Vai al contenuto

Il Confronto


Messaggi consigliati

Nei giorni scorsi stavo ascoltando qualche aria del "Don Giovanni"

di Mozart... e mi son detto "Wow! :shock: Ma questa opera è un confronto

dietro l'altro!... C'è anche quello classico 31.gif fatto pure a

tempo di musica... quello lì mi sa che era un genio :LOL: "

Riascoltando, mi ha colpito molto il duetto a 4 ("quadretto"? :? ) dove

Donna Elvira e Don Giovanni si confrontano in presenza di Don Ottavio

e Donna Anna. Un gran confronto! Lo si potrebbe prendere come altro

esempiello da analizzare. Lo riporto qui (anche se ascoltarlo è tutta

un'altra cosa!):

Donna Elvira (a Don Giovanni):

Ah, ti ritrovo ancor, perfido mostro!

(a Donn'Anna)

Non ti fidar, o misera,

Di quel ribaldo cor;

Me già tradì quel barbaro,

te vuol tradir ancor.

Donna Anna e Don Ottavio:

(Cieli, che aspetto nobile,

Che dolce maestà!

II suo pallor, le lagrime

M'empiono di pietà.)

Don Giovanni (a parte; Donna Elvira ascolta):

La povera ragazza

È pazza, amici miei;

Lasciatemi con lei,

Forse si calmerà.

Donna Elvira:

Ah non credete al perfido!

Don Giovanni:

È pazza, non badate.

Donna Elvira:

Restate ancor, restate!

Donna Anna e Don Ottavio:

A chi si crederà?

Donna Anna, Don Ottavio, Don Giovanni:

Certo moto d'ignoto tormento

Dentro l'alma girare mi sento

Che mi dice, per quell'infelice,

Cento cose che intender non sa.

Donna Elvira:

Sdegno, rabbia, dispetto, spavento

Dentro l'alma girare mi sento,

Che mi dice, di quel traditore,

Cento cose che intender non sa.

Don Ottavio (a Donn'Anna):

Io di qua non vado via

Se non so com'è l'affar.

Donna Anna (a Ottavio):

Non ha l'aria di pazzia

II suo tratto, il suo parlar.

Don Giovanni:

(Se m'en vado, si potrìa

Qualche cosa sospettar.)

Donna Elvira (a Donn'Anna e Ottavio):

Da quel ceffo si dovrìa

La ner'alma guidicar.

Don Ottavio(a Don Giovanni):

Dunque quella?...

Don Giovanni:

È pazzarella.

Donna Anna:

Dunque quegli?...

Donna Elvira:

È un traditore.

Don Giovanni:

Infelice!

Donna Elvira:

Mentitore!

Donna Anna e Don Ottavio:

Incomincio a dubitar.

(Passano dei contadini.)

Don Giovanni:

Zitto, zitto, che la gente

Si raduna a noi d'intorno;

Siate un poco più prudente,

Vi farete criticar.

Donna Elvira (forte, a Don Giovanni):

Non sperarlo, o scellerato,

Ho perduta la prudenza;

Le tue colpe ed il mio stato

Voglio a tutti palesar.

Donna Anna e Don Ottavio (a parte, guardando Don Giovanni):

Quegli accenti sì sommessi,

Quel cangiarsi di colore,

Son indizi troppo espressi

Che mi fan determinar.

(Donn'Elvira parte.)

Don Giovanni:

Povera sventurata! I passi suoi

voglio, seguir; non voglio

che faccia un precipizio:

perdonate, bellissima Donn'Anna;

se servirvi poss'io,

in mia casa v'aspetto. Amici, addio!

L'intero libretto:

http://www.sensible.it/personal/resio/donj...zart/index.html

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


  • Risposte 100
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.




×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.