Vai al contenuto
  • Pubblicità

Accedi per seguirlo  
Piccola

Mi ha Tradita

Messaggi consigliati

Mi ha tradita e me lo ha confessato. E' stata una doccia fredda dopo 12 anni di matrimonio e 2 bambini e una fiducia indiscussa non me lo sarei mai aspettato. Non l'ho mandato fuori di casa e neanche fuori dal letto, ho mantenuto la calma, per il bene dei bambini. Io non voglio perderlo e posso perdonarlo, una scappatella può succedere, ma continuare la relazione no, e visto che lui non voleva decidere se lei o noi, l'ho affrontata. Lei ha ceduto o almeno così mi hanno fatto credere, perchè in questo momento non sto credendo più a niente. Lui è abbattuto, lo sento lontano, ha preso una cotta per lei, io lo amo e voglio recuperare il nostro rapporto. In fondo al mio cuore sento che ce la possiamo fare sarò troppo ottimista? Grazie e Ciao a Tutti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


ottimista non saprei. di certo sei molto lucida(forse troppo?)in una situazione nella quale la maggior parte delle persone farebbe volare l'intero servizio di piatti matrimoniale.

ma sei disposta a perdonarlo,e questo ti fa onore. e mi sembra anche che tu sia disposta a perdonarlo non solo per il bene dei bambini, ma anche perchè lo ami. e questo ti fa ancora più onore. altrimenti il rischio di usare i bambini come merce di scambio è purtroppo molto alto.

l'unica cosa che mi sento di dirti è di lasciar perdere "l'altra" perchè non c'entra niente;e soprattutto che quello cheti stai preparando ad affrontare è un percorso difficile,doloroso....se senti di aver bisogno di aiuto non esitare a chiederlo. è molto più coraggioso chiedere aiuto che tentare di fare tutto da soli quando è troppo difficile.

Auguri

S.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Io non voglio ne la separazione ne tanto meno il divorzio, voglio solo ricominciare una vita nuova insieme a lui. All' inizio mi ha detto che voleva ricominciare, poi voleva una nuova vita con lei, poi dopo un mese, e visto che io sto soffrendo ha deciso di dimenticarla, ma non ce la fa. Poi mi scrive un sms dicendomi che lei lo aveva lasciato perchè la decisione di lei non lo aveva fatto decidere a suo favore. Ora è ancora qui, con me, so che soffre, che è confuso, ma gli sono vicina, e lo amo più di prima, ma ho paura che sia solo un blef per farmi calmare. Spero nella lontananza (lei è di un altro stato) e nel tempo che tutto aiuta.

Ciao

Piccola

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Cara Piccola, mi dispiace per quello che ti è successo....

Sii forte, ti sono vicina e quoto tutto quello che ha detto S.!

L'amore vince tutto.

Un caro abbraccio

V.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ho chiesto aiuto prima al parroco della mia parrocchia che mi ha dato un pò di conforto e tranquillità per potergli parlare, poi però mi sono rivolta ad una psicologa dove ora sono in cura. Lei soprattutto mi aiuta a rafforzare il mio carattere, a guardarmi dentro e forse anche a consolidare un matrimonio in crisi. Già perchè era in crisi e se non lo fosse stato lui non avrebbe cercato di certo un'altra. Lui mi sta dando la colpa di tutto, e forse è colpa mia che non ho saputo amarlo come prima di avere i bambini. Vuoi le maternità molto ravvicinate, vuoi il pensare ai bambini più che a lui e soprattutto più che a me, perchè mi sono trascurata moltissimo, vuoi gli esaurimenti nervosi non riconosciuti e trscurati, negli ultimi anni non avevo più voglia di fare niente, incominciavo le cose e non le portavo a termine, mangiavo qualsiasi cosa mi venisse a tiro, magari tre tortine prima di pranzare, così continuavo a mettere su chili, avevo la fame nervosa, sono arrivata a pesare 80 kg.

Ora dopo quello che mi è successo, lo stomaco mi si è chiuso, mi sto sforzando a mangiare durante i pasti e in poco più di un mese ho perso 8 kg. Sto cercando di migliorare il mio stile di vita, il mio carattere, di essere più premurosa con lui, ma non so se serve, lo sento lontano, molto lontano.

Dormiamo ancora assieme, lui a volte mi abbraccia e mi bacia teneramente, però non posso dimenticare le cose orribili che mi aveva detto, che mi voleva bene perchè ero la madre dei suoi figli ma non mi amava più perchè amava lei.

