincerata continuo a non capire...cosa mi spinge a voler vivere nel passato?

Non riesco proprio ad andare oltre... :LOL:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Il problema sorge nel momento in cui le cose fatte per dovere superano di gran lunga quelle fatte per piacere...e in effetti per me in questo momento vi è una situazione analoga

possiamo sempre provare ad andare oltre...siamo qui per questo ,no?

e allora possiamo cominciare chiedendoci quali sono le cose che faremmo "per piacere" se potessimo liberarci dei nostri "doveri"...( a parte quelle che ho già letto nel topic del sondaggio tabù... :wink: )

e poi chiederci anche che cosa significa ecceso di Protezione/autoprotezione....in fondo riflettevo che l'autolesionismo è snche un pò come dire: "Sto "troppo" bene, vorrei stare "peggio"..."

il " bel passato" che non ti "consentiva" di stare male, di soffrire e che oggi ti fa tristezza...

a volte anche stare troppo bene può essere un grosso problema...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Il problema sorge nel momento in cui le cose fatte per dovere superano di gran lunga quelle fatte per piacere...e in effetti per me in questo momento vi è una situazione analoga

possiamo sempre provare ad andare oltre...siamo qui per questo ,no?

e allora possiamo cominciare chiedendoci quali sono le cose che faremmo "per piacere" se potessimo liberarci dei nostri "doveri"...( a parte quelle che ho già letto nel topic del sondaggio tabù... :wink: )

e poi chiederci anche che cosa significa ecceso di Protezione/autoprotezione....in fondo riflettevo che l'autolesionismo è snche un pò come dire: "Sto "troppo" bene, vorrei stare "peggio"..."

il " bel passato" che non ti "consentiva" di stare male, di soffrire e che oggi ti fa tristezza...

a volte anche stare troppo bene può essere un grosso problema...

Credo esista un preciso momento in cui ho smesso di essere felice ed è stato quando finalmente ho aperto gli occhi sul mondo che avevo davanti...

quando mi sono disillusa e ho avuto il coraggio di vedere la realtà...realtà che giustamente non può essere tutta rose e fiori...

però da allora in poi mi sembra che tutto sia cambiato, non importa se in meglio o in peggio, semplicemente è diverso...è un pò come quando ti accorgi che il cavalluccio con il quale giocavi fino al giorno prima ora è troppo piccolo per te...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

crescere è croce e delizia, come la vita...

se ci proteggono diciamo di lasciarci più liberi, se non ci proteggono diciamo che ci abbandonano...

tanto vale fare da sè...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
crescere è croce e delizia, come la vita...

se ci proteggono diciamo di lasciarci più liberi, se non ci proteggono diciamo che ci abbandonano...

tanto vale fare da sè...

Giustissimo...almeno se uno sbaglia non ha la possibilità di prendersela con nessuno :LOL:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ci siamo arrivati. :flowers

ma soprattutto non prendiamocela nemmeno con noi stessi...gli errori ci servono...ringraziamo anche la parte di noi che ci fa commettere errori...

"Senza errori non si ha mai felicità..." dice una nota canzone...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.