Ora sto cercando di andare avanti, di ricominciare la nostra relazione, la nostra vita, ma è dura, molto dura, il fantasma di lei aleggerà sopra di noi per molto tempo. Spero che se ne sia andata e che sia soltanto un fantasma. Lo amo e continuerò la mia lotta.

Scusate il mio sfogo e se vi ho annoiato.

Grazie a tutti

Ciao

Piccola

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Non c'è niente di errato nel riconoscere il proprio amore

la domanda è : è un amore storico o un amore che si nutrirà con il domani?

Risposta mia : L'amore non ha importanza di quale ragione o motivazionbe si nutri...basta che sia amore.......

e poi smettiamola di sentirci feriti se una persona ci tradisce.....non è nostra non ci appartiene, ha solo condiviso tante cose ma non è proprietà privata.

Per me l'amore è libero quindi.............non giustifico ma comprendo.

L'amore come rapporto esclusivo è un'ancora a cui anche gli psicologi si appoggiano...........niente di più errato ......

l'amore è un sentimento che va coltivato.....

tuo marito se per te ha sbagliato comunque non lo ha fatto per farti un torto ...ma per rinnovare il rapporto con te e per dargli in fondo nuove motivazioni vitali....se te l'ha detto è perchè voleva superare il vostro problema (non solo suo) insieme.

Ripeto per me l'amore è libero ma per Voi invece è solo vostro e rtuo marito te ne ha dato ampia prova utilizzandoti come matriarca nel confessarti il suo tradimento e quindi il suo amore per te.

Non c'è bisogno di provare la realtà.....basta viverla.

ciao e scusa se ti ho espresso un mio liberissimo parere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ho chiesto aiuto prima al parroco della mia parrocchia che mi ha dato un pò di conforto e tranquillità per potergli parlare, poi però mi sono rivolta ad una psicologa dove ora sono in cura. Lei soprattutto mi aiuta a rafforzare il mio carattere, a guardarmi dentro e forse anche a consolidare un matrimonio in crisi. Già perchè era in crisi e se non lo fosse stato lui non avrebbe cercato di certo un'altra. Lui mi sta dando la colpa di tutto, e forse è colpa mia che non ho saputo amarlo come prima di avere i bambini. Vuoi le maternità molto ravvicinate, vuoi il pensare ai bambini più che a lui e soprattutto più che a me, perchè mi sono trascurata moltissimo, vuoi gli esaurimenti nervosi non riconosciuti e trscurati, negli ultimi anni non avevo più voglia di fare niente, incominciavo le cose e non le portavo a termine, mangiavo qualsiasi cosa mi venisse a tiro, magari tre tortine prima di pranzare, così continuavo a mettere su chili, avevo la fame nervosa, sono arrivata a pesare 80 kg.

Ora dopo quello che mi è successo, lo stomaco mi si è chiuso, mi sto sforzando a mangiare durante i pasti e in poco più di un mese ho perso 8 kg. Sto cercando di migliorare il mio stile di vita, il mio carattere, di essere più premurosa con lui, ma non so se serve, lo sento lontano, molto lontano.

Dormiamo ancora assieme, lui a volte mi abbraccia e mi bacia teneramente, però non posso dimenticare le cose orribili che mi aveva detto, che mi voleva bene perchè ero la madre dei suoi figli ma non mi amava più perchè amava lei.

Ora sto cercando di andare avanti, di ricominciare la nostra relazione, la nostra vita, ma è dura, molto dura, il fantasma di lei aleggerà sopra di noi per molto tempo. Spero che se ne sia andata e che sia soltanto un fantasma. Lo amo e continuerò la mia lotta.

Scusate il mio sfogo e se vi ho annoiato.

Grazie a tutti  

Ciao  

Piccola

Dopo questo intervento credo avrò tutto il forum contro..ma preferisco parlare...

Tu mia cara non sei forte,tu sei più debole di prima,chiudi gli occhi davanti all'evidenza e ti ostini a non capire,te lo ha persino confessato cosa vuoi di più che ti faccia un disegno??ammiro la tua volontà,ma per quanto si possa amare una persona non capisco come si può perdonare un tradimento,anzi una relazione vera e propria..tu ami lui ma non te stessa...

Non è colpa tua di quello che è successo,non devi neanche minimamente pensarlo,è lui che ha sbavato davanti la prima che ha incontrato..

Il perdono non è di questo mondo,lascialo a Dio che ci riesce più di noi..

Fatti forza....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Solo gli egoisti di cuore non perdonano mai.

Chi non perdona non sa morire.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Cara Piccola, che dirti.....da donna verso un'altra donna prenderei tuo marito per i capelli e lo trascinerei per la strada fino a farlo star male ma, come persona con raziocinio ti dico che forse anche tu hai le tue colpe. Gli uomini ci rimproverano sempre di pensare troppo ai "loro" figli, essere distratte verso di loro, non curarli più.....ma, perchè invece non ci danno una mano a crescerli invece di rientrare la sera e vederli mangiati e puliti. E dalle 8,30 della mattina sino alla sera? Compiti, pranzo, cena, palestre, vita sociale e per non parlare delle varie influenze, stare a casa giorni e giorni, il lavoro che ti chiama ma il loro è pù importante. Però, cara Piccola, siamo sempre noi nel bene e nel male a doverci tenere legati i nostri uomini nonostante la stanchezza, l'ansia per un figlio, la sera dobbiamo essere geishe e questo non vuol dire: donne senza personalità, deboli, senza carattere, lascia stare tutti i discorsi che ti fanno, segui il tuo istinto che è quello di una donna che ama, non sbaglierai. Curati, dimagrisciti, fallo principalmente per te e poi anche per tuo marito che forse era annoiato da una donna "persa".

Ti voglio bene cara Piccola, cerca di uscire da questo tunnel e siì forte anche per i tuoi piccoli.

Lorella.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Per Nello:

e poi smettiamola di sentirci feriti se una persona ci tradisce.....non è nostra non ci appartiene, ha solo condiviso tante cose ma non è proprietà privata.'

Nello, parli prorpio tu che mi sembra che hai proprio soffero per una donna? Che vuol dire?

Per me l'amore è libero quindi.............non giustifico ma comprendo.

Libero da cosa?

l'amore è un sentimento che va coltivato.....

Tu lo hai fatto Nello?

Non c'è bisogno di provare la realtà.....basta viverla.

Non sempre è vero.

Un abbraccio, Lorella.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Cara Cucciolotta, non credo che avrai tutto il forum contro, ci mancherebbe, ognuo dice la sua, ma la tua risposta a mio avviso non mi sembra d'aiuto e per giunta poco convincente. Tutto qui.

Un abbraccio, Lorella.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ho chiesto aiuto prima al parroco della mia parrocchia che mi ha dato un pò di conforto e tranquillità per potergli parlare, poi però mi sono rivolta ad una psicologa dove ora sono in cura. Lei soprattutto mi aiuta a rafforzare il mio carattere, a guardarmi dentro e forse anche a consolidare un matrimonio in crisi. Già perchè era in crisi e se non lo fosse stato lui non avrebbe cercato di certo un'altra. Lui mi sta dando la colpa di tutto, e forse è colpa mia che non ho saputo amarlo come prima di avere i bambini. Vuoi le maternità molto ravvicinate, vuoi il pensare ai bambini più che a lui e soprattutto più che a me, perchè mi sono trascurata moltissimo, vuoi gli esaurimenti nervosi non riconosciuti e trscurati, negli ultimi anni non avevo più voglia di fare niente, incominciavo le cose e non le portavo a termine, mangiavo qualsiasi cosa mi venisse a tiro, magari tre tortine prima di pranzare, così continuavo a mettere su chili, avevo la fame nervosa, sono arrivata a pesare 80 kg.

Ora dopo quello che mi è successo, lo stomaco mi si è chiuso, mi sto sforzando a mangiare durante i pasti e in poco più di un mese ho perso 8 kg. Sto cercando di migliorare il mio stile di vita, il mio carattere, di essere più premurosa con lui, ma non so se serve, lo sento lontano, molto lontano.

Dormiamo ancora assieme, lui a volte mi abbraccia e mi bacia teneramente, però non posso dimenticare le cose orribili che mi aveva detto, che mi voleva bene perchè ero la madre dei suoi figli ma non mi amava più perchè amava lei.

Ora sto cercando di andare avanti, di ricominciare la nostra relazione, la nostra vita, ma è dura, molto dura, il fantasma di lei aleggerà sopra di noi per molto tempo. Spero che se ne sia andata e che sia soltanto un fantasma. Lo amo e continuerò la mia lotta.

Scusate il mio sfogo e se vi ho annoiato.

Grazie a tutti  

Ciao  

Piccola

Bhè è difficile dire chi ha torto e chi ha ragione...a volte le motivazione stanno davanti ad un modo di vivere la vita di coppia, proprio come dice lorella. Magari tuo marito ha risentito della troppa attenzione che dedicavi hai figli a suo discapito, ma questo credo che sia un discorso egoistico.

Tu dice che lui ti stà dando la colpa di tutto, il che nn è poco :shock: , ma la colpa di cosa? :roll:

E poi, se ti da la colpa di tutto, come cacchio ha fatto a stare inssieme a te per 12 anni :?: :roll:

Mi sembrano discorsi un pò insensati...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
l'amore è libero

vero.

ma i rapporti, sono un'altra cosa. l'amore libero e incondizionato, si può vivere solo senza impegno, senza un legame.

quando invece si decide di costruire insieme qualcosa di importante, come una famiglia, sono indispensabili il rispetto, la lealtà, la sincerità, il dialogo, la condivisione dei nostri stati d'animo. se queste cose vengono a mancare, tutto perde di significato. un rapporto non è solo amore ma un insieme di tutti questi valori.

io personalmente non potrei accettare un tradimento... magari potrei capire e col tempo perdonare... ma sicuramente non starei più assieme a questa persona.

ma per ognuno di noi è diverso, alcuni valori sono più importanti, altri meno... per me questi sono basilari... ora valuta tu cosa ha più importanza per te e muoviti di conseguenza... ;)

un abbraccio

summer

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
l'amore è libero

vero.

ma i rapporti, sono un'altra cosa. l'amore libero e incondizionato, si può vivere solo senza impegno, senza un legame.

In Teoria parli bene in pratica sei possessiva è questo che ci dici?

quando invece si decide di costruire insieme qualcosa di importante, come una famiglia, sono indispensabili il rispetto, la lealtà, la sincerità, il dialogo, la condivisione dei nostri stati d'animo. se queste cose vengono a mancare, tutto perde di significato. un rapporto non è solo amore ma un insieme di tutti questi valori.

Giusto e allora cosa vuol dire che l'amore non è libero?.............a maggiore ragione l'amore è libero...........perchè si fonda non sulla sicurezza del ricevere ma del dare...............a me pare così.

io personalmente non potrei accettare un tradimento... magari potrei capire e col tempo perdonare... ma sicuramente non starei più assieme a questa persona.

ma quale tradimento.......l'amore è donazione non è possessione dell'anima e del corpo......l'amore come lo intendete Voi donne.....mi riferisco in particolare a me è : ora che sentimento provi? tu non sei libero con te non posso stare...dopo ovviamente che mi hanno amato fisicamente cercano la definitiva affermazione del rapporto come assolutezza femminea.....lo ripeto io amo tutte le donne ed ogni donna è un suo mondo che fa tutt'uno con il mio............... se una donna mi ama e ama un altro uomo....con il cuore ovviamente....non c'è niente di più giusto.....io se voglio bene ad una persona vopglio il suo bene non il mio......... a me pare.

Poi diciamocelo : siete troppo esclusiviste...io l'esclusiva la do solo al Corriere della Sera........

ma per ognuno di noi è diverso, alcuni valori sono più importanti, altri meno... per me questi sono basilari... ora valuta tu cosa ha più importanza per te e muoviti di conseguenza... ;)

Certo.....ma non è una scala di valori.........dire di amare solo una persona è una limitazione dell'espressività interiore umana.....non sono valori,...... sono espressioni......... è ben diverso. ciao.....a proposito quando consumiamo ahahha :LOL:

un abbraccio

summer

un tuffo carpiato avvitato con rigatoni alla cinghialesca.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
l'amore è libero

vero.

ma i rapporti, sono un'altra cosa. l'amore libero e incondizionato, si può vivere solo senza impegno, senza un legame.

In Teoria parli bene in pratica sei possessiva è questo che ci dici?

quando invece si decide di costruire insieme qualcosa di importante, come una famiglia, sono indispensabili il rispetto, la lealtà, la sincerità, il dialogo, la condivisione dei nostri stati d'animo. se queste cose vengono a mancare, tutto perde di significato. un rapporto non è solo amore ma un insieme di tutti questi valori.

Giusto e allora cosa vuol dire che l'amore non è libero?.............a maggiore ragione l'amore è libero...........perchè si fonda non sulla sicurezza del ricevere ma del dare...............a me pare così.

Nello, se una ragazza rimane con me spero che sia per una sua scelta libera e nn certo per una mia costrizione :!: Non obbligo nessuna a stare con me controvoglia, è libera di rare quello che gli pare. Il problema è che spesso si confondono le cose, nel senso che in una coppia è fondamentale stare bene (bella novità!), ma spesso e volentieri i problemi nn vengono mai affrontati subito e ci si lasciano alle spalle finchè un giorno tutto crolla. Basta vedere la Sig.a Berlusconi per farsi un idea. Non lo sapeva lei che il Sig.e Berlusconi nn saarebbe stato quasi mai presente? Che sarebbe sempre occuato da 1.000 impegni? Solo che allinizio gli piaceva la cosa ma col tempo si è stufata di tutto. Lei si è messa il paraocchi ed è tirata dritto, senza affrontare il problema subito. Questo è un esempio ma ce ne sono a migliaia. Summer ha ragione il rapporto di coppia è bello sopratutto se il tuo patner nn è soffocante. Non è tanto una questione di possessivita ma di come ti fà vivere la vita il tuo patner. Se si lascia una persona "libera" vedrai che ci starà bene assieme a te :LOL: e il rispetto e la fiducia verranno da soli :D

io personalmente non potrei accettare un tradimento... magari potrei capire e col tempo perdonare... ma sicuramente non starei più assieme a questa persona.

ma quale tradimento.......l'amore è donazione non è possessione dell'anima e del corpo nn è questione di possessione ma di RISPETTO, possibile che si debba far sesso con un' altra? cos'è che l' altra ti dà e la tua patner no?...... :cry: .....io se voglio bene ad una persona vopglio il suo bene non il mio......... a me pare.

Poi diciamocelo : siete troppo esclusiviste...io l'esclusiva la do solo al Corriere della Sera........

ma per ognuno di noi è diverso, alcuni valori sono più importanti, altri meno... per me questi sono basilari... ora valuta tu cosa ha più importanza per te e muoviti di conseguenza... ;)

Certo.....ma non è una scala di valori.........dire di amare solo una persona è una limitazione dell'espressività interiore umana.....non sono valori,...... sono espressioni......... è ben diverso. ciao.....a proposito quando consumiamo ahahha :LOL:

un abbraccio

summer

un tuffo carpiato avvitato con rigatoni alla cinghialesca.

Quando vuoi io ci sono 8)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

allora, vediamo se riesco a spiegarmi meglio... intendo dire che condivido l'idea che l'amore sia un sentimento libero e che può essere rivolto a tutto e a tutti. ma credo che se si decide di avere un rapporto importante con una persona entrino in gioco altri valori. parlo in generale, ma ogni storia è ovviamente a sè... il punto è uno solo: viverla come ci sentiamo, ma sempre in accordo con l'altra persona.

si può decidere di avere un rapporto libero o esclusivo, non fa differenza se la cosa è chiara e scelta da entrambe le parti...

in questo caso però mi sembra che loro avessero un rapporto esclusivo, con dei problemi non affrontati, che hanno portato alla mancanza di sincerità e di rispetto... cosa per me non indifferente.

nello ti posso dire il mio modo personale di vivere le storie: cerco sempre di essere il più chiara possibile: se non voglio impegnarmi, frequentare più persone liberamente, lo faccio presente instaurando questo tipo di relazione con chi ne condivide l'idea. allo stesso modo, se mi sento totalmente coinvolta da una persona e sento di voler costruire qualcosa insieme a livello di coppia, cercherò una relazione diversa, più esclusiva.

sia chiaro che non giudico un tipo di relazione migliore dell'altro... sono modi diversi di amare... che ho vissuto entrambi... in momenti diversi della mia vita.

il punto è sempre essere onesti con sè stessi e con gli altri, ma soprattutto essere coerenti nelle proprie scelte e non scappare dalla responsabilità che si sono prese. in questo caso la famiglia.

tu sei libero di vivere come ti senti, rispetto il tuo punto di vista, come il punto di vista di chiunque altro... questo è solo il mio, che non voglio assolutamente imporre a nessuno, nè ho la presunzione di pensare che ciò che sia vero per me lo sia per gli altri... e tu?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

grazie dell'intervento Bosko..........

racconterò una storia vera della mia vita :

da ragazzo mi innamorai perdutamente di una ragazza alta, dal viso dolce, dalla pelle morbida e abbronzata, dal cuore tenero, dai capelli folti e castani,....mi innamorai della sua intelligenza, della sua onestà interiore.......era la ragazza migliore che avevo mai conosciuto........mi paiceva in tutto........il vero problema era la distanza..............alla fine purtroppo il rapporto non andò avanti (diciamolo sinteticamente) per ragioni di distanza..........ma Lei in realtà trovò un altro a cui fare da crocerossina (sindrome riconosciuta anche da Ginevra)......cosa che io nonj ho mai accettato dalle donne...........insomma a mio parere comunque ne trovò uno meglio.

Le dissi che ero felice perchè io volendole molto bene e ritenendola la vera pietra di paragone per tutte le donne che conobbi nella mia vita fino a 33 anni avrei desiderato la sua felicità........... così le dissi che faceva assolutamente bene.

Lei poi si lasciò con il Tizio (meglio di me) perchè sostanzialmente era il classico uomo intelligente, panzuto, e rompicoglio**, insomma geloso.......

No io non provo nè gelosia nè possessione......provo solo dispiacere se una donna non mi vuole più ma preferisco che sia felice Lei che non io.............

come avrete capito la ragazza poi mi sposò.....................e divenne mia moglie..............ed anche ora che ha deciso di non condividere più la vita con me lo accetto perchè il suo amore non è mio ma è solo suo.

Con Lei provai l'amore vero e la gioia di baciarla ed abbracciarla.

Grazie Claudia che mi hai fatto sentire un uomo per tanti anni.

Grazie degli anni che mi hai donato.

Ora non potendo amare più nessuna donna come e quanto amai Lei non mi rimane che fare il GIGOLO' :LOL:

PIACIUTA LA STORIA!!!! :cry:

Dr. STI CA .......ZZI

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Solo gli egoisti di cuore non perdonano mai.

Chi non perdona non sa morire.

Perchè lui nel tradirla non è stato egoista??

cmq si vede che sono egoista,in questi casi non transigo..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao a tutti, scusate se non ho risposto prima ma sono successe parecchie novità. Mio marito ha capito lo sbaglio che stava facendo, che stava distruggendo la sua famiglia. Una mattina lei telefona sul telefono di casa, risponde la bimba, poi riattacca. Io ho riconosciuto il numero e lo detto a lui, si è arrabbiato moltissimo e da allora tra di noi è tutto cambiato. Cambiato in meglio, si è aperto, si è avvicinato e abbiamo passato un San Valentino davvero speciale. Ora è via per lavoro nello stato di lei, ma a parecchi km di distanza, mi chiama parecchie volte al giorno, e lo sento più tranquillo e sereno, felice di sentire la mia voce.

Mi manca, è lontano ma lo sento più vicino di quando, un mese fa, era qui con me.

Stavo per perderlo, ma la forza dell'amore ha vinto.

Vuoi per i bambini, vuoi per il nostro amore che non si era spento, si era solo addormentato, ora continuiamo a vivere la nostra vita famigliare forse più intensamente di prima.

Penso che certe volte delle docce fredde del genere diano nuova vita e nuovo vigore a una coppia addormentata ed in crisi come lo era la mia.

Grazie per avermi confortato in questo periodo e scusate se vi ho annoiato con il mio problema.

CHI NON AMA NON PUO' PERDONARE. ED IO LO AMO.

Ciao

Piccola

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ho chiesto aiuto prima al parroco della mia parrocchia che mi ha dato un pò di conforto e tranquillità per potergli parlare, poi però mi sono rivolta ad una psicologa dove ora sono in cura. Lei soprattutto mi aiuta a rafforzare il mio carattere, a guardarmi dentro e forse anche a consolidare un matrimonio in crisi. Già perchè era in crisi e se non lo fosse stato lui non avrebbe cercato di certo un'altra. Lui mi sta dando la colpa di tutto, e forse è colpa mia che non ho saputo amarlo come prima di avere i bambini. Vuoi le maternità molto ravvicinate, vuoi il pensare ai bambini più che a lui e soprattutto più che a me, perchè mi sono trascurata moltissimo, vuoi gli esaurimenti nervosi non riconosciuti e trscurati, negli ultimi anni non avevo più voglia di fare niente, incominciavo le cose e non le portavo a termine, mangiavo qualsiasi cosa mi venisse a tiro, magari tre tortine prima di pranzare, così continuavo a mettere su chili, avevo la fame nervosa, sono arrivata a pesare 80 kg.

Ora dopo quello che mi è successo, lo stomaco mi si è chiuso, mi sto sforzando a mangiare durante i pasti e in poco più di un mese ho perso 8 kg. Sto cercando di migliorare il mio stile di vita, il mio carattere, di essere più premurosa con lui, ma non so se serve, lo sento lontano, molto lontano.

Dormiamo ancora assieme, lui a volte mi abbraccia e mi bacia teneramente, però non posso dimenticare le cose orribili che mi aveva detto, che mi voleva bene perchè ero la madre dei suoi figli ma non mi amava più perchè amava lei.

Ora sto cercando di andare avanti, di ricominciare la nostra relazione, la nostra vita, ma è dura, molto dura, il fantasma di lei aleggerà sopra di noi per molto tempo. Spero che se ne sia andata e che sia soltanto un fantasma. Lo amo e continuerò la mia lotta.

Scusate il mio sfogo e se vi ho annoiato.

Grazie a tutti  

Ciao  

Piccola

Il fatto di essere andata da una psicologa vuol dire che tieni ancora a te stessa, no?

Però...però...io leggo in realtà tanta solitudine intorno a te, da come scrivi: dove era tuo marito quando stavi male, soffrivi di fame nervosa, a parte-ovviamente-criticarti??Quando stavi dietro ai bambini, quando stiravi le sue camicie?quando avevi gli esaurimenti nervosi?

Lui ha fatto la scappatella, e tu??

Questo è quello che mi fa tanta, ma tanta paura nei rapporti di coppia: che una soffre, si sbatte, si fa in quattro, sta dietro ai figli ,alla casa, e se non ce la fa a tenere il ritmo di prima anche nella cura del marito e di se stessa, allora gli uomini sono quasi giustificati a fare le scappatelle.

Non è giusto. Tu puoi aver trascurato per un periodo (forse) lui. Ma non certo per andare a fare shopping.

No, non giustifico tanto, in questo caso, il tradimento. Anzi, per niente.

Quasi quasi ho avuto un barlume di speranza leggendo la risposta di Lorella. Ma poi, anche lei dice che bisogna farsi forza e fare le geishe la sera, dopo aver corso tutto il giorno.

Allora è vero: non c'è speranza per noi donne...gli angeli del focolare, le schiave a vita...

(si prega, se possibile, di contraddirmi, vi prego...)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ho chiesto aiuto prima al parroco della mia parrocchia che mi ha dato un pò di conforto e tranquillità per potergli parlare, poi però mi sono rivolta ad una psicologa dove ora sono in cura. Lei soprattutto mi aiuta a rafforzare il mio carattere, a guardarmi dentro e forse anche a consolidare un matrimonio in crisi. Già perchè era in crisi e se non lo fosse stato lui non avrebbe cercato di certo un'altra. Lui mi sta dando la colpa di tutto, e forse è colpa mia che non ho saputo amarlo come prima di avere i bambini. Vuoi le maternità molto ravvicinate, vuoi il pensare ai bambini più che a lui e soprattutto più che a me, perchè mi sono trascurata moltissimo, vuoi gli esaurimenti nervosi non riconosciuti e trscurati, negli ultimi anni non avevo più voglia di fare niente, incominciavo le cose e non le portavo a termine, mangiavo qualsiasi cosa mi venisse a tiro, magari tre tortine prima di pranzare, così continuavo a mettere su chili, avevo la fame nervosa, sono arrivata a pesare 80 kg.

Ora dopo quello che mi è successo, lo stomaco mi si è chiuso, mi sto sforzando a mangiare durante i pasti e in poco più di un mese ho perso 8 kg. Sto cercando di migliorare il mio stile di vita, il mio carattere, di essere più premurosa con lui, ma non so se serve, lo sento lontano, molto lontano.

Dormiamo ancora assieme, lui a volte mi abbraccia e mi bacia teneramente, però non posso dimenticare le cose orribili che mi aveva detto, che mi voleva bene perchè ero la madre dei suoi figli ma non mi amava più perchè amava lei.

Ora sto cercando di andare avanti, di ricominciare la nostra relazione, la nostra vita, ma è dura, molto dura, il fantasma di lei aleggerà sopra di noi per molto tempo. Spero che se ne sia andata e che sia soltanto un fantasma. Lo amo e continuerò la mia lotta.

Scusate il mio sfogo e se vi ho annoiato.

Grazie a tutti  

Ciao  

Piccola

Il fatto di essere andata da una psicologa vuol dire che tieni ancora a te stessa, no?

Però...però...io leggo in realtà tanta solitudine intorno a te, da come scrivi: dove era tuo marito quando stavi male, soffrivi di fame nervosa, a parte-ovviamente-criticarti??Quando stavi dietro ai bambini, quando stiravi le sue camicie?quando avevi gli esaurimenti nervosi?

Lui ha fatto la scappatella, e tu??

Questo è quello che mi fa tanta, ma tanta paura nei rapporti di coppia: che una soffre, si sbatte, si fa in quattro, sta dietro ai figli ,alla casa, e se non ce la fa a tenere il ritmo di prima anche nella cura del marito e di se stessa, allora gli uomini sono quasi giustificati a fare le scappatelle.

Non è giusto. Tu puoi aver trascurato per un periodo (forse) lui. Ma non certo per andare a fare shopping.

No, non giustifico tanto, in questo caso, il tradimento. Anzi, per niente.

Quasi quasi ho avuto un barlume di speranza leggendo la risposta di Lorella. Ma poi, anche lei dice che bisogna farsi forza e fare le geishe la sera, dopo aver corso tutto il giorno.

Allora è vero: non c'è speranza per noi donne...gli angeli del focolare, le schiave a vita...

(si prega, se possibile, di contraddirmi, vi prego...)

Cara Ellemir, mi dispiace ma noi donne saremo sempre così, angeli del focolare ma non certo schiave. Se io ogni sera dopo una giornata lunghissimissima andassi a letto alle 21,00 lasciando mio marito solo sul divano, credi....la crisi sarebbe vicina. Ma che sia chiaro che per me va' bene così, insomma VOGLIO fare questo e se un sera avessi sonno alla 21,00 me ne andrei a letto, senza dire: Oh Dio jio domani se ne cerca un'altra! Gli uomini se non li coccoli, se non li "ami", si stancano presto.

Non sono come noi, non hanno la fortuna di essere donne. Che non se la prendano i maschietti, ai quali mando un :abb

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

E' vero bisogna essere angeli del focolare di giorno, riassettare la casa, educare i figli, fare le commissioni anche per lui e il suo lavoro, portare i figli ai vari appuntamenti sportivi e avere il tempo per tenersi in tiro per lui perchè quando lui ritorna a casa. E alla sera essere gheisce e occuparsi di lui. Lo vorrei tanto, ma riuscire a mandare a letto i figli ad un orario decente è quasi impossibile. Così lui si addormenta sul divano, io mi arrabbio, lo sveglio, lui si arrabbia perchè è stanco, lo pianto lì da solo al freddo sul divano e me ne vado a dormire, non dormo perchè sono da sola, poi alle 2 arriva lui che ha voglia e io sono stanca e non voglio e lui si arrabbia. E' incominciata così la mia crisi? forse si.

Lorella mi dai un consiglio di come essere una buona gheiscia?

Ciao

Piccola :ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
E' vero bisogna essere angeli del focolare di giorno, riassettare la casa, educare i figli, fare le commissioni anche per lui e il suo lavoro, portare i figli ai vari appuntamenti sportivi e avere il tempo per tenersi in tiro per lui perchè quando lui ritorna a casa. E alla sera essere gheisce e occuparsi di lui. Lo vorrei tanto, ma riuscire a mandare a letto i figli ad un orario decente è quasi impossibile. Così lui si addormenta sul divano, io mi arrabbio, lo sveglio, lui si arrabbia perchè è stanco, lo pianto lì da solo al freddo sul divano e me ne vado a dormire, non dormo perchè sono da sola, poi alle 2 arriva lui che ha voglia e io sono stanca e non voglio e lui si arrabbia. E' incominciata così la mia crisi? forse si.  

Lorella mi dai un consiglio di come essere una buona gheiscia?

Ciao  

Piccola :ciao

Cara Piccola, spero che il mio modo di esserti vicina e di darti consigli tu non lo abbia scambiato per una che vuol dare lezioni di moglie, madre, amante.

Credimi che anche io sono umana e sbaglio. Geisha? Non la prendere alla lettera questa parola era solo per dirti che siamo noi donne a doverci dar da fare per tenerseli vicina. Anche io mi addormento la sera e anche lui, in fin dei conti siamo umani. Ma tu, come lo svegli? :wink:

Un abbraccio, Lorella.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Cara Lorella, grazie per essermi vicina e per i tuoi consigli. Vuoi sapere come l'ho sempre svegliato? Inizio con baci, carezze..... e ora che stiamo cercando di rimediare e ricominciare si sveglia e andiamo a dormire insieme. Prima però era dura, i baci e le carezze non servivano a niente, si innervosiva, ho tentato anche di lasciarlo sul divano senza coperta e con i termosifoni spenti così quando sentiva freddo veniva a dormire.

Da questa esperienza ho capito che nn bisogna mai abbassare la guardia, bisogna sempre essere vigili su quello che ci circonda soprattutto quanto riguarda i nostri mariti se vogliamo tenerceli stretti.

Ciao

Piccola :abb

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

geisha?ma donne state maale??2007?è lyui che ha sbagliato!!!!gli hai donato la grazia del perdono!!deve ringraziare!!non la svendiamo!!ma non fate vergognarmi di apparetenere al genere..il perdono si ma la dignità no!e l'amore vero?non esiste allora?non per loro..ho così tanta speranza..ancora..devo ricredermi?e convertirmi all omossessualità!irrispettose di voi..vi annullate?per debolezza!!!e continuano gli uomini a tradirci!surrogato dell'amore!contente voi!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.